slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
La promozione della bicicletta per la salute dott.ssa Susanna Morgante Progetto regionale “Lotta alla sedentarietà”

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 19

La promozione della bicicletta per la salute dott.ssa Susanna Morgante Progetto regionale Lotta alla sedentariet - PowerPoint PPT Presentation


  • 136 Views
  • Uploaded on

La promozione della bicicletta per la salute dott.ssa Susanna Morgante Progetto regionale “Lotta alla sedentarietà” tel 045/8075969 – email [email protected] http://prevenzione.ulss20.verona.it/att_motoria.html . Sintesi degli effetti dell’attività fisica sullo stato di salute.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'La promozione della bicicletta per la salute dott.ssa Susanna Morgante Progetto regionale Lotta alla sedentariet ' - shadow


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

La promozione della bicicletta per la salute

dott.ssa Susanna Morgante

Progetto regionale “Lotta alla sedentarietà”

tel 045/8075969 – email [email protected]

http://prevenzione.ulss20.verona.it/att_motoria.html

sintesi degli effetti dell attivit fisica sullo stato di salute
Sintesi degli effetti dell’attività fisica sullo stato di salute

vprotezione verso:

          le patologie cardiovascolari e l’ictus cerebri

          le dislipidemie e l’obesità

          l’ipertensione

          la comparsa del diabete e…

          nei diabetici, verso le complicanze del diabete

          l’osteoporosi

          il decadimento mentale e la depressione

          alcuni tumori (carcinoma del colon, mammella)

          la disabilità

          la disfunzione erettile

bicicletta e cardiopatie copenhagen heart study arch int med 2000 160 1621
Bicicletta e cardiopatieCopenhagen Heart Study - Arch Int Med2000;160:1621

Studio su 13.000 donne e 17.000 uomini tra i 20 e i 93 anni seguiti per 15 anni

Andare in bicicletta ha una forte funzione protettiva sulle cardiopatie e riduce la mortalità globale

Anche dopo aver controllato per gli altri fattori di rischio e per l’att. fisica nel tempo libero, i soggetti che andavano al lavoro in bicicletta avevano un tasso di mortalità più basso del 39%

La mortalità globale nelle persone sportive era circa metà rispetto a quella nei sedentari

slide4

Inquinamento

Malattie croniche

Incidenti stradali

Effetti psicologici

Capitale sociale

Rumore

………

Modifiche climatiche?

Cammino, bicicletta e prevenzione

slide5
OMS - Regional Office for EuropeCammino e biciclettahttp://www.euro.who.int/eprise/main/who/progs/trt/modes/20021009_1
  • In Europa la maggior parte degli spostamenti avviene in auto, anche su percorsi brevi -distanze inferiori a 3 kmin oltre il30%dei casi e a5 kmin oltre il50%dei casi.
  • Questo è uno dei motivi principali per cui il 30% degli adulti non pratica abbastanza attività fisica e l’obesità è aumentata del 10-40% tra l’inizio e la fine degli anni90.
  • Percorsi entro i 5 kmpotrebbero essere effettuati in bicicletta(15–20 minuti)o a piedi(30–50 minuti di cammino veloce);questi tempi corrispondono ai livelli di attività fisica raccomandati per mantenersi in buona salute
slide6

Gli adulti pensano

che le strade

sono troppo

pericolose

Il traffico aumenta

Gli adulti

portano i bambini

a scuola

in auto

Diminuiscono

i bambini

che vanno a scuola

a piedi o in bici

Il traffico aumenta

Le strade diventano

più pericolose

slide8
Promuovere l’attività fisica negli ambienti urbaniIl ruolo delle amministrazioni localiArmando Editore

Cosa possono fare le amministrazioni locali?

  • Progettare la città dando priorità all’uomo e non all’auto
  • Scoraggiare l’uso dell’auto: prezzi dei parcheggi; tasse per l’accesso alle città (come a Londra, Oslo, Stoccolma)
  • Proteggere il design tradizionale delle vecchie città
  • Ridurre l’espansione urbana incontrollata
  • Migliorare i trasporti pubblici e le piste ciclabili
  • Garantire l’equità (spazi verdi e piste ciclabili in tutti i quartieri; sicurezza)
  • Trasferire i parcheggi auto sottoterra e sostituirli con quelli per le biciclette
  • Incrementare i limiti di velocità…..
slide9
Promuovere l’attività fisica negli ambienti urbaniIl ruolo delle amministrazioni localiArmando Editore
  • Londra

dall’introduzione delle tasse sul traffico (2003) gli spostamenti in bicicletta sono cresciuti del 20%

  • York

ha vinto molti premi per la rete di trasporti non basata sulle auto private; priorità: pedoni > persone con problemi di mobilità > ciclisti > trasporti pubblici > auto

  • Monaco

270 km di piste ciclabili, 21.000 posti-bici

  • Salisburgo

il sindaco si sposta in bicicletta per gli impegni di lavoro

  • Copenhagen

città delle biciclette: ogni giorno i ciclisti coprono più di un milione di chilometri sulle vie della città

il pedala che ti passa
Il “Pedala che ti passa”

Biciclettate facili di una-due ore, a cadenza settimanale, in collaborazione con gli Amici della Bicicletta.

Per anziani, portatori di patologia cronica e persone non allenate.

Organizzate a Verona in aprile-giugno 2007 e 2008; stiamo tentando di esportare l’iniziativa in altre sedi del Veneto

il pedala che ti passa1
Il “Pedala che ti passa”

Durante le uscite della primavera 2008 è stato fatto compilare un questionario per gli utenti che ha evidenziato:

  • Gradimento elevato (media 9/10), forte coesione di gruppo
  • Tutti erano ben consapevoli dei benefici sia fisici che psicologici
  • 16/29 erano stati reclutati tranne l’associazione
  • Criticità: fattori ambientali (traffico, segnaletica stradale, poche piste ciclabili)

Dipartimento di Prevenzione e Clinica Malattie del Metabolismo Università di Verona, 2005/6

lo studio movimento e diabetici
Lo studio “Movimento e diabetici”

2005-2006: 59 diabetici di tipo 2; durata 6 mesi; 2 gruppi di pazienti, che hanno ricevuto:

- Counseling individuale e di gruppo sull’attività fisicae offerta di partecipare adattività organizzate di cammino o bicicletta (trattati).

- Istruzioni generiche sull’opportunità di incentivare l’attività fisica (controlli).

Risultati: nei trattati maggior incremento dell’AF totale (p 0.01) e del 6-min walk test (p 0.006) e modesto miglioramento Hb glicosilata e colesterolo

I trattati hanno incrementato l’AF in media di 6 MET/settimana e i controlli di 3 MET

Al termine dello studio riduzione dei farmaci nel 27% dei trattati e anche nel 5% dei controlli

Dipartimento di Prevenzione e Clinica Malattie del Metabolismo Università di Verona, 2005/6

slide14

Il progetto veneto

di lotta alla sedentarietà

  • Costituzione di reti locali (enti, associazioni)
  • Interventi per modificare l’ambiente urbano in senso favorevole all’attività fisica
  • Promozione del cammino e della bicicletta
  • Ginnastica in palestra, cammino e bicicletta per anziani e diabetici
  • Finanziamento/supporto di attività pilota (14 + 13 iniziative delle ASL venete)
  • Promozione dell’uso delle scale

POPOLAZIONE

GENERALE

POPOLAZIONE

GENERALE

ANZIANI

DIABETICI

ANZIANI

DIABETICI

P. GENERALE

POPOLAZIONE

GENERALE

slide15

Il progetto veneto

di lotta alla sedentarietà

  • Bimbinbici
  • Concorso piccoli cittadini per grandi strade
  • La collaborazione con la Facoltà di Architettura di Venezia (IUAV)
  • Lo studio su certificati e attività ginnico motoria in Veneto (VR, TV)
  • Pedibus
  • Formazione

degli operatori

7

il concorso piccoli cittadini per grandi strade
Il concorso “Piccoli cittadini per grandi strade”

Rivolto a ad associazioni e scuole di tutto il Veneto

Mirava a premiare il progetto più originale riguardante la promozione dell’attività fisica nella vita quotidiana dei bambini con la riqualificazione urbanistica (ad es. riappropriazione di spazi per il gioco o per gli spostamenti non a motore).

Hanno concorso 19 progetti, che riguardavano

  • pedibus e bicicletta per gli spostamenti casa-scuola,
  • percorsi escursionistici, sistemazione di parchi cittadini,
  • laboratori (ambiente, uso della bicicletta, cittadinanza attiva…)
  • educazione stradale e sportiva in orario scolastico.
il concorso piccoli cittadini per grandi strade1
Il concorso “Piccoli cittadini per grandi strade”

Vincitori:

  • Montecchio Maggiore - “Percorsi colorati”
  • Porto S. Pancrazio/Veronetta – Collegamento ciclopedonale fra i due quartieri

Menzioni speciali

  • Martellago – Pedibus e riqualificazione ambientale
  • Sottomarina-Chioggia – Ricerca toponomastica
  • Mestre – “Il triangolo del villaggio”
  • Fumane – “Didattica e territorio” (con laboratori di sensibilizzazione all’uso della bicicletta)
  • Treviso:Analisi dei percorsi e sensibilizzazione all’attività fisica, al cammino e alla bicicletta
  • Vicenza: Mappatura percorsi, modifiche viabilità e incontri educazione stradale
  • Valdagno: pista ciclopedonale
  • Monteforte: mobilità sostenibile, Bimbinbici e pedibus
slide18

Il progetto nazionale

  • Nell’ambito di “Guadagnare salute” è stato siglato un accordo tra
  • Dipartimento di Prevenzione - Verona
  • Ministero della Salute
  • Presidenza del Consiglio dei Ministri
  • Il progetto mira ad incrementare le attività della vita quotidiana (cammino; bicicletta, in collaborazione con la Fiab), a integrare la promozione dell’attività fisica con quella della sana alimentazione e ad agire sugli aspetti urbanistici che condizionano la sedentarietà.

L’attività motoria è finalizzata alla prevenzione delle malattie croniche e anche all’integrazione sociale dei disabili psichici e dei diversamente abili

sito web sull attivit motoria http prevenzione ulss20 verona it attmot html

Il sito web

Sito web sull’attività motoria:*http://prevenzione.ulss20.verona.it/attmot.html

Efficacia dell’attività fisica nella prevenzione delle malattie croniche

La legislazione nazionale e regionale

Il cammino, la bicicletta, l’uso delle scale

I determinanti ambientali dell’attività fisica

Documenti

Links

Contatti

Il programma e le attività regionali

Promozione dell\'attività fisica in Medicina Generale

*Sul sito sono disponibili materiali e video sulla promozione dell’attività fisica e degli stili di vita sani

16

ad