- APER-
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 18

- APER- PowerPoint PPT Presentation


  • 116 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

- APER-. Criticità nel sistema dei certificati verdi Autorità per l’energia elettrica e il gas Milano, 25 Marzo 2003. I vantaggi dei CV rispetto alla remunerazione in conto energia. A) sviluppare le rinnovabili in relazione ad un obiettivo B) raggiungere l’obiettivo fissato al minor costo

Download Presentation

- APER-

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Aper

- APER-

Criticità nel sistema dei certificati verdi

Autorità per l’energia elettrica e il gas

Milano, 25 Marzo 2003

Autorità per l’energia elettrica e il gas


I vantaggi dei cv rispetto alla remunerazione in conto energia

I vantaggi dei CV rispetto alla remunerazione in conto energia

  • A) sviluppare le rinnovabili in relazione ad un obiettivo

  • B) raggiungere l’obiettivo fissato al minor costo

  • C) specifico del caso italiano: trasferire parte degli oneri del CIP6 rinnovabile dai consumatori ai soggetti ad obbligo

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Aper

Fissato l’obbiettivo, i prezzi del CV seguono i costi degli impianti rinnovabili necessari a raggiungere il target

Q1

Q3

Qt

Q2

Incentivo: P: c€/kWh

8c€/kWh

Quantità: Q: GWh/anno

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Criticit

Criticità:

  • Vuol dire: identificare quali sono gli elementi che impediscono o rallentano il realizzarsi dei vantaggi di un meccanismo di certificati verdi nel disegno normativo italiano

  • Non vuol dire: identificare e correggere quali sono i punti deboli di un meccanismo di certificati verdi rispetto ad una remunerazione in conto energia, che verranno esposti con il caso inglese nel secondo intervento

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Criticit1

Criticità:

  • A) restringimento della domanda di CV

  • B) diluizione dell’offerta

  • C) prezzo CV GRTN

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Restringimento della domanda

Restringimento della domanda:

  • La domanda di CV è data dal 2% di energia soggetta ad obbligo; in Italia nel 2001 il consumo interno lordo è stato di 327TWh, sono risultati soggetti ad obbligo 165TWh ovvero solo il 50%

  • Importazioni : Il 15% circa del valore potenziale del mercato dei CV è devoluto -senza nessun vantaggio- agli esportatori di energia elettrica “certificata rinnovabile”

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Energia sotto obbligo su totale 2001

Energia sotto obbligo su totale 2001

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Energia sotto obbligo su totale 2002

Energia sotto obbligo su totale 2002

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Aper

Q1

Q3

Qt

Q2

L’esenzione delle importazioni riducono la domanda di CV e quindi l’obbiettivo di sviluppo del settore ed incrementano ilcosto del meccanismo

Incentivo: P: c€/kWh

8c€/kWh

Quantità: Q: GWh/anno

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Diluizione dell offerta

Diluizione dell’offerta:

  • I rifacimenti totali e parziali

  • La co-combustione in impianti esistenti

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Aper

Q1

Q3

Qt

Q2

Incentivo: P: c€/kWh

Importazioni

Rifacimenti

8c€/kWh

Quantità: Q: GWh/anno

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Rifacimenti parziali

Rifacimenti Parziali:

  • Il decreto 18/03/02

  • non è accompagnato da una stima d’impatto della regolamentazione

  • non prevede l’introduzione di un tetto

  • il potenziale di rifacimenti si avvicina potenzialmente ai 10TWh

  • gli investimenti nei rifacimenti rientrano con un costo del CV attorno ai 7c€/kWh

  • pertanto se il prezzi dei CV rimangono ai valori attuali gli operatori saranno incentivati a rifare impianti che non necessitano di rifacimento.

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Aper

Q1

Q3

Qt

Q2

Questo non significa ridurre i costi del meccanismo ma soltanto ridurre il target

Incentivo: P: c€/kWh

Il costo di rifacimento parziale può diventare il prezzo di riferimento del CV??

8c€/kWh

Quantità: Q: GWh/anno

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Diluizione dell offerta1

Diluizione dell’offerta:

  • Co-combustione in impianti esistenti

  • Coerenza con la normativa europea

  • il costo dei CV in co-combustione di impianti esistenti non include i costi capitali di un nuovo impianto ma solo i costi variabili di biomassa e rifiuti, le quantità sono determinante da eventuali vincoli ambientali di emissione o difficoltà tecniche degli impianti

  • La combustione di farine animali rappresenta un”incursione” nel mercato dei CV da parte di un settore estraneo -politiche agricole, rifiuti-

  • E’ auspicabile l’introduzione di un tetto o di una scadenza temporale

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Il prezzo del cv grtn

Il prezzo del CV GRTN:

  • Il prezzo del CV GRTN è il prezzo di riferimento sino a quando i CV di privati non soddisferanno la domanda

  • Il prezzo del CV GRTN non ha niente a che fare con il mercato delle rinnovabili ed è determinato da

  • i prezzi di incentivazione del CIP6, con relativi errori

  • le modalità e i prezzi di cessione dell’energia CIP6, oggi tramite asta domani sul GME(?)

  • le modalità -non note- con cui il GRTN sceglie il valore di cessione dell’energia CIP6

  • la permanenza dei vecchi e l’entrata in esercizio di nuovi impianti CIP6 -non nota-

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Aper

..sino a quando l’offerta di privati non soddisfa la domanda….

…grazie ai rifacimenti parziali e alla co-combustione il cui prezzo non è sufficiente per nuova capacità rinnovabile...

Q1

Q3

Qt

Q2

Nel peggiore dei casi…

...il prezzo del CV segue quello del GRTN...

Incentivo: P: c€/kWh

8c€/kWh

Quantità: Q: GWh/anno

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Nel migliore dei casi

Nel migliore dei casi...

  • L’alto prezzo del CV GRTN fa si che i soggetti ad obbligo si adoperino per introdurre nuova generazione rinnovabile per annullare i CV all’interno delle società stesse senza ricorrere a rifacimenti e co-combustione

  • tuttavia

  • I soggetti ad obbligo sono pochi e di grandi dimensioni

  • l’obbligo dei CV non fa parte del core business

  • ci sono comunque a disposizione i CV del GRTN

  • i rifacimenti e la co-combustione offrono grandi quantitativi di CV per singolo progetto e sono più vicini alle dinamiche gestionali delle società

  • creare un sistema di garanzie finanziare in cambio di CV con i piccoli produttori sembra l’ultima risorsa

Autorità per l’energia elettrica e il gas


Conclusioni i vantaggi dei cv rispetto alla remunerazione in conto energia

Conclusioni: i vantaggi dei CV rispetto alla remunerazione in conto energia

  • A) sviluppare le rinnovabili in relazione ad un obiettivo?

  • B) raggiungere l’obiettivo fissato al minor costo?

  • C) specifico del caso italiano: trasferire parte degli oneri del CIP6 rinnovabile dai consumatori ai soggetti ad obbligo?

Autorità per l’energia elettrica e il gas


  • Login