fascismi comunismo democrazia n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Fascismi, comunismo, democrazia PowerPoint Presentation
Download Presentation
Fascismi, comunismo, democrazia

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 17

Fascismi, comunismo, democrazia - PowerPoint PPT Presentation


  • 195 Views
  • Uploaded on

Fascismi, comunismo, democrazia. I regimi politici in Europa fra le due guerre Il “modello italiano” Lo stato totalitario nazista La dittatura totalitaria di Stalin La tenuta delle democrazie. L’eredità psicologica della guerra. odio radicale per il nemico. Dal carattere totale

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Fascismi, comunismo, democrazia' - aziza


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
fascismi comunismo democrazia

Fascismi, comunismo, democrazia

I regimi politici in Europa fra le due guerre

Il “modello italiano”

Lo stato totalitario nazista

La dittatura totalitaria di Stalin

La tenuta delle democrazie

l eredit psicologica della guerra
L’eredità psicologica della guerra

odio radicale per il nemico

Dal carattere totale

della guerra

Intolleranza

autoritarismo

Dalla restrizione

delle libertà democratiche

crisi e tensioni rivoluzionarie
Il crollo degli imperi centrali

la disillusione dei nazionalismi

danno spazio ai partiti di ispirazione marxista

repubblica sovietica in Ungheria

“Vienna rossa”

settimana di sangue a Berlino

biennio rosso in Italia

Crisi e tensioni rivoluzionarie
  • Il successo della rivoluzione bolscevica appare come un modello generalizzabile
  • «fare come la Russia»è la parola d’ordine dei partiti marxisti
soluzioni autoritarie
Austria: formazioni paramilitari preludono all’involuzione autoritaria degli anni trenta

Ungheria: regime autoritario di Miklòs Horty

Germania: debolezza strutturale della repubblica di Weimar

Italia: FASCISMO

Al “biennio rosso”

si accompagna

o segue

l’organizzarsi di partiti e formazioni paramilitari che prepararono la conquista del potere

da parte di regimi autoritari e reazionari

Soluzioni autoritarie
i regimi politici in europa tra le due guerre
I regimi politici in Europatra le due guerre

Tra le due guerre mondiali la crisi dei sistemi liberalie democratici comportò:

  • l’affermazione di regimi autoritari e dittatoriali (fascismo e nazismo)
  • il consolidamentodel comunismo in URSS

“Totalitarismo”: categoria storiografica per definire dittature diverse tra loro quali:

  • il fascismo in Italia
  • il nazismo in Germania
  • la dittatura di Stalin in URSS
il fascismo al governo
Il fascismo al governo

Marcia su Roma

Instabilità politica

Alleanza partito fascista e partito liberale

la costruzione della dittatura fascista
La costruzione della dittatura fascista
  • 1922:
    • Gran Consiglio del fascismo
  • 1923:
    • Milizia volontaria per la sicurezza nazionale
    • Legge elettorale maggioritaria
  • 1925-26: “leggi fascistissime”
    • rafforzamento dell’esecutivo
    • partiti fuori legge
    • censura sulla stampa
    • sindacati fascisti
    • tribunale speciale
    • polizia segreta: OVRA
  • 1928:
    • Legge elettorale plebiscitaria
    • Gran Consiglio del fascismo diviene l’organo di governo
la struttura della dittatura fascista negazione dello stato di diritto
La struttura della dittatura fascista: negazione dello stato di diritto
  • “Leggi fascistissime”
  • Rafforzamento del potere esecutivo
  • Soppressione delle
    • libertà civili
    • libertà politiche
  • Ordinamento corporativo

Soppressione dei sindacati liberi

Dittatura

  • Legge del Gran Consiglio
  • Legge elettorale 1928

Identificazione tra partito e stato

che si autodefinisce totalitaria

  • Milizia
  • Polizia segreta
  • Tribunale speciale
  • Repressione del dissenso
  • Controllo società
totalitarismo fascista la mobilitazione del consenso
Totalitarismo fascista: la mobilitazione del consenso

Conciliazione fra stato e chiesa

C

O

N

S

E

N

S

O

Controllo dell’informazione e della scuola

Organizzazione della gioventù fascista

Opera nazionale dopolavoro

Mito di Roma

lo stato nazista
totale identificazione tra partito e stato

la volontà del Führer norma di legge = annullamento dello stato di diritto

annullamento delle autonomie degli organi istituzionali

Lo stato nazista

dalla conquista del consenso elettorale

(elezioni in Germania dal 1919 al 1933)

alla dittatura

la costruzione dello stato nazista
La costruzione dello stato nazista
  • Marzo 1933: incendio del Reichstag
    • pieni poteri a Hitler
    • chiusi i giornali dell’opposizione
    • sciolti i sindacati
    • arrestati capi oppositori
  • 20 marzo 1933: costruzione del primo lager a Dachau
  • 14 luglio 1933: sciolti tutti i partiti
  • 30 giugno 1934: uccisione dirigenti delle SA
  • agosto 1934: Hitler assume anche la carica di capo dello stato

annullamento dello stato di diritto: “la volontà del Führer è legge”

gli elementi del totalitarismo nazista
Gli elementi del totalitarismo nazista

Ideologia

  • Propaganda
  • Organizzazioni di massa

Costruzione del consenso

Razzismo

  • Leggi di Norimberga
  • “Operazione eutanasia”

Annientamento delle diversità

Dirigismo economico

Terrore

  • SS e Gestapo
  • Lager

Repressione del dissenso

un economia per la guerra
Un’economia per la guerra

Conquista

“spazio vitale”

Investimenti pubblici da Weimar al nazismo

Ingenti spese militari

Imponenti opere pubbliche

Piena occupazione

unione sovietica costruire con il socialismo una grande potenza industriale
Unione sovietica: costruire, con il socialismo, una grande potenza industriale

URSS

grande potenza industriale

Industrializzazione a tappe forzate

Collettivizzazione dell’agricoltura

  • Risultati disastrosi:
    • requisizioni forzate
    • grande carestia

Il primo piano quinquennale

1928-33

la dittatura totalitaria di stalin
La dittatura totalitaria di Stalin

Dittatura staliniana

stato

totalitario

  • Pianificazione integrale:
    • industrializzazione a tappe forzate
    • collettivizzazione forzata e immediata

eliminazione fisica e deportazione dei kulaki

  • “purghe”: eliminazione degli avversari politici
  • controllo capillare della società

Terrore

Partito

+

burocrazia

Ideologia

Gulag: - lavoro coatto

-“rieducazione”

il gulag un sistema organizzato di campi di lavoro collettivi

Anni trenta: industrializzazione forzata:

impiego dei prigionieri nelle grandi opere

(es. canale navigabile tra il Baltico e il mare del nord)

Il gulag: un sistema organizzato di “campi di lavoro collettivi”

1936-38

“purghe staliniane”

1930-32:

deportazione

dei kulaki

Dal 1926:

deportazione cittadini comuni sospetti di reati “contro lo stato”

modelli di uscita dalla crisi con il rafforzamento della democrazia

Consenso popolare

Modelli di uscita dalla crisi con il rafforzamento della democrazia
  • Inghilterra
  • Coalizione di unità nazionale
  • Intervento dello stato in economia

Propaganda

Legislazione sociale

  • Francia
  • Fronte popolare
  • Arbitrato nei conflitti sociali
  • Spesa pubblica
  • Sostegno della domanda
  • Grandi opere pubbliche
  • Stati Uniti
  • New Deal

Misure di controllo del capitalismo