ESAME DELLE FECI - PowerPoint PPT Presentation

esame delle feci n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
ESAME DELLE FECI PowerPoint Presentation
Download Presentation
ESAME DELLE FECI

play fullscreen
1 / 11
ESAME DELLE FECI
3520 Views
Download Presentation
travis
Download Presentation

ESAME DELLE FECI

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. ESAME DELLE FECI 1) CARATTERI MACROSCOPICI - Quantità giornaliera 120 - 200 gr. - Consistenza solida (o poltacea) • Consistenza Liquida Presenza di acqua al 90%. Semiliquida Presenza di acqua all'85% Poltacea Presenza di acqua all'80%. Solida Presenza di acqua al 75%. • Forma cilindrica • Forma(presentata dalle feci di consistenza solida) Cilindroconica Nella norma. Caprina Colon irritabile A fettuccla Spasmi riflessi dello sfintere anale. A nastro Stenosi dell'ultimo trattointestinale. Proctite. • Colorito giallo-bruno • Odore fecaloide

  2. ESAME DELLE FECI Odore Sui generis Presenza di scatolo, indolo etc • Acido/penetrante Presenza di acido butirrico, acido propionico, acido acetico, acido lattico. • Putrido Aumento della flora putrefattiva intestinale. Presenza di idrogeno, metano, anidride carbonica, mercaptani, acido solfidrico, ammoniaca. Componenti anomale (filtro) • residui alimentari non digeriti • muco • pus • calcoli • grossi parassiti • grasso • Sangue Campioni casuali determinazioni qualitative Campioni raccolti in intervalli temporali definiti

  3. Fattori non patologici che influenzano il colore delle feci • MARRONE SCURO dieta carnea, prolungata esposizione all'aria • MARRONE GIALLO dieta lattea , neonati (assenza flora) • NERO ferro, bismuto, carbone, mirtilli, more, liquirizia • GRIGIO cacao, cioccolato • GRIGIO CHIARO dieta lattea, bario • VERDE vegetali verdi (spinaci) • GIALLO rabarbaro • ARANCIONE rifampicina • ROSSO bietole __________________________________________ • STIPSI feci + scure • DIARREA feci + chiare __________________________________________ ALTERAZIONI DEL CONTENUTO DELLE FECI IN STERCOBILINOGENO • Itteri emolitici feci ipercoliche (ipercromiche) • Itteri ostruttivi feci acoliche, cretacee

  4. ALTERAZIONI PATOLOGICHE DEL COLORE DELLE FECI • MARRONE CHIARO FINO A GIALLASTRO incompleta digestione dei grassi (lucide, untuose) • MARRONE SCURO feci ipercoliche • NERO emorragie tratto G.I. alto (picee) (melena) • GRIGIO CHIARO feci acoliche cretacee • VERDE PISELLO ileotifo • ROSSO sangue vivo (verniciate o uniformemente rosse) (emorragie colon e retto, emorroidi)

  5. MUCO NELLE FECI (componente anomala) • Translucido, gelatinoso costipazione spastica (aderente alle feci) colite mucosa (connessione con disturbi emorroidari) • Sanguinolento flogosi del retto (neoplasie) • Associato a pus e sangue colite ulcerosa dissenteria bacillare TBC intestinale diverticolite acuta K. ulcerativo del colon

  6. PRINCIPALI CONDIZIONI ASSOCIATE A SANGUINAMENTI GASTROINTESTINALI ALTE VIE • ulcera peptica • gatrite erosiva • gastrite atrofica • varici esofagee • erosioni di Mallory-Weiss (giunzione gastro-esofagea) • ernia iatale/esofagite INTESTINO TENUE E CRASSO • diverticolo di Meckel • polipi • gastroenteriti • Malattie infiammatorie croniche dell’intestino (sindrome di Chron, colite ulcerosa) • diverticolosi/ite • malformazioni vascolari • neoplasie RETTO E ANO • emorroidi • ragadi ano-rettali • neoplasie FARMACI: salicilati, cortisonici, FANS

  7. ESAME CHIMICO DELLE FECI Modalità di raccolta - Reazione neutra (Feci alcaline: dieta carnea, colite putrefattivi, melena Feci acide: dieta con CI, s cecale da iperfermentazione per aumento acidi grassi) - Acqua 65 - 75% - Sangue occulto assente (Nei soggetti normali eliminati 2-2,5 ml di sangue con le feci/die) - Grassi < 6 g/24 h indice di Zoja * 1 G.neutri+A.grassi saponi coefficiente di ritenzione* dei grassi adulti>95% bambini fino 1a>85% * con dieta a contenuto noto di lipidi e feci di più giorni (ev. marcate) - Azoto <2,5/g/die (dieta con 120 g di proteine) - Attività triptica (FILM TEST) 1:80 - Stercobilina 40-280 mg/die - Coproporfirine 400-1000 ug/die - alfa1 antitripsina <2.6 mg/g feci - Proteine tracce Hanno maggiore rilevanza: • ricerca di bilirubina e stercobilinogeno • ricerca lipidi • ricerca del sangue (+++) Aumento stercobilinogeno: iperemolisi Diminuzione stercobilinogeno: epatopatie, ostruzione biliare

  8. RICERCA DEL SANGUE OCCULTO NELLE FECI Hemoccult (test al guaiaco): basato sull'ossidazione fenolica del guaiaco ad opera del sangue utilizzando il perossido di idrogeno come soluzione di sviluppo della reazione -identifica perdite > 20 ml/die (vn < 2) -50% dei K del colon hanno perdite tali da essere rilevate (nonostante precauzioni 1-3% falsi positivi) sensibilità per K colo-rettale 20-30%, per polipi 13% Reazione alla benzidamina: troppo sensibile (troppi falsi positivi) Raccomandazioni: - testare due zone di 3 campioni consecutivi (entro 3 giorni dalla raccolta) - per 3 gg. evitare ac. Ascorbico, ferro, FANS, carne, certi vegetali Test immunochimici (oggi disponibili) : test al lattice specifici per Hb umana (AB MONOCLONALI) non restrizioni di dieta e farmaci stabili fino a 30 gg.sensibili a 0,3 mg Hb/g feci

  9. SANGUE OCCULTO NELLE FECI COME SCREENING PER IL CANCRO DEL GROSSO INTESTINO? • Uso soprattutto in maschi > 50 aa • Test da ripetersi ogni 2 anni • Considerato utile per la diagnosi precoce • Ovviamente identifica solo tumori sanguinanti • Test di screening accettato per il carcinoma del colon • Problema di falsi + e falsi - • Bassa sensibilità e specificità di un singolo test Utilità discussa da taluni che hanno considerato questa strategia inefficace, costosa e incompleta con elevata percentuale di falsi negativi e scarso effetto dello screening sulla mortalità Di fatto recentemente tre studi randomizzati e controllati hanno mostrato una riduzione della mortalità per carcinoma del colon con l'esecuzione annuale o biennale del test Circa 1000 persone di 50 aa devono essere testate per 10 anni per salvare una vita

  10. STEATORREA -aspetto chiaro, lucido, brillante delle feci - feci adese al recipiente e untuose - talora goccioline oleose in superficie - odore rancido - volume delle feci aumentato Colorazione per lipidi (SUDAN III) vn <6 gtt per campo a piccolo ingrandimento - Dosaggio lipidi - Indice di Zoja Grassi Neutri+Acidi Grassi saponi - Trioleina e acido oleico marcati - Dosaggio carotene sierico (precursore vitamina A) - Grassi > 6 g/24 h - Residuo secco aumentato dieta con 100 g/die di lipidi per 3 gg. Aumento grassi totali: dieta iperlipidica, anormale digestione o riassorbimento dei grassi (steatorrea, diarrea cronica ittero ostruttivo) Aumento acidi grassi: gastrectomia, Crohn, mal celiaca Aumento grassi neutri: pancreatine cronica, colestasi

  11. ESAME MICROSCOPICO DELLE FECI (ca500X) • Prelievo - RESIDUI ALIMENTARI • vegetali (fibre, cellule) • amido (granuli) (LUGOL) • grassi (SUDAN, A.OSMICO): malassorbimenti, patologie biliari e pancreatiche • fibre cornee (cilindrini): • pancreatite cronica, accelerato transito intestinale • fibre connettivali (filamenti) - CRISTALLI (++fosfati, ossalati) - MUCO - EPITELI DESQUAMATI - ERITROCITI - LEUCOCITI (BLU DI METILENE) - PUS: coliti ulcerative suppurative, ascessi addominali, dissenteria bacillare - CALCOLI