Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
Download
1 / 42

CAP. 31 ALCUNI CONSIGLI PER UTILIZZARE MEGLIO EXCEL - PowerPoint PPT Presentation


  • 162 Views
  • Uploaded on

CAP. 31 ALCUNI CONSIGLI PER UTILIZZARE MEGLIO EXCEL. Inserimento e copia rapida Celle multiriga Funzione testo Aggiornamento titoli grafico Lettere greche Apici e pedici Attribuire un nome alle celle Nascondere il contenuto delle celle. MACRO (Par. 34.2.1). Strumenti\Macro

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'CAP. 31 ALCUNI CONSIGLI PER UTILIZZARE MEGLIO EXCEL' - ivy


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
CAP. 31 ALCUNI CONSIGLI PER UTILIZZARE MEGLIO EXCEL

  • Inserimento e copia rapida

  • Celle multiriga

  • Funzione testo

  • Aggiornamento titoli grafico

  • Lettere greche

  • Apici e pedici

  • Attribuire un nome alle celle

  • Nascondere il contenuto delle celle


Macro par 34 2 1
MACRO (Par. 34.2.1)

  • Strumenti\Macro

  • Una macro è una subroutine in VBA creata dall’utente, utilizzata per automatizzare operazioni ripetitive in Excel.

  • Registra nuova macro: scelta rapida da tastiera.


Eseguire una macro utilizzando un pulsante di una barra degli strumenti
Eseguire una macro utilizzando un pulsante di una barra degli strumenti

Visualizza \ barre degli strumenti \personalizza

scegliere la scheda Comandi, quindi selezionare Macro dall'elenco Categorie. Nell'elenco Comandi trascinare il pulsante Personalizzato su una barra degli strumenti

Fare clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante della barra degli strumenti, quindi scegliere Assegna macro dal menu di scelta rapida.Nella casella Nome macro immettere il nome della macro.

  • NB il pulsante esegue la macro sulla cella attiva!!!


Scelta rapida da tastiera
Scelta rapida da tastiera degli strumenti

  • ALT + lettera sottolineata +lettera sottomenu

  • ES: inserisci funzione ALTiz

  • Barra degli strumenti \ personalizza \ & prima della lettera di riferimento


Capitolo 1 alcuni principi fondamentali della finanza
Capitolo 1: alcuni principi fondamentali della finanza degli strumenti

  • Regimi di capitalizzazione e di sconto

  • Rendite

  • Ammortamenti

  • Criteri di scelta tra investimenti: TIR e REA


Van valore attuale netto
VAN = Valore Attuale Netto degli strumenti

La funzione VAN calcola il valore attuale netto di un investimento utilizzando un tasso di sconto e una serie di pagamenti (valori negativi) e di entrate (valori positivi), ma trascura il costo iniziale.

  • VAN(tasso_int,valore1,valore2, ...)

  • Tasso_int   è il tasso di sconto durante uno dei periodi.


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
VAN degli strumenti

  • Valore1, valore2, ...   sono gli argomenti da 1 a 29 che rappresentano i pagamenti o le entrate.

  • Valore1, valore2, ... devono essere collocati a distanze di tempo regolari e al termine di ogni periodo.

  • VAN utilizza utilizza l'ordine di successione di valore1, valore2, ... dei valori per interpretare l'ordine di successione dei flussi di cassa. Assicurarsi di immettere i valori relativi alle entrate e alle uscite nella sequenza desiderata.


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
VAN degli strumenti

  • VAN è il valore attuale e non il valore attuale netto!!!!

  • Per avere il valore attuale netto occorre sottrarre il flusso al tempo 0.


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
VAN degli strumenti

  • Osservazioni

  • Le rate sono supposte posticipate. Se il primo flusso di cassa si verifica all'inizio del primo periodo occorre aggiungere il primo valore al risultato VAN.


Van e tir cost
VAN e TIR.COST degli strumenti

  • La funzione VAN è correlata alla funzione TIR.COST (tasso di rendimento interno). TIR.COST rappresenta il tasso in base al quale la funzione VAN è uguale a zero: VAN(TIR.COST(...); ...) = 0.


Tir cost
TIR.COST degli strumenti

  • Restituisce il tasso di rendimento interno per una serie di flussi di cassa rappresentati dai numeri in val. Non è necessario che i flussi di cassa siano costanti, come per un'annualità, però devono occorrere a intervalli regolari, ad esempio mensilmente o annualmente. Il tasso di rendimento interno è il tasso di interesse ricevuto per un investimento caratterizzato da uscite (valori negativi) ed entrate (valori positivi) che avvengono ad intervalli regolari.


Tir cost1
TIR.COST degli strumenti

  • TIR.COST(val;ipotesi)

  • Val è una matrice o un riferimento a celle che contengono numeri di cui si desidera calcolare il tasso di rendimento interno.

  • Val deve contenere almeno un valore positivo e uno negativo per calcolare il tasso di rendimento interno.


Tir cost2
TIR.COST degli strumenti

  • TIR.COST utilizza l'ordine di successione dei valori per interpretare l'ordine di successione dei flussi di cassa. Assicurarsi di immettere i valori relativi alle entrate e alle uscite nella sequenza desiderata.

    Ipotesi   è un numero che si suppone vicino al risultato di TIR.COST.


Tir cost3
TIR.COST degli strumenti

  • Viene utilizzata una tecnica iterativa per eseguire il calcolo della funzione TIR.COST. Iniziando con ipotesi, TIR.COST applica il metodo delle iterazioni fino a quando la precisione del risultato non rientra nello 0,00001%. Se TIR.COST non riesce a trovare un risultato valido dopo 20 tentativi, verrà restituito il valore di errore #NUM!.

  • Se ipotesi è omesso, verrà considerato uguale a 0,1 (10%).


Cap 27 tabelle dati
Cap. 27 Tabelle dati degli strumenti

  • Servono per fare analisi di sensitività.

  • Possono ad esempio descrivere l’andamento di una funzione al variare di uno o due parametri.

  • Esempio base

  • Dati \ tabella

  • Cella input per riga (se la veriabile che vogliamo modificare si trova sulla riga)

  • Cella input per colonna

  • Aggiornamento automatico


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
RATA degli strumenti

Calcola la Rata di un prestito sulla base di pagamenti e di un tasso di interesse costanti.

  • RATA(tasso_int; periodi; val_attuale; val_futuro; tipo)

  • Tasso_int è il tasso di interesse per il prestito.

  • Periodi   è il numero totale dei pagamenti per il prestito.


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
RATA degli strumenti

  • Val_attuale   è il valore attuale o la somma forfettaria che rappresenta il valore attuale di una serie di pagamenti futuri, detto anche capitale.

  • Val_futuro   è il valore futuro o il saldo in contanti che si desidera raggiungere dopo aver effettuato l'ultimo pagamento. Se val_futuro è omesso, verrà considerato uguale a 0, ovvero il valore futuro di un prestito è pari a 0.


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
RATA degli strumenti

  • Tipo   corrisponde a 0 o a 1 e indica le scadenze dei pagamenti.

  • 0 o omesso Alla fine del periodo

  • 1 All'inizio del periodo


Val fut
VAL.FUT degli strumenti

Restituisce il valore futuro di un investimento sulla base di pagamenti periodici e costanti e di un tasso di interesse costante.

  • VAL.FUT(tasso_int; periodi; pagam; val_attuale; tipo)

  • Tasso_int   è il tasso di interesse per periodo.

  • Periodi è il numero totale dei periodi di pagamento


Val fut1
VAL.FUT degli strumenti

  • Pagam  è il pagamento effettuato in ciascun periodo (LA RATA) e non può variare nel corso dell'annualità. In genere, pagam include il capitale e gli interessi, ma non altre imposte o spese. Se pagam viene omesso, si deve includere l'argomento val_attuale.

  • Val_attuale   è il valore attuale o la somma forfettaria che rappresenta il valore attuale di una serie di pagamenti futuri. Se val_attuale è omesso, verrà considerato uguale a 0 (zero) e si dovrà includere l'argomento pagam. Viene capitalizzato per numero periodi.


Val fut2
VAL.FUT degli strumenti

  • Tipo   corrisponde a 0 o a 1 e indica le scadenze dei pagamenti. Se tipo è omesso, verrà considerato uguale a 0.

  • 0 Alla fine del periodo

  • 1 All'inizio del periodo


Capitalizzazione continua
CAPITALIZZAZIONE CONTINUA degli strumenti


Va valore attuale di una rendita par 30 2 4
VA = Valore Attuale di una rendita (Par. 30.2.4) degli strumenti

VA(tasso_int;periodi;pagam;val_futuro;tipo)

Tasso_int   è il tasso di interesse per periodo. Se ad esempio si ottiene un prestito per l'acquisto di un'automobile a un tasso di interesse annuo del 10% e si effettuano pagamenti mensili, il tasso di interesse mensile sarà 10%/12 o 0.83%. Nella formula sarà possibile immettere 10%/12, 0.83% o 0.0083 come tasso.


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
VA degli strumenti

Periodi   è il numero totale dei periodi di pagamento in un'annualità. Se ad esempio si ottiene un prestito quadriennale per l'acquisto di un'automobile e si effettuano pagamenti mensili, il prestito comprende 4*12 (o 48) periodi. Nella formula sarà possibile immettere 48 per periodi.


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
VA degli strumenti

Pagam   è il pagamento effettuato in ciascun periodo e non può variare nel corso dell'annualità. In genere, pagam include il capitale e gli interessi, ma non altre imposte o spese.

Ad esempio, i pagamenti mensili di un prestito quadriennale di L. 10.000.000 al 12% per l'acquisto di un'automobile saranno di L. 263.330. Nella formula sarà possibile immettere -263.33 per periodi. Se si omette pagam, sarà necessario includere l'argomento val_futuro.


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
VA degli strumenti

Val_futuro   è il valore futuro o il saldo in contanti che si desidera raggiungere dopo aver effettuato l'ultimo pagamento. Se val_futuro è omesso, verrà considerato uguale a 0. Ciò può essere utile nel caso di un prestito, il cui valore futuro è uguale a 0. Se ad esempio si desidera accumulare un capitale di L. 50.000.000 in 18 anni per finanziare un progetto, il valore futuro sarà L. 50.000.000. Sarà quindi possibile fare una stima prudente del tasso di interesse e determinare l'importo da risparmiare ogni mese. Se si omette val_futuro, sarà necessario includere l'argomento pagam.


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel
VA degli strumenti

Tipo   corrisponde a 0 o a 1 e indica le scadenze dei pagamenti.


Duration cap 20
DURATION (Cap.20) degli strumenti

  • Misura la sensibilità del prezzo di una obbligazione alle variazioni del tasso di interesse.

  • Misura di rischio.

  • Duration di Macauley (con struttura dei tassi piatta)


Durata
DURATA degli strumenti

  • DURATA(liquid;scad;cedola;rend;num_rate;base)

  • Importante:   Le date devono essere immesse utilizzando la funzione DATA

  • Liquid   è la data di liquidazione del titolo, ovvero la data, successiva alla data di emissione, in cui il titolo viene venduto al compratore.

  • Scad   è la data di scadenza del titolo, ovvero la data in cui il titolo scade.

  • Cedola   è il tasso di interesse nominale annuo del titolo.


Durata1
DURATA degli strumenti

  • Rend   è il rendimento annuo del titolo.

  • Num_rate   è il numero di pagamenti per anno. Se i pagamenti sono annuali, num_rate = 1; se sono semestrali, num_rate = 2; se sono trimestrali, num_rate = 4.

  • Base   è il tipo di base da utilizzare per il conto dei giorni:

  • 0 o omesso Americana - NASD (Associazione nazionale operatori di borsa, National Association of Securities Dealers) 30/360

  • 1 Effettiva/effettiva

  • 2 Effettiva/360

  • 3 Effettiva/365

  • 4 Europea 30/360


Cap 31 alcuni consigli per utilizzare meglio excel

  • In Microsoft Excel le date vengono memorizzate come numeri sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.


Duration modificata
Duration modificata sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

Il prezzo di una obbligazione:

Deriviamo:

Otteniamo:

DM è la duration modificata


Duration modificata1
Duration modificata sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

Elasticità del prezzo dell’ obbligazione:

Volatilità del prezzo:


Durata m
DURATA.M sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

  • DURATA.M(liquid;scad;cedola;rend;num_rate;base)

  • Liquid   è la data di liquidazione del titolo, ovvero la data, successiva alla data di emissione, in cui il titolo viene venduto al compratore.

  • Scad   è la data di scadenza del titolo, ovvero la data in cui il titolo scade.

  • Cedola   è il tasso di interesse nominale annuo del titolo.

  • Rend   è il rendimento annuo del titolo.

  • Num_rate   è il numero di pagamenti per anno. Se i pagamenti sono annuali, num_rate = 1; se sono semestrali, num_rate = 2; se sono trimestrali, num_rate = 4.

  • Base   è il tipo di base da utilizzare per il conto dei giorni.


Van x
VAN.X sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

  • Restituisce il tasso di rendimento interno di un impiego di flussi di cassa. Per calcolare il valore attuale netto di una serie di flussi di cassa periodici, utilizzare la funzione VAN.

  • VAN.X(tasso_int,val,date_pagam)

  • Tasso_int   è il tasso di sconto da applicare ai flussi di cassa.


Van x1
VAN.X sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

  • Valori    è una serie di flussi di cassa che corrispondono alle scadenze di pagamento. Se il primo valore è un costo o un pagamento, dovrà essere un valore negativo. Il primo pagamento è facoltativo e corrisponde al costo o al pagamento che avviene all'inizio dell'investimento. Tutti i pagamenti successivi sono scontati su una base annua di 365 giorni.


Van x2
VAN.X sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

  • Date_pagam   sono le scadenze di pagamento che corrispondono ai pagamenti dei flussi di cassa. L'inizio delle scadenze di pagamento è indicato dalla data del primo pagamento. Tutte le altre date devono essere posteriori, ma non è necessario che seguano un ordine particolare.


Van x3
VAN.X sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

  • Esempio

    Si consideri un investimento che richiede un pagamento in contanti di L. 10.000.000 in data 1 gennaio 1998 e che rende:

    L. 2.750.000 in data 1 marzo 1998,L. 4.250.000 in data 30 ottobre 1998,L. 3.250.000 in data 15 febbraio 1999 eL. 2.750.000 in data 1 aprile 1999.Si supponga che i flussi di cassa siano scontati al 9%. Il valore attuale netto è:

    VAN.X(0,09;{-10000000;2750000;4250000; 3250000;2750000};{35796;35855;36098; 36206;36251}) è uguale a 2089,5016 o L. 2.089.500.


Tir x
TIR.X sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

  • TIR.X(valori;date_pagam;ipotesi)

  • Valori    è una serie di flussi di cassa che corrispondono alle scadenze di pagamento. Se il primo valore è un costo o un pagamento, dovrà essere un valore negativo. Il primo pagamento è facoltativo e corrisponde al costo o al pagamento che avviene all'inizio dell'investimento. Tutti i pagamenti successivi sono scontati su una base annua di 365 giorni. È necessario che la serie di valori contenga almeno un valore positivo e uno negativo.


Tir x1
TIR.X sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

  • Date_pagam   sono le scadenze di pagamento che corrispondono ai pagamenti dei flussi di cassa. L'inizio delle scadenze di pagamento è indicato dalla data del primo pagamento. Tutte le altre date devono essere posteriori, ma non è necessario che seguano un ordine particolare.

  • Ipotesi   è un numero che si suppone vicino al risultato di TIR.X.

  • La funzione TIR.X è strettamente correlata a VAN.X, la funzione che calcola il valore attuale netto. Il tasso di rendimento calcolato da TIR.X è il tasso di interesse corrispondente a VAN.X = 0.


Immunizzazione
IMMUNIZZAZIONE sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

  • Se un portafoglio ha lo stesso valore ad una data futura indipendentemente da possibili cambiamenti nella struttura dei tassi esso viene detto immunizzato.

  • Valore attuale delle Uscite: V0

  • Valore attuale delle Entrate: VB


Immunizzazione1
IMMUNIZZAZIONE sequenziali seriali affinché sia possibile eseguire calcoli su di esse. Se la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1900, 1 gennaio 1900 viene memorizzato come numero seriale 1. Se invece la cartella di lavoro si basa sul sistema di data 1904, 1 gennaio 1904 viene memorizzato come numero seriale 0 (2 gennaio 1904 sarà il numero seriale 1). Nel sistema di data 1900, ad esempio, 1 gennaio 1998 viene memorizzato come numero seriale 35796 poiché cade 35.795 giorni dopo il 1 gennaio 1900.

  • I due flussi di cassa si dicono immunizzati se hanno la stessa duration (tenendo in considerazione solo una approssimazione del primo ordine).