Economia e politica del territorio
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 15

Economia e politica del territorio PowerPoint PPT Presentation


  • 118 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Economia e politica del territorio. Lezione n. 5. Facoltà di Scienze Economiche ed Aziendali (S.E.A.) Corso di Laurea in Economia e Management Prof. Filippo Bencardino. Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto. Le Teorie della crescita e dello sviluppo regionale.

Download Presentation

Economia e politica del territorio

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Economia e politica del territorio

Economia e politica del territorio

Lezione n. 5

Facoltà di Scienze Economiche ed Aziendali (S.E.A.)Corso di Laurea in Economia e ManagementProf. Filippo Bencardino


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

Le Teorie della crescita e dello sviluppo regionale

Identificare gli elementi e le determinanti dello sviluppo di un sistema locale, analizzandolo sia nell’ottica della crescita assoluta che di crescita relativa, al fine di identificarne le disparità regionali, i possibili sentieri di divergenza/convergenza nei livelli e nei tassi di crescita del reddito, in un’ottica di equità distributiva

Verificare la capacità di un sistema locale di sviluppare attività o di attrarne nuove dall’esterno al fine di generare benessere, ricchezza e condizioni per uno sviluppo duraturo

Teorie dello sviluppo locale

Teorie della crescita regionale


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

Il concetto di crescita regionale

Crescita come efficienza produttiva, di divisione del lavoro, di produttività dei fattori

Crescita come utilizzo e sfruttamento nel breve periodo di risorse e di riserve di lavoro

Crescita come problema di competitività, di dinamica di lungo periodo

Obiettivo

Obiettivo

Obiettivo

Occupazione e reddito nel breve periodo

Benessere e reddito pro-capite

Competitività e innovazione

La crescita economica locale dipende dalla capacità produttiva non utilizzata e da riserve di lavoro

La crescita economica locale si ottiene puntando sulla produttività dei fattori e sulla specializ-zazione produttiva

La crescita economica locale dipende dalla reale capacità di crescita della produzione regionale nel lungo periodo


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

Quale è l’elemento scatenante del processo di crescita?

Breve periodo

Aumento del reddito e dell’occupazione

Il motore dello sviluppo risiede negli elementi di domanda

Lungo periodo

Benessere individuale e competitività

Il motore dello sviluppo risiede negli elementi di offerta

Passaggio da un modello statico ad un modello dinamico lineare e non lineare

Ottica dinamica


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

Le diverse concezioni di spazio

Lo spazio uniforme-astratto:

Ipotesi di partenza: lo spazio geografico è ripartito in regioni e considerato come un contenitore fisico dello sviluppo in cui le condizioni di domanda e di offerta sono ovunque identiche

Strumenti: modelli a carattere macroeconomico per l’interpretazione di fenomeni di crescita locale (indicatori sintetici di sviluppo sono il reddito e l’occupazione)

Obiettivo: verificare la capacità di una regione di produrre con vantaggio i beni e i servizi che sono domandati dal sistema economico di riferimento

Vantaggio: possibile modellizzazione analitica del modello di sviluppo

Svantaggio: utilizzo di indicatori sintetici con perdita inevitabile di informazioni qualitative

Teorie della crescita


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

Le diverse concezioni di spazio

Lo spazio diversificato – relazionale

Ipotesi di partenza: - economie di agglomerazione come centro dei processi di sviluppo locale - spazio come territorio ed elemento generatore di vantaggi economici- sviluppo polarizzato e ad intensità variabile- territorio come sistema di governance

Strumenti: modelli a carattere micro-economico e micro-comportamentali

Obiettivo: spiegare la competitività dei sistemi territoriali, le determinanti dello sviluppo, la capacità dell’area di individuare le condizioni locali che permettono al sistema di raggiungere tassi elevati di sviluppo e di mantenerli nel tempo, analizzando le variabili esogene ed endogene che caratterizzano un processo di sviluppo.

Vantaggio: passaggio da una concezione di sviluppo competitivo, ad una di sviluppo generativo

Teorie dello sviluppo


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

Le diverse concezioni di spazio

Lo spazio diversificato-stilizzato

Ipotesi di partenza: le attività produttive si concentrano in alcune polarità sulle quali lo sviluppo insiste, ad esse però è negata qualsiasi territorialità, in quanto puntiformi e stilizzate

Obiettivo: trattare i fenomeni territoriali con gli strumenti tradizionali della teoria economica e di integrare e sintetizzare le diverse concezioni di spazio

Vantaggio: coniuga aspetti territoriali dello sviluppo (economie di agglomerazione), con leggi e processi macroeconomici di crescita

Svantaggio: i vantaggi agglomerativi in forma stilizzata svalutano fortemente la dimensione territoriale


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

La teoria degli stadi di sviluppo

Affianca all’analisi della localizzazione delle attività produttive, l’interpretazione delle implicazioni delle scelte sui processi di sviluppo

1a FaseAutarchia

Condizioni di autosufficienzain una economia di sussistenza

Specializzazione dell’economia locale nella produzione di alcuni beni primari

2a Fase- Specializzazione

3a Fase- Trasformazione

Dall’economia agricola all’economia industriale

4a Fase- Diversificazione

Diversificazione dell’attività manifatturiera

5a Fase- Terziarizzazione

Espansione dell’attività terziaria


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

La teoria degli stadi di sviluppo: punti di forza

  • Si evidenzia una forte specializzazione produttiva fonte di specializzazione

    della forza lavoro

  • Si sottolinea l’importanza dello sviluppo bilanciato, come crescita contemporanea

    di diversi settori e diversi investimenti infrastrutturali

    I vantaggi dello sviluppo bilanciato sono:

    - esternalità che nascono da meccanismi di interdipendenza tra diversi settori

    - esternalità che nascono da meccanismi di interdipendenzatra dom e offerta

    - esternalità dovuti ad investimenti in infrastrutture differenti

  • Il sottosviluppo è interpretato come permanenza all’interno di una fase a causa di elementi di condizionamento endogeni ed esogeni

  • Evidenzia, quindi, alcuni elementi importanti del processo di sviluppo infrastrutture, specializzazione dei processi produttivi, i trasporti, …)


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

La teoria dello sviluppo a due velocità di Williamson

Lo sviluppo, nelle prime fasi si concentra e polarizza nelle aree centrali del paese, e solo successivamente si diffonde in quelle più periferiche

  • LE RAGIONI DEL DIVARIO TRA REGIONI FORTI E DEBOLI NELLE PRIME FASI DELLO SVILUPPO:

  • emigrazione di lavoro

  • flussi di capitali

  • investimenti pubblici

  • limitati scambi interregionali

Effetti di spiazzamento

  • IL MECCANISMO SI INVERTE QUANDO VI E’:

  • creazione di nuovi posti di lavoro in aree deboli

  • minore attrattività delle aree più avanzate

  • crescita degli investimenti pubblici nelle aree deboli

  • nascita di effetti di trascinamento


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

La curva delle disparità regionali di Williamson

Disparità regionali

E’

E

E’’

Y

Y’

Reddito Pro-capite


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

Analisi “shift-share”

Partendo dalla struttura settoriale della crescita locale, si propone di sviluppare una analisi più elaborata circa la relazione che esiste tra struttura produttiva e crescita regionale

Obiettivo

  • Ipotesi iniziali

  • Il tasso di crescita regionale è influenzato da tre elementi:

  • la struttura industriale

  • la produttività dei settori

  • la dinamica della domanda e delle preferenze dei consumatori


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

Analisi “shift-share”

Nell’ipotesi in cui gli stessi settori hanno la stessa produttività a prescindere dalla localizzazione, e la regione ha la stessa composizione settoriale della nazione, il tasso di crescita regionale eguaglia quello nazionale

yr = y *+ s

Però spesso:

Effetto shift

  • Effetto di composizione (effetto Mix):

    Nella regione vi sono settori che a livello nazionale hanno una dinamica più accentuata per un effetto di domanda crescente in quel settore

  • Effetto di competizione(effetto DIF)

    Maggiore capacità dell’economia regionale di sviluppare in media ogni settore a tassi superiori a quelli nazionali

Capacità di separare gli effetti strutturali (Mix) da quelli congiunturali (DIF) e di evidenziare gli elementi di domanda (Mix), dagli elementi di offerta (DIF)

VANTAGGI


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

Analisi “shift-share”

Tasso di crescita della regione

Tasso di crescita medio nazionale

D

Tasso regionale uguale al tasso nazionale

EFFETTO DIF

A

EFFETTO MIX

Tasso di crescita medio regionale

B

E

C

F

G

Tasso di crescita della nazione

Settori in crisi

Settori dinamici


Economia e politica del territorio

Teorie della crescita regionale: spazio uniforme-astratto

L’approccio centralità-perifericità

(Isard, Giersch, Friedmann)

La causa del ritardo di sviluppo di alcune aree è da individuare nella distanza dal centro delle attività economiche

Accessibilità ad informazioni, a conoscenza tecnologiche, a mercati di sbocco e di approvvigionamento...

Vantaggi della prossimità

Svantaggi della “non” prossimità

Costi di trasporto di materie prime, semilavorati e prodotti finiti, ritardi nell’adozione delle inno-vazioni e nell’acquisizione delle informazioni


  • Login