slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Prof Gianluca Perseghin 10 lezioni PowerPoint Presentation
Download Presentation
Prof Gianluca Perseghin 10 lezioni

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 24

Prof Gianluca Perseghin 10 lezioni - PowerPoint PPT Presentation


  • 140 Views
  • Uploaded on

Prof Gianluca Perseghin 10 lezioni Esame scritto con 3 domande “aperte” + orale a partire da Febbraio 2010 Libro di testo: Igiene Generale della Scuola e dello Sport di A Boccia e G Ricciardi Idelson-Gnocchi Ed. Calendario delle Lezioni 1. 1) 5/10/09 ore 8:30

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Prof Gianluca Perseghin 10 lezioni' - gotzon


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Prof Gianluca Perseghin

10 lezioni

Esame scritto con 3 domande “aperte” + orale a partire da Febbraio 2010

Libro di testo: Igiene Generale della Scuola e dello Sport di A Boccia e G Ricciardi

Idelson-Gnocchi Ed

slide2

Calendario delle Lezioni 1

1) 5/10/09 ore 8:30

Presentazione del corso, definizione di Sanità Pubblica, Igiene, Educazione Sanitaria e Prevenzione

2) 19/10/09 ore 8:30

Principi di epidemiologia: malattie infettive e malattie cronico degenerative, fattori causali, di rischio e di protezione, Mortalità, Morbidità e altri tassi

3) 26/10/09 ore 8:30

Indagini epidemiologiche

4) 26/10/09 ore 14:30

Epidemiologia malattie cronico degenerative: malattie cardiovascolari

5) 2/11/09

Epidemiologia malattie cronico degenerative: malattie cardiovascolari

slide3

Calendario delle Lezioni 2

6) 9/11/09 ore 8:30

Epidemiologia malattie cronico degenerative: Obesità

7) 9/11/09 ore 14:30

Epidemiologia malattie cronico degenerative: Diabete

8) 16/11/09

Epidemiologia malattie cronico degenerative: Tumori

9) 30/11/09

Epidemiologia delle malattie cronico degenerative: Osteoporosi

10) 14/12/09

Simulazione esame

slide4

Osteoporosi Cenni di Fisiopatologia

  • L'osso è un tessuto dinamico sensibile agli stimoli meccanici esterni soggetto a un costante rimodellamento interno, consistente in riassorbimento e formazione di nuovo tessuto.
  • Nella genesi e nel riassorbimento dell'osso sono implicati 3 tipi di cellule:
    • osteoblasti, che producono la matrice organica;
    • osteociti, che sintetizzano la matrice inorganica e la liberano all'esterno per esocitosi;
    • osteoclasti, che attivano il riassorbimento osseo.
slide5

Si distinguono 2 tipi di ossificazione:

    • endocondrale: consiste nella sostituzione di cartilagine con osso nei centri di ossificazione. E' il tipo di ossificazione che interessa le ossa degli arti, la colonna, le coste e la base cranica;
    • intramembranosa: cellule mesenchimali differenziate in senso osteoblastico producono la matrice organica nella quale gli osteociti sintetizzano la matrice inorganica. E' il tipo di ossificazione che interessa la volta cranica, la mascella e la mandibola.
  • L'osso è composto per circa il 65% da una fase minerale formata da cristalli di idrossiapatite Ca10(PO4)6(OH)2 e da ioni sodio, magnesio, carbonato e citrato, e per il restante 35% da una fase organica costituita per il 95% da fibre collagene e per il 5% da mucopolisaccaridi
slide6

Osso normale

Osteoporosi

L’OSTEOPOROSI è una patologia ad eziopatogenesi multifattoriale, causata da una patologica riduzione della massa ossea (componente minerale + osteoide) e da alterazioni microarchitetturali del tessuto osseo, che diventa fragile e maggiormente esposto al rischio di frattura.

slide12

età

  • razza bianca o asiatica
  • storia personale di fratture dopo i 45 anni
  • storia familiare di osteoporosi o fratture
  • immobilizzazione prolungata o inattività fisica
  • indice di massa corporea < 19 Kg/m2, o condizione di sottopeso o perdita di peso
  • deficit estrogenico
  • alcolismo, tabagismo, abuso di caffeina
  • scarso apporto di calcio e vitamina D3
  • terapie prolungate con cortisonici (es più di 3 mesi al dosaggio minimo di 7.5 mg/die di prednisolone), tiroxina a dosi TSH soppressive, anticonvulsivanti
  • disendocrinie di lunga durata: ipercortisolismo, tireotossicosi, iperparatiroidismo

OSTEOPOROSI: FATTORI DI RISCHIO

slide13

OSTEOPOROSI PRIMARIA

• tipo 1 - osteoporosi postmenopausale

- associata alla ridotta secrezione di estrogeni

- riscontrabile nel 5-29% delle donne dopo la menopausa

- la perdita ossea, molto accelerata nel periodo perimenopausale, può raggiungere

una perdita del 5% della massa ossea totale all’anno

- interessa prevalentemente l'osso trabecolare con effetti particolarmente evidenti

a livello della colonna vertebrale, dove il turn-over osseo é elevato

- le fratture vertebrali rappresentano la situazione clinica più comune in questi casi.

• tipo 2 - osteoporosi senile

- può colpire entrambi i sessi dopo i 70 anni di età

- può interessare fino al 6% della popolazione anziana

- la perdita di massa ossea interessa sia l'osso trabecolare che quello corticale

- le fratture possono interessare non solo la colonna vertebrale, ma anche le ossa

lunghe, il bacino e altre sedi

- le tipiche complicanze sono rappresentate dalle fratture del collo femorale,

dell'estremità distale del radio, dell'omero.

OSTEOPOROSI SECONDARIA