slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
E-journals, e-Books and e-Books reader: PowerPoint Presentation
Download Presentation
E-journals, e-Books and e-Books reader:

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 37

E-journals, e-Books and e-Books reader: - PowerPoint PPT Presentation


  • 107 Views
  • Uploaded on

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA. E-journals, e-Books and e-Books reader: nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche Lecce, 7 giugno 2010. Antonella Toni, Laura Viola, M.Regina Maggiore, Francesca Signore, M.Pia Metrangolo

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

E-journals, e-Books and e-Books reader:


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

Lecce, 7 giugno 2010

Antonella Toni, Laura Viola, M.Regina Maggiore,

Francesca Signore, M.Pia Metrangolo

Biblioteche Facoltà di Scienze MM.FF.NN., di Ingegneria e di Economia

Università del Salento

  • Angelica Masciullo
  • Coordinamento SIBA Università del Salento
slide2

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

Le Biblioteche delle Facoltà scientifiche dell’Università del Salento sono tutte molto giovani, nascono a partire dal 1969 con la costituzione delle rispettive Facoltà, Scienze MM.FF.NN., Economia e Ingegneria.

slide3

Le Biblioteche di Matematica, Biologia e Fisica della Facoltà di Scienze MM.FF.NN., costituite nel 1969 come Biblioteche dei rispettivi Istituti, si sviluppano rapidamente a partire dal 1977 come Biblioteche dipartimentali.

Servono tutti i corsi di insegnamento e i settori disciplinari dei rispettivi Dipartimenti e degli Enti di ricerca nazionali ad essi associati, come il CNR, l’INFN , l’INFM , ecc.

slide4

La Biblioteca di Fisica assume verso la fine degli anni ‘80 sempre più una connotazione interdipartimentale servendo altri neo-Dipartimenti, come quello di Scienza dei Materiali e di Ingegneria dell’Innovazione, e nel 1988 si costituisce come Biblioteca interdipartimentale di Fisica e Scienza dei Materiali.

La Biblioteca di Biologia verso la fine degli anni ‘90 si evolve in Biblioteca di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali (DiSTeBA) , seguendo lo sviluppo e la nuova denominazione del suo Dipartimento.

La Biblioteca di Matematica, pur restando sempre dello stesso Dipartimento intitolato recentemente a Ennio De Giorgi, si sviluppa più rapidamente rispetto alle altre due, sia come consistenza patrimoniale sia tecnologicamente.

slide5

Attualmente le tre Biblioteche della Facoltà di Scienze MM.FF.NN. posseggono complessivamente un patrimonio librario cartaceo di oltre 85.000 volumi e 1.600 testate di periodici.

slide6

La Biblioteca di Economia, istituita nel 1992 come Biblioteca della Facoltà di Economia, si sviluppa nel 2004 come Biblioteca del Settore Economico, accorpando il patrimonio librario dei Dipartimenti di Scienze Economiche e Matematico-Statistichee di Studi Aziendali, Giuridici ed Ambientali.

Possiede un patrimonio librario cartaceo di circa 25.000 volumi e 780 testate di periodici.

slide7

La Biblioteca di Ingegneria dell’Innovazione, già Biblioteca Didattica della Facoltà di Ingegneria, è attivata nel 2000 dopo l’istituzione del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione e serve tutti gli insegnamenti e i settori disciplinari della Facoltà di Ingegneria.

Possiede un patrimonio librario cartaceo di oltre 5.000 volumi e 160 testate di periodici.

slide8

Le Biblioteche delle Facoltà scientifiche posseggono un patrimonio librario cartaceo di modeste dimensioni rispetto a quelle delle Facoltà umanistiche di più vecchia costituzione, ma dispongono di una notevole quantità di risorse informative elettroniche messe a disposizione dal Coordinamento SIBA e accessibili via Web da qualsiasi PC collegato ad Internet: banche dati bibliografiche e documentarie full-text, e-journals, ebooks ed altre risorse multimediali.

slide9

Le Biblioteche delle Facoltà scientifiche sono a struttura aperta, con libero accesso alle scaffalature e, come tutte le altre biblioteche dell’Ateneo salentino, sono completamente informatizzate e dotate di rete wired e wireless.

Biblioteca Dip.Matematica

Biblioteca Dip.Ingegneria dell’Innovazione

slide10

Consentono quindi la diretta visione del libro, collocato secondo il sistema di classificazione adottato (Dewey o AMS come nel caso della Biblioteca di Matematica), e la ricerca bibliografica e documentaria mediante l’utilizzo di PC dedicati collegati ad Internet o di notebook personali.

slide11

Le Biblioteche del Dipartimento di Matematica e del Settore Economico sono inoltre dotate, come altre Biblioteche dell’Ateneo, di Sistemi di antitaccheggio e autoprestito.

Biblioteca Dip.Matematica

slide12

Tutte le Biblioteche delle Facoltà scientifiche, come tutte le altre Biblioteche dell’Ateneo, grazie al Coordinamento SIBA, sono dotate di un Sistema di automazione bibliotecaria di ultima generazione, il Millennium, basato sull’utilizzo di standard nazionali ed internazionali.

http://siba-millennium.unile.it

slide13

Millennium consente all’utente:

  • di reperire con estrema semplicità le informazioni desiderate;
  • di richiedere o di prenotare automaticamente (anche da casa) i documenti di suo interesse;
  • di accedere ad altre risorse elettroniche (banche dati, libri e periodici elettronici full-text, ecc.) e ad altri servizi collegati alle attività didattiche e di ricerca (corsi e materiale didattico e scientifico). 

http://siba-millennium.unile.it/

slide14

Sono dotate inoltre di un Sistema all’avanguardia per l’accesso integrato a tutte le risorse informative, mediante un’unica maschera di ricerca:

il MetaSearch,

lo strumento per il discovery e il delivery delle risorse bibliografiche e documentarie, implementato dallo stesso Coordinamento SIBA.

http://siba-metasearch.unile.it:8331/V

slide15

Grazie ai molteplici vantaggi offerti dalle nuove tecnologie e dalla rete Internet e ai servizi informatici bibliotecari attivati dal Coordinamento SIBA, compreso il servizio di accesso remoto, le Biblioteche delle Facoltà scientifiche hanno via via dismesso, senza alcuna difficoltà, le acquisizioni e gli abbonamenti cartacei, privilegiando il materiale didattico e scientifico in formato elettronico, accessibile e scaricabile in qualsiasi momento, anche durante la chiusura delle Biblioteche, da qualsiasi PC collegato ad Internet.

slide16

Sin dagli anni ‘90 hanno collaborato attivamente allo sviluppo del SINM (Sistema Informativo Nazionale per la Matematica), coordinato dal SIBA per lo sviluppo e la condivisione a livello nazionale di risorse bibliografiche e documentarie dell’area matematica e di altre discipline correlate, come le scienze fisiche, informatiche e tecnologiche.

slide17

Il SINM, nato negli anni ’80, sulla base delle esperienze maturate negli anni ‘70 all'interno della comunità matematica italiana (scambio di fotocopie di articoli di riviste, catalogo collettivo dei periodici), si è affermato come il primo consorzio nazionale di area disciplinare che ha avuto un grande successo anche a livello internazionale coinvolgendo sempre di più altre aree disciplinari e biblioteche scientifiche di Università ed Enti di ricerca.

slide18

Con lo sviluppo delle nuove tecnologie, l’organizzazione dei Sistemi bibliotecari di Ateneo e la centralizzazione dei servizi bibliotecari in molte università italiane, a partire dal 2000 si sono affermati sempre di più, accanto ai consorzi di aree disciplinari, quelli interdisciplinari e interuniversitari.

Il SINM, pur avendo per questi motivi rallentata notevolmente la sua attività, limitandola a quelle risorse di carattere strettamente matematico, ha conservato comunque la sua forza e validità: persiste tutt’oggi un forte spirito di cooperazione tra le biblioteche matematiche italiane ed europee che in questo periodo di grande crisi economica non va sottovalutato ma preso in seria considerazione e come esempio.

slide19

Sin dal 2000, le Biblioteche delle Facoltà scientifiche collaborano allo sviluppo del Sistema ESE, realizzato dal Coordinamento SIBA per la pubblicazione e gestione via Web di materiale didattico e scientifico in formato elettronico e ad accesso aperto.

Molte pubblicazioni dei Dipartimenti delle Facoltà scientifiche, riviste, collane, monografie, atti di convegni, tesi di dottorato, ecc., sono disponibili in formato elettronico, ad accesso aperto, attraverso il Sistema ESE.

slide20

Note di Matematica è la prima rivista scientifica dell’Università del Salento pubblicata sia in formato cartaceo sia in formato elettronico. Sin dal 2000 sono accessibili in ESE tutti i volumi, anche quelli pubblicati precedentemente (dal 1981).

Seguono i Quaderni di Matematica, la rivista Thalassia Salentina del Dipartimento di Biologia e molte altre pubblicazioni scientifiche.

slide21

Le riviste Transitional Waters del DiSTeBA:

Transitional Waters Bulletin

Transitional Waters Bulletin in the CADSES area

Transitional Waters Monographs

sono le prime riviste dell’Università del Salento pubblicate solo in formato elettronico; seguono altre pubblicazioni didattico-scientifiche.

slide22

Le Biblioteche delle Facoltà scientifiche hanno quindi collaborato con il Coordinamento SIBA allo sviluppo di servizi tecnologicamente avanzati in favore dell’utenza e aderito alle trattative locali e nazionali condotte dallo stesso Coordinamento SIBA per l’acquisto e la condivisione consortile delle risorse elettroniche, banche dati e periodici, con una notevole riduzione di costi e risorse tecniche e con un forte incremento dei servizi in favore degli utenti dell’Ateneo salentino.

slide23

Con la comparsa degli e-books sul mercato delle risorse bibliografiche e dell’informazione scientifica, le biblioteche delle Facoltà scientifiche hanno aderito al progetto “Gli e-books a portata di mouse”, avviato dal Coordinamento SIBA per l’acquisto coordinato di collane e monografie dei principali editori scientifici.

Dopo un periodo di prova, gli e-books sono quindi entrati a far parte del patrimonio digitale delle biblioteche scientifiche, con grande soddisfazione di tutti gli utenti, docenti, studenti e bibliotecari.

slide24

Sempre più attente alle innovazioni tecnologiche e alle nuove esigenze degli utenti, le Biblioteche delle Facoltà scientifiche, hanno anche acquistato, in via sperimentale alcuni ebooks reader di ultima generazione, che consentono all’utente di scaricare da Internet, leggere o ascoltare una grande quantità di documenti senza affaticare la vista.

slide25

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

I periodici elettronici hanno rappresentato “la rivoluzione” degli anni ’90 e una grande opportunità di riorganizzazione per le biblioteche delle Facoltà scientifiche e delle biblioteche accademiche in generale.

Gli ebook e gli ebook reader rappresentano un modo radicalmente nuovo di concepire la conservazione e la trasmissione della conoscenza.

slide26

Moltissimi sono i vantaggi degli e-books per le Biblioteche e i loro utenti:

Gli e-books hanno un costo inferiore rispetto a quelli su supporto cartaceo; sono immediatamente disponibili; non vanno mai in esaurimento e non necessitano di ristampe; non occupano spazio in biblioteca; sono ecosostenibili.

Non richiedono tutte quelle procedure classiche di inventariazione, catalogazione e prestito. I record bibliografici, disponibili nel formato standard MARC 21, vengono automaticamente caricati nell’OPAC di Ateneo e i relativi full-text sono sempre accessibili anche durante la chiusura della biblioteca.

Gli e-books consentono quindi una maggiore razionalizzazione di spazi, di risorse umane e finanziare, la rapidità di accesso alla conoscenza e il miglioramento dei servizi in favore dell’utenza.

slide27

Un elevato numero di documenti può essere scaricato da Internet quando necessario e memorizzato su piccoli dispositivi elettronici portatili (notebook, palmari, telefonini, penne USB, e-book reader), risolvendo così tutti i problemi di trasportabilità, di aggiornamento e reperibilità immediata dei contenuti.

Al concetto di biblioteca virtuale o digitale, si aggiunge e diventa una realtà il concetto di biblioteca portatile.

slide28

Gli e-book reader di ultima generazione, a inchiostro elettronico, consentono non solo di variare la dimensione del carattere di lettura (in base alle proprie necessità) ma anche di leggere file digitali senza i ben noti problemi della lettura a schermo (stanchezza della vista, luce dello schermo, durata delle batterie, ecc.).

Sono inoltre in grado di supportare una vasta gamma di funzioni aggiuntive, tra cui quella di scrivere come su un foglio di carta o prendere appunti sui testi e quella di trasformare un libro elettronico in audio libro e ascoltarne agevolmente i contenuti (funzionalità questa molto importante soprattutto per le persone con difficoltà visive).

slide29

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

Banche dati, e-journals, e-books per la didattica e la ricerca sono disponibili istantaneamente e contemporaneamente per più studenti e docenti, in qualsiasi giorno della settimana e in qualsiasi ora, anche durante la chiusura delle Biblioteche, da qualsiasi PC collegato ad Internet.

Sono a portata di mouse di tutti gli utenti dell’Università del Salento e a portata di cellulare di quanti, autenticati, dispongono di un’adeguata tecnologia mobile.

slide30

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

Le biblioteche scientifiche appaiono quindi sempre meno frequentate fisicamente dagli utenti, soprattutto dai docenti che preferiscono accedere alle risorse elettroniche dai propri studi o da casa, attraverso il servizio di accesso remoto messo a disposizione da diversi anni dal Coordinamento SIBA.

Sono evidentemente le biblioteche che raggiungono gli utenti ovunque essi siano.

slide31

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

La gran parte delle risorse elettroniche rese disponibili all’utente è in lingua straniera.

L’editoria digitale italiana è infatti in forte ritardo e molto arretrata rispetto a quella degli editori stranieri, sia tecnologicamente sia sotto altri aspetti.

Gli editori italiani preferiscono negoziare a livello di singole biblioteche e offrono modelli di licenza molto complessi e incomprensibili, condizioni di accesso e archiviazione molto restrittive e spesso inaccettabili.

I consorzi e CARE potrebbero svolgere un ruolo molto importante per aprire un confronto con gli editori italiani sulle licenze al fine di individuare modelli più avanzati e soluzioni sostenibili per tutti.

slide32

Attualmente sono disponibili attraverso il sito Web del Coordinamento SIBA, oltre alle risorse elettroniche ad accesso gratuito, compresi il Catalogo delle Biblioteche di Ateneo, gli Archivi multimediali e georeferenziati realizzati dal SIBA e le banche dati brevettuali del Centro PatLib gestito dallo stesso Coordinamento SIBA,

140 banche dati bibliografiche e documentarie di vari ambiti disciplinari

22.000 periodici elettronici full-text dei più importanti editori internazionali

10.000 libri elettronici

Oltre 270 pubblicazioni elettroniche dell’Università del Salento, nel Sistema ESE.

slide33

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

Le numerose risorse elettroniche e i servizi resi sinora disponibili dal Coordinamento SIBA difficilmente potranno essere garantiti nei prossimi anni.

La crisi economica, la forte riduzione di risorse finanziarie e umane rendono molto difficile al Coordinamento SIBA non solo la realizzazione di nuovi servizi tecnologicamente più avanzati ma anche il mantenimento di quelli già attivati e il rinnovo degli abbonamenti alle risorse elettroniche ora accessibili.

slide34

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

Sono già in corso nelle biblioteche delle Facoltà scientifiche, come in tutte le altre biblioteche dell’Ateneo salentino e in molte Università italiane, considerevoli tagli non solo ai pochi abbonamenti cartacei rimasti ancora in piedi ma anche a molti abbonamenti elettronici.

Difficilmente le Biblioteche potranno garantire al Coordinamento SIBA le rispettive quote dovute per il loro rinnovo degli abbonamenti consortili, con grave danno per i consorzi a livello nazionale, per l’utenza e la ricerca scientifica.

slide35

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

In questa prospettiva, il Coordinamento SIBA sta rivedendo e valutando, insieme ai responsabili delle biblioteche e al CASPUR/CIBER, la possibilità di iniziative che possano in qualche modo fronteggiare l’attuale crisi economica e continuare a garantire i servizi in favore dell’utenza.

slide36

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

  • Maggiore cooperazione interbibliotecaria,
  • rafforzamento delle attività consortili,
  • passaggio completo (ove possibile) all’elettronico,
  • utilizzo di nuovi strumenti per la valutazione delle collezioni,
  • analisi attenta delle statistiche d’uso,
  • revisione dei contratti consortili pluriennali attualmente in corso,
  • revisione dei pacchetti attualmente in abbonamento e valutazione più attenta del Big Deal,
  • individuazione di nuovi modelli di licenze e-only sostenibili,
  • ricorso più consistente al modello pay-per-view e al document delivery,
  • potenziamento dell’editoria elettronica open access,
  • reperimento di fondi esterni, anche attraverso l’erogazione ad altri enti di servizi retribuiti.

Questi sono gli obiettivi più immediati individuati dal Coordinamento SIBA, che coinvolgono tutte le biblioteche dell’Ateneo salentino e condivisi da molte Università italiane.

slide37

L’EVOLUZIONE DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA

E-journals, e-Books and e-Books reader:

nuove prospettive e nuovi scenari nelle Facoltà scientifiche

Lecce, 7 giugno 2010

Antonella Toni, Laura Viola, M.Regina Maggiore,

Francesca Signore, M.Pia Metrangolo

Biblioteche Facoltà di Scienze MM.FF.NN., di Ingegneria e di Economia

Università del Salento

  • Angelica Masciullo
  • Coordinamento SIBA Università del Salento

GRAZIE PER L’ATTENZIONE