slide1 l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Giuseppe Belgiovine Livio Quagliarella Nicola Sasanelli PowerPoint Presentation
Download Presentation
Giuseppe Belgiovine Livio Quagliarella Nicola Sasanelli

Loading in 2 Seconds...

  share
play fullscreen
1 / 22
mikkel

Giuseppe Belgiovine Livio Quagliarella Nicola Sasanelli - PowerPoint PPT Presentation

98 Views
Download Presentation
Giuseppe Belgiovine Livio Quagliarella Nicola Sasanelli
An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author. While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. C. I. S. I. B. G.A. Borelli Giuseppe Belgiovine Livio Quagliarella Nicola Sasanelli C.I.S.I.B. G.A. Borelli

  2. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  3. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  4. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  5. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  6. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  7. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  8. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  9. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  10. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  11. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  12. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  13. Voi che vivete sicuriNelle vostre tiepide case,Voi che trovate tornando a seraIl cibo caldo e visi amici,Considerate se questo è un uomo:Che lavora nel fango,Che non conosce pace,Che lotta per un pezzo di pane,Che muore per un sì o per un no.Considerate se questa è una donna:Senza capelli e senza nome,Senza più forza di ricordare,Vuoti gli occhi e freddo il grembo,Come una rana d'inverno.Meditate che questo è stato.Vi comando queste parole,Scolpitele nel vostro cuore.Stando in casa andando per via,Coricandovi alzandovi.Ripetetele ai vostri figli,O vi si sfasci la casa,La malattia vi impedisca,I vostri nati torcano il viso da voi. Primo Levi

  14. La pace è frutto della giustizia Isaia 32,17 Guernica P. Picasso

  15. La pace è frutto della giustizia Isaia 32,17 L’assurdo non è che nel mondo ci siano ricchi e poveri, ma che i ricchi diventino sempre più ricchi sulla pelle dei poveri che diventano sempre più poveri… don Tonino Bello (1935 - 1993) Vescovo di Molfetta “ Alla finestra la speranza” 70,71; San Paolo 1998

  16. Giuro sulla non violenza, perché so che essa sola può condurre l’umanità al grado più alto di bene e non soltanto nel mondo futuro ma anche in questo. Sono contrario alla violenza perché quando sembra che possa produrre del bene quel bene è soltanto temporaneo; mentre il male che produce è permanente. Mohandas K. Gandhiji Young India 21 maggio 1925

  17. Giuro sulla non violenza , perché so che essa sola può condurre l’umanità al grado più alto di bene e non soltanto nel mondo futuro ma anche in questo. Sono contrario alla violenza perché quando sembra che possa produrre del bene quel bene è soltanto temporaneo; mentre il male che produce è permanente. Mohandas K. Gandhiji Young India 21 maggio 1925

  18. It may well be that we will have to repent in this generation, not merely for the vitriolic words of the bad people and the violent actions of the bad people, but for the appalling silence and indifference of the good people who sit around and say, ‘Wait on time ‘ M. L. King Stanford April 14, 1967

  19. “Quello che facciamo non è niente, soltanto una goccia nell’oceano, ma non lo facessimo l’oceano mancherebbe di questa goccia” Madre Teresa M.C.

  20. Giuro sulla non violenza , perché so che essa sola può condurre l’umanità al grado più alto di bene e non soltanto nel mondo futuro ma anche in questo. Sono contrario alla violenza perché quando sembra che possa produrre del bene quel bene è soltanto temporaneo; mentre il male che produce è permanente. Mohandas K. Gandhiji Young India 21 maggio 1925