Anno scolastico 2000/2001 - PowerPoint PPT Presentation

slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Anno scolastico 2000/2001 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Anno scolastico 2000/2001

play fullscreen
1 / 81
Anno scolastico 2000/2001
148 Views
Download Presentation
chaim
Download Presentation

Anno scolastico 2000/2001

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Anno scolastico 2000/2001 Classi V

  2. E oggi?

  3. Ci chiediamo: ¯Dove vivono questi bambini? ¯Quanti sono? ¯Che tipo di lavoro svolgono? ¯Perché lavorano? ¯Chi potrebbe risolvere il loro problema? E come?

  4. ¯Dove vivono questi bambini?¯Quanti sono?

  5. ¯Che tipo di lavoro svolgono?

  6. Un film per una storia... Tante frasi per un film... Iqbal Certe volte un uomo deve prendere decisioni difficili. Devo sapere chi di voi è disposto a sacrificarsi per un po’ di soldi per la nostra famiglia. Da questo momento tuo figlio appartiene a me… Da bambina non ho mai avuto una bambola; quando avrai dei soldi da parte me ne comprerai tu una! Voglio salire sul tuo aquilone e volare via di qui. Spero che un giorno anche uno dei miei figli possa avere una fabbrica tutta sua! Come ho fatto a non accorgermene… questo tappeto è rovinato! Mi devi pagare ancora tutto il tuo debito. Aggiungo 3 mesi per il tempo perso, 3 per il cibo, 3 per il materiale sciupato. Devi lavorare più sodo per rivedere mamma e papà. Non è permesso parlare; una pausa di mezzora al giorno per mangiare; se impieghi di più verrai punito; se ti addormenti sul telaio verrai punito; se sporchi la tua panca verrai punito; se perdi gli attrezzi di lavoro verrai punito; se ti lamenti, o parli con sconosciuti fuori dalla fabbrica verrai punito. Fabbricante di tappeti Nonna Padre I Ragazzo II Ragazzo

  7. ¯Perché lavorano?

  8. Batti cinque!

  9. Mi han detto che il pallone con cui gioco la domenica mattina forse è fatto da un bambino, un bambino come me! È così.. Sì sì purtroppo è così

  10. E pure le mie scarpe quelle nuove, quelle tutte colorate con le luci incorporate che “più belle non si può” È vero o no? Forse sì, forse no

  11. Chissà se tutti i miei giochi elettronici, i tuoi peluches e tutte le mie bambole sono fatti da bambini di un paese lontano dove il cielo si confonde con il mare Se è così non si può, se è così non si può

  12. 4/4 di silenzio per ricordare chi è più in là, oltre i monti ed il mare c’è chi ha solamente un sogno di felicità

  13. 4/4 di silenzio per chi una voce non ce l’ha: un silenzio perché forse meglio di me può dar voce alla voce del cuore quest’istante è per te, solamente per te “batti un cinque” da lontano con me! e parlare di te, raccontare di te e dar voce alla voce del cuore quest’istante è per te, solamente per te, batti un cinque il più forte che c’è!

  14. Vorrei chiamarti amico perché certo, come me, ci correresti dietro a quel pallone e forse nei tuoi sogni anche tu somigli a me: saresti tu a segnare, tu il campione!

  15. Mi insegneresti come si può vincere in certi giochi nuovi di elettronica; diventeremmo amici com’è bello che sia perché un bambino vive in allegria Oh oh oh-oh oh oh oh oh oh ssst!

  16. 4/4 di silenzio, ma dopo “batti un cinque”, vai! Sarà un ponte grande intorno al mondo, ci farà incontrare in tutte le città “batti cinque!” batti un cinque per dire a tutti che ci sei!

  17. Che hai diritto anche tu, a un domani anche tu, come tutti i bambini del mondo. Che il domani è di tutti, è il futuro del mondo, e il futuro ha bisogno di te!

  18. Batti un cinque anche tu, batti un cinque anche tu come tutti i bambini del mondo perché il “tanto lontano, oltre i monti ed il mare…” …il lontano è a due passi da qui

  19. Batti cinque! Batti cinque! Il lontano è a due passi da qui! BATTI CINQUE!

  20. Inchiesta sul lavoro minorile al tempo dei nonni

  21. Causa interruzione degli studi

  22. Ore lavorative giornaliere Giorni lavorativi settimanali

  23. ORA SAPPIAMO CHI SONO, DOVE SONO, CHE COSA FANNO, IN QUALI CONDIZIONI E PERCHÉ LAVORANO CHI SONO: sono oltre 400.000 hanno un’età compresa fra gli 11 e i 14 anni DOVE SONO: sono nascosti nel Sud più povero, ma anche nel Nord-Est più opulento