Microeconomia Corso D - PowerPoint PPT Presentation

microeconomia corso d n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Microeconomia Corso D PowerPoint Presentation
Download Presentation
Microeconomia Corso D

play fullscreen
1 / 70
Microeconomia Corso D
200 Views
Download Presentation
ham
Download Presentation

Microeconomia Corso D

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. MicroeconomiaCorso D John Hey

  2. Oggi • Un riassunto dei punti e concetti importanti nel corso. • Suggerimenti per gli esami. • Pausa. • Esercitazione 8 con il bello Luca.

  3. Economia – perché? • “People Are Different”

  4. I Punti importanti per gli esami • Non è un corso di matematica. • Non dovete ricordare formule (eccetto qualche risultati specificati alla fine di questa presentazione). • Non dovete fare la matematica – solamente grafici e un pò di manipolazione algebrica. • Ho messo questo file sul sito.

  5. Parte 1 • Capitoli 2 a 9 • Economie senza Produzione • Il dettaglio e’ nella presentazione “prime due parti del corso”.

  6. Capitolo 2 I Guadagni dello Scambio • Concetti importanti: • Il prezzo di riserva per un compratore. • Il prezzo di riserva per un venditore. • Il surplus del compratore. • Il surplus del venditore.

  7. Capitolo 2 • Nell’equilibrio concorrenziale il surplus totale e massimizzato.

  8. Capitolo 3Beni Discreti • Una curva di Indifferenze... ... è il luogo dei punti rispetto ai quali l'individuo si ritiene indifferente. • Preferenze Quasi-Lineare... • curve di indifferenza parallele per quale abbiamo una misura di quanto sta meglio l'individuo che non e’ ambigua.

  9. Capitolo 3Beni Discreti • La curva di domanda e una scala con un gradino ad ogni prezzo di riserva. • La curva di offerta e una scala con un gradino ad ogni prezzo di riserva.

  10. Capitolo 3Beni Discreti • Il surplus del compratore e l’area fra la curva di domanda ed il prezzo pagato. • Il surplus del venditore e l’area fra la curva di offerta ed il prezzo ricevuto.

  11. Capitolo 4Beni Perfettamente Divisibili • Preferenze quasi-lineari. • Gli stessi concetti e gli stessi risultati come il capitolo 3.

  12. Capitolo 5 Preferenze • Quasi-lineare • Sostituti Perfetti con parametro a • Complementi Perfetti 1 con parametro a • Cobb-Douglas con parametro a

  13. Capitolo 6Domanda ed Offerta con il reddito in forma di dotazione • La Domanda ed Offerta dipendono dalle preferenze. • Sei sappiamo le preferenze possiamo dedurre la domanda ed offerta. • Sei sappiamo la domanda ed offerta possiamo inferire le preferenze.

  14. Capitolo 7Domanda ed Offerta con il reddito in forma di moneta • Lo stesso tipo di risultato come Capitolo 6.

  15. Capitolo 8Lo Scambio • Il capitolo più bello del libro... ... la cosa più importante nel corso... ... La Scatola di Edgeworth. • Per studiare lo scambio fra due individui. • Cerchiamo uno scambio efficiente e chiediamo se c’e’ uno scambio giusto.

  16. Capitolo 8Lo Scambio • La curva dei contratti e’... ... il luogo dei punti efficienti nel senso di Pareto. • Un punto fuori della curva dei contratti e’ inefficiente. • Un punto sulla curva e’ efficiente.

  17. Capitolo 9Benessere • … • … • …

  18. Parte 2Economie con Produzione Capitoli 10 – 15 Il dettaglio e’ nella presentazione “prime due parti del corso”.

  19. Capitolo 10L’impresa e La tecnologia • Isoquanti • Nello spazio degli input (q1,q2)il luogo dei punti per cui l’output e’ costante. • (una curva di indifferenza – il luogo dei punti per cui l’individuo e’ indifferente.)

  20. Individui Comprano beni e ‘producano’ utilita… …dipende dalle preferenze… …che si puo rappresentare con curve di indifferenza.. …nello spazio (q1,q2) Imprese Comprano input e producano output… …dipende dalle tecnologia… …che si puo rappresentare con isoquanti .. …nello spazio (q1,q2) Capitolo 5 Capitolo 10

  21. Due dimensioni • La forma degli isoquanti: dipende della sostituzione fra i due input. • Il modo in cui l’output cambia da un isoquanto ed un’altro – dipende dai rendimenti di scala.

  22. Sostituti Perfetti con parametro a • un isoquanto: q1 + q2/a = costante • Funzioni di produzione • y = A(q1 + q2/a) rendimenti di scala costante • y = A(q1 + q2/a)brendimenti di scala decrescente (b<1) crescente (b>1)

  23. Complementi Perfetti con parametro a • un isoquanto: min(q1,q2/a) = costante • Funzioni di produzione • y = A min(q1,q2/a) rendimenti di scala costante • y = A[min(q1,q2/a)]brendimenti di scala decrescente (b<1) crescente (b>1)

  24. Cobb-Douglas con parametri a e b • un isoquanto: q1aq2b = costante • Funzioni di produzione • y = A q1aq2b • a+b<1 rendimenti di scala decrescenti • a+b=1 rendimenti di scala costanti • a+b>1 rendimenti di scala crescenti

  25. Capitolo 11Minimizzazione dei costi e domanda dei fattori produttivi • La Domanda dipende dalla tecnologia. • Sei sappiamo la tecnologia possiamo dedurre la domanda. • Sei sappiamo la domanda possiamo inferire la tecnologia.

  26. Capitolo 12Curve di Costo • La Curva di Costo Totale... • ... La forma dipende dai rendimenti di scala: • Concava con RdS Decrescenti • Lineare con RdS Costante • Convessa con RdS Crecenti.

  27. Capitolo 12 • La curva di costo marginale ... • ...l’inclinazione della curva di costo totale • La curva di costo medio... • ...l’inclinazione di una retta dall’origine alla curva di costo totale.

  28. Capitolo 13L’offerta dell’impresa • La condizione per l’output ottimo: • p = costo marginale... • ... dove il costo marginale è crescente. • La curva di offerta quindi è la curva di costo marginale. • Il profitto dell’impresa è l’area fra il prezzo e la curva di offerta.

  29. Capitolo 14La Frontiera delle possibilita’ produttiva • Di solito è concava.

  30. Capitolo 15Produzione e Lo Scambio • Un capitolo difficile. • Il saggio di trasformazione (l'inclinazione della ppf della società) è uguale al saggio marginale di sostituzione dei due individui (l'inclinazione delle curve di indifferenza). • Si ricordi che il saggio marginale di sostituzione dei due individui deve essere uguale in corrispondenza della curva dei contratti.

  31. Capitolo 16Evidenza Empirica • Bello ma difficile.

  32. Parte 3 - Applicazioni • Capitolo 19. • Capitoli 20, 21 e 22 – scelta intertemporale • Capitoli 23, 24 e 25 – scelta in condizioni di rischio. • Capitolo 26 – il mercato di lavoro.

  33. Capitolo 19Variazione Compensativa ed Equivalente • Preferenze Non-Quasi-Lineari. • L'effetto sul comportamento e sul benessere di una variazione dei prezzi.

  34. Capitolo 19 • la variazione compensativa è l'ammontare di soldi che l'individuo avrebbe bisogno al prezzo nuovo per essere compensato per gli effetti avversi della variazione di prezzo. • la variazione equivalente è l'ammontare di soldi che deve essere sottratto dal reddito al prezzo originale per ridurre il benessere dell'individuo dello stesso ammontare indotto dall'aumento di prezzo. • la variazione nel surplus del consumatore si colloca tra la variazione equivalente e la variazione compensativa.

  35. Capitoli 20, 21 e 22 Scelta Intertemporale. • Capitolo 20: il vincolo di bilancio. • Capitolo 21: un modello di preferenze – il modello di Utilità Scontata. • Capitolo 22: Scambio nei mercati dei capitali.

  36. Capitolo 20 • Il vincolo di Bilancio in un mercato perfetto: • c1(1+r) +c2 = m1(1+r) + m2 • Nello spazio (c1 ,c2) una retta con inclinazione -(1+r).

  37. Capitolo 21 • Il modello di Utilità Scontata • U(c1,c2)=u(c1) + u(c2)/(1+ρ) dove ρe il tasso di sconto dell’individuo. • u(c2)/(1+ρ) è il valore scontato dell’utilita’ dal secondo periodo... … scontato al tasso di sconto dell’individuo.

  38. Il Modello di Utilità Scontata • Se u(.) è concava (lineare, convessa), le curve di indifferenza nello spazio (c1,c2) sono convesse (lineari, convesse). • L’inclinazione di ogni curva di indifferenza sulla linea di eguale consumo nello spazio (c1,c2)= -(1+ ρ).

  39. Capitolo 22 • Lo scambio nei mercati dei capitali. • La Scatola di Edgeworth. • c1 = c2 se ρ = r • c1 > c2 se ρ > r • c1 < c2 se ρ < r

  40. Capitoli 23, 24 e 25 Scelta in condizioni di rischio • Capitolo 23: il vincolo di bilancio. • Capitolo 24: un modello di preferenze – il modello di Utilità Attesa. • Capitolo 25: Scambio nei mercati dei assicurazione.

  41. Capitolo 23 • Il vincolo di Bilancio in un mercato equo. • π1c1 +π2c2 = π1m1 + π2m2 • Nello spazio (c1 ,c2) una retta con inclinazione - π1/π2 … dove π1 e π2 sono le probabilità dei due stati.

  42. Capitolo 24 • Il Modello di Utilità Attesa: • U(c1,c2) = π1 u(c1)+ π2 u(c2) • Una curva di indifferenza è data da π1 u(c1)+ π2 u(c2) = costante • Se la funzione u(.) è concava (lineare,convessa) le curve di indifferenza nello spazio (c1,c2) sono convesse (lineari, concave). • L’inclinazione di ogni curva di indifferenza sulla retta di certezza = -π1/π2