progetto bilancio ambientale locale n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Progetto Bilancio Ambientale Locale PowerPoint Presentation
Download Presentation
Progetto Bilancio Ambientale Locale

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 10

Progetto Bilancio Ambientale Locale - PowerPoint PPT Presentation


  • 172 Views
  • Uploaded on

Progetto Bilancio Ambientale Locale. Bilancio Ambientale Locale. Da dove nasce.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Progetto Bilancio Ambientale Locale' - tress


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
da dove nasce
Da dove nasce.

Il progetto Bilancio Ambientale Locale, nasce da un’esigenza sempre più pressante dei cittadini Chivassesi di prendersi cura della propria città, troppo bistrattata in questi anni da scelte ambientali devastanti per il nostro territorio.

che cos
Che cos’è
  • Il Progetto per l’istituzione del Bilancio Ambientale Locale del Comune di Chivasso, in maniera del tutto analoga a quello economico-finanziario, registrerà le partite contabili relative alle risorse e al patrimonio naturale della città e diventerà quindi uno strumento di valutazione degli effetti ambientali di tutte le politiche attuate dall’amministrazione della città.
step 1
Step 1
  • La fase iniziale del Progetto prevede l’istituzione da parte dell’Amministrazione Comunale della Consulta per l’Ambiente e quella di quartieri e frazioni, quali elementi essenziali all’attuazione dello stesso.
step 2
Step 2
  • Il secondo passo per l’attuazione del progetto è l’elaborazione da parte delle due consulte, rispettivamente dei dati riguardanti i riflessi delle decisioni degli Enti superiori sul territorio della città e dell’individuazione dei problemi sul territorio in maniera capillare e oggettiva, con la creazione di una fotografia del momento di un vero e proprio ecosistema urbano.
step 3
Step 3
  • Il terzo passo è la redazione da parte della Giunta e la successiva approvazione del Consiglio del Bilancio vero e proprio, sia consuntivo dell’anno in corso che preventivo di quello successivo.
slide8

Il Bilancio non conterrà solo dati numerici (fisici e/o monetari), ma anche indicazioni circa i risultati ambientali delle politiche attuate o da attuare da parte dell’amministrazione comunale.

  • Se per esempio il Comune ha deciso di deliberare nuove concessioni edilizie, il B.A.L. registrerà gli impatti ecologici attesi (aumento della produzione di rifiuti, aumento dell’energia prodotta e consumata, situazione del verde pubblico, del terreno incolto etc.)
step 4
Step 4

Gli indicatori di bilancio per la redazione dello stesso sono:

  • la consistenza e le variazioni del patrimonio naturale;
  • le interazioni tra economia ed ambiente;
  • le spese per la prevenzione, la protezione e il ripristino in materia ambientale;
  • sondaggi fra i cittadini sulla percezione dell’evoluzione dell’ambiente del Comune;
slide10

Gli amministratori quindi assumeranno, nei confronti dei loro elettori, la responsabilità dei dati ecologici dello sviluppo, oltre a quelli economici.

L’approvazione, nella stessa sessione, del bilancio economico e di quello «verde» consentirà nel temo un utile terreno di confronto per riconoscere e dichiarare gli effetti ambientali delle politiche economiche e settoriali.

Ciò significa che gli atti di governo del territorio avranno un naturale (e trasparente) retroterra di conoscenza dei valori delle risorse ambientali, dunque potranno ottimizzare i conti rendendo più eco-efficienti le politiche.

Si potrebbe addirittura ad avere un «bollino verde» preventivo, atto a valutare fin dal suo incipit l’impatto ambientale di ogni delibera di giunta o consiglio.