slide1 l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
CHE COSA E’ LA DISLESSIA PowerPoint Presentation
Download Presentation
CHE COSA E’ LA DISLESSIA

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 15

CHE COSA E’ LA DISLESSIA - PowerPoint PPT Presentation


  • 210 Views
  • Uploaded on

CHE COSA E’ LA DISLESSIA. Definizione Come si manifesta Come affrontarla Professionalità coinvolte Test Diagnostici Esempi di schede di recupero ( Tratte da Educhandicap, guida didattica su dislalie, disfasie, dislessie, disgrafie ) Sitografia Dislessia NEWS

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'CHE COSA E’ LA DISLESSIA' - allie


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

CHE COSA E’ LA

DISLESSIA

  • Definizione
  • Come si manifesta
  • Come affrontarla
  • Professionalità coinvolte
  • Test Diagnostici
  • Esempi di schede di recupero (Tratte da Educhandicap, guida didattica su dislalie, disfasie, dislessie, disgrafie)
  • Sitografia
  • Dislessia NEWS
  • Software DIdattici
slide2

- TutoreDattilo -

Tutore dattilo è un’applicazione pensata per aiutare i bambini, ma anche gli adulti meno esperti,all’uso della tastiera del computer.

la dislessia
LA DISLESSIA

E’ una difficoltà che riguarda la capacità di leggere e scrivere in modo corretto e fluente.

In Italia la dislessia è poco conosciuta, benchè si colcoli che riguardi almeno 1.500.000 di persone.

La dislessia non è causata da un deficit di intelligenza né da problemi ambientali, psicologici, da deficit sensoriali o neurologici.

slide5

Come si manifesta

  • Il dislessico spesso compie errori caratteristici nella lettura e nella scrittura,invertendo lettere e numeri ( es. 21 –12 ) e la sostituzione di lettere (m /n - v / f - b / d ).
  • A volte non riesce ad imparare informazioni in sequenza:
  • Tabelline
  • Lettere dell’alfabeto
  • Giorni della settimana
  • Mesi dell’anno
  • Fa confusione su i rapporti spaziali e temporali ( dx / sx; ieri-oggi)
  • Ha difficoltà motorie (es allacciare le scarpe).
slide6

Come affrontare la dislessia

La diagnosi può essere fatta da specialisti esperti, mediante specifici test.

La diagnosi permette di capire che cosa sta succedendo ed evitare gli errori più comuni.

slide7

Le professionalità coinvolte nella valutazione di D.S.A.

Neuropsichiatra

infantile per visite

neurologiche

Neuropsichiatra

per la valutazione

dell’efficienza

intellettiva

Psicologo-

neuropsichiatra-

logopedista e

psicopedagogista

per apprendimenti

specifici

slide8

Esempio di esercizio per l’assimilazione e il rafforzamento della sintesi sillabica CA-CO-CU

slide11

DISLESSIA NEWS

Nuova tecnica diagnostica per la dislessia (16/05/2000)

Non è una novità che alcuni bambini trovino delle difficoltà a scuola, infatti fin da quando ebbe origine la scuola sono esistiti i cosiddetti "secchioni" ed anche i cosiddetti "asini". In presenza di bambini con difficoltà di applicazione e di apprendimento, ciò che è importante è capire se il bambino è davvero intellettualmente incapace, o se invece sia solo svogliato o addirittura soffra di qualche disturbo dell'apprendimento.Non è certo facile fare un'indagine in tal senso, ma almeno per uno di questi disturbi, la dislessia, potrebbero aprirsi le porte ad una tecnica diagnostica affidabile. Questo disturbo va ad interferire con la capacità di leggere e scrivere e ne soffre almeno il 12 per cento dei bambini delle elementari.Il Kings College in Pennsylvania ha condotto una ricerca su un campione di 50 studenti con lo scopo di individuare la dislessia in età prescolare. I ricercatori del Kings College hanno equipaggiato questi bambini con una cuffia stereo dotata di sensori che sono stati collocati vicino alle orecchie ed agli occhi; ai bambini venivano inviati degli stimoli sonori ai quali essi dovevano rispondere con un rapido battito di palpebre; ai segnali sonori, poi, faceva seguito uno sbuffo d'aria: lo scopo da raggiungere per i soggetti in esame era quello di rispondere con il battito di palpebre entro il più breve tempo possibile così da evitare lo sbuffo. Ebbene, i bambini affetti da dislessia hanno dimostrato di non riuscire a dare alcuna risposta al segnale sonoro, mentre quelli normali hanno imparato subito a battere le palpebre.Intorno al metodo graviteranno ancora ulteriori ricerche e studi, ma se come si crede esso si rivelerà affidabile, sarà possibile intervenire per correggere il difetto già in età prescolare così da non compromettere i futuri profitti scolastici di questi bambini.

Torna alla Pagina iniziale

slide12

SCOPERTO UNO DEI GENI RESPONSABILI DELLA DISLESSIA (15/05)

Scoperto un altro gene, sul cromosoma 7, responsabile di alcune forme ereditarie di dislessia, la disfunzione neurologica che rende difficile comprendere e usare le parole. I dati raccolti da ricercatori finlandesi, in uno studio pubblicato sul 'Journal of Medical Genetics', confermano inoltre precedenti studi che avevano gia' indicato un coinvolgimento nella dislessia anche del cromosoma 2. Juha Kere, dell'Universita' di Helsinki, in collaborazione con il Karolinska Institute di Huddinge, hanno esaminato il Dna di 11 famiglie in cui erano presenti 38 pazienti dislessici. Le ricerche si sono concentrate su 376 diversi 'punti caldi' del genoma, distribuiti, sia su cromosomi segnalati come 'sospetti' da precedenti studi (2, 3, 6, 15 e 18) che su altri. Le analisi hanno confermato che un gene sul cromosoma 2 (2p) puo' predisporre alla dislessia, ma un secondo gene e' stato identificato sul cromosoma 7. In molti dei soggetti dislessici era infatti presente una mutazione proprio nella posizione 7q32. Future ricerche dovranno chiarire se la mutazione crea semplicemente dei problemi di linguaggio che divengono evidenti quando sono presenti altre mutazioni o se e', essa stessa, una causa specifica della dislessia.

Sezioni

Pediatria

Gravidanza

Analisi cliniche

Diabete

Tumori

Ginecologia

Ortopedia

Viaggi

Endocrinologia

Orecchie e gola

Trapianti

Chirurgia

Cardiologia

Genetica

Psicologia

Dermatologia

Oculistica

Dossier

Prontuario A L

Prontuario M Z

Farmaci generici

Ricerca articoli per parole

slide13

S I TO G R A F I A

  • Per chi volesse farsi una cultura sulla dislessia può visitare questi siti:
  • www.dislessia.it
  • www.neuropsy.it/deficit/dislessia
  • www.prodigio.it
  • www.farmacia.it
  • www.logopedista.it
  • www.ezboard.com (forum di discussione)
slide14

Software per bambini dislessici

Tra i vari software segnaliamo alcuni programmi da utilizzare con bambini con D.S.A

SPEDY TEST : Test di lettura tachistoscopica per diagnosi di disturbi di lettura

LETTURA PROPORZIONALE : sistema di facilitazione ed allineamento alla lettura per soggetti dislessici

READING READINESS: sistema computerizzato per la riabilitazione dei disturbi di lettura e di scrittura

TEST DI KULHMANN : Test per l’analisi delle capacità discriminative per bambini di età 4 – 7 anni

Fonte www.lab-io.it

slide15

FINGER E PAINT : mette il soggetto al centro dell’azione “protagonista attivo”

Fonte www.tiflosystem.it

FAST FORWORD LANGUAGE . Software messo a punto dalla Scientific Learning Corporation della Stanford University di Palo Alto

Fonte www.superabile.it

SEGNALIAMO

Sul sito www.anastasis.it è possibile visionare molti software didattici.

C’è possibilità di download (demo)