Tesina di giacomo distefano classe iii d scuola media mendola vaccaro anno scolastico 2009 2010 l.jpg
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 15

Tesina di Giacomo Distefano Classe III D Scuola Media Mendola-Vaccaro Anno Scolastico 2009/2010 PowerPoint PPT Presentation


  • 5383 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Tesina di Giacomo Distefano Classe III D Scuola Media Mendola-Vaccaro Anno Scolastico 2009/2010. La Droga. Italiano: La Droga Storia: La Guerra dell’Oppio Geografia: I Maggiori Produttori di Droga Scienze: I Circuiti Elettrici e le Leggi di Ohm

Download Presentation

Tesina di Giacomo Distefano Classe III D Scuola Media Mendola-Vaccaro Anno Scolastico 2009/2010

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Tesina di giacomo distefano classe iii d scuola media mendola vaccaro anno scolastico 2009 2010 l.jpg

Tesina di

Giacomo Distefano

Classe III D

Scuola Media Mendola-Vaccaro

Anno Scolastico 2009/2010


La droga l.jpg

La Droga

  • Italiano:La Droga

  • Storia:La Guerra dell’Oppio

  • Geografia:I Maggiori Produttori di Droga

  • Scienze:I Circuiti Elettrici e le Leggi di Ohm

  • Arte e Immagine:Il Surrealismo

  • Tecnologia:Le Grandezze Elettriche

  • Musica:L’Ottocento e il Romanticismo

  • Francese:L’UnionEuropéenne

  • Inglese:Drug, Alcol and Smoking

  • Costituzione e Cittadinanza: L’ONU


La droga3 l.jpg

La Droga

Ogni anno muoiono centinaia di persone per eccesso della droga, che scientificamente è una sostanza chimica che sviluppa un’ azione stupefacente, eccitante.

Le droghe più comuni sono l’ASHISH e la MARIJUANA e sono dette droghe leggere.

Gli ALLUCINOGENI sono droghe che provocano allucinazioni, la più nota è LSD.

Un altro tipo di droga sono le ANFETAMINE, che si trovano in pasticche,polvere o capsule, ma se vengono iniettate c’è rischio di prendere l’infezione da HIV.

Tra le altre droghe troviamo l’ECSTASY, che si trova in pasticche differenti ed è il derivato delle anfetamine.

L’EROINA è la droga pesante più diffusa. Per avere una nuova dose una persona può arrivare anche ad uccidere.

Per ultimo la COCAINA,estratta dalla foglia della coca. Questa droga provoca depressione, sonnolenza e una gran voglia di sniffare di nuovo.

Nasce l’idea di provare, solo per vedere o anche solo perché gli altri lo fanno. Dopo non si riesce più a farne a meno.

Molte persone nelle interviste hanno spiegato i motivi per cui cominciano a drogarsi, come Giovanna ed Elena, le quali a quattordici anni hanno incominciato a drogarsi.

Questo perché stavano male dentro, non si piacevano e si trovavano piene di difetti.

HOME


Slide4 l.jpg

Questo è solo un esempio delle storie di tanti ragazzi che sono entrati nel tunnel della droga.

In discoteca la parolina magica è ECSTASY. Un paio di pasticche a sera e tutto si accende come in un luna-park.

L’unico modo per uscirne è la comunità, e non è facile prendere questa decisione.

Questo aiuto non è dato ai genitori, la maggior parte dei quali, appena scoprono che il figlio fa uso di droghe, fa scoppiare l’inferno in casa con liti furibonde, invece di capirne i motivi.

Non è questa la soluzione; un figlio drogato va sempre aiutato con affetto, amore, e con tanta forza di volontà e voglia di donargli la possibilità di ricominciare da capo.

Un’altra proposta di legge è la LIBERAZZIONE e potrebbe alla vendita, all’acquisto e all’uso di droga.

Si verrebbe dunque a creare un mercato legale strettamente controllato, con limitazioni per i minorenni.

In Amburgo e Francoforte, distribuiscono siringhe pulite per prevenire il rischio di infezione del virus HIV.

La malattia causata da questo virus è comunemente chiamata A.I.D.S. .

Per risolvere il problema della droga anche l’ONU si è dato da fare.

Concludendo possiamo dire che è molto importante che la gente venga a conoscenza della grave questione della droga, sperando che in futuro si riesca a trovare un modo per risolvere definitivamente questo problema.

HOME


La guerra dell oppio l.jpg

La Guerra dell’Oppio

In Cina il colonialismo europeo non ebbe come scopo la conquista militare del territorio.

La Cina infatti era troppo grande e troppo popolata.

Lo scopo del colonialismo europeo fu la conquista commerciale di quell’enorme mercato.

All’inizio dell’Ottocento, gli inglesi erano interessati ad acquistare dai cinesi tè, seta e pocellane.

Ai Cinesi invece interessava acquistare l’oppio, una droga la cui vendita era vietata dal governo cinese.

Ignorando questo divieto, gli inglesi cominciarono a vendere l’oppio ai cinesi illegalmente.

Ma la Cina si accorse di questo traffico illegale e reagì.

Ne seguì una sporca guerra, la guerra dell’oppio, dal 1839 al 1842.

La vittoria inglese, ebbe graviu conseguenze per la Cina: essa fu costretta al libero commercio dell’oppio, ma dovette cedere anche la città di Hong Kong agli inglesi.

Liberi di commerciare sul territorio cinese, gli inglesi in pochi anni trasformarono la Cina in un mercato per le loro merci. Non si limitarono soltanto a vendere droga ma diffusero anche i loro prodotti industriali.

HOME


I maggiori produttori di droga l.jpg

I maggiori produttori di droga

Tra le capitali della droga spiccarono Uchita, Cali e Meddelin: la prima in Perù, le altre in COlombia, sono sede dei più importanti “cartelli” di narcotrafficanti: si tratta di associazioni Mafiose che operano in stretto collegamento con Cosa Nostra e con la malavita organizzata in tutto il mondo.

Sono ormai innumerevoli le vittime degli attentati preparati da questi “mercati di morte”, che non esitano a rispondere colpo su colpo ai successi riportati dal governo colombiano.

Gran parte dei laboratori di raffinazione furono trasferiti in brasile ed in Paraguay: si calcola che l’80% del traffico mondiale do cpcaoma sia in mano ai narcos-colombiani, il cui traffico costituisce uno dei problemi del mondo intero.

Come se non bastasse in Colombia è andata diffondendosi anche la coltivazione del papavero da cui si ricava l’eroina.

L’azione delle forze dell’ordine non può ottenere grossi risultati poiché la produzione della droga cosituisce spesso l’unica forma di sostenimento per milioni di desiderati.

HOME


I circuiti elettrici e le leggi di ohm l.jpg

I Circuiti Elettrici e le Leggi di Ohm

Per mantenere attivo il flusso di cariche elettriche attraverso un conduttore, è necessario che i due estremi o poli di esso siano collegati tra loro in un circuito elettrico mediante un generatore di corrente elettrica, ad esempio una pila.

Un circuito elettrico è costituito da un generatore (la pila), da un filo conduttore, da un utilizzatore (la lampadina) e da un interruttore.

Perché un circuito elettrico sia percorso dalla corrente, è necessario che esso sia chiuso, cioè non interrotto.

Tra i diversi tipi di circuito che si possono realizzare ricordiamo i circuiti in serie e i circuiti in serie e i circuiti in parallelo.

Nei circuiti in serie gli utilizzatori sono collegati tra loro e sono posti uno di seguito all’altro, appunto “in serie”.

Il funzionamento di ciascuno di essi dipende dal funzionamento di quello che lo precede.

Se però qualche volta accade che una lampadina è guasta tutte le altre rimangono spente.

Nei circuiti in parallelo gli utilizzatori sono collegati al generatore, ma in modo indipendente l’uno dall’altro. Il guasto di una lampadina non determina il mancato funzionamento delle altre.

Secondo la prima legge di ohm, in un filo conduttore, l’intensità della corrente (I) che lo attraversa è direttamente proporzionale alla differenza di potenziale applicata (V) e inversamente proporzionale alla resistenza (R) del conduttore:

HOME


Slide8 l.jpg

I = V

R

Intensità di corrente = Differenza di potenziale

Resistenza

La Seconda Legge di Ohm dice invece che: la resistenza (R) di un conduttore dipende dal materiale di cui esso è costituito ed è direttamente proporzionale alla sua lunghezza (I) e inversamente proporzionale alla sua sezione (S).

R = Q L

S

Resistenza = Costante x Lunghezza

Sezione

HOME


Il surrealismo l.jpg

Il Surrealismo

Il Surrealismo si diffonde in Europa a partire dal 1924.

E’ un movimento di portata europea che coinvolge la poesia, il teatro, il cinema.

Il surrealismo è l’arte dell’inconscio, mette a nudo gli aspetti nascosti della nostra coscienza.

Rènè Magritte, Salvador Dalì e Paul Delaux dispongono, nelle loro opere, immagini tratte dal mondo reale.

Lo spagnolo Salvador Dalì approda al surrealismo nel 1929, egli definisce la sua pittura “critico-paranoica” nel senso che nel guardare un oggetto ne vede, e ne dipinge un altro.

In un suo quadro “Sogno causato Dal Volo Di Un Ape” l’artista da forma ad un sogno disturbato dal volo e dalla puntura di un ape.

La carica espressiva dell’opera è data dalla presenza di molti punti di riferimento visivi: una tigre emerge dalla bocca di un pesce, a sua volta, scaturito da una melagrana; il corpo nudo di una giovane levita disteso nell’aria, mentre un elefante dalle lunghissime zampe di insetto, cammina su un immobile specchio d’acqua.

Max Ernst ha sperimentato molte tecniche espressive, soffermandosi su quelle che gli consentivano di rendere l’imamgine di mondi inquietanti.

Renè Magritte aderisce al surrealismo nel 1925. Nei suoi quadri egli raffigura con precisione immagini tratte dal mondo reale.

Egli rappresenta “Il Castello Dei Pirenei”. Si riconoscono diversi elementi reali: un castello su un inospitabile sommità rocciosa, questa sospesa sul mare, un cielo chiaro abitato da nuvole bianche. Il mare è agitato come lo voleva il pittore.

HOME


Slide10 l.jpg

La compresenza degli elementi appare impossibile: la roccia,

diventa un enorme masso sospeso nell’acqua, privo di gravità, il castello è pietrificato e, magicamente è composto dalla stessa materia della roccia.

Realtà e assurdo sono resi compatibili nello spazio virtuale del dipinto.

HOME


Le grandezze elettriche l.jpg

Le grandezze elettriche

Le grandezze elettriche che caratterizzano un circuito tre e sono:

Tensione o differenza di potenziale, Intensità di corrente e resistenza elettrica.

La tensione è la differenza di potenziale tra i due poli di una pila.

Viene misurata in volt e lo strumento che viene utilizzato per misurarla è chiamato voltmetro.

L’Intensità, è la quantità di corrente che passa in una sezione di filo in un secondo.

Viene misurata in ampère e lo strumento per misurarla viene chiamato amperometro.

La resistenza elettrica è una forza che si oppone al passaggio della corrente ed è rappresentata dalla forza di attrito.

La forza di attrito è determinata o dal tipo di materiale o dalla lunghezza e dalla sezione del filo.

HOME


L ottocento e il romanticismo l.jpg

L’Ottocento e il Romanticismo

Nella prima metà dell’Ottocento, si diffonde in tutta l’Europa un vasto movimento culturale che si sviluppa inizialmente in Germania: Il Romanticismo.

E’ il segno di un epoca nuova, nella quale l’industrializzazione sta iniziando a trasformare l’economia e ovunque si diffonde il desiderio di indipendenza.

Ampie sale si aprono ai “concerti a pagamento”, cioè esibizioni di virtuosi, generalmente di pianoforte.

I musicisti non più alle dipendenze dei nobili, sono ora liberi professionisti e si guadagnano da vivere con la pubblicazione delle proprie composizioni o con i concerti a pagamento.

Nella seconda metà del secolo, inizia a diffondersi una musica più leggera e ballabile.

La forma di spettacolopiù amata dal grande pubblico resta però il Melodramma.

A parte la maggiore importanza dell’orchestra, la principale novità fu il declino dell’Opera Buffa di Gioacchino Rossini.

I più importanti musicisti di questo periodo furono: Bellini, Donizzetti, Verdi, Rossini, Boito e Ponchielli.

HOME


L union europ nne l.jpg

L’Union Europénne

L’Union Europénne a comme objectif principal de rèaliser une intrégration économique et politique. Elle réunit aujourd’ hui 25 états et son assemblée est la parlament européen.

Le parlament européen a siège a Strasbourg et il regroupe les 732 députés des 25 pays membres.

Le conseil del l’Europe siége a strasbourg et compte 40 états membres. Il s’occupe de la coopération politique, sociale, joridique et culturelle.

La commission européenne est un organe exécutif de l’union européenne qui veille à la corecte application des dispositions des traités et des decision prises par les istitutions de l’Union. Il siége à Bruxelles.

HOME


Drug alcol and smoking l.jpg

Drug, Alcol and Smoking

We often read about drugs in our daily papers. Young people take drugs because want to feel more important, urged on by friends, curiosity or family problems.

There are many kinds of drugs: marijuana, cocaine; but the most dangerous is heroin wich can cause blood poisoning (avvelenamento del sangue), mental disturbances, ageing of the skin (invecchiamento della pelle) and so on.

The intravenous use of heroin can cause the spread of AIDS.

A drug addict (tossicodipendente) becomes violent because in order to get his a daily fix, he is forced to steal (rubare) or to become a pusher (spacciatore).

Drinking is also considered a social problem. More and more peolple are becoming addicted to alcohol beforethey are 18.

Many younstears begin to drink because drinking, like smoking is seen as a way of socializing.

But smoking can caused by the tar (catrame) and carbon monoxide taken into the lungs (tenuti nei polmoni). Another thing is certain: passive smoking canbe lethal.

HOME


L onu l.jpg

L’ONU

Tra i problemi maggiori, quindi, che affliggono il Sud America ricordiamo:

  • Il commercio della droga

  • Il sottosviluppo

  • La fame

  • Le guerre civili

    L’ONU si propone di far rispettare i diritti dell’uomo e si preoccupa di far risolvere pacificamente le vertenze internazionali.

    Il 10 dicembre 1984 l’ONU proclamò la dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, proclamata dall’assemblea nazionale francese nell’agosto 1789, all’indomani della presa della bastiglia e della vittoria della rivoluzione .

    La dichiarazione universale dei diritti dell’uomo delle nazioni unite parte dal riconoscimento della dignità per tutti i membri della famiglia umana, e di diritti, uguali ed inalienabili, che costituiscono il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo.

HOME


  • Login