LLP PROGRAMME - COMENIUS - PowerPoint PPT Presentation

llp programme comenius n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
LLP PROGRAMME - COMENIUS PowerPoint Presentation
Download Presentation
LLP PROGRAMME - COMENIUS

play fullscreen
1 / 23
LLP PROGRAMME - COMENIUS
131 Views
Download Presentation
arien
Download Presentation

LLP PROGRAMME - COMENIUS

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. LLP PROGRAMME - COMENIUS MULTILATERAL PARTNERSHIP "EUROPEAN PUPILS - CLOSER TOGETHER" 4° mobilità 23-27/05/2013 Spagna – San Vicente de la Barquera CEIP "MataLinares“ http://colegiomatalinares.blogspot.it/

  2. San Vicente de la Barquera

  3. Come si vive in Cantabria Importanza delle istituzioni (visita al Sindaco) Importanza della cultura (visita al museo e al Castillo di San Vicente – Inquisizione e Signorotti) Importanza dello stare insieme senza le corse quotidiane (vineria prima della cena, che avviene addirittura più tardi che da noi, cena slow, passeggiata verso l’oceano per ricreare corpo e spirito), andare per tapas, Comillas, El Capricho de Gaudì, promozione del turismo locale (barato barato barato barato …)

  4. SISTEMA SCOLASTICO SPAGNOLO principalmente pubblico, articolato in diverse fasce: • obbligatori gli insegnamenti nelle scuole primaria e secondaria • facoltativi gli insegnamenti infantili (asili nido e scuole dell’infanzia) • Facoltativi gli insegnamenti secondari (scuola superiore e formazione professionale) • Alcune scuole private parificate ricevono fondi pubblici • importante sistema universitario facoltativo

  5. Le competenze sull'educazione sono ripartite tra: • Comunità autonome: responsabilità amministrative nella relativa area di giurisdizione finanziamento dei sussidi gestione del personale organizzazione delle istituzioni locali pianificazione dei progetti educativi • Amministrazioni locali: controllo degli alunni nell'età dell'obbligo scolastico responsabilità sulle strutture e mantenimento delle scuole dell’infanzia e primarie progettazione delle attività supplementari • Governo centrale: organizzazione generale di tutto il sistema regolamentazione della ricerca definizione dei curriculum amministrazione degli istituti all'estero

  6. Sistema scolastico spagnolo • Prima degli anni Ottanta: arretratezza per dispersione e abbandono scolastico • 1990 la Legge LOGSE introduce: • Aumento dell'età dell'obbligo scolastico, da 14 anni a 16 anni; • Aumento della durata dell'obbligo scolastico, che da 8 anni passa a 10; • Divisione dell'istruzione generale di base, che si divide in istruzione primaria e istruzione secondaria obbligatoria; • Sostituzione del diploma di istruzione di base, detto graduadoescolar e del certificato di scolarizzazione, detto certificado de escolaridad, con il diploma di istruzione secondaria, chiamato graduado en educaciònsecundaria; • Estensione di un unico modello per tutta la durata della scuola dell'obbligo, in modo che la scelta dell'indirizzo di studio venga fatta a 16 anni e non a 13.

  7. Sistema scolastico spagnolo • LODE, la legge organica sul diritto all'educazione: • Dà il diritto a tutti gli alunni di avere un posto nella scuola; • Dà il diritto ai genitori degli alunni di scegliere una scuola pubblica o privata; • Regola le procedure e i criteri di ammissione degli alunni, tranne per gli istituti privati non sovvenzionati i quali decidono autonomamente le ammissioni. • L’insegnamento della prima lingua straniera parte dal terzo anno invece che dal sesto anno; • L'insegnamento della seconda lingua straniera inizia con l'istruzione secondaria obbligatoria; • L'insegnamento delle tecnologie parte dall'istruzione secondaria obbligatoria; • i temi interdisciplinari (educazione alla pace, educazione stradale, educazione del consumatore, educazione all'ambiente, educazione alla salute, insegnamento per l'uguaglianza di opportunità fra i sessi, educazione morale e civica) nell'istruzione primaria e secondaria prendono il posto degli obiettivi settoriali (apprendimento della vita sociale, apprendimento della sicurezza stradale, educazione del consumatore, apprendimento del rispetto e del miglioramento dell'ambiente naturale e sociale, educazione alla salute, iniziazione alla pratica delle tecnologie di base); • Le ore nell'istruzione secondaria non saranno più di 30.

  8. L'educazione infantile • L'educazione infantile si divide in due fasi: • l'asilo nido, detto educaciònpreescolar; • la scuola dell’infanzia, detta educaciòninfantil. • L'asilo nido • L'asilo nido è un servizio a pagamento, non obbligatorio, che prende in considerazione i bambini da 0 a 3 anni. L'asilo nido è un servizio che aiuta le famiglie nel caso queste siano impegnate nel lavoro. Questo non significa che ha un ruolo sostitutivo sulla famiglia. Un altro scopo dell'asilo nido è quello di aiutare i bambini nella socializzazione e nell'incoraggiamento della loro capacità creativa. • Le scuole dell’infanzia • Le scuole dell’infanzia prendono in considerazione i bambini dai 3 ai 6 anni, sono un servizio gratuito e non obbligatorio. La scuola dell’infanzia deve rafforzare l'identità personale del bambino sotto il profilo sia corporeo che intellettuale. Inoltre deve sviluppare la competenza del bambino valorizzandone l'intuizione, l'immaginazione e la sua creatività. Infatti sprona a far nascere nel bambino degli atteggiamenti di sicurezza, di stima di se stesso e di fiducia nelle proprie capacità, ma anche a vivere i propri stati affettivi e a controllare le proprie emozioni. Infine la scuola dell’infanzia contribuisce alla conquista dell'autonomia, quindi la capacità di orientarsi e di compiere delle scelte autonome.

  9. L'educazione obbligatoria • Scuola primaria detta Educaciòn primaria; • Scuola Secondaria di 1° grado detta Educaciònsecundariaobligatoria (ESO) Scuola primaria • durata di 6 anni e riguarda i bambini dai 6 ai 12 anni • La religione come insegnamento è facoltativo • tre cicli di due anni; passaggio automatico dal primo al secondo anno, passaggio tra il primo e il secondo ciclo e successivamente al terzo ciclo possibile solo al raggiungimento di obiettivi specifici • Gli insegnamenti sono dedicati soprattutto alla lingua spagnola e alla matematica

  10. La scuola secondaria • La scuola secondaria ha una durata di 4 anni e riguarda i ragazzi dai 12 ai 16 anni • Particolarità fra le discipline: Educazione plastica, Educazione visiva • Religione (facoltativa) • materie facoltative scelte dagli alunni stessi, tra cui tre materie obbligatorie: la seconda lingua straniera, una materia professionale e una materia di cultura classica. • due cicli di due anni. Possibilità di esame di recupero alla fine di ogni anno • La licenza di scuola secondaria, detta Graduado en educaciònsecundaria, permette l'accesso alla scuola superiore oppure alla scuola professionale.

  11. La Garanzia sociale • Per alunni dai 16 ai 21 anni privi di licenza di scuola secondaria, finalizzata ad agevolare l’inserimento in attività professionali e lavorative • Dura circa due anni. • Le aree di formazione sono: Area di formazione professionale specifica; Area di formazione e orientamento al lavoro; Area di formazione base; Attività complementare. • Alla fine del corso lo studente può accedere al mercato del lavoro oppure accedere alla formazione professionale di grado medio.

  12. VALUTAZIONE • La valutazione deve essere globale nella scuola primaria; • La valutazione deve essere integrata nella scuola secondaria; • Non si può ripetere più di due anni in tutta la durata dell'istruzione secondaria obbligatoria; • I criteri di valutazione e di promozione vengono decisi dal consiglio di classe e non più dall'amministrazione.

  13. Alcuni dati sulla scuola partner • Il C.E.I.P. “Mata Linares” sitrova in una zona ruralenella zona occidentaledella Cantabria, a 65 km da Santander, la capitaledellaprovincia. Si tratta di unalocalitàturisticasullacosta. • Il livelloeconomico e socialedeglistudenti è medio basso. Le principaliattivitàeconomichedellelorofamigliesonoilterziario (52,7%), ilsettoreittico (21,1%), l’industriaimmobiliare (18,5%) e l’industria in generale (7%). Il 15% deigenitori è disoccupato e la disoccupazione è in aumento • La maggior parte dei 269 bambini chefrequentano la scuolaprovieneda San Vicente de la Barquera e daipaesinivicini. Il 2,69% dei bambini è emigratodalSud America. L’ 1,10% dei bambini sononomadi (zingari) a forte rischio di esclusionesociale e pochi di lorovengonodafamiglie non strutturate o dasituazioni di svantaggiopersonalefamiliare

  14. CEIP "MataLinares" • Primary school – local – public con 251-500 alunni • Staff di 21-50 persone • Orario unico h 9.30 e le h 14.30 per i bambini, gli insegnanti finiscono alle 15.30 • I bambini possono andare in questa scuola dai 2 agli 11 anni poi vanno alla scuola Secondaria per 4 anni, dai 12 ai 16. Quando hanno 17 -18 anni iniziano i due anni di "bachillerato“. Infine vanno all’ Università quando hanno 18 anni

  15. DUE SCUOLE A CONFRONTO. ALCUNI DATI

  16. Spazi speciali che ci sono piaciuti • Biblioteca e appuntamento settimanale con un genitore: animazione alla lettura • Andiamo al mercato: i bambini imparano il valore dei soldi e quanto costano gli alimenti • “Fancydress party” • Laboratori artistici sui grandi pittori spagnoli (video nella sezione Comenius del nostro sito)

  17. Importanza dell’inglese come lingua veicolare • Progetto Comenius • Progetto della comunità locale che permetterà alla scuola di avere un madrelingua inglese nel prossimo anno scolastico • Uso effettivo dell’inglese nella scuola (canzoni, teatro, gioco a squadre)

  18. Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa comunicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.