funzioni in sql
Download
Skip this Video
Download Presentation
Funzioni in SQL

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 81

Funzioni in SQL - PowerPoint PPT Presentation


  • 259 Views
  • Uploaded on

Funzioni in SQL. Tipi di Funzione. Funzioni numeriche Funioni di stringhe Funzioni di date Funzioni di conversione Funzioni di selezione. Funzioni in SQL. Funzioni numeriche. Classi di funzioni numeriche. Le funzioni di Oracle si applicano a tre classi di numeri: Valori singoli

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Funzioni in SQL' - makani


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
tipi di funzione
Tipi di Funzione
  • Funzioni numeriche
  • Funioni di stringhe
  • Funzioni di date
  • Funzioni di conversione
  • Funzioni di selezione
funzioni in sql1

Funzioni in SQL

Funzioni numeriche

classi di funzioni numeriche
Classi di funzioni numeriche
  • Le funzioni di Oracle si applicano a tre classi di numeri:
  • Valori singoli
    • O un numero vero e proprio 3365.4573
    • O una variabile PL/SQL
    • Un numero tratto da una colonna o da una riga del database
  • Gruppi di valori

Sono numeri di una colonna tratti da una serie di righe

  • Elenchi di valori serie di numeri che può comprendere
    • Elenchi di numeri veri e propri 34, 4, 23.45, 45.3
    • elenchi di variabili PL/SQL
    • Colonne
alcune funzioni numeriche a valori singoli
Alcune funzioni numeriche a valori singoli

valore1+valore2

valore1-valore2

valore1*valore2

valore1/valore2

ABS(valore)

CEIL(valore)

FLOOR(valore)

LN(valore)

LOG(valore)

EXP(valore)

POWER(Valore, esponente)

SQRT(valore)

MOD(valore, divisore)

NVL(valore, sostituto)

ROUND(valore, precisione)

TRUNC(valore, precisione)

Addizione

Sottrazione

Moltiplicazione

Divisione

Valore assoluto

Parte intera superiore

Parte intera inferiore

Logaritmo naturale

Logaritmo in base 10

Esponenziale in base e

Valore elevato a esponente

Radice quadrata

Modulo

Sostituto di valore se il valore è nullo

Arrotondamento a valore di precisione

Valore troncato a precisione

la tabella dual
La tabella DUAL

Oracle fornisce la definizione di una piccola tabella, chiamata DUAL, di una riga e una colonna che permette di calcolare il risultati delle funzioni su valori specifici.

L’unico valore rappresentato nella tabella sarà il risultato della funzione (o composizione di funzioni) rappresentato come unica colonna

Esempio: se si vuole calcolare Mod(63,5) basta scrivere

Select mod(63,5) from DUAL

In questo modo si può testare il funzionamento delle varie funzioni su dei valori particolari

esercizi
Esercizi
  • Calcolare 34.8 modulo 4
  • Calcolare il valore assoluto di -2349.25
  • Calcolare la parte intera inferiore di 34.3
  • Calcolare la parte intera inferiore di -34.3
  • Calcolare la parte intera superiore di 234.534
  • Calcolare la parte intera superiore di -3253.34245
  • Arrotondare il valore 2345.5563 alla 1a cifra decimale
  • Arrotondare il valore -4686.3455 alla 2a cifra decimale
  • Calcolare 878.8712.3
  • Calcolare -878.87-12.3
  • Calcolare la radice quadrata di 45.67
  • Calcolare e11.3
  • Calcolare il logaritmo naturale di 11.3
  • Calcolare il logaritmo in base 10 di 11.3
esercizi1
Esercizi

Esercizio: calcolare per ogni articolo il prezzo lordo, inclusivo di spese di trasporto. Per gli elementi per cui l’IVA non è definita, imporre il valore del 10%, e considerare gratuite le spese di trasporto là dove non sono definite.

Select art_nome,

art_prezzo*(1+NVL(art_IVA, 10)/100)+NVL(art_spese_trasporto, 0),

FROM Articoli

funzioni di gruppo
Funzioni di gruppo

Già viste… COUNT, SUM,AVG,MAX,MIN + altre funzioni di tipo statistico (vedi guida Oracle 9)

Nelle funzioni di gruppo i valori nulli non sono considerati, tranne che per la funzione COUNT dove si può richiedere (mediante la specifica (*)) di considerare anche le righe nulle.

funzioni di gruppo e funzioni su valori singoli 1
Funzioni di gruppo e funzioni su valori singoli (1)

Le funzioni su valori singoli possono essere composte fra di loro a piacimento, rispettando il numero dei parametri. Esempio:

Mod(abs(34.5-56.32), ceil(sqrt(abs(234*(-24)))))

L’argomento di una funzione di gruppo può essere una composizione di funzioni su valori singoli applicati alle righe. Esempio:

AVG(power(round(sqrt(art_prezzo(1+IVA/100))))), 2)

Non si possono invece comporre due funzioni di gruppo

Sum(AVG(temperature)) (?????)

funzioni numeriche di elenco
Funzioni numeriche di elenco

Mentre le funzioni di gruppo operano su diverse righe, le funzioni di elenco operano su diverse colonne all’interno di un’unica riga. Le funzioni di elenco sono:

Restituisce il primo valore non null nell’elenco delle espressioni

Il valore più grande dell’elenco

Il valore più piccolo nell’elenco

Coalesce(valore1,valore2,…)

Greatest(valore1,valore2,…)

Least(valore1,valore2,…)

slide12

Calcolare per ogni giorno la temperatura massima, la temperatura minima e la prima temperatura non nulla nell’elenco

Select data, Greatest (PA, CT, AG,ME) GST,

Least (PA, CT, AG, ME) LST,

Coalesce (PA, CT, AG , ME) COA

From Temperature

esercizio
Esercizio

Stabilire per ogni riga della tabella articoli, il massimo e il minimo fra il prezzo dell’articolo o la somma del costo dell’IVA e delle spese di trasporto, e il primo valore non null tra la colonna art_prezzo e la colonna art_spese_trasporto

Select Greatest (art_prezzo,art_prezzo*art_IVA/100+art_spese_trasporto),

Least (art_prezzo,art_prezzo*art_IVA/100+art_spese_trasporto),

Coalesce(art_prezzo, art_spese_trasporto)

FROM Articoli

funzioni in sql2

Funzioni in SQL

Funzioni su stringhe

funzioni su stringhe
Funzioni su stringhe

In Oracle le funzioni su stringhe operano in due modi: alcune creano oggetti nuovi a partire dai vecchi, modificando i valori di input, per esempio trasformando i valori minuscoli in maiuscoli.

Altre forniscono un’informazione sulla stringa, come per esempio la sua lunghezza.

alcune funzioni di stringa
Alcune funzioni di stringa

str1||str2, concat(str1, str2)

ASCII(str)

Chr(int)

Instr(str, chr)

Length(str)

Lower (str)

Upper(str)

Initcap(str)

  • Concatenazione
  • Intero corrispondente codice ASCIIdel 1o carattere di str
  • Carattere corrispondente all’intero int dato in input nel codice ASCII
  • Trova la posizione del carattere chr nella stringa str.
  • Fornisce la lunghezza di una stringa str
  • Rende minuscoli tutti i caratteri di str
  • Rende maiuscoli tutti i caratteri di str
  • Rende maiuscolo il primo carattere di una stringa str
alcune funzioni di stringa1
Alcune funzioni di stringa

Substr (str, i,k)

Instr(str, chr)

LPAD(str,l [,car])

RPAD(str,l [,car])

LTRIM(str, chr)

RTRIM(str, chr)

TRIM(str, chr)

  • Estrae dalla stringa str la sottostringa che inizia nella posizione i ed è lunga k caratteri
  • Trova la posizione di un carattere chr in una stringa str
  • Riempie una stringa str fino a una certa lunghezza l aggiungendo a sinistra una serie di caratteri car
  • Riempie una stringa str fino a una certa lunghezza l aggiungendo a destra una serie di caratteri car
  • Elimina tutti i caratteri che rientrano in una serie specificata chr dalla parte sinistra di una stringa str
  • Elimina tutti i caratteri che rientrano in una serie specificata chr dalla parte sinistra di una stringa str
  • Elimina tutti i caratteri che rientrano in una serie specificata chr dalla parte da entrambe le estremità di una stringa str
concatenazione di stringhe
Concatenazione di stringhe

Per concatenare due stringhe si può utilizzare o l’operatore || oppure la funzione CONCAT. Questi operatori vengono applicati ai nomi di colonne e ad elementi letterali.

Esempio: Visualizzare in un’unica colonna il nome e cognome di ogni Impiegato.

Select Nome || ‘ ’ || Cognome

From Impiegato

Impiegato

concatenazione di stringhe1
Concatenazione di stringhe

Alternativamente si può usare la funzione CONCAT.

Select Concat(Concat(Nome, ‘ ’), Cognome)

From Impiegato

Impiegato

esercizio1
Esercizio

Scrivere il nome di ogni componente, seguito dal suo codice fra parentesi

Select (com_descrizione || ‘ (‘ ||com_cod || ‘)’)

FROM Componenti

rpad ed lpad
Rpad ed Lpad

Sono due funzioni che permettono di aggiungere dei simboli rispettivamente alla destra e alla sinistra della stringa considerata. Sintassi:

Rpad(str, lungh [,chr])

Lpad(str, lungh [,chr])

Dove str è la stringa considerata, lungh indica la lunghezza della stringa risultante (di conseguenza il numero di simboli aggiunti sarà lungh- length(str)) e chr indica il tipo di carattere che si vuole aggiungere. Se tale carattere viene omesso, il default è lo spazio.

Questa funzione ha senso quando si utilizza l’interfaccia a riga di comando, dove le tabelle non sono graficamente ben definite come nella nostra interfaccia

rpad esempio
Rpad, esempio

Si vogliono aggiungere dei puntini alla fine di ogni nome per collegarli al cognome

Impiegato

Select Rpad(nome, 18, ‘.’) , Cognome

From Impiegato

Rpad(nome,18,‘.’) | Cognome

----------------------------

Luca..............|Rossi

Mara..............|Bruni

Ugo...............|Verdi

Fabio.............|Neri

lpad esempio
Lpad, esempio

Si vogliono formattare i nomi, giustificandoli a destra

Impiegato

Select Lpad(nome, 18) , Cognome

From Impiegato

Lpad(nome,14) | Cognome

----------------------------

Luca|Rossi

Mara|Bruni

Ugo|Verdi

Fabio|Neri

rtrim ltrim trim
Rtrim, Ltrim, Trim

Queste funzioni servono ad eliminare alcuni caratteri rispettivamente all’inizio, alla fine, e da entrambi i lati di una stringa. Sintassi:

Rtrim(str, chr)

Ltrim(str, chr)

Trim(str,chr)

Dove str è la stringa considerata e chr è un carattere o una sequenza di caratteri che si vuole eliminare rispettivamente dall’inizio, dalla fine e da entrambi i lati della lista.

ltrim esempio
Ltrim: esempio

Libri

Select Ltrim(titolo, \'"\' ) Titolo

From Libri

rtrim esempio
Rtrim: esempio

Libri

Select Rtrim(titolo, \'."\') Titolo

From Libri

ltrim ed rtrim esempio
Ltrim ed Rtrim: esempio

Libri

Select Ltrim(Rtrim(titolo, \'."\'), \'"\') Titolo

From Libri

ltrim rtrim attenzione
Ltrim, Rtrim: attenzione!!

Libri

Select Ltrim(titolo, \'"Il \') Titolo

From Libri

Quello che c’è tra apici è un insieme e non una sequenza. Vengono eliminati dall’inizio tutti i simboli (case-sensitive) che appartengono all’insieme, indipendentemente dall’ordine

trim esempio
Trim, Esempio

Libri

Select Trim(\'"\'FROM titolo) Titolo

From Libri

In questo modo si possono eliminare le virgolette ad entrambi i lati del titolo

lower upper ed initcap
Lower, Upper ed Initcap
  • Lower(str) rende minuscolo ogni carattere della stringa str.
  • Upper(str) rende maiuscolo ogni carattere della stringa str.
  • Initcap(str) rende maiuscola la prima lettera di ogni parola della stringa str.
esempio
Esempio

Libri

Select Upper(titolo),

Lower(titolo),

Initcap(titolo)

From Libri

substr
Substr

Substr(str, pos, ncar) estrae dalla stringa str la sottostringa che inizia dalla posizione pos e che ha ncar caratteri.

Se ncar non è specificata, si sottointendono tutti i caratteri fino alla fine

E’ possibile anche inserire un numero negativo in pos, intendendo che il carattere di inizio viene contato a partire da pos elementi dalla fine.

esempio1
Esempio

Supponiamo che i primi due caratteri della collocazione rappresentino lo scaffale e che le ultime 4 rappresentino la collocazione nel suo scaffale

Libri

Select substr(collocazione, 1, 2) Scaffale

substr(collocazione, -4) Colloc

From Libri

instr
Instr

La funzione Instr(str, set [, inizio[, occorrenza]]) fornisce la posizione (se esiste) in cui la stringa set è presente nella stringa str a partire dalla posizione inizio. Se il parametro inizio non è specificato, assume valore 1 per default. Il parametro occorrenza indica l’occorrenza che si vuole trovare della stringa set. Se per esempio occorrenza è 3, vengono saltate le prime due occorrenze.

Select Instr(titolo, \'Il\', 1,1) from Libri

Select titolo, Instr(titolo, \'di\') Dove

From Libri

funzioni in sql3

Funzioni in SQL

Funzioni di date e

funzioni di conversione

il tipo date
Il tipo date

In Oracle il tipo date è memorizzato in un formato che comprende giorno, mese, anno, ma anche ora, minuti

e secondi.

E’ poi possibile formattare la colonna in modo da mostrare solo la data, la data e l’ora, la data l’ora e i minuti, oppure la data l’ora i minuti e i secondi. Se non viene specificata nessuna formattazione, appare solo la data con giorno, mese e anno.

Per le frazioni di secondo è possibile utilizzare il tipo timestamp

funzioni di date
Funzioni di date

Add_Months (n, data)

Current_Date

Current_Timestamp

Extract (UT FROM data)

Greatest(data1,data2,…)

Least(data1, data2…)

Last_day(data)

Months_Between(data2,data1)

Next_Day(data, ‘giorno’)

Round(data, ‘formato’)

Somma n mesi a data

Data corrente nel fuso orario della sessione

Indicatore orario nel fuso orario della sessione

Estrae una porzione di data (UT=unità di tempo) da un valore data

La più recente fra le date elencate

La meno recente fra le date elencate

La data dell’ultimo giorno del mese a cui appartiene la data

Fornisce data2-data1 in mesi (eventualmente numero frazionario)

Data del giorno successivo a date dove giorno=‘Monday’, ‘Tuesday’ etc

Senza un formato specificato arrotonda una data a 12 A.M.se l’ora della data è prima di mezzogiorno, altrimenti alle 12 A.M del giorno successivo.

sysdate current date e systimestamp
Sysdate, Current_date e Systimestamp

Sysdate è una funzione che da come risultato la data e l’ora correnti

Systimestamp segnala la data di sistema nel formato del tipo di dati timestamp

Select Sysdate From Dual

Select Systimestamp From Dual

differenza fra due date
Differenza fra due date

La differenza fra due date restituisce il tempo, espresso in giorni, che intercorre fra le due date.

Esercizio

Per ogni coppia di ordini distinti, trovare il tempo che intercorre fra essi.

Select o.ord_cod, d.ord_cod, o.ord_data-d.ord_data

From ordini o, ordini d

Where o.ord_cod>d.ord_cod

aggiunta di mesi
Aggiunta di mesi

Add_Months(data,n)aggiungen mesi alla data considerata. Se n è un numero negativo, si ottiene la sottrazione di n mesi dalla data.

Esercizio

Nella tabella ordini, visualizzare una colonna “scadenza”, che avviene due mesi dopo la data in cui l’ordine è effettuato

Select ordini.*, Add_months(ord_data,2) Scadenza

From Ordini

greatest e least
Greatest e Least

Greatest(data1, data2,…) seleziona la massima fra le date dell’elenco.

Least(data1,data2,…) seleziona la minima fra le date dell’elenco.

esempio2
Esempio

Persone

Creare la tabella descritta sopra e inserire i dati. Per ogni persona, trovare la data più antica e la data più recente tra quella di laurea, quella di matrimonio e quella di assunzione.

Select Nome, Greatest(Laurea, Matrimonio, Assunzione)

Least(Laurea, Matrimonio, Assunzione)

From Persone

greatest e least coi letterali
Greatest e least coi letterali

Se si applicano le funzioni greatest e least sui letterali, insorge un problema.

Select Least (’12-Gen-2004’, ‘12-Dic-2007’) From Dual

La funzione least restituisce il valore 12-Dic-2007. Questo perché Oracle interpreta i valori tra virgolette come stringhe, e quindi utilizza l’ordine lessicografico. Per ottenere il risultato corretto occorre usare la funzione di conversione TO_DATE

Select Least (To_date(‘12-Gen-2006’), To_date(‘12-Dic-2007’))

next day
Next_day

Next_day(data, ‘giorno sett’) calcola la data del prossimo giorno della settimana (giorno_sett) successivo alla data specificata.

Esercizio: calcolare la data della prossima domenica

Select next_day(sysdate, ‘domenica’) From Dual

last day
Last_day

Last_day (data) restituisce l’ultimo giorno del mese contenuto nella data.

Esercizio: trovare quanti giorni aveva il mese di febbraio nell’anno 2004. E nel 2000? E nel 1900?

Select Last_day(to_date(1-Feb-2004)) from Dual

Select Last_day(to_date(1-Feb-2000)) from Dual

Select Last_day(to_date(1-Feb-1900)) from Dual

months between
Months Between

Months_Between(data1, data2) calcola i mesi che intercorrono tra la data2 e la data1

Esercizio: creare la seguente tabella e trovare l’età delle persone nella tabella:

Compleanni

Select Compleanni.*,

Floor(months_between(Sysdate, "data di nascita")/12) eta

From Compleanni

esercizio2
Esercizio

Determinare chi è la persona più anziana,specificandone nome, cognome, data di nascita ed età, tra quelle nella tabella precedente

Select Compleanni.*,

Floor(months_between(sysdate, "data di nascita")/12) eta

From Compleanni

Where Floor(months_between(sysdate,"data di nascita")/12)

=(select max(Floor(months_between(sysdate, "data di nascita")/12))

From Compleanni)

round e trunc
Round e Trunc

Una variabile di tipo date in genere contiene anche l’informazione su ora, minuti e secondi. A volte può essere importante “liberarsi” di questi dettagli per evitare la presenza di cifre decimali nell’utilizzo di alcune funzioni.

Per questo a volte è utile fare degli arrotondamenti

round e trunc1
Round e Trunc
  • A una data inserita come letterale è assegnata come ora predefinita le 12 A.M. dell’inizio della giornata
  • Sysdate contiene sia la data che l’ora. In questo caso secondo l’applicazione si può applicare:
  • ROUND, che arrotonda l’ora alla mezzanotte precedente, se l’ora è precedente a mezzogiorno, o alla mezzanotte seguente se l’ora è successiva a mezzogiorno.
  • Altrimenti si può usare la funzione TRUNC che imposta sempre l’ora alla mezzanotte precedente dello stesso giorno.
esercizio3
Esercizio

Trovare quanti giorni mancano alla prossima domenica, arrotondando la data di sistema alla mezzanotte precedente

Select Round(NEXT_DAY(sysdate, \'Domenica\'))-Round(sysdate)

From Dual

funzioni in sql4

Funzioni in SQL

Funzioni di conversione

formattazione
Formattazione

La funzione to_date converte una stringa di caratteri in una data

La funzione to_char converte una data o un numero in una stringa di caratteri

La funzione to_number trasforma una stringa in un numero

sintassi
Sintassi

To_char(data [, ‘formato’]) o To_char(numero)

To_date(stringa [, ‘formato’])

To_number(stringa)

Nella conversione to_date, stringa è una stringa letterale, un numero vero e proprio o una colonna di un database che contiene una stringa o un numero. In ogni caso il formato di stringa deve essere quello definito da formato. Solo se stringa è nel formato predefinito, si può evitare di descrivere il formato. Il valore predefinito è DD-MON-YYYY

modificare il formato
Modificare il formato

Il formato della sessione può essere modificato mediante l’istruzione

Alter session set NLS_DATE_FORMAT = “nuovo_formato”

I vari tipi di formato si trovano nel manuale ORACLE 9 nella tabella a pagina 171-172

to char esempio
To_char, Esempio

Compleanni

Select "data di nascita",

to_char("data di nascita", \'MM/DD/YY\') Formattato

From Compleanni

trasformazione di data come letterale
Trasformazione di data come letterale

Per trasformare il formato di una data inserita come letterale possiamo scrivere:

Select to_char(to_date(\'12-Mar-1970\'), \'DD Month YY\') formattato

From dual

Dual

visualizzare l orario
Visualizzare l’orario

La funzione to_char permette anche di visualizzare l’orario.

Infatti una variabile date contiene anche l’orario, anche se per default viene visualizzato solo giorno mese e anno.

Un modo per visualizzare l’orario è di trasformarlo in formato carattere, specificando nella formattazione che si intende visualizzare l’orario

Select to_char(sysdate, ‘hh:mi:ss’) from dual

Select to_char("data di nascita", \'hh24, mi, ss\')

From Compleanni

N.B. Minuti è indicato da mi e non da mm (mese)

to char sui numeri
To_char sui numeri

La funzione to_char può anche essere applicata a un oggetto di tipo number. In questo caso un tipo numerico viene trasformato in una stringa. Questo permetterà di applicare a un tipo numerico funzioni definite su stringhe

Esempio Supponiamo che in una tabella rubrica il numero civico e il CAP siano definiti come number.

Per visualizzare l’indirizzo completo comprensivo di numero civico e cap si può scrivere

Select Via || \', \' ||to_char(num) ||\' - \'|| to_char(cap)

From Rubrica

in realt
In realtà…

In realtà se noi scriviamo

Select Via || \', \' ||num ||\' - \'||cap

From Rubrica

Otteniamo lo stesso risultato.

Questo perché spesso Oracle opera queste conversioni in maniera automatica

to date
To date

L’istruzione to_date serve a convertire una stringa o un numero in una data.

Ovviamente la stringa o la data deve essere in un formato compatible con quello della data.

Sintassi:

To_date(string [,formato])

In questo caso formato può essere omesso solo nel caso in cui la stringa rappresenta una data nel formato predefinito

Select to_date(’15-Mag-2007’) from Dual

date non in formato predefinito
Date non in formato predefinito

Se, per esempio, la stringa contiene una data nella forma MM/GG/AA, allora devo specificare in quale formato inserisco la stringa da trasformare in data.

Esempio:

Select to_date( ‘05/15/07’, ‘MM/GG/AA’) from dual

La data sarà comunque visualizzata nel formato predefinito ‘15-Mag-2007’

n.b. 07 può significare 2007 o 1907. Questo dipenderà dalle impostazioni predefinite del database

trasformazione di un numero in data
Trasformazione di un numero in data

Anche un numero, se espresso in una certa forma, può rappresentare una data. La funzione to_date, applicata a un numero, e specificandone il formato, converte il numero in una data

Select to_date((120370), \'DDMMYY\') Data

From dual

Dual

limitazioni della stringa
Limitazioni della stringa
  • Ovviamente non qualunque stringa può essere trasformata in data.
  • La stringa è infatti soggetta alle seguenti limitazioni:
  • Non sono consentite stringhe letterali che non hanno a che fare con date. Esempio to_date(‘Donald Duck’);
  • I giorni non possono essere scritti in lettere. Devono essere dei numeri;
  • Sono consentiti i segni di interpunzione (per separare le varie unità di misura)
  • Se viene utilizzata Month il mese nella stringa deve essere scritto per esteso in lettere. Se è utilizzato Mon, deve essere un’abbreviazione di tre lettere. Le lettere maiuscole o minuscole vengono ignorate.
to number
To number

To number trasforma una stringa in un numero, se la stringa contiene solo cifre.

select to_number(\'243434534\')+1 from dual

conversione automatica
Conversione automatica

Spesso Oracle effettua automaticamente alcune conversioni.

Ci sono comunque certi casi in cui le conversioni automatiche non vengono effettuate.

conversione automatica regole
Conversione automatica, regole
  • Qualsiasi number o date può essere convertito in stringa di caratteri. Dunque una qualsiasi funzione di stringa può essere applicata a una colonna di tipo date o number, senza bisogno di convertirle.
  • Un valore char o varchar è convertito in number solo se contiene cifre, un punto decimale e un segno – (meno) prima delle cifre
  • Un valore char è convertito in data solo se è espresso nel formato predefinito ‘DD-Mon-YYYY’. Questo vale per tutte le funzioni tranne che per GREATEST e LEAST per cui vengono considerati in ogni caso come stringhe e vale per Between solo se la colonna a sinistra di between è di tipo date
funzioni in sql5

Funzioni in SQL

Decode e Case

la funzione decode
La funzione decode

La funzione Decode realizza in SQL il costrutto

if…then…else presente nei vari linguaggi di programmazione.

decode sintassi
Decode, sintassi

DECODE(valore, if1,then1,if2,then2,…, ifn,thenn, else)

Qui valore rappresenta un qualsiasi attributo della tabella, o qualsiasi risultato di un calcolo. Il valore viene calcolato per ogni riga. Se è uguale a if1 allora il risultato è then1, se è uguale a if2, il risultato è then2, etc. Se il valore non è uguale a nessuno dei valori, allora il risultato è else

Ciascuno degli if, then, else può essere una colonna o il risultato di una funzione o calcolo.

Fra parentesi è possibile racchiudere fino a 255 elementi

esempio3
Esempio

Biblio-Prestiti

Biblioteca

Si vuole dare una diversa scadenza per i prestiti in base al genere di libro, in quanto ci sono dei libri che si leggono più in fretta e degli altri per cui occorre piu tempo.

La penale da pagare dipenderà anche dal genere

esempio4
Esempio

Prestiti

Biblioteca

Per ogni persona che prende in prestito un libro, elencare nome, ritardo rispetto alla scadenza e mora, considerando che il prestito per i romanzi scade dopo 14 giorni, per i libri per bambini dopo 25 giorni, per i saggi dopo 20 giorni e per tutti gli altri libri dopo 18 giorni, e che la mora è di 0.5 euro al giorno per i romanzi, di 0.2 euro al giorno per i libri per bambini, di 0.5 per i saggi e di 0.8 per tutti gli altri libri

esempio soluzione
Esempio, soluzione

Prestiti

Biblioteca

Select nome, titolo,

Decode(Genere, ‘Romanzo’, Datarest-Dataprest-14,

‘Bambini’, Datarest-Dataprest-25,

‘Saggio’, Datarest-Dataprest-20,

Datarest-Dataprest-18) Ritardo,

Decode(Genere, ‘Romanzo’, (Datarest-Dataprest-14)*0.5

‘Bambini’ (Datarest-Dataprest-25)*0.3,

‘Saggio’, (Datarest-Dataprest-20)*0.5,

(Datarest-dataprest-18)*0.8) Mora

From prestiti, Biblioteca

Where Prestiti.titolo=Biblioteca.titolo and datarest-dataprest>

Decode(Genere, ‘Romanzo’,14, ‘Bambini’, 25,

‘Saggio’, 20, 18)

decode annidati
Decode annidati

Così come nei linguaggi di programmazione, le funzioni decode possono essere annidate una dentro l’altra.

Supponiamo per esempio che fra i libri della stessa categoria vogliamo discriminare il ritardo rispetto al nome dell’autore. Infatti potrebbero esserci degli autori che sono più difficili da leggere.

In tal caso ci sarà un decode che dipende dal genere e degli altri che dipendono dal nome dell’autore.

esempio5
Esempio

Select nome, titolo,

Decode (Genere, ‘Romanzo’, Decode(Autore, ‘A. Camilleri’,

Datarest-Dataprest-10,

‘Dante’,

Datarest-Dataprest-30,

Datarest-Dataprest-15)

‘Bambini’, Decode (Autore, ‘G. Stilton’,

Datarest-Dataprest-20

‘J.K. Rowling’,

Datarest-Dataprest-45,

Datarest – Dataprest -25)

‘Saggio’, Datarest-Dataprest-20,

Datarest-Dataprest-18) Ritardo,

Decode (Genere, ……………) Mora

From Prestiti, Biblioteca

Where Prestiti.titolo=Biblioteca.titolo and datarest-dataprest>

Decode(Genere, ‘Romanzo’,Decode…, ‘Bambini’, Decode… 25,

‘Saggio’, 20, 18)

slide75
Case

A partire da Oracle 9, è possibile usare anche la funzione Case.

Sintassi:

Case attributo

when valore1 then1

when valore2 then2

...

when valoren thenn

else …

end

esempio6
Esempio

Select nome, titolo,

Case Genere

when ‘Romanzo’ then Datarest-Dataprest-14

when ‘Bambini’ then Datarest-Dataprest-25

when ‘Saggio’ then Datarest-Dataprest-20

else Datarest-Dataprest-18

end as Ritardo,

Case Genere

when ‘Romanzo’ then (Datarest-Dataprest-14)*0.5

when ‘Bambini’ then (Datarest-Dataprest-25)*0.3

when ‘Saggio’, (Datarest-Dataprest-20)*0.5

else (Datarest-dataprest-18)*0.8

end as Mora

From prestiti P, Biblioteca B

Where P.titolo=B.titolo and datarest-dataprest>

Case Genere when ‘Romanzo’ then 14

when ‘Bambini’ then 25,

when ‘Saggio’ then 20 else 18 end

case annidati
Case annidati

Come per il decode, è possibile annidare diversi costrutti case.

Esercizio:

Riscrivere la query dell’esempio dei decode annidati utilizzando il costrutto CASE

esercizio4
Esercizio

Consideriamo il nostro Database e supponiamo che ci chiedano uno sconto su una fornitura di articoli. Lo sconto viene effettuato solo sugli articoli che costano più di 500 euro, nella misura seguente:

sui tavoli è possibile applicare uno sconto del 15%,

sui mobili del 10%,

sulle librerie del 18%

sugli armadi del 5%.

Calcolare lo sconto effettuato su ciascun articolo

esercizio soluzione decode
Esercizio, Soluzione Decode

select art_descrizione, art_prezzo,

decode(cat_descrizione, \'Tavolo\', art_prezzo*15/100,

\'Mobile\', art_prezzo*10/100,

\'Libreria\', art_prezzo*18/100,

\'Armadio\', art_prezzo*5/100) Sconto

From Articoli, Categorie

where Articoli.cat_cod=Categorie.cat_cod

and art_prezzo>500

esercizio soluzione case
Esercizio, soluzione Case

select art_descrizione, art_prezzo,

Case cat_descrizione

when \'Tavolo\' then art_prezzo*15/100

when \'Mobile\' then art_prezzo*10/100

when \'Libreria\' then art_prezzo*18/100

when \'Armadio\' then art_prezzo*5/100

end as Sconto

From Articoli, Categorie

where Articoli.cat_cod=Categorie.cat_cod

and art_prezzo>500

esercizio casa
Esercizio (casa)

Fare lo stesso esercizio precedente supponendo che per i Tavoli, il limite minimo di spesa sia 400 euro, per i mobili di 550 euro, per le librerie di 350 euro e per gli armadi di 700 euro

ad