Download
camal al centro del mondo n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Camalò al centro del mondo? PowerPoint Presentation
Download Presentation
Camalò al centro del mondo?

Camalò al centro del mondo?

276 Views Download Presentation
Download Presentation

Camalò al centro del mondo?

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Camalò al centro del mondo?

  2. Perche’ a Camalò non c’è ADSL via cavo ? Il territorio italiano è solcato da alcune dorsali di vari gestori , che portano la fibra ottica. I maggiori investimenti per la posa della fibra ottica in Italia li ha fatti la Telecom, che nel 1988 ha predisposto un piano di investimenti per 44.000 Mld di Lire ( oggi 22 MLD di euro) con quali criteri ?

  3. Naturalmente essendo un azienda di servizi ha seguito criteri di carattere economico, portando la fibra ottica: • Nelle centraline che avevano il maggior numero di utenti • Nelle centraline vicine alle dorsali • Con quale risultato ?

  4. a macchia di Leopardo! Solo in Provincia di Treviso su 95 comuni ci sono ancora 54 Centraline non collegate dalla Fibra ottica

  5. Come arriva la ADSL

  6. Quanto costa portare ADSL? • Dal bando del ministero: • 30.000 euro al KM per portare la fibra dalla centralina piu’ vicina • 130.000/150.000 di apparecchiature tecnologica da mettere nelle centraline

  7. Quanti km ci vogliono dalla centrale gia’ collegata per arrivare a Camalo’ • 3,91 Km pari ad un investimento di circa 120.000 euro che sommati agli interventi in centrali ( almeno 130.000 ) ammontano complessivamente ad investimenti per euro 250.000 euro

  8. Quanto sono le utenze a Camalo’ • 600/700 famiglie, ma se togliano gli anziani, • Non piu’ di 300 famiglie. • Con un canone di 19 euro al mese , o anche meno , ogni anno ogni famiglia paga 230 euro e 300 famiglie , pari ad un fatturato di 69.000 euro ed ad un utile lordo prima degli ammortamenti di circa il 30% ( dati telecom) pari a 20.000. • Risultato: piu’ di 12 anni per rientrare degli investimenti.

  9. Ma ora torniamo all’inizio

  10. Camalò al centro del mondo?

  11. Perché siamo qui ? • Perché oggi avere accesso alla rete è fondamentale e non poter avere un accesso veloce diventa un fattore discriminante che si chiama Digital divide

  12. Quindi :ComuneRegioneStato • Sono stati coinvolti negli ultimi 5-6 anni perche’ si prendano carico di fare gli investimenti anche quando sono antiecomonici

  13. Cosa ha fatto l’ amministrazione comunale • Lettere, delibere del consiglio comunale , pressione sugli operatori telefonici per far presente che un terzo del territorio del comune era scoperto. Tutta la documentazione è stata inviata in Regione, all’ autorità delle Telecomunicazioni, ai Ministeri dello sviluppo economico • Pressioni con i Comuni soci AscoPiave per partire con un iniziativa propria, che si muovesse sulle Telecomunicazioni oltre a Telecom per trovare soluzioni alternative

  14. Qual è la situazione oggi • Dal 2008 AscoTLc ha installato un ponte radio sopra l’acquedotto di Camalò, che grazie ad un tecnologia denominata Hipperlan e ha cominciato ad offrire il serzio • Dal 2008 la Vodafone e la Telecom hanno istallato un nuovo ripetitore che grazie alla tecnologia UMTS permette un collegamento tramite “ chiavetta Internet “

  15. Sono soluzioni alternative e pertanto presentano anche degli inconvenienti • Per AscoTlc il costo di attivazione e istallazione dell’antenna presso l’abitazione ( circa 100 euro ) ed una banda buona ma non espandibile • Per Vodafone Telecom costo chiavetta iniziale e costi elevati per tariffe flat ( bassi invece per bassi utilizzi )

  16. Le prospettive: • Ascotlc sempre su pressione dei sindaci ha disposto un plafond di 3.000.000 di euro per un progetto di collaborazione con la telecom • Che sintezziamo in

  17. La Regione e lo Stato molte volte sono lenti, a causa della burocrazia ma qualche volta inesorabili. • Dopo un processo iniziato nel 2006, con il coinvolgimento dell’Europa, siamo arrivati ad inizio 2010 a questo accordo

  18. Questo accordo prevede di portare la fibra ottica, ma non di fare l’investimento delle centraline • Comunque il bando da parte del ministero è stato pubblicato e entro il 2011 i lavori di posa inizieranno. Da questo fatto nasce la decisione di Ascotlc di non fare piu’ contratti ai privati, tramite tecnologia Hipperlan ( via onde radio ) . • Ci vogliono minimo 24 mesi per rientrare degli investimenti di primo allacciamento

  19. Ed infine…….. • Nuove tecnologie sono pronte e potrebbero essere disponibili molto presto: • Il Wi- Max. • Si tratta di una tecnologia a onde radio, ma con una grande potenza. • I ripetitori di AscoTlc e Vodafone Telecom oggi hanno una portata di 500 metri. • Il Wi-Max avrà un ripetitore ogni 50km

  20. Per cui avrà meno problemi di ostacoli quali alberi, case , ecc • Le licenze da parte dello Stato sono gia’ state assegnate fine 2008. Lo Stato ha incassato 135/mil di euro e di conseguenza le società che hanno partecipato all’ asta hanno gia’investito questi soldi, per cui porteranno sicuramente a termine la loro proposta. • Per la Regione Veneto. La società che si è aggiudicata la licenza si chiama Retelit

  21. Stasera non vi abbiamo portato l’ADSL • Speriamo però di avervi dato delle notizie utili • Tra le quali: • AscoTLC , su nostra pressione ci ha concesso ulteriori 2 mesi ( fino al 31.12.2010 ) per attivare ulteriori contratti privati via onde radio. Dal 2011 chiuderà definitivamente questa possibilità, per cui fino al compimento degli interventi statali rimarrà solo la possibilità per i privati di avere accesso tramite le chiavette Vodafone o Telecom