collegio docenti 1 sett 2010 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Collegio Docenti 1 sett. 2010 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Collegio Docenti 1 sett. 2010

play fullscreen
1 / 56
Download Presentation

Collegio Docenti 1 sett. 2010 - PowerPoint PPT Presentation

adem
134 Views
Download Presentation

Collegio Docenti 1 sett. 2010

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Collegio Docenti 1 sett. 2010 Ist. Comprensivo Villanova

  2. Parole chiave • Democrazia(rispetto delle regole, regolamento d’Istituto, voto di condotta) • Collaborazione(lavoriamo insieme per una qualità eccellente, non accontentiamoci.. ) • Condivisione(parliamoci+collaborazione) • Disponibilita’(ci sono sempre…però…) • Correttezza(apertura verso “l’altro” collega/alunno/famiglia)

  3. Misurare per migliorare (se stessi e gli alunni…il contesto) • Valutare ( cardine del nostro lavoro) • Ricercare (chi e’ curioso e’ vivo…) • Competenze • Continuità

  4. Argomenti in discussione ODG • Dati statistici: iscritti, operatori, strutture sedi: • Orari lezioni e mense • Incarichi a docenti:funzioni strumentali al POF, vicario, collaboratori, coordinatori, fiduciari,“figure nuove”. • Commissioni • Referenti d’istituto • Componenti dello staff e modalità attuative delle operazioni di staff. • Registri di classe e personali • Gruppo di lavoro HC • Aggiornamento docenti

  5. Dati statistici ISCRITTI

  6. SEDI

  7. Orari e mense La strutturazione degli orari dei vari segmenti è lasciato ai docenti che comunicheranno entro 27 settembre l’orario definitivo. L’orario della secondaria è provvisorio per la parziale mancanza di personale, verrà ufficializzato nei prossimi giorni. Si auspica non oltre il 27 settembre (definitivo) Inizio servizio mensa : 27 settembre, Lunedi’. Per Scuola Infanzia:27 settembre Si confermano i giorni di rientro: Primaria:martedì, giovedì e venerdì. Villan Cap e Bgo Stazione rientrano a scavalco il Lunedì. Secondaria: Lunedì, Martedì, Mercoledì

  8. Sdoppiamento classe prima primaria a Villanova Tot. Alunni 62= 20, 20, 21 Ore tot da coprire 315, docenti 14.5 35 ore mensa, 10 ore cmpr+30 sostegno (- per gravità caso Enea) = 40 ore cmpr

  9. Capienza Strutture La struttura di Villanova cap. non è in grado di accogliere tutto il personale. Richiesta al Comune per utilizzo altri spazi; es. palazzo Richetta. Due Classe di SSdPg verrebbero spostate in “succursale”.

  10. Calendario incontri con DS Venerdi’ 3 sett. ore 11.00 c/o DS (organico, orari, calendario impegni) • Baiotto/Capusso Villanova • Bosticco Cellarengo • Cravanzola Valfenera • Miatello B.go Stazione • Berrino San Paolo • Lisa Dusino

  11. STAFF DI SUPPORTO ALLA DIRIGENZA: Funzioni strumentali al Piano dell’Offerta Formativa (Art. 28 comma 1 del C.C.N.L. 1999 e art. 37 del C.C.N.INTEGRATIVO 1999) Collaboratori (Art. 25 bis comma 5 del D. L. 29/93; CC.MM. nn 193 e 205/2000 )

  12. FSP……. • I docenti incaricati di funzioni strumentali al POF parteciperanno alle riunioni esterne alla scuola che saranno indette da organismi o enti. La partecipazione sarà obbligatoria se in relazione all’incarico. La non disponibilità sarà concordata con il DS. • Ogni referenza di commissione “vale” 5 ore, la partecipazione agli staff dell’anno scolastico “vale” 10 ore forfetarie. • La partecipazione a commissioni o attività non strettamente legate all’incarico verrà retribuita come da contrattazione integrativa d’istituto. • L’incarico di FSP prevede forfetariamente n. 100 ore d’impegno annue, se tale n. di ore non venisse documentato opportunamente il pagamento delle ore aggiuntive in relazione ad altri incarichi non potrà essere effettuato. • Ogni FSP sarà responsabile di almeno un progetto relativo all’area d’incarico, se presente. • Le FSP possono essere suddivise fra piu’ docenti. • I collaboratori sono considerati alla stregua di FSP.

  13. VICARIO GIANOTTO Anna Maria Sostituzione del DS in caso di sua assenza Collaboratore organizzativo. Coordina, propone il Regolamento d’Istituto. Verbalizza sedute collegiali unitarie di Istituto. Verbalizza le sedute del Cons. Istituto in assenza del collab. Strazzacappa Compiti di accoglienza e couseling. Referente di Commissione Saperi minimi Controllo stesura verbali scuola primaria e media. Analisi stesura verbali scuola primaria Analisi congruenza programmazione.

  14. Collaboratori Strazzacappa Gabriella Coordina, propone il Regolamento d’Istituto. Verbalizza sedute collegiali unitarie di Istituto in assenza del vicario. Verbalizza le sedute del Cons. Istituto Analisi stesura verbali scuola primaria Analisi congruenza programmazione. Referente di commissione continuità Referente Progetti Esterni

  15. Coordinatori di plesso I referenti di plesso sono i coordinatori. Un coordinatore per 100 alunni o multipli. Il coordinatore si occupa di: • Concordare e presentare orario docenti • Presentare/proporre progetti di plesso • Partecipare alle riunioni di coordinamento • Organizzare sostituzioni colleghi assenti • Comunicare report mensile.

  16. Tabella per valutazione situazione plessi e relativo compenso (da proporre a RSU)

  17. Coordinatori Scuola Secondaria 1° (uno per classe: Italiano, Matematica, Inglese) • Comunicazioni scuola-famiglia • Propongono convocazione (a firma DS) di genitori di alunni (sentito il CdC) • Redigono tabella valutativa di classe e sintetizzano tabella “casi gravi/difficili” per comunicazione DS • Verificano che il verbale delle riunioni sia tempestivamente redatto • Comunicano con la Dirigenza

  18. I coordinatori interpretano il loro ruolo attraverso l’attenzione posta per la didattica e l’organizzazione della stessa nei vari plessi. Rispondono direttamente alla direzione e ne cercano la collaborazione in caso di assenza dei docenti, situazioni problematiche che possano emergere nei confronti di docenti-famiglie, disagio dei bambini o difficoltà di apprendimento. Mantengono i rapporti con le famiglie e la scuola.

  19. “Figure nuove” La figura di coordinatore in particolare: -assolve un compito preciso con contorni netti, il suo territorio di osservazione avrà come riferimento sistematico il regolamento d’istituto, letto e firmato da alunni, docenti e famiglie; -non dovrà svolgere nessuna autonoma azione repressiva , ma dovrà muoversi in un’ottica di condivisione delle regole e delle procedure, semplici e numericamente minime ma chiare e comprensibili da tutti in modo da evitare le occasioni conflittualità; -non rappresenta il “cerbero” o la parte “cattiva” dell’ Istituto, ma è colui/colei che applica le regole in modo oggettivo; -redige mensilmente un report nel quale vengono annotati i tempi e i comportamenti meno consoni al regolamento o situazioni comunque da evidenziare -partecipa, se invitato, alle riunioni di organizzazione strutturali per illustrare la sua esperienza e proporre soluzioni o comportamenti; -ha la possibilità di intervento sanzionatorio (concordando con DS) per i casi più delicati in particolare se trattasi di diniego al divieto di FUMARE, di reiterato arrivo in ritardo, di uscita anticipata senza giustificato motivo;

  20. “Figure nuove” • Il Vicario • La figura in oggetto: • opera in qualità di anello di congiunzione fra i docenti, il coordinatore didattico, la Direzione • attiva sinergie positive fra gli operatori; • analizza la buona tenuta e compilazione dei registri, archivia la documentazione prodotta da docenti e dal DS; • segue, motivandoli al meglio, i docenti meno esperti, • raccoglie le osservazioni e le richieste dei docenti per poterle presentare al DS e discutere con Collaboratori e staff. • NON RISPONDE DI ASSUNZIONI DI RESPONSABILITA’ PER ASPETTI GESTIONALI DI: personale e bilancio.

  21. STAFF Lo staff di Direzione è composto: Dirigente scolastico Collaboratori e Vicario Figure strumentali al POF DSGA (su invito)

  22. Operativamente Programmare il tempo POST MENSA

  23. Operativamente • Schema progetto/attività • CRITERI di valutazione del PROGETTO: • analisi del contesto • obiettivi del progetto • articolazione e programma degli interventi • criteri della verifica • Orientamento alla ricerca

  24. Operativamente Il percorso di progettazione dei percorsi formativi con criteri di INDIVIDUALIZZAZIONE e PERSONALIZZAZIONE Deve portare alla costruzione di un vero e rispettato PATTO FORMATIVO con le famiglie. (referente da nominare)

  25. Programmazione (nuovi curricula) FOTOGRAFIA dell’ALUNNO a cura dell’equipe pedagogica COSA DOBBIAMO/VOGLIAMO/POSSIAMO FARE PER NOSTRI RAGAZZI? COME INTENDIAMO PROCEDERE PER SVILUPPARE E REALIZZARE GLI OBIETTIVI?

  26. Programmazione In particolare verra’ posta la massima attenzione possibile sui processi di coerenza fra il programmato e l’eseguito. L’attenzione diventera’ puntuale nei casi in cui la realizzazione del programmato non sia stata messa in discussione o modificata “in itinere”. Ogni momento di confronto programmatorio dovra’ essere documentato con riferimento ad una serie di voci da sviluppare e concordare.

  27. Registri di classe e personali • Conferma uso registro di classe per scuola primaria • Analisi per modificare struttura del registro personale scuola primaria (valutazione per una costruzione autarchica). Commissione continuita’. • Registri: atti pubblici di diritto Amministrativo. Il docente è un pubblico ufficiale. • La compilazione deve essere precisa, puntuale e coerente. • Attenzione particolare alla registrazione delle assenze e degli argomenti.

  28. Registrazione La registrazione in atto pubblico è dovuta dal pubblico ufficiale che assume la responsabilità di quanto redatto. Le valutazioni siano trascritte immediatamente sul registro e tempestivamente comunicate per iscritto alle famiglie. I verbali devono essere redatti al termine della riunione e, pur non dovendo essere una mera riproduzione della discussione ne deve essere una fedele e significativa rappresentazione. Non sono ammessi aggiornamenti successivi.

  29. Gruppo H • Componenti di diritto:docenti sec. e primarie incaricati del sostegno • Attenzione alla programmazione di classe e in classe. • Analizzare con i docenti di classe il profilo dell’allievo DA. • Coinvolgimento parentale mirato e preciso. • Sostegno alla classe per un miglior sostegno al soggetto disabile. • L’assenza dell’alunno DA come occasione di lavoro in classe. • Stesura della programmazione discussa e progettata in CdC • Redazione di verbale/i d’incontro/i programmatorio/i per l’analisi dei casi e del percorso formativo.

  30. Formazione classi prime della Sec. 1° • Test ingresso: prima parte “psico-attitudinale” seconda parte specifica della disciplina. • Valutazione: a punteggio di ogni test, osservazione diretta (comportamento sociale, reazione alla metodologia disciplinare, contesto classe..), analisi delle informazioni della scuola primaria, desiderata parentali. • Assegnazione: per ogni alunno verra’ redatto un profilo iniziale sintetizzato con un punteggio da 1 a 100.

  31. Test d’Ingresso Particolare attenzione alla formazione classi prime secondaria 1° • Test ingresso per rilevare: • conoscenze di partenza (saperi minimi di base richiesti per la frequenza alla scuola secondaria di primo grado), cosa so fare di ……….(elenco discipline) • test NON solo correlati a contenuti ma a giochi di simulazione, situazioni reali legate al loro ambiente, comprensione del testo, calcoli senza uso della calcolatrice, ecc….). • Uguali per tutti, suddivisi in due parti. • Prima parte: sequenze, serie, abbinamenti logici, correlazioni. • Seconda parte: specificità disciplinari ma evitando i “quiz”.

  32. Valutazione ( punteggio max 100 pti) • Valore del test: 40 • Osservazione diretta: 30 • Informazioni Scuola Primaria: 25 • A disposizione CdC: 5 I punteggi verranno consegnati dal referente CdC al DS nel quadro della valutazione iniziale.

  33. Tempi di lavoro/i - Impegni Presentazione programmazioni disciplinari: Classi prime: 11 ottobre Altre classi: 7 ottobre Classi terminali: 1 ottobre

  34. Il Patto… Presentazione, stipulazione e firma PATTO FORMATIVO con le famiglie ( in occasione del rinnovo organi collegiali, consigli di classe, interclasse, comitato mensa): Infanzia: 27 ottobre ore 17 Primaria: 27 ottobre ore 14 Sec 1°: 28 ottobre ore 14,30

  35. ……ribadisco che… • Per la secondaria:la collegialita’ sara’ organizzata in incontri mensili circa (Giovedì pom. ) • Si lavora anche ( volontariamente) per dipartimenti, alternando con CdC una maggior frequenza rispetto anno precedente. • I dipartimenti saranno per classi parallele • Per l’ora di ricevimento parenti, si attiva la formula dell’appuntamento. • L’ora che si risparmia si utilizza per la collegialita’. Ovvero (CCNL art. 29) 40 ore per CdC e attivita’ collaterali. ( in seguito programmate)

  36. ……..insisto con… • Test finale per verificare il trend di crescita ( o meno ) delle competenze/conoscenze. • Liberarsi dall’ossessione del programma cognitivo…(Saperi Essenziali) • Analisi statistica delle performance, anche future per la scuola sec 2°

  37. Orari ..ante 13 settembre.. da Lunedi’ a Venerdi’ Scuola infanzia: 8 – 12.30 Scuola primaria: 8,45 – 12,30 Scuola sec. 1°: 8,45 – 12,00 6 settembre: Villanova chiude per Santo Patrono

  38. Impegni immediati Collegi docenti NON unitari Infanzia: 7 SETTEMBRE ore 11.30 Primaria: 8 SETTEMBRE ore 8.30 Secondaria:9 SETTEMBRE ore 12 sbf

  39. Impegni immediati Prossimo collegio docenti unitario: 10 settembre 2010 Ore 9 ODG: • Aggiornamento docenti • Orario docenti • Impegni docenti • Corsi di recupero • DL 28 Agosto 2008 e successivi….. • “Nuove” tipologie di valutazione e voto di condotta sbf

  40. Impegni immediatiMercoledi’ 8 sett. 2010 I seguenti docenti sono convocati in Ufficio di Dirigenza il 8 sett. 2010 alle ore 8.30 Palmeri, Faravelli, Tessiore, Marocco. I seguenti docenti sono convocati in Ufficio di Dirigenza il 8 sett. alle ore 9 Vallini, Malandrone, Marcia, Spirito, Colla, Strazzacappa, Gianotto

  41. Mercoledi’ 8 sett. 2010 Ore 10.30

  42. Ore 11.15 Ore 12.15

  43. Ore 13

  44. Un saluto particolare Desidero porgere un particolare saluto di benvenuto ai colleghi che lavoreranno con noi per la prima volta. Auguro a tutti un sereno anno scolastico.

  45. Orario...post 13 settembre • Infanzia: “…hic sunt leones…” le sezioni dei piccoli iniziano a orario ridotto. I grandi possono iniziare a pieno regime. • Primaria: le attivita’ pomeridiane a prevalente strategia laboratoriale. • Sec.1°: maggior parte delle lezioni di “studio” in orario antim, nel pomeriggio attivita’ laboratoriali. I percorsi pomeridiani saranno programmati a parte con allegati alla programmazione generale. NB: Per l’orario assegnato al pom. i docenti dovranno presentare idonea, coerente e adeguata programmazione “a latere”, anche sotto forma di progetti (codocenze, recuperi, approfondimenti).

  46. Programmazione Orari e modalita’ programmazione: L’attività di programmazione per la scuola primaria si svolge dalle ore 14 alle 16 di ogni mercoledi’. A rotazione ( Cellarengo, Valfenera, Dusino, Villanova A (cl I e II), Villanova B (cl III, IV, V), B.go Stazione) primo incontro 22 settembre 2010 in sede Direzione per supporto al DS.

  47. VARIE Temi Aggiornamento: • Didattica/Metodologia, • Valutazione per competenze • DSA, • Informatica, • Sicurezza.

  48. VARIE Anche quest’ anno l’orario del TN termina alle 16 e impone per 45’ l’assistenza per coloro che non possono raggiungere le loro abitazioni. INVALSI Report in www.invalsi.it/download/rapporti

  49. VARIE • Incontro ASL al Giobert 2 settembre ore 10 – Gianotto (Circolare DS) • Posticipo incontro docenti SC Motorie Giobert 10 settembre ore 10 – Ferraris (Circolare DS)