slide1 l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
E. MORIN La testa ben fatta Riforma dell’ insegnamento e riforma del pensiero PowerPoint Presentation
Download Presentation
E. MORIN La testa ben fatta Riforma dell’ insegnamento e riforma del pensiero

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 22

E. MORIN La testa ben fatta Riforma dell’ insegnamento e riforma del pensiero - PowerPoint PPT Presentation


  • 324 Views
  • Uploaded on

E. MORIN La testa ben fatta Riforma dell’ insegnamento e riforma del pensiero. Luigi Tuffanelli – Dario Ianes Formare una testa ben fatta Giochi di ruolo e didattica per problemi. Emotivo. Emotivo. Cognitivo. Cognitivo. Problem . Problem . Reale. Scolastico. solving.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'E. MORIN La testa ben fatta Riforma dell’ insegnamento e riforma del pensiero' - taite


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

E. MORIN

La testa ben fatta

Riforma dell’ insegnamento e riforma del pensiero

Luigi Tuffanelli – Dario Ianes

Formare una testa ben fatta

Giochi di ruolo e didattica per problemi

slide2

Emotivo

Emotivo

Cognitivo

Cognitivo

Problem

Problem

Reale

Scolastico

solving

solving

Sociale

Sociale

Metacognitivo

Metacognitivo

slide3

Percepisco un problema

Accetto la sfida

Identifico il problema

il criptogramma
IL CRIPTOGRAMMA

Lo stormo si perde nel blu.

Tornerà straniero il sole.

Da noi è l'autunno ormai.

Domani nella casa una donna sola sarà.

Al tramonto affida, come spia ignota, i pensieri.

i livelli del problem solving
I livelli del problem solving

Livello operativo (azione)

Livello percettivo

(percezione del problema)

Livello emotivo

IN

Livello cognitivo e strategico

Livello metacognitivo

OUT

slide6

D

H

A

E

A

A

B

B

C

C

D

D

E

E

F

F

G

G

H

H

slide7

Le fasi

Agire

DECISION

TAKING

Livello emotivo

Percepire

PROBLEM FINDING

IN

Identificare

PROBLEM

SETTING

Rappresen-tare

PROBLEM ANALYSIS

Collegare i dati

PROBLEM SOLVING

Piano d’azione

DECISION MAKING

Livello metacognitivo

OUT

slide8

Il livello emotivo

Agire

Accetto la sfida

Controllo le risposte impulsive

Scopro emozioni negative

Controllo le emozioni negative

Percepire

IN

Livello cognitivo

Livello metacognitivo

OUT

slide9

Unisci tutti i punti con 4 segmenti senza mai staccare la matita dal foglio e poi descrivi come hai fatto.

Da W. Metzger, I fondamenti della psicologia della Gestalt, Firenze, Giunti Barbèra, 1971/1984, p.126

soluzione
soluzione

“Quasi tutti … introducono, come parte della loro soluzione del problema, un’ipotesi [condizione autoimposta] che invece rende impossibile la soluzione … La soluzione è un cambiamento e consiste nell’abbandonare il campo … la soluzione si trova esaminando le ipotesi sui punti e non i punti stessi”

P. Watzlawick et alii, Change, Astrolabio 1974, pp. 39-40

slide11

Il livello metacognitivo

Agire

Livello emotivo

Percepire

IN

Livello cognitivo

Vincoli

Risorse

Valuto i risultati

Valuto i risultati

Prevedo le conse-guenze

OUT

slide12

I RUOLI

ESPLO-RATORE

CRITICO

SAGGIO

Asse cognitivo

Asse metacognitivo

STRATEGA

slide13

Ruoli e funzioni

SAGGIO

ESPLORATORE

STRATEGA

CRITICO

Accetto la sfida

Controllo le risposte impulsive

Scopro emozioni negative

Controllo le emozioni negative

IN

Percepire

PROBLEM

FINDING

Piano d’azione

DECISION TAKING

Identificare

PROBLEM

SETTING

Rappresen-tare

PROBLEM ANALYSIS

Collegare i dati

PROBLEM SOLVING

Piano d’azione

DECISION MAKING

Vincoli

Risorse

Valuto i risultati

Valuto i risultati

Prevedo le conse-guenze

OUT

tipi di problema
Tipi di problema

N.Frederiksen, Implication of cognitive theory for instruction, “Review of Educational Research”, 54, pp. 363-407.

interdipendenza positiva
Interdipendenza positiva

Metodo del Jigsaw, introdotto da Aronson a Austin, Texas, nel 1971

Interdipendenza positiva

APPRENDIMENTO

COOPERATIVO

Insegnamento mutuo

Apprendimento abilità sociali

Valutazione di gruppo

Responsabilità individuale

slide16

Gr B

Gr C

Gr A

Gr D

2

2

1

1

2

1

1

2

3

4

4

3

3

4

3

4

Gr 2

Gr 1

Gr 3

Gr 4

B

B

B

A

B

A

A

A

C

D

C

D

C

D

C

D

slide17

Atteggiamenti strategici

oggettività

metacogniz

ottimismo

E. De Bono (1981), Sei cappelli per pensare, Milano, Rizzoli, 1994, pp. 34-35.

negatività

creatività

emozioni

slide18

Piano teorico

Mappa del pensiero

di Edgar Morin

Interconnessioni

Giochi di ruolo

Problem solving

Problemi reali

Problemi scolastici

Carte dei principi

Taccuini

Piano operativo

slide19

Scopi: la situazione-bersaglio?

  • Il gruppo
  • Il singolo
slide20
Abbiamo altrove formulato la legge fondamentale dello sviluppo di queste funzioni nel modo seguente: Tutte le funzioni psico-intellettive superiori appaiono due volte nel corso dello sviluppo del bambino: la prima volta nelle attività collettive, nelle attività sociali , cioè come funzioni interpsichiche; la seconda nelle attività individuali, come proprietà interne del pensiero del bambino, cioè come funzioni intrapsichiche (…)

Lo sviluppo potenziale secondo Vygotskij

slide21

Come intervenire

Lavori di gruppo cooperativo

Giochi di ruolo

Taccuini e strumenti

Didattica metacognitiva