giochi matematici in rete un nuovo ruolo per alunni e insegnanti
Download
Skip this Video
Download Presentation
GIOCHI MATEMATICI IN RETE: UN NUOVO RUOLO PER ALUNNI E INSEGNANTI

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 25

GIOCHI MATEMATICI IN RETE: UN NUOVO RUOLO PER ALUNNI E INSEGNANTI - PowerPoint PPT Presentation


  • 105 Views
  • Uploaded on

GIOCHI MATEMATICI IN RETE: UN NUOVO RUOLO PER ALUNNI E INSEGNANTI. Gli aspetti ludici possono favorire situazioni di apprendimento significative contribuiscono a creare un atteggiamento positivo offrono l’occasione di sperimentare forme non consuete di insegnamento . I TESTI.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'GIOCHI MATEMATICI IN RETE: UN NUOVO RUOLO PER ALUNNI E INSEGNANTI' - issac


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide3

Gli aspetti ludici

  • possono favorire situazioni di apprendimento significative
  • contribuiscono a creare un atteggiamento positivo

offrono l’occasione di sperimentare forme non consuete di insegnamento

i testi
I TESTI

CONCHIGLIE DI CRETA

Cari amici,

come va? Madame Rasoa è stata ad Anacao, un piccolo villaggio di pescatori sul mare e ci ha portato in dono tre bellissime conchiglie:

Harpa

Murex

Terebra

Pensa che ti ripensa, abbiamo deciso di riprodurle sulle formelle di creta con cui decoreremo le pareti …

slide6

Sarà una lunga fila di formelle che correrà poco

sotto il soffitto. Le strisce di creta che verranno

cotte saranno ognuna di 10 formelle e i nostri

genitori le appenderanno.

Per darvi l’idea, ve ne copio una striscia qui,

mettendo un numero sotto ad ogni formella

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

slide7

Madame Rasoa ne ha subito approfittato per farci lavorare con le sue folli domande.

Questa volta vuole sapere:

  • 1. Quando i genitori avranno appeso le strisce, che formella ci sarà al trentasettesimo posto? E al centotrentesimo?
  • 2. Se sulla parete lunga della mensa metteranno 21 strisce, ci saranno più o meno di 50 conchiglie terebra?
  • 3. E se sulla parete lunga del corridoio metteranno 27 strisce, visto che noi grandi delle terze, quarte e quinte siamo in 126, potremo avere due formelle per uno con il nostro nome oppure saranno troppo poche?
  • Ce ne sarà una anche per Madame Rasoa e per le altre 5 insegnanti?

Mi date una mano?

Per ora … grazie, e a prestissimo!!!

slide8

PER UNA MOSTRA DI MATEMATICA

CLASSE PRIMA

LO STAFF DEL CENTRO “MATEMATITA” DEVE

COSTRUIRE DELLE SCATOLE DI DIVERSE

GRANDEZZE PER TRASPORTARE GLI OGGETTI DI

UNA MOSTRA DI MATEMATICA CHE …

[…]

PRIMA DI PARLARE CON ERMANNO I

RESPONSABILI VOGLIONO SAPERE QUANTI

QUADRATI SERVONO PER COSTRUIRE UNA

SCATOLA. LI AIUTATE?

[…]

l approccio il metodo cooperativo
L’APPROCCIO:IL METODO COOPERATIVO

dimensione disciplinare coinvolge

dimensioni affettiva e sociale

sollecita abilità trasversali

slide10

BILANCIO DELL’ESPERIENZA

Trasformazione dei ruoli tradizionali

da trasmettitore

Insegnante

a mediatore-regista

slide11

GLI ALUNNI

da passivi ricettori

di informazioni

a costruttori attivi

della propria conoscenza

elemento di resistenza il lavoro cooperativo
ELEMENTO DI RESISTENZAil lavoro cooperativo
  • tempi lunghi
  • fatica della gestione dei gruppi
    • età dei bambini
    • minima competenza nel lavorare in gruppo
    • immatura capacità di confronto
    • scarsa capacità di comunicare
elemento di resistenza il lavoro cooperativo1
ELEMENTO DI RESISTENZAil lavoro cooperativo
  • maggior impegno richiesto dal nuovo ruolo:

-ascoltare, monitorare il percorso mentale, guidare, incoraggiare, porre domande, ma non dare soluzioni

- cogliere l’errore per

      • utilizzarlo come possibilità di crescita
      • indagarne l’origine
slide14
MA…

si può fare matematica :

- divertendosi

- mettendosi in gioco senza ruoli prestabiliti

- affrontando argomenti “da grandi” con successo

vantaggi
VANTAGGI
  • indagare i processi mentali dei bambini, spesso innovativi e divergenti
  • migliorare la conoscenza reciproca
  • approfondire aspetti della disciplina
  • crescere professionalmente attraverso il confronto con colleghi e validi esperti.
in redazione
IN REDAZIONE
  • progettazione e stesura dei testi
      • - ASPETTO LINGUISTICO
      • - ASPETTO ANTROPOLOGICO
  • esame delle soluzioni inviate dai bambini
non solo soluzioni
NON SOLO SOLUZIONI
  • doni di leggende
  • racconti di esperienze
  • occasioni per capire meglio il modo di ragionare dei bambini
  • motivi per interrogarci sugli errori
  • godere del mondo dei piccoli
slide18

“Caro Gioryio,

vogliamo dirti che il problema di questa settimana era troppo difficile.

Abbiamo capito che nella tua città siete molto precisi, ma a noi piacciono anche i vialetti storti. Ciao”.

slide19

DALLA PARTE DEI BAMBINI

risvolti relazionali e cognitivi

  • crescita personale
                  • AUTOSTIMA
  • sviluppo sociale
slide21

miglioramento della capacità di comunicare

  • ampliamento conoscenze in un’ottica interdisciplinare

Caro Lalaina,

abbiamo preso 2 astucci, che rappresentano i 2 baobab, e abbiamo calcolato la distanza con lo spago tra i 2 astucci, abbiamo piegato la corda a metà e abbiamo trovato il punto medio tra i 2 astucci.

Dal baobab A abbiamo teso lo spago lungo quanto la distanza tra gli alberi e abbiamo disegnato un cerchio facendo fare alla corda un giro completo.

Poi …

Lalaina, questa richiesta di aiuto ci ha fatto sudare 7 camicie.

La leggenda dei baobab è proprio vera: loro hanno una forma stranissima.

TANTI SALUTI E BUONA FORTUNA DA ALE MA , LUCA BE E CHIARA G

risvolti relazionali e cognitivi

slide22

radicale mutamento dell’approccio al problema: vera e propria sfida

  • esercizio di metacognizione

La discussione e il confronto in grande gruppo richiedono, talvolta, tempi supplementari; c’è proprio la voglia di capire.

Il pensiero riflette su se stesso.

risvolti relazionali e cognitivi

il parere dei bambini
IL PARERE DEI BAMBINI

apprezzamenti per

  • lavoro cooperativo
  • diverso modo di fare matematica
  • costruttivo atteggiamento nei confronti dell’errore:
  • uso più consapevole della comunicazione, del linguaggio
slide24

IL PARERE DEI BAMBINI

  • resistenze per
  • esercizio delle abilità emotive
  • difficoltà della richiesta
  • ma alla fine prevalgono
  • voglia di riuscire
  • consapevolezza di un’opportunità di crescita
conclusione
CONCLUSIONE

semplice e apparentemente banale:

NON SI FINISCE MAI DI IMPARARE

ad