UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA CORSO DI LAUREA IN TECNICHE ERBORISTICHE - PowerPoint PPT Presentation

beau-serrano
universita degli studi di padova corso di laurea in tecniche erboristiche n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA CORSO DI LAUREA IN TECNICHE ERBORISTICHE PowerPoint Presentation
Download Presentation
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA CORSO DI LAUREA IN TECNICHE ERBORISTICHE

play fullscreen
1 / 15
Download Presentation
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA CORSO DI LAUREA IN TECNICHE ERBORISTICHE
179 Views
Download Presentation

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA CORSO DI LAUREA IN TECNICHE ERBORISTICHE

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVACORSO DI LAUREA IN TECNICHE ERBORISTICHE Il filò della memoria: i saperi della Conca di Tione sulle “virtù delle piante” RELATORE: DOTT. STEFANO BONA CORRELATORI: DOTT.SSA SARA GABRIELLA SANDRINI DOTT.SSA ALESSANDRA BRIGI LAUREANDA: MARIACRISTINA COLLIZZOLLI ANNO ACCADEMICO 2007/2008

  2. INDAGINESU CAMPO • OBIETTIVO: • rilevare l’autoterapia • TERRITORIO CONSIDERATO: • la Conca di Tione (600m) • MODALITA’: • intervista strutturata • MATERIALE UTILIZZATO: • un questionario a risposta multipla • una tabella dei disturbi e dei rimedi • una griglia per la raccolta dei dati • CAMPIONE ESAMINATO: 19 persone • 2 per ogni paesino (Bondo, Bolbeno, Breguzzo, Montagne, Preore, Ragoli, Zuclo) • 5 del capoluogo giudicariese di Tione

  3. INPASSATO Era un’esigenza curativa OGGI E’ una scelta che comporta un impegno maggiore. IL RICORSO ALL’AUTOTERAPIA 42,1% 26,3% 89,5% 94,8% 73,7%

  4. ILSOGGETTOFAMIGLIARE-CHIAVE IN PASSATO OGGI • Tutti i soggetti indicati sono di sesso femminile

  5. IN PASSATO OGGI LA TRASMISSIONE DEI SAPERI FITOTERAPICI Solo il 31,6% di tutti gli intervistati ha tramandatopiù della metà dei propri saperi 54,6%

  6. I DISTURBI CURATI • I disturbi più curati sono: • Le malattie a carico del sistema respiratorio e del cavo orale (22,9%) • Le malattie gastrointestinali (22,5%) • I disturbi alla pelle (15,5%) • I disturbi meno conosciuti sono: • Quelli dovuti al sistema circolatorio • Le malattie riguardanti fegato e pancreas 60% delle citazioni

  7. DISTURBI DELLE VIE RESPIRATORIE E DEL CAVO ORALE Tosse 29,0% Mal di gola 14,2% Catarri 11,1% • I disturbi principalmente curati sono: • La tosse (seconda patologia più citata) • Il mal di gola • I catarri bronchiali 10,5%

  8. DISTURBI A STOMACO E INTESTINO Digestione 30,2% Stitichezza 15,7% Vermi 11,9% • I disturbi principalmente curati sono: • La digestione difficile (malessere più curato sul totale delle citazioni) • La stitichezza • I vermi intestinali Impossibilità di mantenere una dieta varia e di utilizzare sempre cibi freschi e ben conservati

  9. DISTURBI ALLA PELLE Spine 23,3% Ustioni 14,6% Porri 11,6% • I disturbi principalmente curati sono: • Le infezioni dovute ad un corpo estraneo sottocutaneo • Le ustioni • I porri e le verruche • Disturbi trovati in bibliografia ma ignorati dagli intervistati: • Vesciche • Calli e duroni • Eczemi • Pidocchi.

  10. LE PIANTE UTILIZZATE • Sono risultate 79 (49 con più di 2 citazioni) • Ne è stata calcolata: • la frequenza relativa • la frequenza cumulata Le prime 12 piante sono sufficienti per la cura della metà delle malattie citate: • Ricinus communis L. (ricino, rizing) • Matricaria chamomilla L. (camomilla comune, camamila) • Malva sylvestris L. (malva selvatica, malva selvadega) • Salvia officinalis L. (salvia) • Larix decidua Mill. (larice, laras) • Linum usitatissimum L. (lino, lin) • Abies alba Miller (abete bianco, avez) • Arnica montana L. (arnica) • Carum carvi L. (comino dei prati) • Hypericum perforatum L. (iperico) • Cassia angustifolia Wahl, Cassia acutifolia Del. (senna, erba sena) • Taraxacum officinalis Weber (tarassaco, dente di leone, zicoria, rezicli, gredic) Reperibili non solo in farmacia ma anche nei negozi alimentari dei paesi.

  11. Ricinus communis L. (44 citazioni) SOTTO FORMA DI OLIO VENIVA UTILIZZATO NELLA CONCA DI TIONE PER: • La depurazione del sangue • La tosse • Il mal di gola • L’indigestione IMPIEGHI SUPPORTATI SCIENTIFICAMENTE: • La stitichezza • Irritazione delle mucose gastriche TOSSE 36,8% MAL DI GOLA 31,6% DEPURAZIONE DEL SANGUE 36,8% INDIGESTIONE 31,6% STITICHEZZA 26,3%

  12. Malva sylvestris L. (33 citazioni) NELLA CONCA DI TIONE ERA ED E’ UTILIZZATA PER: • La tosse • Infiammazioni del cavo orale • Bruciori di stomaco • Mal di gola • Cistite IMPIEGHI SUPPORTATI SCIENTIFICAMENTE: • I fiori nel favorire l’espettorazione e nel calmare la tosse. • I fiori e le foglie per l’azione lenitiva sulle mucose infiammate. • L’uso esterno per l’attività antinfiammatoria, lenitiva. Il decotto al 5% contro i pruriti della pelle. INFIAMMAZIONI CAVO ORALE 15,8% TOSSE 26,3% MAL DI GOLA 10,5% BRUCIORI DI STOMACO 15,8% CISTITE 10,5%

  13. Matricaria chamomilla L. (42 citazioni) NELLA CONCA DI TIONE ERA ED E’ UTILIZZATA PER: • Occhi irritati • Agitazione • Insonnia • Dolori allo stomaco IMPIEGHI SUPPORTATI SCIENTIFICAMENTE: • Impacchi sugli occhi • L’infuso per la proprietà blando-sedativa • l’abuso può provocare insonnia e nausea. • Per le affezioni gastrointestinali, le stomatiti. DOLORI ALLO STOMACO 15,8% OCCHI IRRITATI 57,9% AGITAZIONE 42,1% INSONNIA 42,1%

  14. Concludendo • I saperi autoterapici sono stati raccolti: • non in garanzia di una loro efficacia • con la consapevolezza che siano una parte importante della memoria della Conca di Tione • I risultati ottenuti si devono ritenere soddisfacenti in funzione della zona e del settore fitoterapico indagato. • L’indagine può considerarsi un buon punto di partenza per ulteriori sviluppi e approfondimenti.

  15. Grazie per l’attenzione