Gestione separata tutela della maternit
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 13

GESTIONE SEPARATA Tutela della maternità PowerPoint PPT Presentation


  • 80 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

GESTIONE SEPARATA Tutela della maternità. Art.59 comma 16 L.449/1997 estensione della tutela relativa alla maternità ed agli assegni al nucleo familiare nei limiti delle risorse derivanti dal contributo dello 0.5% Decreto 27 maggio 1998 criteri --- dal 1 gennaio 1998

Download Presentation

GESTIONE SEPARATA Tutela della maternità

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Gestione separata tutela della maternit

GESTIONE SEPARATATutela della maternità

  • Art.59 comma 16 L.449/1997

  • estensione della tutela relativa alla maternità ed agli assegni al nucleo familiare nei limiti delle risorse derivanti dal contributo dello 0.5%

  • Decreto 27 maggio 1998

  • criteri --- dal 1 gennaio 1998

  • Art. 64 D.lgs 151/2001 (Art. 80 comma 12 L.388/2000)

  • interpreta: latutela della maternità e degliassegni al nucleo familiare avviene con le forme e le modalità previste per il lavoro dipendente

  • Decreto 4 aprile 2002

  • criteri --- dal 1 gennaio 1998

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit1

GESTIONE SEPARATATutela della maternità

  • Legge n. 296/2006 Art.1 comma 791

  • Gravidanza a rischio e lavori insalubri

  • Applicazione delle disposizioni di cui agli articoli 7, 17 e 22 del Dlgs 151 del 26 marzo 2001.

  • Un decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, è disciplinata l’estensione della tutela nei limiti delle risorse rinvenienti dallo specifico gettito contributivo. da determinare con il medesimo decreto

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit2

GESTIONE SEPARATATutela della maternità

  • DM 12 luglio 2007

  • Estensione del divieto di adibire le donne al lavoro durante il periodo di congedo di maternità

  • ai committenti delle lavoratrici a progetto

  • e categorie assimilate

  • agli  associanti in partecipazione.

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit3

GESTIONE SEPARATATutela della maternità

  • DM 12 luglio 2007

  • Alle lavoratrici a progettoed alleassociate in partecipazione, spetta l’indennità di maternità anche nel caso di complicanze della gestazione e per lavori faticosi, pericolosi o insalubri.

  • Alle libere professioniste è riconosciuto l‘anticipo del congedo di maternità solo per il periodo di gravidanza a rischio.

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit4

GESTIONE SEPARATATutela della maternità

  • DM 12 luglio 2007

  • Condizione essenziale per la corresponsione dell’indennità di maternità (oltre al requisito contributivo) è la sospensione dell’attività lavorativa.

  • L’estensione della tutela, è finanziata con un incremento dello 0,22% dell'aliquota contributiva, attualmente prevista in misura pari allo 0,50%, a carico di tutti gli iscritti alla Gestione separata.

  • L’aliquota maggiorata è dovuta sui compensi corrisposti a partire dal 7 novembre 2007

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit d m 4 aprile 2002

GESTIONE SEPARATATutela della maternità - D.M. 4 aprile 2002

  • Per le lavoratrici iscritte alla gestione separata tenute al versamento dello 0,72%

  • Indennità di maternità

  • eventoper i due mesi prima della data presunta ed i tre

  • mesi successivi al parto (salvo parto prematuro)

  • obbligo di astensione : SI

  • Indennità di paternità

  • eventoper i tre mesi successivi al parto

  • (o per il periodo residuo che sarebbe spettato alla madre)

  • Nel caso di morte, grave infermità della madre,

  • abbandono, affidamento esclusivo del bambino al padre

  • Assegno di abortoNon previsto

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit d m 4 aprile 20021

GESTIONE SEPARATATutela della maternità - D.M. 4 aprile 2002

  • Lavoratrici escluse:

  • Pensionate

  • Iscritte ad altre forme previdenziali obbligatorie

  • Requisito contributivo

  • 3 mesidi contribuzione (0,72%)

  • neidodici mesi precedenti i due anteriori alla

  • data del parto

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit d m 4 aprile 20022

GESTIONE SEPARATATutela della maternità - D.M. 4 aprile 2002

  • Requisito contributivo anno 2008

  • l’aliquota contributiva complessiva dovuta per i soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie risulta pari al:

  • 24,72%.

  • applicando l’aliquota sul minimale di reddito della gestione previdenziale dei commercianti (che per l’anno 2008 è pari a euro 13.819,00), si ottiene il contributo mensile utile ai fini dell’ accertamento del requisito:

  • euro 284,67

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Lavoratori parasubordinati accredito dei contributi

LAVORATORI PARASUBORDINATIAccredito dei contributi

  • Reddito imponibile < minimo stabilito

  • il numero dei mesi accreditabili verrà contratto

  • Reddito imponibile = minimo stabilito

  • vengono accreditati tutti i ctb mensili relativi all’anno solare cui si riferisce il versamento (criterio di cassa)*

  • * Il reddito imponibile va considerato con riferimento all’anno nel quale viene conseguito, anche se si riferisce ad attività svolta nel corso di altro anno solare

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Lavoratori parasubordinati accredito dei contributi1

LAVORATORI PARASUBORDINATIAccredito dei contributi

  • Contributi > al limite minimo*

    • viene accreditato l’intero anno solarein cui viene percepito il compenso (criterio di cassa)

    • anche se la prestazione è stata svolta per un periodo inferiore all’anno

    • (*) minimale di reddito stabilito per la gestione previdenziale dei commercianti che è pari, per l’anno 2008, a euro 13.819,00.

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit d m 4 aprile 20023

GESTIONE SEPARATATutela della maternità - D.M. 4 aprile 2002

  • Indennità di maternità adozione o affidamento:

  • eventoper itre mesi successivi all’ingresso del bambino

  • in famiglia

  • età del minore all’atto dell’adozione o dell’affidamento

  • inferiore a: 6 anni o 18 anni (in caso di adozione o

  • affidamento preadottivo internazionale)

  • Indennità di paternità adozione o affidamento:

  • In alternativaalla madre che non ne faccia richiesta

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit d m 4 aprile 20024

GESTIONE SEPARATATutela della maternità - D.M. 4 aprile 2002

  • MISURA dell’indennità giornaliera di maternità o paternità

  • Indennità giornaliera: 1/365 dell’80% del reddito utile ai fini contributivi nei 12 mesi precedenti l’inizio del periodo indennizzabile

  • Reddito per liberi professionisti denunciato ai fini irpef

  • Reddito per Co.co.pro dichiarato dal committente e risultante dai versamenti contributivi

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


Gestione separata tutela della maternit5

GESTIONE SEPARATATutela della maternità

  • Legge n. 296/2006 Art.1 comma 788

  • Congedo parentale

  • lavoratori a progetto e categorie assimilate

  • Istituzione (per i genitori di bimbi nati dal 2007 in poi) dell’indennità per congedo parentale, per un periodo di tre mesi entro il primo anno di vita del bambino.

  • L’indennità spetta anche nei casi di adozione o affidamento

  • importo: 30 per cento del reddito preso a riferimento per la corresponsione dell’indennità di maternità.

Inas Cisl - Area Politiche sociali 2008


  • Login