PROGETTO FETONTE
Sponsored Links
This presentation is the property of its rightful owner.
1 / 18

IL PO E L' AMBIENTE RIVIERASCO Francesco Silvestrini, Susanna Bazzan, Lorenzo Brevigliero PowerPoint PPT Presentation


  • 115 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

PROGETTO FETONTE. IL PO E L' AMBIENTE RIVIERASCO Francesco Silvestrini, Susanna Bazzan, Lorenzo Brevigliero IC 2005/06. Il fiume Po a Polesella. La golena serve come vaso d’espansione, quando il Po è in piena essa raccoglie le sue acque.

Download Presentation

IL PO E L' AMBIENTE RIVIERASCO Francesco Silvestrini, Susanna Bazzan, Lorenzo Brevigliero

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


PROGETTO FETONTE

IL PO E L' AMBIENTE RIVIERASCO

Francesco Silvestrini, Susanna Bazzan, Lorenzo Brevigliero

IC 2005/06


Il fiume Po a Polesella


  • La golena serve come vaso despansione, quando il Po in piena essa raccoglie le sue acque.


  • La zona occupata dalla golena si espande dallargine allacqua e in questarea venivano piantati dei pioppeti bianchi.

  • Gli arenili sono spiagge di sabbia

  • Lattracco fluviale di Polesella era occupato da un ponte in chiatte (barche in legno costruite poi in cemento).


Pioppo bianco della golena.


  • Durante il cammino abbiamo incontrato un cartello con su scritto Gran Pioppo del mulino di San Michele presente fino dal 1935; guardandoci intorno abbiamo osservato numerosi alberi come: salici, pioppi, robinie che sono alberi a essenze dolci.


  • Nel fiume Po, in localit Ro ferrarese ci siamo fermati davanti ad un mulino che serviva per macinare il grano.

  • Il perno della grande ruota collegato al perno della macina e la corrente dellacqua attiva il macchinario.


Il mulino di S.Michele.


Il Po visto da una banchina portuale.


  • A Polesella una volta cerano sette moli (lingue di terra in cui le barche arrivavano e scaricavano le loro merci).


  • Il molo pi lontano era quello Lombardo, molo Micheli detto anche della chiavica ferrarese perch l un tempo vi era il confine fra lo stato Veneto


  • ed Estense. Poi molo Gussona, molo Saline, molo Moneo, molo Mayer, molo della Fossa. Tra la fine degli anni 70 fu costruito un ponte in cemento armato.

  • Lungo largine c un diaframma in cemento armato che serve per impedire infiltrazioni dacqua e difendere il centro abitato.


Il diaframma in cemento armato serve per impedire infiltrazioni dacqua e difendere il centro abitato.


Partenza del vecchio ponte di chiatte di cemento.


  • Caratteristico dellambiente di riviera il Borgo di Santa Maura descritto da Bacchelli, qui cera un mulino ed un forno, poi due negozi di alimentari, al piano terra cerano degli scantinati, magazzini e nel primo piano cera sempre una porta, con una passerella collegata direttamente allargine per fuggire in caso di piena.

  • Cerano due osterie risalenti al 15 secolo(1600).


Borgo di Santa Maura.


Casa di riposo Opera Pia Pietro Selmi sul Po


  • Login