equilibrio energetic o n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Equilibrio energetic o PowerPoint Presentation
Download Presentation
Equilibrio energetic o

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 15

Equilibrio energetic o - PowerPoint PPT Presentation


  • 115 Views
  • Uploaded on

Equilibrio energetic o. Energia proveniente da un alimento Energia digeribile e non digeribile Energia digeribile suddivisa in: Prod. Calore Attivita’ digestione ATP Composizione corporea (massa magra e grassa) Metodi di misura della massa corporea (BMI). Fabbisogni energetici.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Equilibrio energetic o' - aleta


Download Now An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
equilibrio energetic o
Equilibrio energetico
  • Energia proveniente da un alimento
  • Energia digeribile e non digeribile
  • Energia digeribile suddivisa in:
    • Prod. Calore
    • Attivita’ digestione
    • ATP

Composizione corporea

(massa magra e grassa)

Metodi di misura della massa corporea (BMI)

fabbisogni energetici
Fabbisogni energetici
  • L’energia viene utilizzata dal corpo per tre processi principali.
  • Tasso di metabolismo basale
  • Effetto termico del cibo
  • Attività fisica
tasso di metabolismo basale
Tasso di metabolismo basale
  • Il tasso di metabolismo basale (Basal Metabolic Rate) è l’energia usata per svolgere le normali funzioni corporee, come il flusso sanguigno, la respirazione e così via, è cioè l’energia spesa senza far niente! Le unità di BMR sono kJ/h/kg di peso corporeo. Per calcolare il BMR il paziente deve essere:
  • -         a riposo, disteso ma non addormentato
  • -         ad una temperatura costante e tiepida
  • -         valutato circa 12 ore dopo l’ultimo pasto o un qualunque esercizio
tasso di metabolismo basale1
Tasso di metabolismo basale
  • Il BMR è generalmente misurato per primo, al mattino. E’ proporzionale alla MASSA MAGRA (LEAN BODY MASS) e quindi gli uomini hanno un BMR più elevato delle donne. Le donne hanno una maggiore percentuale di grasso che è metabolicamente meno attivo. Il BMR di solito ammonta al 50-70% dell’energia totale consumata.
effetto termico del cibo
Effetto termico del cibo
  • E’ l’energia richiesta per la digestione e l’assorbimento e ammonta al 5-10% del dispendio energetico.
attivit fisica
Attività fisica
  • La quantità di energia consumata dipende dalla durata e dall’intensità dell’esercizio. Il rapporto di attività fisica (Physical Activity Ratio) può essere misurato esprimendo l’attività come multiplo del BMR (ad es. BMR =1).
attivit fisica1
Attività fisica
  •  tasso metabolico durante l’esercizio / BMR.
  • Ad esempio:
altri fattori possono che possono influenzare la richiesta di energia
Altri fattori possono che possono influenzare la richiesta di energia
  • Cambiamenti della temperatura ambientale. Questo è un effetto molto piccolo a meno che la temperatura non sia estremamente fredda o calda.
  • Gravidanza e allattamento. Per i primi 6 mesi di gravidanza non è necessaria energia extra, ma per gli ultimi 3 mesi sono necessari ogni giorno 0.8 MJ (200 kcal) in più. Durante l’allattamento sono richiesti ogni giorno 2.0 MJ (500 kcal) in più.
  • Accrescimento. Il fabbisogno energetico nel primo anno di vita è doppio rispetto a quello in età adulta.
  • Età. Il BMR diminuisce dopo aver raggiunto un’età di circa 20 anni.
come si misura il fabbisogno energetico
Come si misura il fabbisogno energetico?
  • Calorimetria indiretta
  • La misurazione del consumo di O2 permette di misurare il tasso metabolico, poiché 1 litro di O2 consumato a riposo è uguale a 20kJ di energia spesa nell’ossidazione di grassi, carboidrati o proteine.
  • Spettrofotometria di massa indiretta
  • Si può misurare l’incorporazione di acqua doppiamente marcata (2H218O) all’interno di fluidi corporei e la sua perdita nelle urine.2H viene incorporato soltanto in H2O mentre 18O è incorporato sia in H2O che in CO2. La differenza tra essi è uguale alla CO2 prodotta.
regolazione dell assunzione alimentare
Regolazione dell’assunzione alimentare
  • Si ritiene che diversi sistemi partecipino alla regolazione dell’assunzione di cibo.
  • Il controllo complessivo è reputato essere a livello dell’ipotalamo
  • Ci sono due importanti aree per il controllo dell’assunzione di cibo:
  • Il centro della fame o del “cibarsi” nell’area ipotalamica laterale
  • Il centro della sazietà nel nucleo ventricolomediale
definizione di obesita
Definizione diObesita’
  • L’obesità può essere definita in termini di indice della massa corporea (Body Mass Index).
  • BMI (kg/m2) = peso  (altezza)2
  • La classificazione per il BMI è:
  • 20-25          peso ideale
  • 25-30 obesità di grado I (sovrappeso)
  • 30-35 obesità di grado II (obeso)
  • +35 obesità di grado III
obesita definizione
Obesita’ definizione
  • Le tabelle forniscono degli intervalli di peso ideale per altezza.
  • I gradi di obesità II e III sono associati ad un aumento del rischio di vari disturbi clinici. Un BMI di 20-25 si considera essere l’intervallo per il peso ideale.
  • Le Tabelle possono variare da paese a paese.
  • Es. in USA questi pesi ideali sono ottenuti da tabelle compilate dalle compagnie di assicurazione e si basano sui dati ottenuti dalla classe medio-alta Caucasica.
obesita cause
OBESITA’ - CAUSE
  • Nel Regno Unito il 45% degli uomini e il 36% delle donne è sovrappeso. Di questi, circa l’8% degli uomini e il 12% delle donne è obeso. Le cause dell’obesità sono discusse nella Tabella.
  • Una ricerca recente suggerisce che ci sia un gene per l’obesità, rafforzando l’ipotesi di cause genetiche. Comunque, la causa più ovvia è ancora lo squilibrio tra energia introdotta e consumata.
conseguenze cliniche dell obesit
Conseguenze cliniche dell’obesità
  • Le conseguenze cliniche più importanti sono un aumento del rischio di malattie cardiovascolari, NIDDM (diabete mellito non insulino-dipendente) e ipertensione.