ROOT Tutorial
Sponsored Links
This presentation is the property of its rightful owner.
1 / 29

ROOT Tutorial PowerPoint PPT Presentation


  • 95 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

ROOT Tutorial. ROOT Webpage http://root.cern.ch. ROOT User’s guide http://root.cern.ch/drupal/content/users-guide. Installazione: Pro version 5.32/00 Windows 7/Vista/XP/NT/2000 supported http://root.cern.ch/drupal/content/production-version-532. Windows 7/Vista/XP/NT/2000. Recommended.

Download Presentation

ROOT Tutorial

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


ROOT Tutorial


ROOT Webpage

http://root.cern.ch

ROOT User’s guide

http://root.cern.ch/drupal/content/users-guide


Installazione: Pro version 5.32/00

Windows 7/Vista/XP/NT/2000 supported

http://root.cern.ch/drupal/content/production-version-532


Windows 7/Vista/XP/NT/2000


Recommended


Linux

  • - Precompiled Binaries: Scegliere il file in base al proprio sistema operativo

  • Source: più veloce da scaricare, ma da compilare e linkare

  • Guida per l’installazione:

  • http://root.cern.ch/download/doc/28InstallandBuild.pdf


Binaries precompilati

1) Download da

http://root.cern.ch/drupal/content/production-version-532.


2) Unzip, untar and install

$ gunzip root_v5.32.01.Linux-slc5-gcc4.3.tar.gz

$ tar xvf root_v5.32.01.Linux-slc5-gcc4.3.tar

Verrà creata una cartella root

3) Variabili d’ambiente (leggi il file README/README)


Source

1) Download da

http://root.cern.ch/drupal/content/production-version-532.


2) Untar and install

$ tar zxvf root_v5.32.01.source.tar.gz

Verrà creata una cartella root

$cd root

$ ./configure --help

$ ./configure [<arch>]

$ (g)make

3) Esporta le variabili d’ambiente

$ export ROOTSYS=<path>/root

$ export PATH=$ROOTSYS/bin:$PATH

$ export LD_LIBRARY_PATH=$ROOTSYS/lib:$LD_LIBRARY_PATH


Lanciare una sessione ROOT

  • Windows

  • Icona sul desktop

  • Prompt di comandi MS-DOS

Linux

$ root


  • Windows

  • Icona sul desktop

  • MACRO nella cartella C:\root\macros\

  • File in/out nella cartella C:\root\

  • Prompt di comandi MS-DOS

  • Posizionarsi nella cartella di lavoro con l’istruzione: cd path

  • Aprire un sessione di root digitando: root


Alcuni comandi di ROOT

root[].q per uscire dalla sessione corrente di ROOT

root[ ] .x nome-file.C  per eseguire un programma scritto precedentemente. E' altresi' possibile eseguire un programma all'avvio della sessione di ROOT digitando al prompt dei comandi root nome-file.C

root[ ].!comando-shellper eseguire un comando della shell

ES: root[ ] .!ls visualizza il listato dei file della directory corrente,

root[ ] . ! dir analogo per Windows

root[ ] .ls per vedere gli oggetti dichiarati nella sessione corrente

root[ ] .? per vedere la lista di tutti i comandi


Al prompt di ROOT è possibile digitare direttamente le istruzioni C++

ES: root[ ] cout << "Hello World" << endl;

   Hello World

   root[ ] int a = 10;

   root[ ] cout << a << endl;

   10

Per eseguire blocchi di istruzioni, si inizia digitando { e si finisce il blocco con }

ES:  root[ ] {

    End with '}'> cout << "a" << endl;

    End with '}'> cout << "b" << endl;

    End with '}'> }

    a

    b


Per eseguire un blocco di istruzioni scritte in un file (supponiamo che il file si chiami esempio1.C):

Per eseguirlo digitare

    root[ ] .x esempio1.C

oppure dalla shell

> root esempio1.C


Per eseguire un programma scritto in un file (supponiamo che il file si chiami esempio2.C):

Per eseguirlo digitare root[ ] .x esempio2.C(4)

oppure dalla shell> root esempio2.C

(NOTA: il nome della funzione principale deve essere lo stesso di quello del file)


BrowserROOT dispone di un browser grafico (classe TBrowser) che consente di visualizzare gli oggetti dichiarati nella sessione corrente. Per esempio e' possibile vedere i file aperti, eventuali istogrammi dichiarati,... Per aprire il browser, eseguire al prompt di ROOT il comando:

    root[ ]b = new TBrowser();


ARGOMENTI TRATTATI NEL TUTORIAL

GRAPH

RANDOM GENERATOR

FUNCTION

HISTOGRAM

TREE


Funzioni matematiche

La classe di ROOT per disegnare funzioni ad una sola variabile e' la TF1. E' possibile disegnare funzioni di due variabili usando la classe TF2.

TF1(const char* name, const char* formula, Double_t xmin = 0, Double_t xmax = 1)

Esempio:


il metodo Draw() disegna una serie di cose prima di disegnare la funzione. Viene infatti visualizzata una finestra (canvas, classe TCanvas) e un sistema di assi (frame, classe TFrame)

Per modificare l’aspetto grafico si può agire interattivamente o tramite linee di comando.

Altri metodi:


Grafici (scatter plot x-y)

La classe di ROOT per disegnare dei punti date le loro coordinatee' la TGraph.

TGraph(Int_t n, const Float_t* x, const Float_t* y)

TGraphErrors(Int_t n, const Float_t* x, const Float_t* y,

const Float_t* ex = 0, const Float_t* ey = 0)

TGraphAsymmErrors(Int_t n, const Float_t* x, const Float_t* y, const Float_t* exl = 0, const Float_t* exh = 0, const Float_t* eyl = 0, const Float_t* eyh = 0)


Esempio:

void grafico() {

const Int_t n = 20;

Double_t x[n], y[n];

for (Int_t i=0; i<n; i++) {

x[i] = i * 0.1;

y[i] = 10 * sin(x[i]+0.2);

}

TGraph *gr1 = new TGraph(n,x,y);

gr1->Draw("AP");

}

Per disegnare si usa il metodo Draw(option), dove alcune opzioni possibili sono:

"L" disegna una linea per unire i vari punti

"A" disegna gli assi

"*" disegna un * per ogni punto

"B" disegna un rettangolo per ogni punto

"P" il marker corrente e' disegnato per ogni punto

"C" una curva e' disegnata per congiungere i punti


Esercizio: utilizzare i dati dell’esperienza sull’assorbimento dei  e creare un grafico Rate VS Spessore

void assorbimento() {

const Int_t n = 6;

Float_t rate[n] = {1308, 732, 376, 197, 74, 53}; // conteggi al min

Float_t spessore[n] = {0, 0.5, 1, 1.5, 2, 2.5}; // spessore in mm

TGraph *gr1 = new TGraph(n,spessore,rate);

gr1->Draw("AP");

}

  • Aggiungere gli errori

  • Sottrarre il fondo dovuto ai cosmici

  • Scala logaritmica

  • Fit dei dati


void Fit(const char *fname, Option_t *option, Option_t *goption,

Axis_t xxmin, Axis_t xxmax)

*fname – nome della funzione di fit (predefinita o definita dall’utente)

gaus: Funzione gaussiana: f(x) = p0*exp(-0.5*((x-p1)/p2)^2))

expo: funzione esponenziale: f(x) = exp(p0+p1*x)

polN: polinomio di grado N: f(x) = p0 + p1*x + p2*x2 +...

landau: funzione Landau.

*option – opzioni del fit

"Q" Quiet mode (minimum printing)

"V" Verbose mode (default is between Q and V)

"E" Migliora la stima degli errori con la tecnica Minos

"M" Migliora i risultati del fit

"R" Usa lo stesso intervallo in cui è definita la funzione di fit

"N" Non disegna la curva di fit

*goption – opzioni grafiche (vedi il manuale di ROOT)

xxmin, xxmax – intervallo in cui effettuare il fit


Funzione predefinita

TGraph *gr1 = new TGraph(n,spessore,rate);

gr1->Draw("AP");

gr1->Fit(“expo”,””,””,0,3);

}

Oppure funzione definita dall’utente

TGraph *gr1 = new TGraph(n,spessore,rate);

gr1->Draw("AP");

TF1 *f1 = new TF1("f1",“exp([0]+[1]*x)",0,3); // Funzione con parametri

gr1->Fit(f1,””,””,0,3);

}

Oppure fit lineare una volta calcolato log(rate)


  • Login