uno sguardo sulle lingue agglutinanti esempi dal giapponese n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Uno sguardo sulle lingue agglutinanti: esempi dal Giapponese PowerPoint Presentation
Download Presentation
Uno sguardo sulle lingue agglutinanti: esempi dal Giapponese

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 14

Uno sguardo sulle lingue agglutinanti: esempi dal Giapponese - PowerPoint PPT Presentation


  • 196 Views
  • Uploaded on

Uno sguardo sulle lingue agglutinanti: esempi dal Giapponese. Fabiana Andreani Dottorato di Ricerca in “Teoria delle Lingue e del Linguaggio ” . Tipologia Morfologica.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Uno sguardo sulle lingue agglutinanti: esempi dal Giapponese' - avalbane


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
uno sguardo sulle lingue agglutinanti esempi dal giapponese

Uno sguardo sulle lingue agglutinanti: esempi dal Giapponese

Fabiana Andreani

Dottorato di Ricerca in “Teoria delle Lingue e del Linguaggio”

tipologia morfologica
Tipologia Morfologica
  • Fratelli Schlegel (1808) e Wilhelm von Humboldt (1836) –>Classificazione delle lingue sulla base della struttura delle parole.
  • Individuazione dei tipi:
  • Isolante,
  • Agglutinante,
  • Flessivo,
  • Polisintetico – Incorporante.
fanno parte di questo tipo

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL TIPO AGGLUTINANTE (Latino Agglutinare “Incollare”)

  • La parola è formata da una radice invariabile alla quale si uniscono più morfi (affissi).
  • Ogni morfo esprime un solo valore grammaticale (morfema) come “plurale”, “caso genitivo”, “diminuitivo” ecc..
  • Gli elementi suffissali si allineano senza fondersi e, rimanendo quindi riconoscibili foneticamente.
  • Possibilità di mutamenti di armonia vocalica e assimilazione consonanti tra affissi.

Lingua Turca:

El + ler + imiz + den

Mano -PLUR-nostro-da

“Dalle nostre mani”

Fanno parte di questo tipo :

- lingue uraliche,

-le lingue altaiche,

-il giapponese,

-il coreano, l'elamitico,

-le lingue dravidiche,

-lo swahili, il malay,

-alcune lingue mesoamericane,

-In passato anche gran parte dell'Iran e dell'antico Medio-Oriente parlava lingue agglutinanti, come il sumero, l'elamitico, lohurrico, l'urartiano, il gutiano, il lullubi e il cassita.

cenni di lingua giapponese
Cenni di lingua giapponese
  • Famiglia: Altaica o isolata (Controversa) .
  • Le parti del discorso presenti nella lingua giapponese sono cinque: 

sostantivo, verbo, aggettivo, avverbio, particella (posposta).

  • Le pospososizioni esplicitano i rapporti e le funzioni grammaticali dei costituenti di un frase all’interno di un enunciato.
  • Gli articoli sono del tutto inesistenti.
  • Il sostantivo giapponese, nella maggior parte dei casi, non presenta distinzioni di genere e numero.
  • Il verbo giapponese presenta una coniugazione che permette di distinguere il modo e il tempo dell'azione (presente /passato), ma non la persona.
  • Scrittura: Hiragana (あ), Katakana (ア), Kanji (亜), Romaji (A).
classificazione tipologica sintassi
Classificazione Tipologica-Sintassi

Ordine delle parole: SOV 

WATASHI WA RINGO WO TABEMASU

Io Topic Mela Oggetto Mangio

“Io mangio la/una mela”

KYOO WA HARE DESU

Oggi Topic Sereno Copula

“Oggi è bel tempo”

classificazione tipologica morfologia
Classificazione Tipologica-Morfologia
  • Fenomeni di agglutinazione in particolare nel verbo e negli aggettivi:

Tabe radice di "mangiare", tabenai "non mangiare", taberareru "poter mangiare", ecc.

Ooki radice di “grande”, ookikunai “non essere grande”, ookikatta “era grande”

verbi struttura
Verbi - Struttura
  • Radice verbale invariabile.
  • Es. Tabe- “Mangi - (are)”; Hanas- “Parl-(are)”
  • I suffissi si uniscono alla radice del verbo senza fondersi e contengono ciascuno un'unica informazione semantica.
  • La vocale radicale dei verbi può mantenersi invariata in tutta la coniugazione (verbi ichi-dan o ad una uscita) oppure variare a seconda del suffisso a cui è collegata (verbi go-dan o a cinque uscite). 
  • Solo due verbi irregolari: Suru (Fare) e Kuru (Venire).
i suffissi pi comuni
I suffissi più comuni:
  • -ta: passato (corrispondente a tutte le forme passate dei verbi italiani);
  • -te: gerundio, sospensivo (usato in proposizioni coordinate), imperativo gentile;
  • -nai: negativo;
  • -masu: forma gentile;
  • -ba: condizionale (usato nel periodo ipotetico);
  • -reru (rareru per i verbi ichi-dan): passivo;
  • -ru (rareru per i verbi ichi-dan): potenziale (posso mangiare, posso scrivere);
  • -seru (saseru per i verbi ichi-dan): causativo (faccio mangiare, faccio scrivere).
in pratica
In pratica…

Aggettivi e Verbi

  • Atsu-kuna-katta

Radice-negativo-passato

“Non era caldo”

  • Tabe-sase-rare-ta-kuna-katta

Radice-causativo-passivo-passato-negativo-passato

“Io non volevo essere costretto a mangiare”

espressioni di genere e numero
Espressioni di genere e numero
  • Reduplicazione:

Hito-bito (Uomo+uomo)“La gente”

  • Costruzioni sintagmatiche:

Onna-no-ko (Donna-GEN-piccolo) “Ragazzina”

Otoko-no-ko (Uomo-GEN-piccolo) “Ragazzino”

  • Suffissi:

-tachi Kodomo-tachi (Bambino-PLUR)“I bambini”

-ra Kare-ra (Lui-PLUR) “Loro”

Mesu ;Osu Mesu-inu (Maschio+Cane) Osu-inu (Femmina+Cane)

a confronto
A confronto…

Vangelo di Giovanni (1:1-5) 

Iohane Fukuinsho (1:1-5)

  • 1 In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.
  • 2 Egli era in principio presso Dio.
  • 3 Tutto è stato fatto per mezzo di lui, e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.
  • 4 In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; Egli era in principio presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui, e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.
  • 5 In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l'hanno accolta.
  • 1 Hajimenikotobaga atta. Kotobawashu to tomoniatta. Kotobawakami de atta.
  • 2 Konokotobawahajimenikamito tomo ni atta.
  • 3 Subete no mono wa kore niyottedekita. Dekita mono no uchi h itotsutoshite kore niyoranai mono wanakatta.
  • 4 Konokotobawainochi de atta. Soshitekonoinochiwahito no hikari de atta.
  • 5 Hikariwayami no naka de kagayaiteiru. Soshite, yamiwa kore nikatanakatta.
a confronto 2
A confronto (2)…

PADRE NOSTRO

SHU NO INORI

  • Padre nostro, che sei nei cieli,
  • sia santificato il tuo nome,
  • venga il tuo regno,sia fatta la tua volontà
  • come in cielo così in terra.
  • Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
  • e rimetti a noi i nostri debiti
  • come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
  • e non ci indurre in tentazione,
  • ma liberaci dal male.
  • Amen
  • Ten ni orareru watashitachi no Chichi yo,
  • mi-Na ga sei to saremasu yô ni.
  • mi-Kuni ga kimasu yô ni. mi-Kokoro ga ten ni okonawareru tôri
  • chi ni mo okonawaremasu yô ni.
  • Watashitachi no higoto no kate wo kyô mo o-atae kudasai.
  • Watashitachi no tsumi wo o-yurushi kudasai;
  • watashitachi mo hito wo yurushimasu.
  • Watashitachi wo yûwaku ni ochi-irasezu,
  • aku kara o-sukui kudasai. 
  • Amen.
grazie per l attenzione
Grazie per l’attenzione

ご清聴ありがとうございました。

GEN=genitivo

PLUR=plurale