slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Strumenti Compensativi e Dispensativi nella didattica quotidiana. PowerPoint Presentation
Download Presentation
Strumenti Compensativi e Dispensativi nella didattica quotidiana.

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 37

Strumenti Compensativi e Dispensativi nella didattica quotidiana. - PowerPoint PPT Presentation


  • 159 Views
  • Uploaded on

Strumenti Compensativi e Dispensativi nella didattica quotidiana. Barga, 11.12.12 Dott.ssa Mazzei Nadia Psicologa. Dove eravamo rimasti?.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Strumenti Compensativi e Dispensativi nella didattica quotidiana.' - sancho


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1
Strumenti Compensativi

e

Dispensativi

nella didattica quotidiana.

Barga, 11.12.12 Dott.ssa Mazzei Nadia

Psicologa

slide4
I “Se non riusciamo a collocare i nostri studenti nell’indicativo presente della nostra lezione, se il nostro sapere e il piacere di servirsene non attecchiscono su quei ragazzini e quelle ragazzine, nel senso botanico del termine, la loro esistenza vacillerà sopra vuoti infiniti”

Daniel Pennac Diario di scuola

legge 170 8 ottobre 2010
Legge 1708 ottobre 2010
  • Articolo 2
  • Finalità
  • 1. La presente legge persegue, per le persone con DSA le seguenti finalità:
  • Garantire il diritto all’istruzione;
  • Favorire il successo scolastico
slide6
Nella legge si ribadisce l’importanza

didattica individualizzata e personalizzata

strumento di garanzia del diritto allo studio

La centralità delle metodologie didattiche

per il successo formativo degli alunni con DSA.

slide7
PDP
  • Un programma, un progetto, una strategia mirante a predisporre un’azione in tutti i suoi sviluppi

(Guida al piano didattico personalizzato, AID)

PIANO

DIDATTICO

PERSONALIZZATO

slide8
La flessibilità didatticaè da intendersi come capacità da parte del docente, sia in fase di progettazione che durante il percorso didattico, di adattare l’insegnamento alle reali possibilità di apprendimento di ogni studente.

Guida al Piano Didattico Personalizzato AID

Associazione Italiana Dislessia

legge 170 8 ottobre 2010 articolo 5 comma 2
Legge 170 8 ottobre 2010Articolo 5 comma 2

Agli studenti con DSA le istituzioni scolastiche garantiscono:

a) l'uso di una didattica individualizzata e personalizzata,

adottando una metodologia e una strategia educativa

adeguate;

b) l'introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi

di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche, nonchè misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini

della qualita' dei concetti da apprendere;

strumenti compensativi
STRUMENTI COMPENSATIVI
  • “sono strumenti didattici e tecnologici che sostituiscono o facilitano la prestazione richiesta nell’abilità deficitaria”

(LINEE GUIDA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI ALUNNI E DEGLI STUDENTI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ALLEGATE AL DECRETO MINISTERIALE 12 LUGLIO)

misure dispensative
Misure Dispensative

“sono interventi che consentono all’alunno o allo studente di non svolgere alcune prestazioni che, a causa del disturbo, risultano particolarmente difficoltose e che non migliorano l’apprendimento”.

(LINEE GUIDA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI ALUNNI E DEGLI STUDENTI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ALLEGATE AL DECRETO MINISTERIALE 12 LUGLIO)

scrittura strumenti compensativi e dispensativi
SCRITTURA: strumenti compensativi e dispensativi
  • Tabella dell’alfabeto e dei suoni difficili.
  • Permettere agli alunni di utilizzare il carattere che più gli è congeniale.
  • Suddividere le consegne in parti più piccole.
  • Uso di software didattici.
  • Fornire schemi per la produzione di testi.
  • Tabelle per l’analisi grammaticale e logica.
  • Tabella dei verbi.
  • Evitare la scrittura sotto dettatura.
  • Computer con programmi di video-scrittura con correttore
  • Computer con programmi di video-scrittura con correttore ortografico e sintesi vocale.
esempio mappa per scrivere un testo narrativo
Esempio: Mappa per scrivere un testo narrativo

Tratto da “La dislessia e i DSA”, Giacomo Stella e Luca Grandi

la scrittura alla lavagna
La scrittura alla Lavagna
  • Scrivere in stampato maiuscolo.
  • Preparare una copia del testo scritto alla lavagna in modo che l’alunno possa copiarlo da lì.
  • Evitare di spiegare mentre si chiede di copiare.
strumenti compensativi e dispensativi per la matematica
Strumenti compensativi e dispensativi per la Matematica
  • Linea dei numeri
  • Tavola pitagorica
  • Tabella delle misure, tabelle delle formule geometriche.
  • Lettura a voce alta da parte dell’insegnante del testo di un problema.
  • Strutturazione di un problema per fasi.
  • Calcolatrice
  • Concedere tempi di esecuzione più lunghi
come aiutarli a studiare
Come aiutarli a studiare?
  • Lavorare sulla semplificazione e riduzione del testo scritto.
  • Fornire schemi e mappe degli argomenti affrontati.
  • Favorire la riflessione metacognitiva.
  • Usare materiale audiovisivo.
  • Utilizzare libri digitali.
  • Usare cartine geografiche e storiche.
  • Usare il registratore.
slide17
Concedere tempi più lunghi per lo studio.
  • Assegnare i compiti a casa in misura ridotta.
  • Attenzione alla gestione del diario: controllare che l’alunno con DSA abbia scritto correttamente il compito.
mappe per lo studio alcuni esempi
Mappe per lo studio: alcuni esempi

Tratto da “La dislessia e i DSA”, Giacomo Stella e Luca Grandi,.

mappe per lo studio alcuni esempi1
Mappe per lo studio: alcuni esempi

Tratto da “La dislessia e i DSA”, Giacomo Stella e Luca Grandi

mappe per lo studio alcuni esempi2
Mappe per lo studio: alcuni esempi

Tratto da “La dislessia e i DSA”, Giacomo Stella e Luca Grandi,

mappe per lo studio alcuni esempi3
Mappe per lo studio: alcuni esempi

Tratto da “Aiuto Dislessia.net”

mappe per lo studio alcuni esempi4
Mappe per lo studio: alcuni esempi

Tratto da “Aiuto Dislessia.net”

mappe per lo studio alcuni esempi5
Mappe per lo studio: alcuni esempi
  • Tratto da “Aiuto Dislessia.net
mappe per lo studio alcuni esempi6
Mappe per lo studio: alcuni esempi
  • Tratto da “Aiuto Dislessia.net
mappe per lo studio alcuni esempi7
Mappe per lo studio: alcuni esempi
  • Tratto da “Aiuto Dislessia.net
le verifiche
Le Verifiche
  • Programmare le interrogazioni.
  • Valutare il contenuto e non la forma.
  • Dare tempi più lunghi per l’esecuzione delle prove.
  • Permettere l’utilizzo degli strumenti compensativi.
  • Privilegiare le verifiche orali permettendo l’uso di schemi o mappe durante l’interrogazione.
  • Evitare la sovrapposizione di verifiche e interrogazioni.
  • Comunicare con largo anticipo la data delle verifiche e non rimandarle all’ultimo momento.
le verifiche1
Le Verifiche
  • Prestare molta attenzione all’aspetto grafico dei testi proposti:
  • Carattere Arial o Verdana
  • Dimensione carattere: 14/16
  • Interlinea 1,5 / 2
  • Spaziatura tra le parole doppia.
  • Testo non giustificato.
  • Non “affollare” la pagina.
  • Evitare la scrittura a mano!
le lingue straniere
Le Lingue Straniere:
  • Privilegiare la lingua orale.
  • Proporre esercizi di completamento, abbinamento ecc… ma evitare le traduzioni.
  • Usare software didattici.
  • Utilizzare il dizionario informatico e con traduttore.
  • Fornire tabelle, mappe, schemi.
  • Dispensare, ove necessario, dallo studio delle lingue straniere in forma scritta.
tabelle alcuni esempi
Tabelle: alcuni esempi
  • Tratto da “La dislessia e i DSA”, Giacomo Stella e Luca Grandi
tabelle alcuni esempi1
Tabelle: alcuni esempi
  • Tratto da “La dislessia e i DSA”, Giacomo Stella e Luca Grandi
mappe alcuni esempi
Mappe: alcuni esempi
  • Tratto da “La dislessia e i DSA”, Giacomo Stella e Luca Grandi
mappe alcuni esempi1
Mappe: alcuni esempi
  • Tratto da “La dislessia e i DSA”, Giacomo Stella e Luca Grandi
slide35
Grazie per l’attenzione

Buon Natale

e

Felice Anno Nuovo

a tutti voi

Nadia Mazzei