La puglia e il mediterraneo progetto chede med
Download
1 / 35

LA PUGLIA E IL MEDITERRANEO Progetto CHEDE- MED - PowerPoint PPT Presentation


  • 168 Views
  • Uploaded on

LA PUGLIA E IL MEDITERRANEO Progetto CHEDE- MED. Bari, 16 Dicembre 2011. 1. Il mediterraneo al centro delle crisi. CRISI DELL’EURO. MEDIORIENTE. PRIMAVERA ARABA. Il mediterraneo al centro dei traffici. 1/3 del commercio mondiale. 71,2% del commercio estero UE. 280 milioni di abitanti.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'LA PUGLIA E IL MEDITERRANEO Progetto CHEDE- MED' - yale


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
La puglia e il mediterraneo progetto chede med
LA PUGLIA E IL MEDITERRANEO Progetto CHEDE- MED

Bari, 16 Dicembre 2011

1


Il mediterraneo al centro delle crisi
Il mediterraneo al centro delle crisi

CRISI DELL’EURO

MEDIORIENTE

PRIMAVERA ARABA


Il mediterraneo al centro dei traffici
Il mediterraneo al centro dei traffici

1/3 del commercio mondiale

71,2% del commercio estero UE

280 milioni di abitanti

220 milioni di viaggiatori



Il ruolo dell italia

Oppure

Il ruolo dell’Italia

  • Recuperare soggettività nella promozione della dimensione mediterranea nell’ambito UE

  • Le alternative tra 50 anni…. che l’Unione Europea passi dall’attuale 23% del PIL mondiale al

  • OPPURE

15%

35 %


E la puglia

-

E la Puglia?

PUGLIA


Punti di forza 1

-

un decennio di crescita un po’ superiore alla media italiana,

crescente integrazione nel sistema trasportistico

rete aeroportuale potenziata e incremento significativo degli arrivi

(3,8 mln nel 2010 e 4,4 mln nei primi mesi del 2011)

crescente integrazione del sistema portuale (tra Bari,Taranto e Brindisi) per il traffico merci e passeggeri, con maggior apertura verso i Balcani e lo sviluppo del turismo crocieristico

un sistema delle imprese che regge all’impatto della crisi

+1785 aziende nel 2010, dopo anni di saldo negativo dal 2006

8,4% delle imprese nel 2010 il fatturato è cresciuto almeno del 20%

15,3% le imprese cresciute più del 10%

Punti di forza/1


Punti di forza 2 apertura ai mercati internazionali

-

Punti di forza/2Apertura ai mercati internazionali

  • La Puglia è terza tra le Regioni italiane per incremento delle esportazioni rispetto al I° semestre 2010

  • Le dinamiche dell’export in Puglia sono superiori a quelle della media italiana:

    + 22,0% I° sem. 2011 su I° sem. 2010 (+15,3% per l’Italia)

    + 20,2% 2010 su 2009 (+16,3% per l’Italia)

  • Recupero dei i livelli pre-crisi del 2008

  • L’export pugliese rapportato al PIL è molto contenuto (7,6% del PIL)

Fonte: rielaborazione The European House-Ambrosetti su dati Coeweb-Istat, novembre 2011


Punti di forza 3 rapporti con mediterraneo

-

Punti di forza/3Rapporti con Mediterraneo

Quasi tutti i settori dell’industria e dell’agricoltura hanno fatto passi in avanti, affacciandosi, per esempio, in modo significativo sui paesi mediterranei non-UE e superando per la prima volta il miliardo di euro in valore di Export.

Restano ampie potenzialità nei mercati emergenti, verso cui la Puglia esporta ancora molto poco (es. solo il 7,8% del totale dell’export in Asia)

Fonte: rielaborazione The European House-Ambrosetti su dati Coeweb-Istat, novembre 2011


Punti di forza 4

-

Punti di forza/4

  • andamento positivo dell’occupazione: + 19.000 occupati al 30 giugno 2011 rispetto alla fine del 2010;

  • tasso di disoccupazione dal 13,8 all’11,6%.

  • bene anche il turismo, con un + 3% di presenze nel primo semestre 2011 (e gli stranieri al + 18%).

  • la leadership nella produzione energetica da fonti rinnovabili: è la prima regione nella produzione di energia da impianti solari, seconda nell’eolico e terza nelle biomasse.


Punti di forza 5

-

Punti di forza/5

La Puglia è riuscita a coniugare le proprie tradizioni e vocazioni produttive con l’innovazione e la tecnologia.

Esempi di eccellenza nei settori tradizionali (agroalimentare, moda e calzature, turismo, edilizia, meccanica e ai servizi collegati) ….

…..e nei settori a maggiore valore aggiunto (aeronautica e aerospazio, chimica, ICT, meccatronica)

La politica industriale regionale ha enfatizzato questa caratteristica promuovendo 14 distretti produttivi e di 4 distretti tecnologici


La puglia dei distretti
La Puglia dei distretti

I distretti tecnologici

High tech a Lecce, Agroalimentare a Foggia, Meccatronica a Bari e Energia a Brindisi


I settori tradizionali
I settori tradizionali

Valore aggiunto in percentuale



Alcune presenze industriali sul territorio pugliese e barese legate alla meccatronica
Alcune presenze industrialisul territorio pugliese e bareselegate alla meccatronica


La puglia e il mediterraneo progetto chede med

SETTORE AUTOMOTIVE

Pompe Diesel – Sistemi frenanti

Tecnologie Diesel

Sistemi frenanti

“Research & Experimentation”


La puglia e il mediterraneo progetto chede med

SETTORE AUTOMOTIVE

Iniettori – Selespeed

Prodotto anche in M. M. Shangai



La puglia e il mediterraneo progetto chede med

SETTORE AUTOMOTIVE

Trasmissioni meccaniche


La puglia e il mediterraneo progetto chede med

SETTORE AUTOMOTIVE

Cuscinetti


La puglia e il mediterraneo progetto chede med

SETTORE AUTOMOTIVE

Pneumatici


La puglia e il mediterraneo progetto chede med

SETTORE TRASPORTO FERROVIARIO

Sistemi diagnostici per linee ferroviarie





Medis soc cons a r l

MEDIS Soc. Cons. a r.l.

Distretto Meccatronico Regionale della Puglia

Bari, 16 dicembre 2011


Medis soci
MEDIS: Soci

  • Soci privati

  • Confindustria di Bari (8.9%)

  • Centro Ricerche Fiat (4.9%)

  • Magneti Marelli Powertrain (4.9%)

  • Centro Studi Componenti per Veicoli (Bosch) (4.9%)

  • Getrag (4.9%)

  • Itel (5.24%)

  • Mermec (5.24%)

  • Masmec (5.24%)

  • Soci pubblici

  • Politecnico di Bari (20.5%)

  • Università degli Studi di Bari (25.5%)

  • Università del Salento (5.0%)

  • Centri di ricerca

  • Centro Laser (0.9%)

  • Sintesi (3.88%)


Medis struttura
MEDIS: Struttura

Il MEDIS è una società consortile a responsabilità limitata, avente il capitale sociale per il 51% detenuto dai soci pubblici

  • Costituzione: 25 Ottobre 2007

  • Sede: Confindustria Bari - Via Amendola, 172/5 - 70126 Bari

  • Consiglio di Amministrazione:

    • Presidente: Prof. Gaetano Scamarcio

    • Vicepresidente: Dott. Mario Ricco

    • Componenti: Prof. Vito Albino, Dott. Leonardo Diaferia


Medis mission
MEDIS: Mission

  • Stimolare le capacità di R&S delle imprese distrettuali al fine di innalzare il livello tecnologico dell’offerta nonché la sua differenziazione anche attraverso la creazione di spin-off

  • Promuovere concentrazioni territoriali di specializzazioni scientifiche e produttive nell’ambito della meccatronica che possano attrarre nuovi investimenti diretti nell’area

  • Configurarsi come un Corporate Research Center, dove le imprese partner del Distretto sono chiamate a svolgere con i propri ricercatori attività di ricerca integrando le proprie competenze con quelle dei ricercatori dei partner pubblici e operando in stretta collaborazione per la realizzazione di progetti di interesse comune

  • Stimolare l’internazionalizzazione del distretto tecnologico


Medis principali risultati industriali
MEDIS: Principali Risultati Industriali

  • Common rail

  • Sistema laser per il monitoraggio dell’ablazione

  • Piattaforma software per lo sviluppo di controlli open source

  • Dispositivo a sicurezza intrinseca per il conteggio assi in ambito ferroviario

  • Apparecchi e strumenti diagnostici


Medis progetti finanziati
MEDIS: Progetti Finanziati

  • Progetti dei soci pubblici (3 milioni di euro - III atto integrativo dell’Accordo di Programma Quadro in materia di “Ricerca):

  • “Sensori e micro-lavorazioni laser per applicazioni motoristiche e manifatturiere”

  • Università degli studi di Bari “Aldo Moro”

  • “Modelli innovativi per sistemi meccatronici”

  • Politecnico di Bari


Tecnologie abilitanti e ambiti applicativi
Tecnologie Abilitanti e Ambiti Applicativi

(*) con particolare attenzione agli aspetti di sostenibilità ambientale (efficienza energetica, materiali riciclabili, etc.)


Aree di intervento e progetti
Aree di Intervento e Progetti

  • Area di Intervento 1

  • “Tecnologie Basate su Acceleratori di Particelle per la Diagnostica Medica Precoce”

  • Area di Intervento 2

  • “Tecnologie e Software per la Diagnostica Intelligente”

  • Area di Intervento 3

  • “Sistemi di Alimentazione e Controllo Motore”


Rete di collaborazioni strategiche
Rete di collaborazioni strategiche

  • DITNE (Puglia)

  • DHITEC (Puglia)

  • Distretto produttivo della meccanica (Puglia)

  • Distretto produttivo dell’informatica (Puglia)

  • Fondazione Torino Wireless (Piemonte)

  • MESAP (Polo della meccatronica (Piemonte)

  • IMAST (Campania)

  • Distretto tecnologico della meccatronica (Sicilia)

  • Università Campus Biomedico Roma