slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
6182-0_02 PowerPoint Presentation
Download Presentation
6182-0_02

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 20

6182-0_02 - PowerPoint PPT Presentation


  • 102 Views
  • Uploaded on

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about '6182-0_02' - tynice


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Foto 21 Al microscopio, in sezione sottile, al solo polarizzatore. Aggregato di cristalli di orneblenda verde in tonalite. A destra, con colore scuro, è un individuo pressoché perpendicolare all’asse c con sfaldatura {110} a piani intersecantisi a circa 124°; a sinistra, con colore più chiaro, è un cristallo pressoché parallelo all’asse c mostrante un’unica traccia della medesima sfaldatura.

slide2

Foto 22 Al microscopio, in sezione sottile, al solo polarizzatore. Cristallo di orneblenda bruna in gabbro mostrante le caratteristiche tracce della sfaldatura {110}; il minerale include piccoli cristalli di minerali metallici opachi.

slide3

Foto 23 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Cristallo di biotite (grande a destra) e di anfibolo orneblenda verde (germinato a sinistra), in roccia tonalitica. Entrambi i minerali, idiomorfi rispetto al quarzo (bianco o grigio, limpido), includono piccoli cristalli di plagioclasio e sono quindi di genesi posteriore al feldspato calcosodico.

slide4

Foto 24 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Aggregato di cristalli diversamente orientati di muscovite in granito peralluminoso. I cristalli della mica bianca sono caratterizzati da elevato potere birifrattivo e mostrano quindi colori di interferenza, secondo il taglio, dal I al II-III ordine. La posizione interstiziale dell’aggregato suggerisce una sua genesi tardiva.

slide5

Foto 25 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Cristallo di microclino (K-feldspato di bassa termalità) in granito alcalino. La caratteristica geminazione polisintetica “a croce” secondo l’emitropia complessa albite-periclino pone in evidenza il comportamento ottico di cristallo triclino.

slide6

Foto 26 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Fenocristallo di sanidino in riodacite. Il minerale assai limpido e con bassa birifrangenza mostra il caratteristico abito piatto secondo {110}.

slide7

Foto 27 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Feldspati in roccia granitica. In basso cristallo allotriomorfo di K-feldspato (ortoclasio), confinante verso l’alto con plagioclasio idiomorfo, a sinistra del quale si osserva la mirmechite (quarzo vermicolato) originata per reazione metasomatica, in presenza di abbondanti componenti volatili, plagioclasio-K-feldspato.

slide8

Foto 28 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Fenocristallo di plagioclasio in andesite. Il nucleo è quasi certamente più anortitico delle zone periferiche, ma gli orli possono mostrare contenuti alternanti albite/anortite in relazione all’attività chimica di Na, Ca, Al, Si del fuso durante la cristallizzazione.

slide9

Foto 29 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Fernocristalli di leucite rotondeggianti, neri perché estinti, in roccia leucititica. Il loro aspetto omogeneamente estinto suggerisce l’assetto strutturale monometrico di alta termalità.

slide10

Foto 30 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Fenocristallo di leucite in tefrite leucitica. La birifrangenza e le geminazioni polisintetiche indicano la trasformazione del minerale dall’assetto strutturale monometrico dell’alta termalità a quello tetragonale della bassa termalità.

slide11

Foto 31 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Cristallo di titanite in tonalite. Il taglio caratteristico a rombo, l’alta rifrazione e l’altissima birifrazione (colore di interferenza bianco-grigio di alto ordine) caratterizzano il minerale che spesso si accompagna agli anfiboli.

slide12

Foto 32 Al microscopio, in sezione sottile, al solo polarizzatore. Cristallo di tormalina (termine schoerlitico) in roccia granitica. Caratteristico è il colore non uniforme e spesso zonato del minerale.

slide13

Foto 33 Suolo lateritico (Somalia). Il colore rosso è dovuto all’abbondanza degli ossidi (ematite) e degli ossidi idrati (goethite e lepidocrocite) di ferro).

slide14
Foto 34 Altra veduta di un suolo lateritico (Somalia) con in basso la zona della regolite di transizione al basamento.
slide15

Foto 35 Puddinga di origine fluviale con abbondante matrice sabbiosa. Valle del Mignone (Lazio settentrionale). Gli elementi notevolmente arrotondati sono essenzialmente marmosi e arenacei.

slide16

Foto 36 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Minerale pesante (zircone, al centro della foto) contenuto in una quarzoarenite con clasti a spigoli vivi.

slide17

Foto 37 Al microscopio, in sezione sottile, al solo polarizzatore. Disposizione allineata dei clasti di mica bianca (lamelle incolori), in contrasto con la disposizione apparentemente disordinata dei clasti di quarzo o di feldspati in una roccia arenitica.

slide18

Foto 38 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Disposizione allineata dei clasti di mica bianca (lamelle azzurro e verde del II ordine per l’elevato potere birifrattivo), in contrasto con la disposizione apparentemente disordinata dei clasti di quarzo o di feldspati in una roccia arenitica.

slide19

Foto 39 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Quarzoarenite con bassa maturità morfologica e altissime maturità composizionale e tessiturale.

slide20

Foto 40 Al microscopio, in sezione sottile, a nicols incrociati. Quarzoarenite con maturità morfologica relativamente elevata (arrotondamento dei clasti dello scheletro) fortemente diagenizzata. Si noti la formazione di quarzo autigeno diagenetico attorno a cristalli di quarzo clastico.