bronchiolite n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
BRONCHIOLITE PowerPoint Presentation
Download Presentation
BRONCHIOLITE

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 13

BRONCHIOLITE - PowerPoint PPT Presentation


  • 278 Views
  • Uploaded on

BRONCHIOLITE. LATTANTE CON TOSSE, DISPNEA, WHEEZING, CIANOSI, FEBBRE  BRONCHITE ASMATICA : meno grave, tende a recidivare PERTOSSE NEL LATTANTE : anamnesi, crisi di apnea, G.B. aumentati, linfocitosi assoluta

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'BRONCHIOLITE' - braeden


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
bronchiolite
BRONCHIOLITE
  • LATTANTE CON TOSSE, DISPNEA, WHEEZING, CIANOSI, FEBBRE
  •  BRONCHITE ASMATICA: meno grave, tende a recidivare
  • PERTOSSE NEL LATTANTE: anamnesi, crisi di apnea, G.B. aumentati, linfocitosi assoluta
  •  BRONCHIOLITE: infezione virale dei piccoli bronchi (calibro <300 micron) che si verifica nei primi 12 mesi di vita
slide2

VRS: 50% di tutte le bronchioliti

  • sierotipi A più patogeno e frequente
  • B
  • ADENOVIRUS
  • PARAINFLUENZALI A e B
  • RHINOVIRUS
  • PARAMIXOVIRUS (parotite)
  • MIXOVIRUS (morbillo)
  • VIRUS INFLUENZALE
  • CLAMIDIA e MICOPLASMA: 5-10%

EZIOLOGIA

slide3

M/F = 2/1

Epidemie in autunno/inverno/primavera

Importanza delle condizioni igieniche e sociali

LM  fattore protettivo  motivi nutrizionali e immunologici

FUMO AMBIENTALE

Massima gravità nel III mese

Massima frequenza VI mese

EPIDEMIOLOGIA

slide4

PATOGENESI

Tropismo del virus per i bronchioli

Necrosi epitelio bronchiolare, infiltrazione linfocitaria e di altre cellule della flogosi

Edema della mucosa e sottomucosa, aumento delle secrezioni, detriti cellulari

BRONCOOSTRUZIONE

“AIR TRAPPING”

DISTRESS RESPIRATORIO

slide5

AZIONE DIRETTA DEL VIRUS

  • COMPLESSI IMMUNI (Ag virali + Ab anti-virus)
  • PRODUZIONE IgE specifiche anti VRS
  • rilascio mediatori chimici (istamina)
  • FLOGOSI MUCOSA

TEORIE PATOGENETICHE

slide6

Inizialmente subdola (rinite – febbricola)

  • ISPEZIONE
  • Quadro di DISTRESS RESPIRATORIO:
  • POLIPNEA (F.R. fino a 80/min)
  • DISPNEA prevalentemente ESPIRATORIA
  • RIENTRAMENTI diaframmatici, al giugulo, intercostali
  • ALITAMENTO PINNE NASALI

SINTOMATOLOGIA

sintomatologia
SINTOMATOLOGIA

Condizioni generali piuttosto compromesse:

  • PALLORE
  • CIANOSI (periorale, estremità)
  • IRRITABILITA’ (pianto, fame d’aria)
  • FEBBRE
  • TOSSE SECCA
  • ANORESSIA

Mancata alimentazione + polipnea (“perspiratio”)

DISIDRATAZIONE

slide8

ESAME OBIETTIVO

A.R.

IPERFONESI

WHEEZING

RANTOLI FINI, “A PIOGGIA”, CREPITANTI su tutto l’ambito polmonare

A.C.

TACHICARDIA

A.D.

MILZA e FEGATO frequentemente palpabili (PTOSI)

slide9

DETERMINAZIONE della Saturazione di O2 per via percutanea (Saturimetro)

Valori <95%  Monitoraggio gravità del deficit Respiratorio

EMOGASANALISI:ACIDOSI RESPIRATORIA

pH 

pO2 

SatO2 

pCO2: normale (forme lievi-medie)

aumentate (forme gravi)

Nelle bronchioliti più gravi l’acidosi tende a diventare mista (respiratoria + metabolica)

DIAGNOSTICA DI LABORATORIO E STRUMENTALE

slide10

DIAGNOSTICA DI LABORATORIO E STRUMENTALE

Rx TORACE: Iperdiafania

 diametro antero-post. (proiezione lat.)

EMOCROMO, VES, PCR: poco significativo

ISOLAMENTO DEL VIRUS: Tampone nasale o lavaggio nasale (immunofluorescenza indiretta  isolamento in poche ore)

VIRAGGIO ANTICORPALE

slide11

O2

  • UMIDIFICAZIONE AMBIENTALE

Tenda a ossigeno (30-50% O2 con 8-12 l/min)

Occhialini (1-2 l/min)

Mascherina (4-5 l/min)

Umidificazione 80%

TERAPIA

  • CORREZIONE DISIDRATAZIONE
  • VENTILAZIONE ASSISTITA nelle b. gravi (rianimazione)
  • BRONCODILATATORI (2 stimolanti) per aerosol
  • Manca il presupposto teorico (broncoostruzione non broncospasmo)
  • In certi casi servono (ATOPICI?)
slide12

TERAPIA

  • ADRENALINA per via aerosolica
  • CORTISONICI : azione antiedemigena
  • sinergismo 2 stimolanti
  • Ma azione proinfettiva virale
  • ANTIBIOTICI: “?”
  • ANTIVIRALI (RIBAVIRINA) per via aerosolica per 12-18 ore/die per 5-7 gg  nei pazienti a rischio
  • NON SEDATIVI DELLA TOSSE
  • ANTIPIRETICI
slide13

SOGGETTI A RISCHIO:

  • Prematuri
  • Displasia bronco-polmonare
  • Cardiopatie congenite
  • Immunodeficienze
  • Fibrosi cistica

PROGNOSI

Mortalità 1-30%

SOGGETTI NON A RISCHIO Mortalità 0,005-0,02%

PROFILASSI SOGGETTI A RISCHIO  PALIVIZUMAB (Ab monoclonali)

GUARIGIONE: FASE CRITICA: prime 48-72 h dall’inizio del distress

GRAVITA’: F.R. >70/min - SO2<90%

BRONCOLABILITA’ indota dalla bronchiolite: 30-50%