itn artiglio viareggio radioelettronica corso capitani n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
ITN “artiglio” Viareggio Radioelettronica corso Capitani PowerPoint Presentation
Download Presentation
ITN “artiglio” Viareggio Radioelettronica corso Capitani

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 12

ITN “artiglio” Viareggio Radioelettronica corso Capitani - PowerPoint PPT Presentation


  • 132 Views
  • Uploaded on

ITN “artiglio” Viareggio Radioelettronica corso Capitani. RADAR RA dio D etection A nd R anging rilevamento di un bersaglio tramite emissione di onde radio. Schema di principio . Impulso di trasmissione. Trasmettitore. DUPLEX O AT/R. Indicatore. Eco del bersaglio. Ricevitore.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'ITN “artiglio” Viareggio Radioelettronica corso Capitani' - tavita


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
itn artiglio viareggio radioelettronica corso capitani

ITN “artiglio” ViareggioRadioelettronica corso Capitani

RADAR

RAdio Detection And Ranging

rilevamento di un bersaglio tramite emissione di onde radio

prof. Franco L A R I

schema di principio
Schema di principio

Impulso di trasmissione

Trasmettitore

DUPLEX

O

AT/R

Indicatore

Eco del bersaglio

Ricevitore

Rilevamento : si ricava dall’orientamento dell’antenna

Distanza : si ricava dal ritardo dell’eco rispetto all’impulso di trasmissione

Distanza = C x Dt/2

Dove C = 3 x 108 m/s (velocità della luce)

prof. Franco L A R I

abbiamo questa situazione
Abbiamo questa situazione

Sx

d

Sr

  • Gt,Gr =guadagno antenna
  • d = distanza bersaglio
  • s = area equivalente bersaglio
  • = lunghezza d’onda
  • Sx, Sr = densità di potenza al bersaglio e all’antenna radar

prof. Franco L A R I

equazione del radar
Equazione del radar

Ptx= Pi Gt G =guadagno antenna

Sx = (Ptx/(4pd2) d = distanza bersaglio

P’ = Sxs s = area equivalente bersaglio

densità di potenza all’antenna in ricezione

Sr = (P’/(4pd2)= (Pi Gts)/(4pd2)2

Potenza dell’eco in arrivo dal bersaglio

Prx= Sr Aa = Aa (Pi Gts) / (16p2d4)

Prx= (Pi Gt Grl2s) / (64p3d4)

prof. Franco L A R I

caratteristiche di trasmissione
Caratteristiche di trasmissione
  • Frequenza………………………………..3 – 10 GHz
  • Potenza ………………………………….decine di KWatt
  • Durata impulso t ……………………….1 mS
  • Velocità di ripetizione impulsi P.R.R. ( Pulse Repetition Rate) …………………… migliaia al secondo
  • Periodo di ripetizione Tr ……………… 1/PRR
  • Ciclo di lavoro del radar ………………. t / Tr

Parametri

Ordine di grandezza

prof. Franco L A R I

trasmettitore
Trasmettitore

Tr

Pilota di

cadenza

t

t

Modulatore

t

Rete di

bordo

t

Magnetron

t

Al ricevitore

All’indicatore

prof. Franco L A R I

ricevitore
Ricevitore

Frequenza Intermedia

10 MHz

DUPLEX

O

AT/R

Amp.

R.F.

Eco del bersaglio

10.000 MHz

oscillatore

locale

Klaystron

C.A.F.

Trasmettitore

prof. Franco L A R I

ricevitore1
Ricevitore

10 MHz

All’indicatore

Amp.

F. I.

Amp.

video

rivelatore di

inviluppo

Banda 1MHz

Ampiezza

FdT Amp. F. I.

FdT Amp. video

6MHz

10MHz

f

Banda Amp. video (6MHz)

Banda Amp. F.I. (1MHz)

prof. Franco L A R I

indicatore p p i plan position indicator
Indicatore P.P.I.Plan Position Indicator

Id

eco

Corrente di deflessione

Anodo (+)

focus

Griglia di

controllo

If

Catodo (-)

g.a.

b.f.

b.d.

Al rotore d’antenna

Controllo rotazione

equipaggio di deflessione

prof. Franco L A R I

comandi radar nautico
Comandi radar nautico
  • POWER…………..…posizioni ON-stand by-OFF
  • SCANNER…..……attivazione rotazione antenna
  • BRILLANCE………..….luminosità dello schermo
  • GAIN……………….modifica il guadagno dell’AFI
  • SHORT/LONG PULSE …………..t piccolo e t grande
  • FOCUS…….……………focalizzazione del fascio
  • RINGS………………………marche fisse e mobili
  • RANGE……………………….scala delle distanze
  • CLUTTER…………………antipioggia e antimare

prof. Franco L A R I

schema a blocchi
SCHEMA A BLOCCHI

Gen. rampa

corrente

Generatore

porta

Pilota di

cadenza

modulatore

Cambio scala

Trasmettitore

magnetron

Gen.re

Marche

brillance

A.Video

rotore

antenna

focus

Rivelatore

inviluppo

AT/R

A.R.F.

A.F.I..

b.f.

Ricevitore

b.d.

O.L.

Klaystron

C.A.F.

PPI

prof. Franco L A R I

itn artiglio viareggio radioelettronica corso capitani1

ITN “artiglio” ViareggioRadioelettronica corso Capitani

GRAZIE

PER L’ATTENZIONE

prof. Franco L A R I