A. Martini - PowerPoint PPT Presentation

slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
A. Martini PowerPoint Presentation
play fullscreen
1 / 153
A. Martini
134 Views
Download Presentation
jenny
Download Presentation

A. Martini

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. A. Martini La Forza Magnetica

  2. A. Martini La Forza Magnetica

  3. Arrivati a questo punto, sono in grado di spiegarti il motivo per cui due fili paralleli, percorsi da corrente, interagiscono con una forza

  4. Arrivati a questo punto, sono in grado di spiegarti il motivo per cui due fili paralleli, percorsi da corrente, interagiscono con una forza.

  5. Questa forza viene comunemente chiamata: FORZA MAGNETICA

  6. Questa forza viene comunemente chiamata: FORZA MAGNETICA

  7. Consideriamo un filo elettricamente scarico ed una carica elettrica q posta a distanza r dal filo + r + q

  8. In questo caso la carica q non sente alcuna forza elettrica dato che il campo elettrico generato dal filo è uguale a zero. Questo perché la densità di carica positiva è uguale a quella negativa, essendo il numero dei protoni uguale a quello degli elettroni. + r + q

  9. Applichiamo ora al filo una differenza di potenziale V + + r q + V

  10. Applichiamo ora al filo una differenza di potenziale V + r q + + V

  11. Applichiamo ora al filo una differenza di potenziale V + r q + + V

  12. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  13. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  14. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  15. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  16. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  17. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  18. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  19. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  20. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  21. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  22. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  23. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  24. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  25. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  26. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  27. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  28. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  29. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  30. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + r q + + V

  31. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + Il filo quindi verrà percorso da una corrente I = r W r W q + + V

  32. A questo punto le cariche negative, libere di muoversi, si sposteranno verso l’alto a velocità W, mentre quelle positive, fortemente legate, rimarranno ferme. + W Il filo quindi verrà percorso da una corrente I = r W r q + + V

  33. Il numero di cariche positive, per l’osservatore solidale col filo e la carica q, rimarrà comunque sempre lo stesso: tante cariche positive usciranno , tante ne entreranno! + W r q + + V

  34. Il numero di cariche positive, per l’osservatore solidale col filo e la carica q, rimarrà comunque sempre lo stesso: tante cariche positive usciranno , tante ne entreranno! + r q + + V

  35. Il numero di cariche positive, per l’osservatore solidale col filo e la carica q, rimarrà comunque sempre lo stesso: tante cariche positive usciranno , tante ne entreranno! + r q + + V

  36. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r q + + V

  37. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r q + + V

  38. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r + V

  39. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r + V

  40. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r + V

  41. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r + V

  42. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r + V

  43. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r + V

  44. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r + V

  45. Supponiamo ora che la carica q si muova verso il basso, parallelamente al filo, con velocità V + W r q + V + V

  46. Per studiare il fenomeno, mettiamoci nel SRI della carica + W r q + V + V

  47. Per studiare il fenomeno, mettiamoci nel SRI della carica + W r q + V + V

  48. Che cosa vedremo? + W r q + V + V

  49. Vedremo tutto il filo (con le sue cariche positive e negative) spostarsi verso l’alto a velocità V + W r q + V + V