art in action movimentiamo l arte n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Art in Action – Movimentiamo l’arte PowerPoint Presentation
Download Presentation
Art in Action – Movimentiamo l’arte

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 19
griffith-hogan

Art in Action – Movimentiamo l’arte - PowerPoint PPT Presentation

60 Views
Download Presentation
Art in Action – Movimentiamo l’arte
An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author. While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Art in Action – Movimentiamo l’arte

  2. A Maggio 2012 la Fondazione Cariparo da il via a CulturalMente, iniziativa con cui la Fondazione promuove il talento e la creatività di giovani artisti attraverso il sostegno a progetti incentrati su manifestazioni culturali, eventi musicali, teatrali o letterari, produzione di cortometraggi, arti figurative.Il bando, è rivolto alle associazioni culturali senza scopo di lucro attive in ambito artistico e socio-culturale nelle province di Padova e Rovigo.I progetti dovranno favorire la valorizzazione e la riqualificazione del territorio e del patrimonio artistico, nonché la coesione sociale.

  3. L’Associazione Culturale Movimentamente decide di partecipare e propone il Progetto ART IN ACTION – Movimentiamo l’arte

  4. Il progetto ART IN ACTION nasce da una serie di riflessioni interne all’Associazione che ha riscontrato la necessità di coinvolgere, stimolare e potenziare i ragazzi e ragazze dai 15 ai 18 anni d’età.Da un incontro avuto con l’az. ULSS 15 - Servizio Promozione al Benessere, è emerso che nel territorio di Piazzola sul Brenta, tra la popolazione scolastica, già esiste un background artistico-culturale giovanile molto sensibile e con grande potenziale ma che, ad esclusione di sporadici eventi nei quali c’è stato un riscontro ottimo, non viene adeguatamente valorizzato, stimolato, supportato e diffuso.

  5. Obiettivi Generali: • Sostenere e dare spazio alla creatività e ai nuovi linguaggi artistici e culturali che provengono dai giovani, con particolare riferimento alla fascia d’età 15-18; • Valorizzare le competenze e rispondere alle esigenze della specifica fascia d’età 15-18, stimolandone il protagonismo e la cittadinanza attiva e riconoscendone i talenti già esistenti in un’ottica di peer education; • Coinvolgere attivamente nella fase di progettazione e realizzazione delle attività i giovani artisti del territorio e i partner di progetto; • Promuovere l’integrazione multiculturale e l’inclusione sociale attraverso la collaborazione tra ragazzi e ragazze di scuole e provenienze culturali e geografiche diverse; • Far sperimentare attività artistico-culturali-ambientali come strumenti per la conoscenza dell’altro e l’inclusione sociale; • Offrire alla comunità cittadina degli spazi pubblici fruibili e vivibili riqualificando i luoghi sottoutilizzati ma potenziali stimoli allo sviluppo della comunità; • Valorizzare il territorio di Piazzola sul Brenta per il suo patrimonio ambientale e sociale; • Riuscire a promuovere una sensibilità ambientale facendo leva sulle risorse naturali del territorio non solo in ottica di tutela ma in ottica propositiva di maggior conoscenza e rispetto proattivo.

  6. Obiettivi Specifici: • Organizzare e realizzare, in collaborazione con i partner di progetto e i giovani artisti coinvolti, almeno 6 percorsi artistico-culturali a tema; • Coinvolgere attivamente e rendere protagonisti i/le ragazzi/e della fascia d’età tra i 15 e i 18 anni; • Realizzare almeno un evento annuale costante nel tempo in cui vengano esposte le opere artistiche e vengano realizzate le esibizioni; • Rilevare il grado di gradimento, soddisfazione e coinvolgimento dei partecipanti; • Realizzare un video, in collaborazione con i giovani artisti e i partecipanti, dell’esperienza in cui emergano gli obiettivi progettuali e punti di riflessione nel rapporto tra giovani, arte e differenze; • Realizzare almeno 3 percorsi didattici tematici per collegare le materie curriculari agli obiettivi del progetto.

  7. AZIONI PREVISTE

  8. AZIONE 1 Realizzazione di 6 percorsi artistici Ad affiancare i ragazzi/e nello svolgimento dei percorsi artistici sono previste due figure: gli Artisti e gli Animatori Culturali Da una parte il Giovane artista svolgerà una funzione di esperto in materia e agente moltiplicatore del sapere artistico mentre dall’altra, la figura dell’Animatore culturale svolgerà la funzione indispensabile di orientamento dei contenuti specifici delle sezioni tematiche verso i obiettivi progettuali (coesione sociale, tutela dell’ambiente e riqualificazione degli spazi urbani).

  9. Ed ecco le SEZIONI DI INTERVENTO …Ovvero i percorsi artistici che saranno proposti

  10. Sezione di intervento n.1 “Graffiti e murales. Viviamo gli spazi della nostra città” Attraverso l’arte sui muri si coinvolgono le diverse “anime artistiche” dei giovani con l’obiettivo comune di rendere più belli e magici gli spazi urbani riqualificando quelli dimenticati o sottoutilizzati. In questa maniera si sviluppano il senso di responsabilità civica e di cittadinanza attiva. Attraverso dei temi definiti insieme al gruppo si sceglieranno le tecniche più adatte di rappresentazione a muro sviluppando e valorizzando lo spirito d’iniziativa, l’espressione singola e di gruppo e la creatività. Durata: 10 incontri da 2 ore ciascuno più partecipazione all’evento culturale pubblico denominato ‘Piazzola Live’.

  11. Sezione di intervento n. 2 “Un video che ci rappresenti nelle pari differenze” Il prodotto finale del percorso sarà un video promozionale che descriverà tutte le attività svolte nel progetto e costituirà materiale prezioso per una riprogettazione futura e per la diffusione delle finalità progettuali. Il video verrà realizzato dalle ragazze a dai ragazzi partecipanti e avrà come filo conduttore una riflessione sulle differenze culturali, sociali e di genere. L’esperienza rappresenta una sperimentazione sociale che si svilupperà attraverso incontri, discussioni, proiezioni, laboratori di scrittura, registrazione e montaggio fino alla realizzazione di interviste ai/alle ragazzi/e. Durata: 10 incontri da 2 ore ciascuno più partecipazione all’evento culturale pubblico denominato ‘Piazzola Live’.

  12. Sezione di intervento n. 3 “Argilla e tecnica Raku. Conoscere risorse e materiali naturali” L’arte e la manipolazione di materiali naturali presenti a pochi passi da casa sulle rive del Brenta. Nella prima parte del percorso i partecipanti svilupperanno la conoscenza sulla materia “argilla”, per poi iniziare a modellare un oggetto a mano e/o stampo. La seconda parte sarà dedicata alla decorazione con invetrinatura spiegandone tecniche ed effetti cromatici. In questa sezione si affronterà la tecnica RAKU che è una tecnica giapponese. Gli oggetti realizzati con argilla refrattaria verranno sottoposti a sbalzi di temperatura durante il processo di cottura per poi essere immediatamente raffreddati. Durata: 8 incontri da 2 ore ciascuno più partecipazione all’evento culturale pubblico denominato ‘Piazzola Live’.

  13. Sezione di intervento n. 4 “La musica dall’insolito. Strumenti musicali con materiale di riciclo” Con questo percorso si valorizza l’anima musicale dei ragazzi e delle ragazze delle scuole dei Piazzola sul Brenta in maniera sostenibile creando degli inattesi strumenti musicali con materiali insoliti e di riciclo. Attraverso questa esperienza i partecipanti conosceranno l’importanza di saper trasformare rifiuti o materiali poveri in risorse e come l’azione individuale possa concorrere al benessere collettivo. Verranno sviluppati il senso del rispetto e la consapevolezza della tutela e della valorizzazione ambientale sperimentando nel contempo le possibilità sonore di diversi materiali. Durata: 10 incontri da 2 ore ciascuno più partecipazione all’evento culturale pubblico denominato ‘Piazzola Live’.

  14. Sezione di intervento n. 5 “Cucina etnica e fusion” Questo percorso si propone di valorizzare le differenze etniche e culturali attraverso il linguaggio comune della buona cucina e della sperimentazione creativa. Assaggiare nuovi gusti e creare abbinamenti insoliti ma convincenti rappresenta un’efficace metafora dell’integrazione sociale e della volontà di costruire l’identità personale attraverso un costante rapporto e scambio con gli altri. Durata: 10 incontri da 2 ore ciascuno più partecipazione all’evento culturale pubblico denominato ‘Piazzola Live’.

  15. Sezione di intervento n. 6 “Teatro e conflitto” Il Teatro, pensato prima di tutto come luogo d’incontro e confronto, offre ai ragazzi la possibilità di sperimentare la gestione del conflitti come modalità utile per riconoscere le proprie capacità e potenzialità. Teatro, quindi, inteso come spazio abitato da individui diversi e unici che stabiliscono relazioni scoprendo la preziosa possibilità di esprimersi, di aprirsi, di conoscersi, di relazionarsi con il proprio corpo, con la propria fantasia e soprattutto con gli altri. Durata: 15 incontri da 2 ore ciascuno più partecipazione all’evento culturale pubblico denominato ‘Piazzola Live’.

  16. AZIONE 2 Attivazione di percorsi didattici per affrontare i temi individuati dalle sezioni di intervento dell’azione 1 all’interno delle materie curriculari scolastiche. Verranno realizzati e proposti, attraverso il contributo di esperti nel settore, percorsi tematici ad hoc da inserire nelle attività curriculari con l’obiettivo di collegare il percorso progettuale alla realtà scolastica e sensibilizzare trasversalmente ai temi.

  17. AZIONE 3 Realizzazione e partecipazione ad un evento artistico-culturale aperto alla cittadinanza. Gli out-put delle sezioni di intervento tematiche troveranno spazio ed espressione all’interno della cornice del Piazzola Live, un festival culturale e musicale, aperto alla cittadinanza, organizzato annualmente dall’associazione Movimentamente e che nel 2013 giungerà alla X edizione e vedrà come filo conduttore i giovani artisti.

  18. Metodologia La metodologia che verrà adottata nello sviluppo del progetto seguirà una logica bottom-up e si avvarrà di un approccio di tipo partecipativo. L’intento è quello di coinvolgere tutti i soggetti (partner, destinatari e beneficiari) al fine di suscitare la condivisione di informazioni, percezioni, esigenze.

  19. Grazie a tutti e a tutte Partner di progetto: • Comune di Piazzola sul Brenta • Az. ULSS 15 – Servizio Promozione al Benessere • Associazione Lanterna Magica • Associazione Amor Vacui • Jonathan Cooperativa Sociale • Istituto di Istruzione superiore Rolando da Piazzola • Istituto Enaip