Rivoluzione industriale
Download
1 / 16

Rivoluzione industriale - PowerPoint PPT Presentation


  • 144 Views
  • Uploaded on

Rivoluzione industriale. Prima fase: 1760-90 Meccanizzazione della filatura Seconda fase: 1790-1830 Tessitura meccanica e macchina a vapore Terza fase: 1830-50 La ferrovia. ERONE DI ALESSANDRIA ca 10 a.C. - ca 75 d.C. Eolipila o "sfera di Eolo".

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Rivoluzione industriale' - davida


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Rivoluzione industriale
Rivoluzione industriale

  • Prima fase: 1760-90

    • Meccanizzazione della filatura

  • Seconda fase: 1790-1830

    • Tessitura meccanica e macchina a vapore

  • Terza fase: 1830-50

    • La ferrovia


ERONE DI ALESSANDRIA

ca 10 a.C. - ca 75 d.C.


Eolipila

o

"sfera di Eolo"


Denis Papin, [francese - 1647/1714(?)]medico di professione ma  appassionato di fisica.


Nel 1680 dovette riparare in Inghilterra, causa le persecuzioni politiche di Luigi XIV contro i Calvinisti e qui, come tutti gli emigranti, conobbe un periodo di ristrettezze economiche, e fu proprio per assicurarsi un po' di brodo caldo e di gelatina ricavata dalle ossa, che nel 1661 inventò la famosa prima pentola a pressione.


Thomas Newcomen persecuzioni politiche di Luigi XIV contro i Calvinisti e qui, come tutti gli emigranti, conobbe un periodo di ristrettezze economiche, e fu proprio per assicurarsi un po' di brodo caldo e di gelatina ricavata dalle ossa, che nel 1661 inventò la famosa prima pentola a pressione.

(1663-1729)


Thomas Newcomen persecuzioni politiche di Luigi XIV contro i Calvinisti e qui, come tutti gli emigranti, conobbe un periodo di ristrettezze economiche, e fu proprio per assicurarsi un po' di brodo caldo e di gelatina ricavata dalle ossa, che nel 1661 inventò la famosa prima pentola a pressione.

(1663-1729)


Thomas Newcomen persecuzioni politiche di Luigi XIV contro i Calvinisti e qui, come tutti gli emigranti, conobbe un periodo di ristrettezze economiche, e fu proprio per assicurarsi un po' di brodo caldo e di gelatina ricavata dalle ossa, che nel 1661 inventò la famosa prima pentola a pressione.

(1663-1729)

Fabbro inglese che nel 1705, assieme ad altri, realizzò una macchina nella quale il vapore surriscaldato, generato portando all’ebollizione dell’acqua in una caldaia, agiva su una delle facce di uno stantuffo metallico mobile all’interno di un cilindro e comunicante mediante l’altra faccia direttamente con l’atmosfera esterna.


Thomas Newcomen persecuzioni politiche di Luigi XIV contro i Calvinisti e qui, come tutti gli emigranti, conobbe un periodo di ristrettezze economiche, e fu proprio per assicurarsi un po' di brodo caldo e di gelatina ricavata dalle ossa, che nel 1661 inventò la famosa prima pentola a pressione.

(1663-1729)

  • Il vapore entra il cilindro attraverso una valvola di immissione poco prima che la corsa precedente abbia termine, così da ammortizzare il moto dello stantuffo mediante un cuscino fluido.

  • Dopo un certo periodo di tempo la valvola di immissione viene chiusa e l’espansione del vapore determina lo spostamento dello stantuffo che compie una corsa attraverso il cilindro.

  • Poco prima che tale corsa abbia fine viene aperta una valvola di scarico che determina la fuoriuscita del vapore.

  • Quasi contemporaneamente dall’altra parte dello stantuffo viene immesso da una seconda valvola di ammissione del vapore che, espandendosi, provoca il ritorno dello stantuffo.

  • Durante la corsa di ritorno la valvola di scarico viene chiusa ed il poco vapore rimasto nel cilindro viene compresso fino quando, poco prima di tale corsa, non viene nuovamente aperta la valvola di immissione, e quindi introdotto del nuovo vapore.


James Watt persecuzioni politiche di Luigi XIV contro i Calvinisti e qui, come tutti gli emigranti, conobbe un periodo di ristrettezze economiche, e fu proprio per assicurarsi un po' di brodo caldo e di gelatina ricavata dalle ossa, che nel 1661 inventò la famosa prima pentola a pressione.

1736 - 1819


James Watt fu nominato nel 1757 "fabbricante di strumenti di precisione" all'università di Glasgow e nel 1763 fu incaricato di riparare un modellino della macchina di Newcomen che non voleva funzionare. Dopo un attento studio Watt capì che il modellino consumava più vapore di quello che la caldaia produceva.

Nel 1775 brevettò una nuova macchina a vapore.


Introdusse il "doppio effetto" ovvero l'immissione di vapore in maniera alternata alle due estremità del cilindro, in modo da azionare il pistone sia nella corsa di andata che in quella di ritorno. Infine inventò l'indicatore per misurare la pressione del vapore durante tutto il ciclo di lavoro del motore.


George stephenson 1781 1848
George Stephenson in maniera alternata alle due estremità del cilindro, in modo da azionare il pistone sia nella corsa di andata che in quella di ritorno. Infine inventò l'indicatore per misurare la pressione del vapore durante tutto il ciclo di lavoro del motore.1781-1848


George stephenson
George Stephenson in maniera alternata alle due estremità del cilindro, in modo da azionare il pistone sia nella corsa di andata che in quella di ritorno. Infine inventò l'indicatore per misurare la pressione del vapore durante tutto il ciclo di lavoro del motore.

  • La locomotiva nacque dall'esigenza di sostituire gli antichi mezzi di trazione, umana o animale nella funzione di traino di veicoli allo scopo di incrementarne la quantità.

  • 1814 prima locomotiva su un carrello da miniera.


George stephenson1
George Stephenson in maniera alternata alle due estremità del cilindro, in modo da azionare il pistone sia nella corsa di andata che in quella di ritorno. Infine inventò l'indicatore per misurare la pressione del vapore durante tutto il ciclo di lavoro del motore.

  • Nel 1821 presenta il progetto di una strada ferrata fra il porto fluviale di Stockon-on-Tees ed il bacino carbonifero di Darlington, linea che viene autorizzata dal Parlamento inglese nel 1823 ed inaugurata nel 1825 con la locomotiva "Lokomotion" a 4 ruote, sviluppante una velocità media di 13km/h e trainante un convoglio di 34 veicoli.

  • Grazie a questo successo, nel 1829 viene realizzata la linea Liverpool-Manchester di 50km, e la sua locomotiva "Rocket" vince una gara con 4 altre locomotive concorrenti, alla velocità di 20km/h a pieno carico. La sua opera fu poi proseguita, con successo, dal figlio Robert (1803-1859).


La macchina a vapore j watt
La macchina a vapore: J. Watt in maniera alternata alle due estremità del cilindro, in modo da azionare il pistone sia nella corsa di andata che in quella di ritorno. Infine inventò l'indicatore per misurare la pressione del vapore durante tutto il ciclo di lavoro del motore.


ad