che cos la logica medievale ii n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Che cos’è la logica medievale? (II) PowerPoint Presentation
Download Presentation
Che cos’è la logica medievale? (II)

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 89

Che cos’è la logica medievale? (II) - PowerPoint PPT Presentation


  • 187 Views
  • Uploaded on

Che cos’è la logica medievale? (II). 11 marzo 2013. Riepilogo 4 Marzo Che cos’è la logica medievale? Laurent Cesalli , “ What is Medieval Logic After All ? Towards a Scientific Use of Natural Language”, in Bulletin de Philosophie Médiévale 52 (2010), pp. 49 - 53:

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Che cos’è la logica medievale? (II)' - heman


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide2

Riepilogo 4 Marzo

  • Che cos’è la logica medievale?
  • Laurent Cesalli, “WhatisMedievalLogicAfterAll? Towards a Scientific Use of Natural Language”, in Bulletin de PhilosophieMédiévale 52 (2010), pp. 49-53:
  • “…wemust confessthatwestill do notknowwhatexactlymedievallogicwas”

Che cos'è la logica medievale? II

slide3

Problema generale:

  • 1) Discrepanza fra cosa è logica per noi e logica per loro
  • 2) Per quel che riguarda la logica per loro:
    • Definizioni concorrenziali
    • Spesso fanno rientrare in logica cose che non dovrebbero rientrarci neanche per quello che loro stessi dichiarano essere la logica
  • c) Per molte dottrine centrali della produzione logica medievale, semplicemente “Non abbiamo idea di che cosa stiano tentando di fare” (Spade, “WhyDon’tMedievalLogiciansEverTellUsWhatThey’reDoing?”)
  • Abbiamo distribuito, per comodità di trattazione, il problema su due livelli interconnessi:
  • Piano “oggettuale”: “che cosa c’è dentro”?
  • Piano interpretativo

Che cos'è la logica medievale?

slide4

Problema generale:

  • 1) Discrepanza fra cosa è logica per noi e logica per loro
  • 2) Per quel che riguarda la logica per loro:
    • Definizioni concorrenziali
    • Spesso fanno rientrare in logica cose che non dovrebbero rientrarci neanche per quello che loro stessi dichiarano essere la logica
  • c) Per molte dottrine centrali della produzione logica medievale, semplicemente “Non abbiamo idea di che cosa stiano tentando di fare” (Spade, “WhyDon’tMedievalLogiciansEverTellUsWhatThey’reDoing?”)
  • Abbiamo distribuito, per comodità di trattazione, il problema su due livelli interconnessi:
  • Piano “oggettuale”: “che cosa c’è dentro”?
  • Piano interpretativo

Che cos'è la logica medievale?

slide5

Abbiamo preso in considerazione

  • Corpus testuale
  • Definizioni medievali di logica
  • Divisiones
    • Scientiarum
    • logicae

Che cos'è la logica medievale? II

slide6

Abbiamo preso in considerazione

  • Corpus testuale
  • Definizioni medievali di logica
  • Divisiones
    • Scientiarum
    • logicae

Che cos'è la logica medievale? II

slide7
Logica Vetus

Logica Nova

AnalyticaPriora

AnalyticaPosteriora

Topica

Liber Elechorum

[ + Rhetorica e Poetica]

  • Aristotele, Categorie (trad.Boezio)
  • Aristotele, Peri Hermeneias (trad. Boezio)
  • Apuleio, Peri Hermeneias(fino a XII)
  • Porfirio, Isagoge et in AristotelisCategoriaeCommentarium (trad. Boezio)
  • Ps. Agostino, CategoriaeDecem(III-IV sec.) (fino al XIII)
  • Isidoro di Siviglia, Etymologiae
  • Marziano Cappella, De NuptiisMercurii et Philologiae
  • Cassiodoro, Institutiones
  • Prisciano , Institutiones
  • Galeno, Institutio logica
  • Boezio, Introductioad syllogismoscategoricos, De syllogismiscategoricis, De syllogismishypoteticis,De divisione, De differentiistopicis, In Ciceronis Topica commentarium

Liber Sex Principiorum

Che cos'è la logica medievale?

slide8

Logica Modernorum

  • De signis
  • De suppositione
  • De appellatione
  • De ampliatione et restrictione
  • De copulatione
  • De syncategorematicis
  • De consequentiis
  • De syncategorematicis
  • De insolubilibus
  • De obligationibus
  • De terminisresolubilibus, exponibilibus, officialibus
  • De probationepropositionum

Che cos'è la logica medievale?

slide9

Abbiamo risposto ad un problema che ci eravamo posti inizialmente:

  • [4 marzo]
  • Due questioni:
  • Rapporti fra linguaggio filosofico e linguaggio logico – fra logica e filosofia
  • Problema delle interpretazioni storiografiche:
    • - Come si tratta lo studio della logica medievale?
    • Domanda comune:
    • Che cos’è la logica medievale?

Che cos'è la logica medievale? II

slide10

Questione logica e filosofia

  • Già discussa dagli antichi, ereditata dai medievali, abbiamo visto come sia trattata:
  • Il rapporto è duplice:
  • parte della filosofia (docens) – è dentro la filosofia
  • Strumento della filosofia
  • Dunque il linguaggio della logica?
  • È di per sé parte del linguaggio filosofico
  • È al contempo su un altro livello?
  • Caratterizzazione eminentemente metalogica
  • N.B. cfr. Klaus Jacobi (1993):
  • La logica medievale è una riflessione sul linguaggio dall’interno, non distingue fra:
  • Linguaggio oggetto e metalinguaggio
  • Logica e filosofia della logica

Che cos'è la logica medievale?

slide11

Prima fisionomia di logica medievale sulla base delle divisiones e del corpus testuale:

  • Sviluppo di una concezione articolata e polivalente della logica:
    • “razionalità”
    • “logica sermocinalis”
      • scienza che ha a che fare col linguaggio
      • teoria dell’argomentazione in generale e della pratica argomentativa
    • Teoria delle inferenze valide in particolare
      • Centralità della dimensione semantica
  • Presenza in sede logica di elementi extralogici:
    • Gnoseologici, epistemologici e psicologici
    • Di “filosofia del linguaggio” e pragmatici
    • Grammaticali
    • Ontologici
  • Caratterizzazione eminentemente metalogica

Che cos'è la logica medievale? II

slide12

Ora:

  • Due questioni:
  • Rapporti fra linguaggio filosofico e linguaggio logico – fra logica e filosofia
  • Problema delle interpretazioni storiografiche:
    • - Come si tratta lo studio della logica medievale?
    • Domanda comune:
    • Che cos’è la logica medievale?

Che cos'è la logica medievale? II

slide13

Problemi aperti

    • Il puzzle di Spade
  • Metodi storiografici

Che cos'è la logica medievale? II

slide14

Problemi generali:

  • 1) Discrepanza fra cosa è logica per noi e logica per loro
  • 2) Per quel che riguarda la logica per loro:
    • Definizioni concorrenziali
    • Spesso fanno rientrare in logica cose che non dovrebbero rientrarci neanche per quello che loro stessi dichiarano essere la logica
  • c) Per molte dottrine centrali della produzione logica medievale, semplicemente “Non abbiamo idea di che cosa stiano tentando di fare” (Spade, “WhyDon’tMedievalLogiciansEverTellUsWhatThey’reDoing?”)
  • Abbiamo distribuito, per comodità di trattazione, il problema su due livelli interconnessi:
  • Piano “oggettuale”: “che cosa c’è dentro”?
  • Piano interpretativo

Che cos'è la logica medievale?

slide15

Ci sono numerosi problemi aperti

  • Dottrinali
  • Metodologici

Che cos'è la logica medievale? II

slide16

Ci sono numerosi problemi aperti

  • Dottrinali
  • Metodologici
  • Tesi:
  • Almeno alcuni dei nostri problemi dottrinali affondano in problemi metodologici:
  • Chiediamo le domande sbagliate
  • Le nostre categorie interpretative sono parziali o inadeguate

Che cos'è la logica medievale? II

slide17

Spade, “WhyDon’tMediaevalLogiciansEverTellUsWhatThey’reDoing? Or, WhatIsThis, a Conspiracy?”

“Thismuch of the story hasbeentoldmanytimes. Butwhathasnotbeentold – or atleasthasnotbeentoldoftenenough – is the factthat, in case after case of the new logicalgeneresthatgrew up in thislaterperiod,wesimplydon’tknowwhatwasreallygoing on.

We do know the importanttexts, in mostcases. Weknow the mechanics and the details of many of the logicaltheories and techniquesthatemergedduringthisperiod. Weevenknow of the theoreticaldisagreementsthatarose in some of thesetheories, and weknow by and large wholined up on which side of thesedisagreements. Weknow in factquite a lotabout the logic of thisperiod. Butwhatwetoooftendon’tknowis: Just whatdidtheythinktheyweredoing?”

Che cos'è la logica medievale?

slide18

I problemi interpretativi posti dalla Logica Modernorum riguardano questioni centrali

  • In parte oggettivi e storici:
      • Non abbiamo un’idea chiara della genesi e dello sviluppo di queste dottrine
      • O non abbiamo dichiarazioni di principio su cosa si stia facendo o quel che è effettivamente fatto non corrisponde a quanto dichiarato
  • In parte metodologici:
      • Chiediamo le domande sbagliate
      • Le nostre categorie interpretative sono inadatte

Che cos'è la logica medievale?

slide19

Quattro Casi

Obligationes

Expositio e propositionesexponibiles

Probatiopropositionum

Suppositio

Che cos'è la logica medievale? II

slide20

Quattro Casi

Obligationes

Expositioe propositionesexponibiles

Probatiopropositionum

Suppositio

Che cos'è la logica medievale? II

slide21

Obligationes

  • Conosciamo:
  • Origine
  • Struttura e funzionamento – proprietà formali interessanti
  • Discussioni teoriche sulle regole
  • Problemi storico interpretativi (non tanto esegetici, quanto di contestualizzazione):
  • Obbligo didattico, ma mancanoreportationes
  • Scopo?
    • Pedagogico?
      • Discussioni sulle regole – nessuna ragione pragmatica
      • Testare che il respondens “habeatartem” – ma appello ai fatti attuali
    • Non si discute “seriamente” della falsità del positum
  • Occorrenza di lessico e struttura obligationesin testi più disparati

Che cos'è la logica medievale? II

slide22

Quattro Casi

Obligationes

Expositioe propositionesexponibiles

Probatiopropositionum

Suppositio

Che cos'è la logica medievale? II

slide23

Expositioepropositionesexponibiles

e.g. “Socrate sta iniziando a parlare” : “Socrate non parlava prima e ora Socrate parla”

Ockham, S.L. II.11:

“…qualunque proposizione categorica dalla quale seguono diverse proposizioni categoriche che sono per così dire i suoi esponenti – i.e. essi esprimono ciò che la proposizione porta nella sua forma – può essere detta equivalente ad una proposizione ipotetica”

Che cos'è la logica medievale? II

slide24

Expositio

  • Conosciamo:
  • Linee di sviluppo storico:
    • Analisi negazioni nascoste XII sec. – Dottrine articolate tardo XIII-XIV secolo
  • Scopo dichiarato: esprimere ciò che la proposizione porta celatamente nella propria forma
  • Interpretazione standard:
  • Qualcosa come “analisi” logica o filosofica.
  • Scopo: chiarificare le cose.

Che cos'è la logica medievale? II

slide25

Expositio – Problemi:

  • Problemi interpretativi:
  • 1. Interpretazione standard: è davvero un’analisi “logico filosofica” chiarificante?
    • Non sempre la forma esposta è più chiara, semplice e perspicua della forma originale:
    • e.g.: riferimenti anaforici – Ockham, S.L., II,11 :
    • “Una cosa bianca corre”: “Qualcosa corre” e “Una bianchezza è in essa”
    • In che senso gli exponentes “seguono” da exponibiles?
      • Analisi non univoche
      • Restrizione: “L’exponibilis è uguale alla congiunzione di tutti i suoi exponentes”
      • Dunque, la negazione di un exponibilis non è a sua volta esponibile

Che cos'è la logica medievale? II

slide26

Expositio – Problemi:

  • Problemi interpretativi:
  • 1. Interpretazione standard: è davvero un’analisi “logico filosofica” chiarificante?
    • Non sempre la forma esposta è più chiara, semplice e perspicua della forma originale:
    • e.g.: riferimenti anaforici – Ockham, S.L., II,11 :
    • “Una cosa bianca corre”: “Qualcosa corre e Una bianchezza è in essa”
    • In che senso gli exponentes “seguono” da exponibiles?
      • Analisi non univoche
      • Restrizione: “L’exponibilis è uguale alla congiunzione di tutti i suoi exponentes”
      • Dunque, la negazione di un exponibilis non è a sua volta esponibile

Che cos'è la logica medievale? II

slide27

Expositio – Problemi:

  • 2. Interpretazione alternativa: chiarificazione ontologica
  • Cfr. C. Panaccio, “Semantics and Mental Language”, in P.V. Spade (ed.), The Cambridge Companion to Ockham, Cambridge 1999:
  • “…the main job of exponentes in Ockham’ssemantics[…] is to render conspicuous the ontologicalimport of the propositions under analysis.”
  • Problema:
  • Se l’interpretazione sembra funzionare per Ockham, non è però una buona spiegazione generale della dottrina:
  • Quin
  • Comparativi

Che cos'è la logica medievale? II

slide28

Expositio – Problemi:

  • 2. Interpretazione alternativa: chiarificazione ontologica
  • Cfr. C. Panaccio, “Semantics and Mental Language”, in P.V. Spade (ed.), The Cambridge Companion to Ockham, Cambridge 1999:
  • “…the main job of exponentes in Ockham’ssemantics[…] is to render conspicuous the ontologicalimport of the propositions under analysis.”
  • Problema:
  • Se l’interpretazione sembra funzionare per Ockham, non è però una buona spiegazione generale della dottrina:
  • Quin
  • Comparativi

Che cos'è la logica medievale? II

slide29

e.g. Riccardo Billingham

  • “Ogni uomo corre” exp.: “Un uomo corre e niente è un uomo a meno che [=quin] esso corra”
  • Che cosa c’è di ontologicamente più esplicito?
  • Non è neanche logicamente più chiaro

Che cos'è la logica medievale? II

slide30

Expositio – Problemi:

  • 2. Interpretazione alternativa: chiarificazione ontologica
  • Cfr. C. Panaccio, “Semantics and Mental Language”, in P.V. Spade (ed.), The Cambridge Companion to Ockham, Cambridge 1999:
  • “…the main job of exponentes in Ockham’ssemantics[…] is to render conspicuous the ontologicalimport of the propositions under analysis.”
  • Problema:
  • Se l’interpretazione sembra funzionare per Ockham, non è però una buona spiegazione generale della dottrina:
  • Quin
  • Comparativi

Che cos'è la logica medievale? II

slide31

Expositio – Problemi:

  • Problemi interpretativi:
  • 1. Interpretazione standard: è davvero un’analisi “logico filosofica” chiarificante?
    • Non sempre la forma esposta è più chiara, semplice e perspicua della forma originale:
    • e.g.: riferimenti anaforici – Ockham, S.L., II,11 :
    • “Una cosa bianca corre”: “Qualcosa corre e una bianchezza è in essa”
    • In che senso gli exponentes “seguono” da exponibiles?
      • Analisi non univoche
      • Restrizione: “L’exponibilis è uguale alla congiunzione di tutti i suoi exponentes”
      • Dunque, la negazione di un exponibilis non è a sua volta esponibile

Che cos'è la logica medievale? II

slide32

Disaccordo sull’esposizione di forme comparative:

e.g. Riccardo Levenham:

Rimpiazzare l’aggettivo in grado comparativo con una forma composta negativa “non.. Tanto… quanto”

“Tu sei più forte [=fortior] di un uomo” exp. “Tu sei forte e un uomo è forte e non si dà il caso che un uomo sia tanto forte quanto te”

e.g. Riccardo Billingham:

Rimpiazzare forme “tanto… quanto” con negazione di un aggettivo in grado comparativo

“Tu sei forte tanto quanto un uomo” exp. “Tu sei forte, un uomo è forte, e nessun uomo è più forte di te”

Che cos'è la logica medievale? II

slide33

Disaccordo sull’esposizione di forme comparative:

e.g. Riccardo Levenham:

Rimpiazzare l’aggettivo in grado comparativo con una forma composta negativa “non.. Tanto… quanto”

“Tu sei più forte [=fortior] di un uomo” exp. “Tu sei forte un uomo è fortee non si dà il caso che un uomo sia tanto forte quanto te”

e.g. Riccardo Billingham:

Rimpiazzare forme “tanto… quanto” con negazione di un aggettivo in grado comparativo

“Tu sei forte tanto quanto un uomo” exp. “Tu sei forte, un uomo è forte, e nessun uomo è più forte di te”

Che cos'è la logica medievale? II

slide34

Non c’è guadagno su chiarezza implicazioni ontologiche

  • Rischio di circolarità viziosa
  • 1) Spade:
  • “So whatisgoing on in the theory of exposition? […] ourauthorsthemselveshavepraticallynothing to say”
  • i.e. Non sappiamo cosa aspettarci dalla dottrina, come interpretarla
  • 2) Con gli schemi interpretativi che usiamo:
  • Non siamo in grado di dare una spiegazione unitaria
  • La dottrina appare inefficace
  • La dottrina risulta incoerente

Che cos'è la logica medievale? II

slide35

Non c’è guadagno su chiarezza implicazioni ontologiche

  • Rischio di circolarità viziosa
  • 1) Spade:
  • “So whatisgoing on in the theory of exposition? […] ourauthorsthemselveshavepraticallynothing to say”
  • i.e. Non sappiamo cosa aspettarci dalla dottrina, come interpretarla
  • 2) Con gli schemi interpretativi che usiamo:
  • Non siamo in grado di dare una spiegazione unitaria
  • La dottrina appare inefficace
  • La dottrina risulta incoerente

Che cos'è la logica medievale? II

slide36

Spiegazione unitaria è desiderabile

  • Domanda: si tratta di una dottrina unitaria?
  • Una spiegazione unitaria deve essere possibile
  • No
  • Una spiegazione efficace dovrebbe:
  • Dare una mappatura complessiva delle divergenze dottrinali
  • Rendere conto dei disaccordi fra gli autori

Che cos'è la logica medievale? II

slide37

Non c’è guadagno su chiarezza implicazioni ontologiche

  • Rischio di circolarità viziosa
  • 1) Spade:
  • “So whatisgoing on in the theory of exposition? […] ourauthorsthemselveshavepraticallynothing to say”
  • i.e. Non sappiamo cosa aspettarci dalla dottrina, come interpretarla
  • 2) Con gli schemi interpretativi che usiamo:
  • Non siamo in grado di dare una spiegazione unitaria
  • La dottrina appare inefficace
  • La dottrina risulta incoerente

Che cos'è la logica medievale? II

slide38

Il problema può essere

  • Delle nostre categorie interpretative
  • Della dottrina
  • Di entrambi

Che cos'è la logica medievale? II

slide39

Il problema può essere

  • Delle nostre categorie interpretative?
  • Della dottrina
  • Di entrambi

Che cos'è la logica medievale? II

slide40

Quattro Casi

Obligationes

Expositioe propositionesexponibiles

Probatiopropositionum

Suppositio

Che cos'è la logica medievale? II

slide41

Probatiopropositionum

  • Problemi:
  • Non è ben chiaro cosa sia
    • Che probatio è?
  • Non sembra corrispondere alla definizione che dà di se stessa

Che cos'è la logica medievale? II

slide42

Probatiopropositionum

  • Oggetto e scopo della dottrina:
  • È sempre possibile “provare” proposizioni non immediate riducendole a proposizioni immediate
  • Proposizioni immediate: proposizioni composte esclusivamente di termini immediati
  • Termini immediati: termini che possono essere spiegati ogni volta
  • Indicando – Billingham: “per un appello diretto ai sensi”
  • e.g.: Pronomi personali, pronomi dimostrativi, avverbi indicali
  • “Per un appello diretto all’intelletto”
    • e.g. Copula – il senso può essere colto soltanto dall’intelletto, non può essere sussunto sotto altre categorie

Che cos'è la logica medievale? II

slide43

Probatiopropositionum

Mezzi:

Expositio

Termini officiabiles

Sillogismo espositivo

Che cos'è la logica medievale? II

slide44

Esempio di analisi: Sillogismo espositivo

Billingham - “Homo currit”

Hic currit

Hic est homo

Homo currit

Che cos'è la logica medievale? II

slide45

Probatiopropositionum

  • Problemi:
  • Non è ben chiaro cosa sia
    • Che probatio è?
  • Non sembra corrispondere alla definizione che dà di se stessa

Che cos'è la logica medievale? II

slide46

Che probatio è?

  • Il sillogismo è valido, ma
  • Non c’è incremento di conoscenza:
  • “Ifyou’rereally in a position to ‘prove’ the proposition […], youalreadyknow more at the outsetthanyou end up proving in the conclusion”
  • N.B. Non è un’obiezione:
  • “Weoften ‘prove’ thingswealreadyknow. The point of the proof in such a case isnot to settle a doubt, but to show us a significant relationbetween the conclusion and certainotherpropositions.”
  • Perché è una relazione significativa? Che cosa stiamo provando?

Che cos'è la logica medievale? II

slide47

Che probatio è?

  • Il sillogismo è valido, ma
  • Non c’è incremento di conoscenza:
  • “Ifyou’rereally in a position to ‘prove’ the proposition […], youalreadyknow more at the outsetthanyou end up proving in the conclusion”
  • N.B. Non è un’obiezione:
  • “Weoften ‘prove’ thingswealreadyknow. The point of the proof in such a case isnot to settle a doubt, but to show usa significant relation between the conclusion and certainotherproposition.”
  • Perché è una relazione significativa? Che cosa stiamo provando? A cosa serve?

Che cos'è la logica medievale? II

slide48

Ipotesi:

  • Potrebbero essere interessati a questo tipo di argomento per ragioni epistemologiche
    • Problema giustificazione conoscenza generali - particolari

Che cos'è la logica medievale? II

slide49

Probatiopropositionum

  • Problemi:
  • Non è ben chiaro cosa sia
    • Che probatio è?
  • Non sembra corrispondere alla definizione che dà di se stessa

Che cos'è la logica medievale? II

slide50

E.g. Billingham - “Homo currit”

  • Hic currit
  • Hic est homo
  • Homo currit
  • Le premesse, che costituiscono l’analisi, contengono termini non immediati.
  • La teoria mantiene che “le proposizioni non-immediate siano sempre riducibili a proposizioni immediate”. Non sembra essere così

Che cos'è la logica medievale? II

slide51

Probatiopropositionum – conclusione:

  • Problemi:
  • Non è ben chiaro cosa sia
    • Che probatio è?
  • Non sembra corrispondere alla definizione che dà di se stessa
  • Non ci è chiaro:
  • Lo scopo
  • Le meccaniche: come funziona

Che cos'è la logica medievale? II

slide52

Quattro Casi

Obligationes

Expositioe propositionesexponibiles

Probatiopropositionum

Suppositio

Che cos'è la logica medievale? II

slide53

Suppositio

Proprietà dei termini (usualmente) nella proposizione – “stare per”

Interpretazione standard:

Due parti:

Parte 1) una teoria del riferimento

Parte 2) descensio– ascensio

Lettura standard: teoria della quantificazione

Che cos'è la logica medievale? II

slide54

Suppositio

  • Proprietà dei termini (usualmente) nella proposizione – “stare per”
  • Interpretazione standard:
  • Due parti:
  • Parte 1) una teoria del riferimento
  • Non esattamente:
    • “qualcosa di simile a una teoria del riferimento” – cfr. Spade (1996); Parsons (2008)
    • Interpretazioni alternative – Teoria dell’inferenza
  • Parte 2) descensio– ascensio
  • Lettura standard: teoria della quantificazione

Che cos'è la logica medievale? II

slide55

Suppositio

Proprietà dei termini (usualmente) nella proposizione – “stare per”

Interpretazione standard:

Due parti:

Parte 1) una teoria del riferimento

Parte 2) descensio– ascensio

Lettura standard: teoria della quantificazione

Che cos'è la logica medievale? II

slide56

Problema generale:

  • In lettura standard di 2) la dottrina semplicemente non funziona
  • “Se fosse una dottrina della quantificazione, ovvero se la descensio catturasse la forza logica e semantica dei quantificatori, le forme ‘discese’ dovrebbero essere equivalenti, in un senso piuttosto forte, alle forme iniziali”.
  • Ma questo in alcuni casi non succede.
  • O è sbagliata la dottrina
  • O non è una dottrina della quantificazione ed è sbagliata la nostra lettura

Che cos'è la logica medievale? II

slide57

“Some earlyscholars of thisliterature, once the problemwasnoticed, arguedthatevenifitdoesn’t work, neverthelessthat’swhat the medievalauthorsintended, and they just gotitwrong! In otherwords, although no oneever put itquiteasbadlyasthis, theywerestupid – all of them – and stupidaboutsomethingthat’sreallyfairly easy.

Of course, itisalwayspossiblethatthisis right. But I amreluctant to put muchconfidence in thatexplanation. In fact, ifyouthinkaboutit, the only appeal this account hasisthat, ifthiswasn’twhatourmedievalauthorsthoughttheyweredoing, thenwhat on earthdidtheythinktheyweredoing? That’s just mypoint: we just don’tknow.”

Che cos'è la logica medievale? II

slide58

Problema generale:

  • In lettura standard di 2) la dottrina semplicemente non funziona
  • “Se fosse una dottrina della quantificazione, ovvero se la descensio catturasse la forza logica e semantica dei quantificatori, le forme ‘discese’ dovrebbero essere equivalenti, in un senso piuttosto forte, alle forme iniziali”. Ma questo in alcuni casi non succede.
  • O è sbagliata la dottrina
  • O non è una dottrina della quantificazione ed è sbagliata la nostra lettura

Che cos'è la logica medievale? II

slide59

La domanda stessa è problematica: “è la suppositio una teoria della quantificazione?”

Cfr. Spade, “Priority of Analysis and the Predicates of ‘O-form’ Sentences”, FranciscanStudies, 36 (1976), 263-270:

  • “scoprire se la dottrina della suppositio sia un tipo di analisi quantificazionale sembra richiedere che si usi la teoria moderna della quantificazione come mezzo per tentare di capire la teoria della suppositio;
  • ma quando l’applicazione della logica moderna fallisce, che conclusioni dobbiamo trarre?
      • è Ockhama essersi sbagliato
      • o è la dottrina della suppositio a non essere intesa, in fon dei conti, come una dottrina della quantificazione, bensì come qualcos’altro?”

Che cos'è la logica medievale? II

slide60

La domanda stessa è problematica: “è la suppositio una teoria della quantificazione?”

Cfr. Spade, “Priority of Analysis and the Predicates of ‘O-form’ Sentences”, FranciscanStudies, 36 (1976), 263-270:

  • “scoprire se la dottrina della suppositio sia un tipo di analisi quantificazionale sembra richiedere che si usi la teoria moderna della quantificazione come mezzo per tentare di capire la teoria della suppositio;
  • ma quando l’applicazione della logica moderna fallisce, che conclusioni dobbiamo trarre?
      • è Occam a essersi sbagliato
      • o è la dottrina della suppositio a non essere intesa, in fon dei conti, come una dottrina della quantificazione, bensì come qualcos’altro?”

Che cos'è la logica medievale? II

slide61

Proposte interpretative alternative e complessive (Parte 1 e Parte 2):

  • Quietismo
  • Teoria dell’inferenza
  • Cfr. A. Freddoso, Ockham'sTheory of Propositions: Part II of the Summa Logicae, 1980
  • E. Karger, “Modes of Personal Supposition: the purpose and usefulness of the doctrinewithinOckham’sLogic”, FranciscanStudies, 44 (1984)

Che cos'è la logica medievale? II

slide62

Proposte interpretative alternative e complessive (Parte 1 e Parte 2):

  • Quietismo
  • Teoria dell’inferenza

Cfr. A. Freddoso, Ockham'sTheory of Propositions: Part II of the Summa Logicae, 1980

E. Karger, “Modes of Personal Supposition: the purpose and usefulness of the doctrinewithinOckham’sLogic”, FranciscanStudies, 44 (1984)

Che cos'è la logica medievale? II

slide63

N. Markosian, “On Ockham’sSuppositionTheory and Karger’sRule of Inference”, FranciscanStudies 48 (1988), 40-52

“Non riesco a non sentire che sia stato un errore tentare di far rientrare TM [=teoria dei modi della suppositiopersonalis] in questa o quella categoria della filosofia del linguaggio con cui noi in questo secolo siamo già familiari e dunque a nostro agio. Penso che, lungi da essere sia una teoria della quantificazione sia una parte della teoria dell’inferenza, TM sia semplicemente una descrizione di certi fenomeni linguistici che i medievali prendevano per primitivi. La suppositio in generale e TM in particolare non devono essere analizzate in termini di qualche nozione ulteriore, né bisogna render conto dell’interesse degli autori medievali in termini di qualche altro progetto. Per capire che cosa stessero facendo Ockhame gli altri nel discutere questi concetti, dobbiamo, come loro, cominciare prendendo i concetti in questione come aspetti reali del linguaggio (qualcosa di simile allo spirito con cui i contemporanei prendono i concetti di senso e riferimento), l’indagine dei quali è interessante di per sé.”

Che cos'è la logica medievale? II

slide64

N. Markosian, “On Ockham’sSuppositionTheory and Karger’sRule of Inference”, FranciscanStudies 48 (1988), 40-52

“Non riesco a non sentire che sia stato un errore tentare di far rientrare TM [=teoria dei modi della suppositiopersonalis] in questa o quella categoria della filosofia del linguaggio con cui noi in questo secolo siamo già familiari e dunque a nostro agio. Penso che, lungi da essere sia una teoria della quantificazione sia una parte della teoria dell’inferenza, TM sia semplicemente una [a]descrizione di certi fenomeni linguistici che i medievali prendevano per primitivi. La suppositio in generale e TM in particolare [b]non devono essere analizzate in termini di qualche nozione ulteriore, né bisogna render conto dell’interesse degli autori medievali in termini di qualche altro progetto. Per capire che cosa stessero facendo Ockhame gli altri nel discutere questi concetti, dobbiamo, come loro, cominciare prendendo i concetti in questione come aspetti reali del linguaggio (qualcosa di simile allo spirito con cui i contemporanei prendono i concetti di senso e riferimento), l’indagine dei quali è interessante di per sé.”

Che cos'è la logica medievale? II

slide65

Aspetti problematici Quietismo di Markosian:

  • [a] Assunzione di primitività di nozioni.
  • [b] Inutilità storiografica:
  • approccio non consente nulla di più che una ricognizione dossografica.
  • Presupposto implicito: le dottrine medievali sono
      • O incomprensibili
      • O assolutamente obsolete

Che cos'è la logica medievale? II

slide66

Proposte interpretative alternative e complessive:

  • Quietismo
  • Teoria dell’inferenza

Cfr. A. Freddoso, Ockham'sTheory of Propositions: Part II of the Summa Logicae, 1980

E. Karger, “Modes of Personal Supposition: the purpose and usefulness of the doctrinewithinOckham’sLogic”, FranciscanStudies, 44 (1984)

Che cos'è la logica medievale? II

slide67

Teorie dell’inferenza

  • Nuovo modo di affrontare la questione.
  • Nuove domande meno problematiche:
  • Qual è lo scopo della teoria della suppositio?
  • Che ruolo svolge all’interno della logica di Ockham (o di Burley, o di Marsilio…)?

Che cos'è la logica medievale? II

slide68

Da difficoltà su dottrina della suppositio e dal “puzzle di Spade”

  • Emergono difficoltà oggettive:
  • Non ci sono chiari i contenuti
  • Non ci sono chiari gli sviluppi di molte dottrine
  • Non ci sono chiari gli scopi
  • I medievali “non ci dicono che cosa stanno facendo”
  • Problemi metodologici:
  • Se fossero le nostre domande ad essere sbagliate?
  • Se fossimo noi, proiettando e fraintendendo, a creare alcuni problemi?
  • Riflessione sui metodi e gli scopi in storiografia della logica medievale

Che cos'è la logica medievale? II

slide69

G. Mattews, “Suppositioand Quantification in Ockham”, Noûs7 (1973), 13-24:

  • “… we face an hermeneutical dilemma…. Make the history of philosophyasinterestingasyou can… don’tmultiplyhowlersbeyondnecessity…”
  • Facendo “storia della logica medievale”:
  • Che cosa vogliamo ottenere?
    • Fedeltà storica?
    • Interesse filosofico?
    • Entrambi?
  • Come possiamo ottenerlo?

Che cos'è la logica medievale? II

slide70

G. Mattews, “Suppositioand Quantification in Ockham”, Noûs7 (1973), 13-24:

  • “… we face an hermeneutical dilemma…. Make the history of philosophyasinterestingasyou can… don’tmultiplyhowlersbeyondnecessity…”
  • Fecendo “storia della logica medievale”:
  • Che cosa vogliamo ottenere?
    • Fedeltà storica?
    • Interesse filosofico?
    • Entrambi? – Desiderabile ma equilibrio problematico
  • Come possiamo ottenerlo?

Che cos'è la logica medievale? II

slide71

Problemi aperti

    • Il puzzle di Spade
  • Metodi storiografici

Che cos'è la logica medievale? II

slide72

Margaret Cameron, “Methods and Metodologies: An Introduction”, in Cameron – Marenbon (eds), AristotelianLogicEas and West, 500-1500, Leiden-Boston, 2011, pp. 1-24

Tipologia degli approcci alla storia della logica medievale:

1 Ricostruzione razionale

2 Ricostruzione storica

3 Storia della logica applicata

4 Storia sociale della logica

Che cos'è la logica medievale? II

slide73

Margaret Cameron, “Methods and Metodologies: An Introduction”, in Cameron – Marenbon (eds), AristotelianLogicEas and West, 500-1500, Leiden-Boston, 2011, pp. 1-24

Tipologia degli approcci alla storia della logica medievale:

1 Ricostruzione razionale

2 Ricostruzione storica

3 Storia della logica applicata

4 Storia sociale della logica

Che cos'è la logica medievale? II

slide74

Ricostruzione storica

Oggetto:

considerare lo sviluppo storico di una dottrina o di un problema, il contesto particolare di un dibattito o di una controversia, o semplicemente le vedute di un singolo pensatore o di una scuola. Si àncora pesantemente al contesto filosofico.

Scopo:

presentare in modo quanto più accurato possibile, le teorie e le pratiche logiche del passato nei loro stessi termini

Metodi: edizioni manoscritti, esame dei dettagli di una dottrina logica passata per collocarli nel loro contesto e portarli a un pubblico contemporaneo (benché non necessariamente in termini contemporanei)

Che cos'è la logica medievale? II

slide75

Margaret Cameron, “Methods and Metodologies: An Introduction”, in Cameron – Marenbon (eds), AristotelianLogicEas and West, 500-1500, Leiden-Boston, 2011, pp. 1-24

Tipologia degli approcci alla storia della logica medievale:

1 Ricostruzione razionale

2 Ricostruzione storica

3 Storia della logica applicata

4 Storia sociale della logica

Che cos'è la logica medievale? II

slide76

Storia della logica applicata

  • Oggetto:
  • I modi in cui le dottrine logiche sono applicate in altre aree del sapere.
  • Metodi:
  • Esame comparativo delle occorrenze di logica utens nell’intero corpus di un autore, nei testi non logici di un certo tipo/periodo/area;
  • Esame dei problemi extra-logici in contesti logici
  • Scopo e utilità:
  • consente di riconoscere le ragioni di particolari teorie e dei loro sviluppi;
  • fornisce un meccanismo per testare varie ipotesi interpretative;
  • consente di chiarificare, integrando i punti di vista,
    • l’inclusione nel campo della logica almeno di alcune questioni e temi che per noi sono extralogici;
    • di vedere come esigenze extralogiche di coerenza dottrinale, esegetiche, filosofiche o teologiche influenzino lo sviluppo proprio delle dottrine logiche anche nei testi logici propriamente detti
  • Sembra un approccio necessario in ragione della fisionomia di logica medievale, del sistema istituzionale, del profilo intellettuale degli autori

Che cos'è la logica medievale? II

slide77

Margaret Cameron, “Methods and Metodologies: An Introduction”, in Cameron – Marenbon (eds), AristotelianLogicEas and West, 500-1500, Leiden-Boston, 2011, pp. 1-24

Tipologia degli approcci alla storia della logica medievale:

1 Ricostruzione razionale

2 Ricostruzione storica

3 Storia della logica applicata

4 Storia sociale della logica

Che cos'è la logica medievale? II

slide78

Storia sociale della logica

  • Marenbon (2008):
  • “Quello che maggiormente ci serve ad illuminare l’importanza in senso esteso umanistica del soggetto in questo periodo (nonché nel dodicesimo e nel sedicesimo secolo) è una storia sociale della logica medievale, un tipo di studio che fino ad ora non ci siamo neppure figurati né tantomeno abbiamo tentato”
  • Oggetto: Le interconnessioni intellettuali e pratiche fra logica e politica, logica ed educazione, logica e teologia, e così via.
  • Scopo:
  • spiegare gli obiettivi e gli usi della logica medievale guardando più estesamente ai suoi contesti sociali, culturali e storici.
  • Trattazione logica utens e elementi extra-logici
  • Aiutarci in assenza di dichiarazioni esplicite (cfr. Puzzle di Spade)

Che cos'è la logica medievale? II

slide79

Osservazioni sulla tipologia

  • La distinzione fra 3-4 è molto sottile già a livello di tipologia
  • La distinzione 2-3-4:
  • Raramente si dà nella pratica – cfr. “nuovo medievismo”
  • Farebbe bene a non darsi nella pratica, se l’obiettivo è una maggiore comprensione storicamente accurata
  • Per vicinanza di scopi, metodi, obiettivi e per concomitanza pragmatica, possiamo considerarle un blocco unico: “Blocco storico”

Che cos'è la logica medievale? II

slide80

Margaret Cameron, “Methods and Metodologies: An Introduction”, in Cameron – Marenbon (eds), AristotelianLogicEas and West, 500-1500, Leiden-Boston, 2011, pp. 1-24

Tipologia degli approcci alla storia della logica medievale:

1 Ricostruzione razionale

2 Ricostruzione storica

3 Storia della logica applicata

4 Storia sociale della logica

Che cos'è la logica medievale? II

slide81

Ricostruzione razionale

  • Approccio che ha dominato la scena storiografica.
  • Oggetto:
  • “engaging a conversation with the re-educated dead” (R. Rorty 1984, p. 52– cit. in Cameron, p.17); esame di frammenti delle teorie medievali.
  • Scopo: “identificare punti di contatto e divergenza e dunque di imparare qualcosa di più sulla logica nella sua interezza (incluso quello che noi stiamo tentando di fare nei nostri progetti contemporanei…”
  • Metodi:
  • Esame di storia della logica all’interno del nostro contesto, ovvero con la prospettiva delle nostre teorie, le nostre terminologie, i nostri interessi contemporanei, i nostri metodi.
      • Formalizzazione della logica medievale [una prossima puntata?]

Che cos'è la logica medievale? II

slide82

Problemi e Obiezioni a 1 in generale:

  • Non è fare storia della logica, “ma piuttosto fare un qualche esercizio in filosofia della logica che ignora i dettagli diacronici”
  • Anacronismo inevitabile
  • Inefficacia interpretativa (cfr. suppositio)
  • Spesso si presuppone (come in Cameron sopra), un’idea unica, eterna e più vera “di logica”

Che cos'è la logica medievale? II

slide83

Problemi e Obiezioni a 1 in generale:

Non è fare storia della logica, “ma piuttosto fare un qualche esercizio in filosofia della logica che ignora i dettagli diacronici”

Anacronismo inevitabile

Inefficacia interpretativa (cfr. suppositio)

Spesso si presuppone (come in Cameron sopra), un’idea unica, eterna e più vera “di logica”

Non è un’obiezione seria:

Qualunque lavoro storico è interpretativo e dunque implica una certa dose di anacronismo. Il problema è renderlo esplicito, consapevole e controllato.

Che cos'è la logica medievale? II

slide84

Problemi e Obiezioni a 1 in generale:

  • Non è fare storia della logica, “ma piuttosto fare un qualche esercizio in filosofia della logica che ignora i dettagli diacronici”
  • Anacronismo inevitabile
  • Inefficacia interpretativa (cfr. suppositio)
  • Spesso si presuppone (come in Cameron sopra), un’idea unica, eterna e più vera “di logica”

Che cos'è la logica medievale? II

slide85

Nel complesso, senza imposizione di vincoli, questo approccio:

  • Sfigura/ snatura l’oggetto in esame:
    • Lascia fuori parti integranti di logica medievale
    • può dare risultati filosoficamente interessanti, ma non storicamente corretti
    • può portare a vicoli ciechi (e.g. suppositio)
  • Che cosa ci dice di interessante “dal punto di vista contemporaneo”?
    • O che i medievali sono bravi perché dicono quello che diciamo noi
    • O che i medievali si sbagliano perché non dicono quello che diciamo noi
  • In entrambi i casi, già sappiamo quello che vogliamo far dir loro: come aumenta dunque la nostra conoscenza della logica?

Che cos'è la logica medievale? II

slide86

1 senza vincoli:

  • Come interpretazione storica
  • o è sbagliata
  • o è insensata/non è un’interpretazione storica
  • Come interpretazione “teorica” o non storica:
  • è inutile

Che cos'è la logica medievale? II

slide87

1 vincolata da:

  • Scopi - oggetti – metodi di “Blocco storico”
  • Assenza di pregiudizi interpretativi forti
  • Con categorie interpretative debitamente selezionate
  • Dal punto di vista storico:
  • È il presupposto indispensabile che distingue la storia dall’antiquariato
  • Consente l’esito desiderabile di un’analisi comprensibile e interessante per noi
    • Risultati storicamente e filosoficamente interessanti
  • Può sperare di evitare i vicoli ciechi
  • Può dare luogo ad interpretazioni autentiche e auspicabilmente corrette
  • Dal punto di vista teorico:
  • È di per sé un lavoro filosoficamente interessante
  • Presenta concezioni di logica e di far logica diverse
    • Può apportare materiali, metodi, problemi all’attenzione dei contemporanei

Che cos'è la logica medievale? II

slide88

Equilibrio fra 1 e “Blocco storico”

  • È un desideratum
  • Sembra indispensabile
  • Una certa interazione sembra inevitabile
  • Non è banale:
  • A un materiale profondamente estraneo rischiamo sempre di fare domande “sbagliate”
  • A un materiale “familiare” rischiamo di imporre categorie inadeguate in modo non sempre consapevole
  • Gestire un dialogo a tre voci:
  • L’oggetto/testo/dottrina
  • Il suo contesto storico/culturale/istituzionale
  • Il nostro contesto

Che cos'è la logica medievale? II

slide89

Cameron (2011):

“Historians of medievalphilosophyinterested in questions of methodsused by medievallogicians and the methodologies by whichweought to studythem are on the cuttingedge of philosophicalresearch. […] Historians of philosophy are interested in historybecauseitisintrinsicallyinterestingandbecauseitteachesus new things – bothabout the past and the present. Wewant to exploit the resources of the pastwithout, at the same time, distorting or evendestroingthem. How to accomplishthis goal requiresreflection, debate, and theorization.”

Che cos'è la logica medievale? II