SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO “ G.Pascoli ” - GROSSETO - PowerPoint PPT Presentation

tejana
scuola secondaria di i grado g pascoli grosseto n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO “ G.Pascoli ” - GROSSETO PowerPoint Presentation
Download Presentation
SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO “ G.Pascoli ” - GROSSETO

play fullscreen
1 / 45
Download Presentation
SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO “ G.Pascoli ” - GROSSETO
109 Views
Download Presentation

SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO “ G.Pascoli ” - GROSSETO

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. SCUOLA SECONDARIA DII° GRADO “G.Pascoli” - GROSSETO I percorsi sviluppati in questi due anni hanno abbracciato il settore chimico-fisico e biologico : • Percorso sullo sviluppo del seme • Percorso sulla velocità • Percorso sul peso specifico • Percorso sul galleggiamento • Percorso su miscugli e soluzioni Tra questi vi illustriamo i seguenti:

  2. PESO SPECIFICO GALLEGGIAMENTO

  3. Chi pesa di più? Disponiamo di oggetti diversi: • Sasso 1 piccolo (marmo) • calamita, • Pesetto piccolo per bilancia • cubo, • cilindro, • tappo di sughero, • Pesetto grande per bilancia • Sasso 2 grande (pomice) Il sasso più grande

  4. Sasso 1 piccolo (marmo)=106 gr Calamita=37,2gr Pesetto piccolo per bilancia=20gr Cubo plastica=18,9 gr cilindro legno= 27,8 gr tappo di sughero=3,1 gr Pesetto grande per bilancia=200gr Sasso 2 grande (pomice)=46,2 gr Il sasso più grande ???? Forse l’unica cosa da fare è pesare gli oggetti!

  5. IL VOLUME DEGLI OGGETTI CONFONDE CI SONO OGGETTI PIU’ GRANDI IL CUI PESO E’ MINORE DI OGGETTI PIU’ PICCOLI

  6. Prendiamo due becker uguali: 1° becker riempito fino a 2/3 H2O distillata 2° becker riempito fino 3/3 olio girasole CHI E’ PIU’ PESANTE

  7. Andrea e Alessandro

  8. Becker +H2O= 150,4 gr Becker + OLIO = 199 gr Come possiamo dare una risposta? Forse è il caso di pesare la stessa quantità! Becker +100 ml H2O= 97,5 gr Becker +100ml OLIO = 87,3 gr

  9. Quindi una sostanza è più pesante di un’altra quando a parità di volume PESA di PIU’ Essere più o meno pesante non dipende dal peso ma dal tipo di sostanza che abbiamo. (qualcuno già accenna al peso specifico)

  10. RAPPORTO TRA PESO E VOLUME DI QUANTITA’ DIVERSE DI ACQUA DISTILLATA

  11. RAPPORTO TRA PESO E VOLUME DI QUANTITA’ DIVERSE DI OLIO DI GIRASOLE

  12. Quaderno di Djanet

  13. COSA POSSIAMO DIRE ANALIZZANDO LE DUE TABELLE? Nell’acqua il peso e il volume sono simili Nell’acqua il rapporto tra peso e volume è quasi 1 mentre nell’olio è circa 0.89 Il P/VH2OP/Volio

  14. COSA RAPPRESENTA 0,98 NELL’ACQUA E 0,89 NELL’OLIO? IL PESO DI UN CCDI SOSTANZA CIOE’ IL PESO DELL’UNITA’ DI VOLUME DELLA SOSTANZA CIOE’ IL PESO SPECIFICO

  15. E SE GLI OGGETTI SONO REGOLARI?

  16. COSA SI OSSERVA? • ALL’ AUMENTARE DEL VOLUME AUMENTA IL PESO SECONDO UNA LEGGE DI PROPORZIONALITA’ DIRETTA • IL RAPPORTO TRA PESO E VOLUME SI MANTIENE INTORNO AL VALORE 0,66 • 0,66 E’ IL PESO DI UN CCDI MATERIALE CHE ANDANDO A VEDERE SULLE TABELLE RISULTA : LEGNO DI FAGGIO

  17. E PER GLI OGGETTI NON REGOLARI? • misura con precisione il volume di una quantità di acqua in un beker • Metti l’oggetto precedentemente pesato nel becker + acqua • L’innalzamento del livello di acqua rispetto alla partenza rappresenta il volume dell’oggetto • Ora è possibile calcolare il peso specifico.

  18. QUADERNO DI CLAIRE

  19. VERIFICA FINALE

  20. GALLEGGIA O VA A FONDO ?

  21. COME È POSSIBILE MISURARE IL PESO DI UN OGGETTO? • Conoscendo Volume e Ps (vedi percorso peso specifico) • Con una bilancia • Con il dinamometro

  22. Kelti

  23. Come posso essere certo del peso di un oggetto con l’uso del dinamometro? • Quando non oscilla più • Quando è in equilibrio • Quando la Fpeso = Fmolla

  24. Roberto

  25. QUADERNO FRANCESCA

  26. Cosa succede se spingiamo l’oggetto con verso l’alto con una mano? • Il peso registrato sul dinamometro varia in relazione alla forza che applico. La mano si oppone alla F peso.

  27. QUADERNO IRENE

  28. Cosa succede se lascio cadere un peso in un contenitore contenente acqua? • Il livello dell’acqua si innalza • Il peso arriva sul fondo dove si trova in equilibrio

  29. E SE IL PESO LO ATTACCO AD UN DINAMOMETRO COSA OSSERVO? • Registro il peso dell’oggetto nella sua condizione di equilibrio quando la Fpeso = Fmolla

  30. COSA SUCCEDE SE IMMERGO IL PESO IN ACQUA? • Il livello dell’acqua si innalza • Il peso dell’oggetto risulta inferiore alla lettura precedente

  31. Perché la lettura al dinamometro adesso è diversa rispetto alla precedente? • Perché l’oggetto nell’acqua è più leggero • Perché l’acqua si oppone al peso • Perché l’acqua è come la mano che veniva posta sotto al peso

  32. L’acqua spinge l’oggetto appeso al dinamometro con una forza che ha la stessa direzione e verso della Fmolla e insieme si oppongono alla Fpeso .Fpeso = Fmolla+Spintaacqua

  33. Che cosa succede se utilizzo liquidi diversi ?

  34. Prendiamo tre cilindri con acqua ,olio,alcool e dopo aver misurato il peso dell’oggetto vediamo come questo si comporta nei tre liquidi.

  35. MARIA GIULIA

  36. Spinta esercitata dal liquido sull’oggetto = peso oggetto –peso oggetto nel liquido

  37. LA SPINTA CHE IL LIQUIDO esercita sull’oggetto considerati gli errori di misurazione risulta uguale al peso del volume del liquido spostato

  38. La spinta che un corpo riceve quando e’ immerso in un liquido dipende : DAL PESO SPECIFICO DEL LIQUIDO DAL VOLUME DEL CORPO

  39. Per apprezzare la spinta prendiamo una pietra di pomice e la immergiamo in un recipiente contenente acqua.Si avverte la sensazione della forza di spinta opposta alla nostra mano.La pietra galleggia

  40. Prendiamo tre liquidi diversi acqua,olio,alcool . Cosa osserviamo se vi immergiamo un tappo di sughero e successivamente un cubo di legno?

  41. Sia il tappo che il cubo galleggiano nei 3 liquidi • Se osserviamo il cubo di legno ,ed in modo meno evidente ma apprezzabile anche per il tappo ,notiamo che la parte immersa è maggiore nell’alcool ,poi olio e infine acqua.

  42. Ancora una volta si può affermare che la spinta che un corpo riceve dipende dal peso specifico del liquido: In base alle condizioni in cui ci troviamo il corpo immerso in un liquido : • PS LIQ. > PS CORPO = GALLEGGIA • PS LIQ. = PS CORPO = A META’ • PS LIQ. < PS CORPO = A FONDO

  43. E COSA DIRE DEL VOLUME? • Prendiamo due fogli di alluminio e ne facciamo due palline di volumi diversi • La pallina con volume minore va a fondo l’altra galleggia.