slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
Sandro Cruciani, ISTAT Direzione centrale esigenze degli utilizzatori, integrazione e territorio

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 18

Sandro Cruciani, ISTAT Direzione centrale esigenze degli utilizzatori, integrazione e territorio - PowerPoint PPT Presentation


  • 106 Views
  • Uploaded on

CENSUS 2010: i risultati conseguiti. Sandro Cruciani, ISTAT Direzione centrale esigenze degli utilizzatori, integrazione e territorio Servizio “Informazioni territoriali e sistema informativo geografico” [email protected] 1. Roma, 20 gennaio 2011.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Sandro Cruciani, ISTAT Direzione centrale esigenze degli utilizzatori, integrazione e territorio' - marged


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

CENSUS 2010:

i risultati conseguiti

Sandro Cruciani, ISTAT

Direzione centrale esigenze degli utilizzatori, integrazione e territorio

Servizio “Informazioni territoriali e sistema informativo geografico”

[email protected]

1

Roma, 20 gennaio 2011

slide2

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

Sommario

  • Cosa sono le basi territoriali (progetto CENSUS2010)
  • Come e perché vanno aggiornate
  • Il processo di produzione
  • I risultati conseguiti
  • Conclusioni

2

Roma, 20 gennaio 2011

slide3

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

Cosa sono le basi territoriali (BT)

  • Sono dette anche “piani topografici comunali”
  • Rappresentano la suddivisione del territorio comunale in sezioni di censimento e località abitate
  • Previste nel regolamento anagrafico
  • L’aggiornamento spetterebbe ai comuni, l’Istat definisce le norme tecniche
  • In formato digitale per il 1991 (1:25.000) e il 2001 (1:10.000)
  • Sono costituite da oltre 460.000 poligoni, tra sezioni e località

3

Roma, 20 gennaio 2011

slide4

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

A cosa servono le BT

  • Sono uno strumento funzionale alla realizzazione dei censimenti e rappresentano il livello territoriale minimo per la diffusione dei dati censuari
  • Costituiscono il “tassello” minimo territoriale per la costruzione di aree sub-comunali (quartieri e/o circoscrizioni, ASL, collegi elettorali, ecc.)
  • Vengono aggiornate dall’Istat, con cadenza decennale, al fine di:
    • Garantire l’utilizzo di criteri omogenei per tutto il territorio nazionale
    • Ridurre l’onere operativo dei Comuni (in particolare quelli di piccole dimensioni)  al Comune rimane il compito di revisionare e convalidare la proposta Istat
  • È necessario aggiornarle per adeguare il disegno di sezioni e località ai mutamenti del territorio (espansioni dell’edificato, nuove strutture produttive, modifiche dei limiti amministrativi)
  • Devono essere chiaramente identificabili e riconoscibili dai rilevatori
  • Nella corrente tornata censuaria saranno utilizzate anche per:
    • Geocodificare strade e numeri civici
    • Costruire le aree di censimento

4

Roma, 20 gennaio 2011

slide5

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

Sintesi del processo di produzione

  • Foto-interpretazione del territorio sulla base di ortofoto aeree e modifica/creazione delle sezioni di censimento e delle località abitate (base di riferimento 2001);
  • Produzione di elaborati cartografici (PDF A0) sovra-impressi alle ortofoto aeree e di tavole con gli attributi delle sezioni e delle località (CSV e XLS)
  • Pubblicazione sul sito (http://basiterritoriali.istat.it/) della proposta Istat di aggiornamento BT e invio di una mail certificata ai comuni interessati
  • I comuni (per lotti regionali) hanno: scaricato il materiale prodotto, apposto le modifiche necessarie ai file PDF e XLS, inviato i materiali revisionati e convalidato il lavoro svolto
  • L’Istat verifica che gli interventi proposti siano coerenti alle regole definite e completi in tutte le loro parti
  • Ri-generazione degli elaborati cartografici (PDF) e delle tabelle (XLS) BT definitive pre-censuarie

5

Roma, 20 gennaio 2011

slide6

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

Facsimile di un elaborato cartografico (PDF)

6

Roma, 20 gennaio 2011

slide7

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

Alcune peculiarità del processo

  • Estrema complessità, sia per sul lato tecnico (revisione e aggiornamento) che organizzativo (coordinamento dei lavori, relazioni con gli 8.100 comuni italiani)
  • Necessità stringente di rispettare i tempi previsti nella circolare Istat inviata a tutti i comuni  BT come input per AC e RNC
  • Il progetto è stato realizzato interamente dal personale Istat e in assenza di finanziamenti aggiuntivi. Per la tornata 2001 i costi esterni sono stati di circa 3,3 milioni €
  • Tutte le attività sono state gestite e realizzate solo con strumenti informatici e via web
  • Il grado di collaborazione dei comuni è stato nel complesso soddisfacente; critico è stato invece il rispetto dei tempi previsti per la restituzione all’Istat dei materiali revisionati

7

Roma, 20 gennaio 2011

slide8

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

Le fasi salienti

N. di comuni e date di pubblicazione delle BT definitive pre-censuarie per regione

  • 2008: elaborazione del progetto, preparazione dell’ambiente di lavoro GIS, acquisizione delle ortofoto aeree
  • Aprile 2009: invio circolare a tutti i comuni
  • Registrazione dei comuni sul sito
  • Da maggio 2009 avvio delle revisioni dei comuni per blocchi regionali (prima regione le Marche)
  • Da settembre 2009 avvio della 2° revisione
  • Da febbraio 2010 pubblicazione delle BT definitive pre-censuarie
  • Dicembre 2010: termine dei lavori

8

Roma, 20 gennaio 2011

slide9

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

La fotointerpretazione: una nuova località

2001

2010

9

Roma, 20 gennaio 2011

slide10

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

La fotointerpretazione: l’espansione di una località

2001

2010

10

Roma, 20 gennaio 2011

slide11

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

La fotointerpretazione: la fusione di due località

2001

2010

11

Roma, 20 gennaio 2011

slide12

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

Lo stato dell’arte delle lavorazioni

  • Le operazioni di rilascio delle BT definitive pre-censuarie sono terminate il 3/12/2010 ad eccezione:
    • Dei 49 comuni abruzzesi coinvolti dal terremoto del 2009 per i quali è stato necessario attendere il rilascio delle ortofoto aggiornate al 2010
  • Sono stati messi a disposizione dei comuni elaborati cartografici e tabelle:
    • Circa 47.000 per la proposta di aggiornamento
    • Circa 70.000 per la versione definitiva pre-censuaria
    • I 41 comuni autonomi dispongono delle BT in formato shapefile

12

Roma, 20 gennaio 2011

slide13

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

I miglioramenti rispetto al 2001

  • Innovazioni di processo:
    • Progettazione e realizzazione del Sistema Informativo Geografico dell’Istituto (GISTAT), con tecnologia GIS
    • Lavorazione su un continuum territoriale
    • Eliminazione di tutti i supporti cartacei  utilizzo del sito http://basiterritoriali.istat.it
    • GISTAT supporta sia la lavorazione interna che, in prospettiva, la diffusione di dati geografici e di dati statistici geocodificati
    • Tutte le fasi del complesso processo di aggiornamento sono state autonomamente condotte dal servizio DCET/INT
  • Innovazioni di prodotto:
    • Miglioramento della qualità del disegno:
      • Il 18% delle sezioni 2001 (circa 61.000 sezioni) è stata geometricamente ridisegnata
      • Sono state ridisegnate completamente tutte le isole minori
      • Sono stati ridisegnati i limiti di costa di molti grandi comuni per complessivi 1.150 km
    • Modifica di alcune regole di aggiornamento (dimensione di centri e nuclei)

13

Roma, 20 gennaio 2011

slide14

Miglioramento del

disegno

Le basi territoriali per i censimenti come strumento di integrazione dell’informazione statistica

2001

2010

14

Roma, 20 gennaio 2011

slide15

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

I numeri (1)

15

Roma, 20 gennaio 2011

slide16

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

I numeri (2)

16

Roma, 20 gennaio 2011

slide17

L’aggiornamento delle Basi Territoriali per i censimenti 2010-2011: processo, innovazioni e nuovi strumenti GIS

Alcune conclusioni

  • È terminata una prima importante fase delle attività censuarie 2010-11
  • È intenzione dell’Istat valorizzare questa mole di lavoro, oltre che per la realizzazione dei censimenti, anche per:
    • Diffondere i dati geografici nella loro versione pre-censuaria e quindi non definitiva
    • Manutenere (nel corso del 2011), arricchire e migliorare il database geografico
    • Valorizzare il contenuto informativo delle BT
  • A partire dal 2012:
    • Sarà messa in produzione la versione definitiva delle BT sulla base delle risultanze censuarie

17

Roma, 20 gennaio 2011

slide18
Grazie per l’attenzione

18

Roma, 20 gennaio 2011

ad