Guida alla compilazione
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 45

Guida alla compilazione della DICHIARAZIONE di SUCCESSIONE PowerPoint PPT Presentation


  • 171 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Guida alla compilazione della DICHIARAZIONE di SUCCESSIONE. 1. L’imposta di successione. L’imposta sulle successioni e donazioni è disciplinata dal Testo Unico n. 346 del 31.10.1990

Download Presentation

Guida alla compilazione della DICHIARAZIONE di SUCCESSIONE

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Guida alla compilazione della dichiarazione di successione

Guida alla compilazione

della

DICHIARAZIONE

di

SUCCESSIONE

1


L imposta di successione

L’imposta di successione

  • L’imposta sulle successioni e donazioni è disciplinata dal Testo Unico n. 346 del 31.10.1990

  • E’ stata soppressadall’art. 13, comma 1, della legge 383/2001 con effetto: per le successioni apertesi dopo il 25.10.2001e per gli atti di donazioni stipulati dopo tale data.

  • E’ stata reintrodottadall’art. 2, comma 47, del D.L. 262/2006, convertito con modificazioni, dalla legge 286/2006, con riferimento al D.Lgs 346/90 vigente al 24.10.2001 salvo le modifiche apportate dal decreto stesso.

  • Le nuove disposizioni si applicano alle successioni apertesi dal 3.10.2006;

  • Iltermine di presentazione della dichiarazione è diun anno,era di 6 mesifino al 25/11/2003.

2


Le aliquote

Le aliquote

Il D.L. 262/2006 ha previsto 3 aliquote:

  • 1) 4% per il coniuge e i parenti in linea retta;

  • 2) 6% per fratelli, sorelle, parenti fino al quarto grado, affini in linea retta nonché affini in linea collaterale fino al terzo grado;

  • 3) 8% per tutti gli altri

3


Le franchigie

Le franchigie

  • Il D.L. 262/2006 ha previsto una franchigia di €1.000.000,00 per coniuge e parenti in linea retta;

  • La finanziaria 2007 ha introdotto due ulteriori franchigie di

    1) € 100.000,00 per fratelli e sorelle;

    2) € 1.500.000,00 (non cumulabile) per i portatori di handicap.

4


La dichiarazione il modello 4

La dichiarazione – il Modello 4

l’ufficio competente è

il luogo di ultima

residenza del defunto

Indicare il numero e

il volume di eventuali

precedenti dichiarazioni

Barrare il tipo

di dichiarazione

Qualora il defunto non avesse avuto la residenza in Italia,

la denuncia deve essere presentata nell’ufficio nella cui circoscrizione era l’ultima residenza italiana del defunto e, se questa è sconosciuta, all’Ufficio Locale di Roma 6.

5


Tipi di dichiarazione

Tipi di dichiarazione

  • PRIMA

  • MODIFICATIVA

  • INTEGRATIVA

  • SOSTITUTIVA

  • AGGIUNTIVA

6


Guida alla compilazione della dichiarazione di successione

Data di apertura = data del decesso

Indicare se l’eredità

è stata devoluta

per legge

o per

testamento

Compilare solo nel caso di eredità

devoluta per testamento

7


Guida alla compilazione della dichiarazione di successione

Totale del valore degli

immobili indicati nel quadro B1

Totale dei valori indicati nel quadro B2

e B3 relativi ad azioni, titoli od obbligazioni

quote di partecipazione ed aziende.

Totale del valore dei cespiti indicati

nel quadro B4

Totale del valore delle passività

indicate nel quadro D

8


Guida alla compilazione della dichiarazione di successione

ATTENZIONE:

Oltre ad indicare gli eredi, con le loro generalità e residenza,

va evidenziato il loro grado di parentela rispetto al de cuius,

tramite grafico o esplicitandolo a parole.

9


A eredi e legatari

A: Eredi e legatari

Indicare i dati anagrafici degli eredi/legatari

e la relazione di parentela, specificando se

in linea retta o collaterale

10


Guida alla compilazione della dichiarazione di successione

Certificatodi morte

Certificato di Stato di famiglia del defunto e degli eredi

Visure catastali degli immobili

Prospetto di autoliquidazione delle imposte

Copia del F23 pagato

Copia autentica della pubblicazione del testamento

Originale o copia autentica della rinuncia all’eredità

Certificazionedella banca

Elencare i documenti allegati alla dichiarazione.

Richiesta di agevolazioni

Indicare il n. di eventuali intercalari utilizzati

11


Allegati alla denuncia art 30 del t u n 346 del 31 10 1990

ALLEGATI ALLA DENUNCIA art. 30 del T.U. n. 346 del 31.10.1990

  • Certificato di morte o copia della sentenza dell’assenza o morte presunta;

  • Certificato storico di stato di famiglia del defunto, degli eredi e legatari oppure atto notorio;

  • Copia autentica dell’eventuale testamento;

  • Estratto catastale degli immobili;

  • Prospetto di liquidazione delle imposte dovute in autoliquidazione;

  • Originale o copia autentica dell’eventuale rinuncia da parte di un chiamato;

  • Copia autentica dell’ultimo bilancio dell’azienda;

  • F23 quietanzato.

12


Altri allegati

Altri allegati

  • In presenza di terreni CDU;

  • In presenza di aziende situazione contabile alla data del decesso e ultimo bilancio approvato o situazione contabile al 31/12;

  • Dichiarazione di continuazione dell’attività per un periodo non inferiore a 5 anni;

  • Dichiarazione di sussistenza – certificazione delle posizioni creditorie della Banca/Poste agli eredi.

13


B1 immobile e diritti reali immobiliari

B1: Immobile e diritti reali immobiliari

Specificare la quota di

possesso del de cuius

Numero

progressivo

Indicare il valore

relativo quota di possesso

Specificare il diritto: piena proprietà, usufrutto,

uso, abitazione, nuda proprietà ecc.

Indicare eventuali agevolazioni

richieste, il soggetto richiedente,

particelle graffate ecc.

14


Guida alla compilazione della dichiarazione di successione

Calcolo del valore degli immobili Le modalità di calcolo hanno subito notevoli variazioni nel tempo sia in relazione alle modifiche delle tariffe di estimo, sia in relazione alla determinazione dei moltiplicatori applicabili.dal 1 agosto 2004

15


Moltiplicatori catastali nel tempo

MOLTIPLICATORICATASTALI nel tempo

16


Agevolazioni

Agevolazioni

  • 1) Agevolazione prima casa

    art. 69, comma 3 e 4, legge 21 novembre 2000 n. 342

    Per le successione apertesi dal 1/07/2000

- Spetta anche al coniuge superstite che rinuncia all’eredità e che conserva il diritto d’abitazione di cui all’art. 540 comma 2 c.c., in presenza dei requisiti richiesti (Risoluzione n. 29/E del 25/02/2005)

17

-Tassazione: imposta ipotecaria € 168, catastale € 168


Modello per la richiesta dell agevolazione prima casa

Modello per la richiesta dell’agevolazione prima casa


Agevolazioni1

Agevolazioni

  • 2) Terreni agricoli e montani

    l’importo totale delle imposte ipotecarie e catastali applicate in misura fissa su di essi, non può eccedere il valore fiscale degli stessi

  • Tassazione: imposta ipotecaria € 168, catastale Esente

  • 3) Agevolazioni per l’imprenditoria giovanile dell’agricoltura

    volta a favorire la continuità dell’impresa agricola, applicata sui fondi rustici oggetto di successione tra ascendenti e discendenti entro il 3° grado, di età inferiore ai 40 anni

  • Condizioni:

    a) Gli eredi si obblighino a coltivare o condurre direttamente i fondi rustici per almeno sei anni.

    b) Gli eredi siano coltivatori diretti o imprenditori agricoli iscritti nelle relative gestioni previdenziali o che si iscrivano entro 3 anni dal trasferimento

    c) Gli eredi acquisiscano la qualifica di coltivatore diretto o di imprenditore agricolo a titolo principale entro 24 mesi dal trasferimento del terreno iscrivendosi nelle relative gestioni previdenziali entro i successivi 2 anni

    (Circ. Min. n. 109/E del 24/5/2000)

  • Tassazione: imposta ipotecaria € 168, catastale Esente

19


Imprenditore agricolo coltivatore diretto e impresa familiare

Imprenditore Agricolo, Coltivatore diretto e Impresa familiare

Definizioni:

  • Imprenditore Agricolo Art. 2135 Codice Civile

    E’ imprenditore agricolo chi esercita una delle seguenti attività: coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse;

  • Coltivatore diretto Art. 1647 Codice Civile

    Quando l’affitto ha per oggetto un fondo che l’affittuario coltiva prevalentemente (non minore di 1/3) con il lavoro proprio e della propria famiglia;

  • Impresa Familare Art. 230 bis Codice Civile

    Il familiare (coniuge, parenti entro il 3° grado e affini entro il 2°grado)

    che presta in modo continuativola sua attività di lavoro nella famiglia o nell’impresa familiare ha diritto al mantenimento secondo la condizione patrimoniale e partecipa agli utili dell’impresa nonché agli incrementi dell’azienda in proporzione alla quantità e qualità del lavoro prestato.


B2 azioni titoli quote di partecipazione non quotate in borsa ne negoziati al mercato ristretto

B2:AZIONI, TITOLI,QUOTE DI PARTECIPAZIONE NON QUOTATE IN BORSA NE’ NEGOZIATI AL MERCATO RISTRETTO

Indicare il tipo di titolo, il n.di

quote ed il valore complessivo

alla data del decesso

Indicare la quota di pertinenza del

defunto ed il valore facendo

attenzione al n. dei cointestatari

Indicare anche i beni esclusi, con valore zero,

se richiesto dalla banca, per sbloccarli

21


Beni esclusi art 12 t u

Beni Esclusi Art. 12 T.U.

  • Assicurazioni sulla vita;

  • Titoli del debito pubblico e gli altri titoli di stato, garantiti dallo stato o equiparati (emessi da organismi internazionali es. obbligazioni emesse in Italia da BEI, CECA, EURATOM, BERS, IFC) ex. ART. 3 c.2 D. Lgs. 201/98;

  • Buoni postali fruttiferi (Ris. Min. n. 58/E del 9/5/2000)

  • Indennità di mancato preavviso e il Trattamento di Fine Rapporto, nonché le erogazioni dei fondi di previdenza complementare (Circ. Min. n. 7 del 18/12/2007);

  • Veicoli iscritti nel pubblico registro automobilistico;

  • Beni culturali vincolati ai sensi della L. 1089/39.

22


B3 aziende

B3:AZIENDE

Indicare il valore relativo alla

quota dell’azienda caduta

in successione

Indicare la denominazione sociale

Indicare l’eventuale tipo di

agevolazione richiesta

es. prosecuzione attività

23


Prosecuzione attivit

Prosecuzione attività

Art. 3 c. 4-ter T.U.

Novità introdotta dalla finanziaria 2007

  • L’art. 1, comma 78, della legge 296/2006 ha introdotto l’esenzione per i trasferimenti, effettuati anche tramite i patti di famiglia, di aziende, rami d’azienda, quote sociali e azioni di società di capitali a favore dei discendenti. In caso di quote sociali e di azioni il beneficio spetta limitatamente alle partecipazioni mediante le quali è acquisito o integrato il controllo della società (art. 2359 c.c.);

  • Il beneficio si applica a condizione che gli aventi causa proseguano l’esercizio dell’attività d’impresa o o detengano il controllo per un periodo non inferiore a 5 anni;

    Novità introdotta dalla finanziaria 2008

  • L’art. 1, comma 31, della legge 244/2007 ha esteso lo stesso beneficio anche al coniuge.

    Patti di famiglia Art. 768 bis Codice Civile

    E’ il contratto con il quale l’imprenditore trasferisce, in tutto o in parte, l’azienda, e il titolare delle partecipazioni societarie, le proprie quote a uno o più discendenti;

    Società controllate Art. 2359 Codice Civile

  • Maggioranza dei voti;

  • Voti sufficienti per un influenza dominante;

  • Esercizio di influenza dominante in virtù di particolari vincoli contrattuali

24


B4 altri beni

B4:ALTRI BENI

Indicare la quota di possesso

del cespite ed il relativo valore, alla data del

decesso, facendo attenzione

al numero dei cointestatari

Indicare il tipo cespite,

es. C/C bancario, libretto postale, credito Irpef,

cassetta di sicurezza ecc.

Art. 48 T.U. “… Le cassette di sicurezza, dopo la morte del concessionario o di uno dei concessionari, possono essere aperte solo alla presenza di un funzionario dell'Amministrazione finanziaria o di un notaio, che redige l'inventario del contenuto, previa comunicazione da parte del concedente all'ufficio del registro, nella cui circoscrizione deve essere redatto l'inventario, del giorno e dell'ora dell'apertura …”

25


B5 beni trasferiti a titolo oneroso negli ultimi 6 mesi di vita del defunto ed eventuali detrazioni

B5:Beni Trasferiti a Titolo Oneroso negli ultimi 6 mesi di vita del defunto ed eventuali detrazioni

Art. 10 del T.U.

soppresso dal 10/12/2000

Quadro da compilare solo in caso

di apertura della successione

antecedente il 10/12/2000

26


Quadro c donazioni e liberalita ancorche presunte effettuate dal defunto agli eredi e legatari

QUADRO “C”: DONAZIONI E LIBERALITA’ANCORCHE’ PRESUNTE EFFETTUATEDAL DEFUNTO AGLI EREDI E LEGATARI

Indicare gli estremi dell’atto

Indicare il valore dei beni attualizzato

L’art. 8 c. 4 prevede, ai soli fini dell’applicazione della franchigia, che si deve tener conto delle donazioni fatte a favore degli eredi o legatari. Il valore di tali donazioni deve essere attualizzato alla data di apertura della successione.

27


Quadro d passivita

Quadro D – PASSIVITA’

Descrizione

delle passività

Indicare gli estremi degli

allegati, giustificativi

delle passività

Inserire le passività solo in presenza di imposta di successione.

N.B. Spese funerarie sono deducibili per un importo massimo di € 1032,92.

28


Guida alla compilazione della dichiarazione di successione

Prospettodi liquidazione F 23Dati anagraficiL’autoliquidazione delle imposte è stata introdotta a decorrere dal 29/03/1997 con D.L. 79/97 convertito in L. 140/97

29


Prospetto di liquidazione f 23 liquidazione imposte ipotecarie e catastali

Prospettodi liquidazione F 23Liquidazione imposte ipotecarie e catastali

Indicare il valore complessivo degli immobili e

diritti reali, riportato sul frontespizio ed individuati nel quadro B 1

N.B. In presenza di immobili con agevolazioni, come ad es. con agevolazione prima casa,

dal valore complessivo degli immobili, và distinto tale valore in quanto

sui questi immobili si paga l’imposta ipotecaria e catastale

in misura fissa, attualmente pari a € 168 euro.

30


Tassa ipotecaria e catastale negli anni

Tassa ipotecaria e catastale negli anni

31


Prospetto di liquidazione f 23 liquidazione tassa ipotecaria imposta di bollo e tributi speciali

Prospettodi liquidazione F 23Liquidazione tassa ipotecaria, imposta di bollo e tributi speciali

32


Codici tributo

Codici tributo


F 23 complilato per i versamenti in autoliquidazione

F 23 complilato per i versamenti in autoliquidazione


Avviso di liquidazione mod 16 sanzioni per tardiva presentazione

Avviso di liquidazione Mod. 16Sanzioni per tardiva presentazione

ROSSI PAOLO

DOMICILIATO in …..

C. F.

ROSSI MARIA


Avviso di liquidazione mod 16 imposta di successione

Avviso di liquidazione Mod. 16 Imposta di successione


Avviso di liquidazione avvertenze

Avviso di liquidazione - Avvertenze


Avviso di liquidazione f 23

Avviso di liquidazione – F 23

ROSSI PAOLO NATO IL

AC. F.

ROSSI MARIA NATO IL

AC. F.

SUCCESSIONI : QUOTE DI EREDITA’

0 0 0 1 T


Prospetto di liquidazione parte 1

Prospetto di liquidazione- parte 1


Prospetto di liquidazione parte 2

Prospetto di liquidazione - parte 2


Conseguenze in caso di ritardo

Conseguenze in caso di ritardo

  • RAVVEDIMENTO OPEROSO

  • (Art.13 D. Lgs. 472/97; Art.16D.L. 185/2008)

  • entrata in vigore: per tutte le dichiarazioni di successione

  • presentate dal 29/11/2008

  • effetti: versamenti più convenienti per chi si mette in regola

  • come e quando si applica:

  • Sanzione per tardiva presentazione (in assenza di imposta di successione)

  • Euro 21,52 (euro 258,22 ridotti ad 1/12) con ritardo non superiore a 90 giorni;

  • Euro 25,82 (euro 258,22 ridotti ad 1/10) con ritardo non superiore ad un anno;

  • In presenza di imposta di successione, la sanzione dal 120 al 240% viene liquidata dall’ufficio

  • e opportunamente ridotta.

  • Sanzione per tardivo pagamento

  • 30% ridotto ad 1/12 delle imposte versate in autoliq. con ritardo non superiore a 90 giorni;

  • 2) 30% ridotto ad 1/10 delle imposte versate in autoliq. con ritardo non superiore ad un anno.

  • perfezionamento: contestuale versamento del tributo,dei relativi interessi e delle sanzioni.

41


Successioni e donazioni

Successioni e donazioni

Riferimenti normativi

  • Testo Unico n. 346 del 31.10.1990 delle disposizioni concernenti l’imposta sulle successioni e donazioni ;

    Prassi e dottrina

  • Circolare dell’Agenzia delle Entrate

    n. 3 del 22.01.2008

  • Studio n. 168-2006/T Consiglio Nazionale del Notariato

42


Riferimenti bibliografici

Riferimenti bibliografici

  • Guida Pratica Fiscale 2009 – Imposte Indirette a cura di Bruno Frizzera, edito da

    Il sole 24 ORE Libri;

  • Memento Pratico Fiscale 2009, edito da IPSOA-FRANCIS LEFEBVR

43


Per saperne di pi

Per saperne di più

44


Contatti

Contatti

REPARTO SUCCESSIONI

  • Scali Sonia Rossella

  • Meli Francesca

  • Canitano Isabella

  • Roscitano Maria Carmela

    Telefono: 0574/499435 e 0574/499664

    Fax: 0574/499420

    E-mail: [email protected]

    Prenotazione appuntamenti

    da telefono fisso: 848 800 444 oppure 199 126 003

    da cellulare: 06-96668907

    via Internet: http://www1.agenziaentrate.it/servizi/cup/index.htm


  • Login