artrite suppurativa artrite settica n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
ARTRITE SUPPURATIVA =ARTRITE SETTICA PowerPoint Presentation
Download Presentation
ARTRITE SUPPURATIVA =ARTRITE SETTICA

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 13

ARTRITE SUPPURATIVA =ARTRITE SETTICA - PowerPoint PPT Presentation


  • 293 Views
  • Uploaded on

ARTRITE SUPPURATIVA =ARTRITE SETTICA. IN ETA’ PEDIATRICA. DEFINIZIONE. Patologia infettiva articolare Frequenza maggiore in età < 4 anni Nei bambini e nei lattanti possono causare disabilità permanenti

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'ARTRITE SUPPURATIVA =ARTRITE SETTICA' - yoland


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
artrite suppurativa artrite settica

ARTRITE SUPPURATIVA=ARTRITE SETTICA

IN ETA’ PEDIATRICA

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

definizione
DEFINIZIONE
  • Patologia infettiva articolare
  • Frequenza maggiore in età < 4 anni
  • Nei bambini e nei lattanti possono causare disabilità permanenti
  • Terapia medica e chirurgica temepestiva riducono al minimo i danni alla sinovia, alla cartilagine adiacente e all’osso

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

eziologia
EZIOLOGIA

Spettro microbico vario

  • Staphylococco aureo
  • Strepto gruppo A e Pneumococco
  • Kingella kingae
  • Gonococco
    • Adolescenti sessualmente attivi
    • Articolazioni piccole/se grande articolazione è monoarticolare
  • Candida: manifestazione di malattia disseminata multisistemica
  • Parvovirus, parotite epidemica, vaccini per rosolia
    • Probabile patogenesi immunomediata
    • Le sindromi virali sono caratterizzate spesso da artrite

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

eziologia per eta
EZIOLOGIA PER ETA’
  • Neonato
    • Stafilococco e Streptococco di gruppo B
  • Bambino da 2 mesi a 5 anni
    • Stafilococco aureo e Haemophilus influenzae
  • Bambino > 5 anni
    • Stafilococco aureo e Streptococchi di gruppo A

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

slide5
DD
  • Artriti reattive post-infettive gastrointestinali o genitourinarie
  • Malattia di Lyme : artrite non suppurativa, più simile a disordine reumatologico

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

epidemiologia
EPIDEMIOLOGIA
  • 50% entro i 2 anni
  • Entro i 5 anni di età
  • Adolescenti e neonati sono a rischio di artrite gonococcica
  • Modalità di infezione
    • Via ematogena
    • Lesioni o procedure penetranti: traumi, artroscopia, interventi di protesi, iniezioni intra-articolari
  • Maggiore rischio di infezione articolare per pz immunodepressi e per pz con artropatie reumatologiche

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

patogenesi
PATOGENESI

Distruzione di sinovia e cartilagine è imputabile a una combinazione di enzimi proteolitici e fattori meccanici

  • Disseminazione ematogenalocalizzazione sinoviale
  • Endotossina batterica nello spazio sinoviale stimola la produzione di citochine scatenando una cascata infiammatoria
    • TNF alfa e IL1
  • I neutrofili rilasciano enzimi proteolitici ed elastasi che danneggiano la cartilagine e il tessuto sinoviale
  • Ialuronidasi batterica degrada l’acido ialuronico nel liquido sinoviale, rendendo il liquido meno viscoso e riducendone il potere di lubrificazione e protezione della cartilagine articolare: aumentata frizionedanno della cartilagine
  • Accumulo di materiale purulento nello spazio articolare aumenta la pressione intra-articolare e può compromettere la vascolarizzazione, inducendo la necrosi da pressione della cartilagine

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

clnica
CLNICA
  • Dipende da età del pz
  • Neonati e lattanti: clinica associata a osteomielite adiacente dovuta alla diffusione transepifisaria dell’infezione
    • NB osteomielite adiacente di femore prossimale, omero prossimale, radio prossimale, tibia distale PERCHE’ metafisi si estende all’interno dell’articolazione
  • Febbre
  • Articolazione: segni di localizzazione infiammatoria: dolore, edema, eritema, calore
    • NB: eritema ed edema più evidenti in artrite suppurativa per la presenza di infezione sinoviale più superficialeDD osteomielite segno più tardivo per interessamento di metafisi localizzata più in profondità
    • Se arti inferiori/bacino: zoppia
  • Sede
    • 75% arti inferiori: ginocchio, anca
    • 25% arti superiori: gomito, polso, spalla

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

diagnosi
Emocromo, VES, PCR

Possono essere nella norma nelle fasi iniziali

Indicano processo infiammatorio/infettivo in modo aspecifico

Utili per il monitoraggio della risposta alla terapia

Emocoltura : fare sempre nei casi sospetti!

Coltura e microscopia diretta da liquido articolare

Facile aspirazione dalle grandi articolazioni/anca difficile, usa guida ecografica e iniezione intra-articolare di mdc

Chimica di liquido sinoviale non utile perché alterazioni presenti anche in altre patologie reumatiche(febbre reumatica, artrite reumatoide): aumento di cellule e proteine e riduzione di glucosio

RX: allargamento della capsula articolare, edema dei tessuti molli, obliterazioni delle linee adipose; 50% negativa per artrite suppurativa dell’anca

ECO: evidenzia versamento articolare e raccolte fluidi nei tessuti molli e nelle regioni periostee; bene per diagnosi in anca (meglio di rx) e per agoaspirazione liquido articolare nell’anca

TC/RM: utili per escludere osteomielite adiacente

DIAGNOSI

ESAMI EMATICI

STRUMENTALI

Se si sospetta gonococco, eseguire anche le colture anale, cervicale e faringea

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

slide10
Anca

Malattia di Legg-Perthes-Calvé

Epifisiolisi della testa femorale

Ascesso dello psoas

Osteomielite femore prossimale, vertebre o bacino

Ginocchio

Osteomielite femore distale, tibia prossimale

Artrite reumatoide pauciarticolare

Traumi, cellulite, piomiosite, anemia a cellule falciformi, emofilia, porpora di Schonlein-Henoch

Se poliarticolare

malattia da siero

malattia vascolare del collagene

febbre reumatica

porpora di Schonlein-Henoch

Artrite reattiva dopo

Infezioni batteriche gastrointestinali o genitali

Parassitarie

Faringite streptococcica

Epatite virale

DD

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

terapia
TERAPIA

Multidisciplinare: pediatra, chirurghi ortopedici, radiologi

TERAPIA MEDICA

  • Terapia antibiotica
    • Empirica in base all’età del pz e probabile agente eziologico
    • Neonati:penicillina anti-staffilococcica (oxacillina) + cefalosporina ad ampio spettro (cefotaxima)
    • Bambini: cefazolina
      • Se stafilococco aureo meticillino-resistente usa clindamicina+vancomicina
    • Se immunodeficit: vancomicina+ceftazidime

QUANDO identificato il germe , aggiustamento della terapia

DURATA da 10 a 14 giorni; può essere prolungata in condizioni particolari; la sospensione della terapia antibiotica può essere fatta in pz con esame clinico negativo e VES-PCR nella norma

  • Associazione di desametasone per 4 giorni è utile in bambini con artrite settica

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

terapia1
TERAPIA

Multidisciplinare: pediatra, chirurghi ortopedici, radiologi

TERAPIA CHIRURGICA

  • ANCA: emergenza chirurgica !!! Per la massima vulnerabilità della vascolarizzazione della testa femorale
  • Aspirazione quotidiana del liquido sinoviale
    • 1-2 aspirazioni
    • Se il liquido continua ad accumularsi dopo 4-5 giorni, necessaria artrotomia
    • NO instillazioni di antibiotici intra-articolari che irritano la sinovia: se somministrati per via sistemica raggiungono comunque buona concentrazione articolare

Dott.ssa Elisabetta Muccioli

prognosi
PROGNOSI
  • Se terapia adeguata: rapido miglioramento di segni e sintomi
  • Se non migliora entro 72 ore, necessario rivalutare la terapia medica attuata e la diagnosi
  • eventuale ricorso all’intervento chirurgico
  • Recidiva di malattia solo nel 10%
  • Sequele dell’infezione possono non essere evidenti per mesi o anni
    • Necessario follow-up a lungo termine
    • Attenta valutazione di arco di movimento articolare e lunghezza ossea
  • Prognosi migliore se terapia medica/chirurgica iniziano entro 7 giorni dall’esordio di malattia

Dott.ssa Elisabetta Muccioli