SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG) - PowerPoint PPT Presentation

slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG) PowerPoint Presentation
Download Presentation
SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG)

play fullscreen
1 / 52
SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG)
286 Views
Download Presentation
riona
Download Presentation

SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG)

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  2. PRESENTAZIONE DEL REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVE SICVEREG Sala 500 Centro Congressi Lingotto ore 12.45 Torino, 28 settembre 2004 D. Palombo con la collaborazione di G. Vesce SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  3. LE PRINCIPALI ATTIVITA’ DEL REGISTRO DAL 1999 AD OGGI • Anno 1999 • Elaborazione della prima versione del software per il Registro • Anno 2000 • Ampliato il vocabolario del software con nuovi interventi e nuove patologie • Apportati miglioramenti all’interfaccia utente • Inseriti reports di consultazione nel software • Anno 2001 • Aggiunti nuovi campi nel software • Creazione di una procedura automatica di esportazione dati • Realizzazione di elaborazione generalizzata dei dati • Avvio interscambio dati del 2000 con il “Registry Europeo” • Creazione di un Comitato Operativo Nazionale dei Referenti per il Registro • I Riunione dei Referenti per il Registro (Perugia) • Anno 2002 • Pubblicazione del I Report dei Dati relativi all’anno 2001 • Elaborazione di una nuova versione del software con i • fattori di rischio per le patologie arteriose • Presentazione dell’esperienza italiana al Vascunet ad Istanbul • II e III Riunione dei Referenti per il Registro (Bologna e Cagliari) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  4. LE PRINCIPALI ATTIVITA’ DEL REGISTRO DAL 1999 AD OGGI • Anno 2003 • Pubblicazione del II Report dei Dati relativi all’anno 2002 • con la prima analisi statistica dei fattori di rischio • IV Riunione dei Referenti per il Registro (Ravenna) • Riconoscimento da parte del Direttivo SICVE della dignità del Registro ed approvazione, all’unanimità, della norma di esclusione dalle attività congressuali patrocinate dalla SICVE, dei Centri non partecipanti • Anno 2004 • V Riunione dei Referenti per il Registro (Bologna) • Partecipazione alla riunione di Vascunet all’ESVS sett. 2004 (Innsbruk) • VI Riunione dei Referenti per il Registro (Torino) • Pubblicazione del III Report dei Dati relativi all’anno 2003 • con la prima analisi di correlazione fra esito e fattori di rischio per TSA-AOAI-AAA SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  5. Attività Statistico-Epidemiologica del Registro SICVEREG: Pubblicazioni dei Dati SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  6. I REPORT - SICVEREG DATI 2001 Presentato al 2° Congresso Nazionale SICVE Cagliari, ottobre 2002 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  7. REGISTRO ITALIANO DELLE ATTIVITA’ ASSISTENZIALI – SICVE SICVEREG ANALISI STATISTICO-EPIDEMIOLOGICHE DATI 2002 II REPORT - SICVEREG DATI 2002 Presentato a Cuneo nel dicembre 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  8. REGISTRO ITALIANO DELLE ATTIVITA’ ASSISTENZIALI – SICVE SICVEREG ANALISI STATISTICO-EPIDEMIOLOGICHE DATI 2003 III REPORT - SICVEREG DATI 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  9. III REPORT - DATI 2003 : CENTRI PARTECIPANTI • Centri partecipanti: 61 • Prof. AGRIFOGLIO Giorgio -A.O. di Milano-20122 MILANO • Dr. AIAZZI Luigi -OO.RR. di Bergamo-24100 BERGAMO • Dr. ALTAMURA Paolo -Azienda Ospedaliera Di Venere Giovanni XXIII-70012 BARI • Prof. BAJARDI GUIDO -Policlinico Univ. "Paolo GIACCONE" - Cattedra di Chirurgia Vascolare-90100 PALERMO • Dr. BANDIERA Giovanni -Istituto Dermopatico dell’Immacolata (I.R.C.C.S.)-00167 ROMA • Prof. BENEDETTI-VALENTINI Fabrizio - II Cattedra Univ. La Sapienza- 00195 - ROMA • Dr. BERTOGLIO Carlo -Ospedale Civile-18100 IMPERIA • Dr. BERTOLETTI Giovanni -Ospedale S. Maria Goretti-04100 LATINA • Prof. BRACALE Giancarlo -Università degli studi di Napoli Federico II. Cattedra di Chirurgia Vascolare-80131 NAPOLI • Dr. CAMILLI Sante -Istituto Dermopatico dell’Immacolata-00167 ROMA • Prof. CASTELLI Patrizio -Ospedale di Circolo Univ. dell'Insubria -21100 VARESE • Dr. CECCHI Mario -Nuovo Ospedale San Giovanni di Dio - Torregalli-50143 FIRENZE • Dr. CELORIA Giovanni -Ospedale Sant'Andrea-19100 LA SPEZIA • Dr. CHIESA Roberto -IRCCS H. San Raffaele-20132 MILANO • Dr. COPPI Gioacchino -Ospedale S. Agostino-41100 MODENA • Dr. CRESCENZI Basilio -Azienda Ospedaliera Monaldi-80131 Camaldoli NAPOLI • Prof. CUGNASCA Marco -Istituto Galeazzi - Chirurgia Vascolare -20161 MILANO • Prof. D'ADDATO Massimo -Univ. Degli Studi di Bologna-40138 BOLOGNA • Dr. DE BLASIS Giovanni -Ospedale di Avezzano “S. Filippo e Nicola”-67051 Avezzano (AQUILA) • Dr. FARINA Michele Angelo -Azienda Ospedaliera di Caserta-81100 CASERTA • Dr. FERRARI Mauro -Azienda Ospedaliera Pisana - Presidio Ospedaliero Cisinello-56124 PISA • Dr. FERRERO Sergio -Ospedale S.Martino-16100 GENOVA (Attualmente cessato dal servizio) • Dr. GORI Amerigo -E.O. “Ospedali Galliera”-16128 GENOVA • Dr. LEONE Luciano -Azienda Ospedaliera Umberto I-96100 SIRACUSA • Dr. LIGUORI Enzo -Policlinico Militare Roma “Celio”-00184 ROMA • Dr. LOMEO Alberto -Ospedale Cannizzaro-95125 CATANIA • Dr. MARAGLINO Vincenzo -Ospedale Civile Regionale SS.Annunziata-74100 TARANTO • Dr. MARCUCCI Giustino -Ospedale San Paolo-00053 Civitavecchia ROMA • Dr. MATTASSI Raul -Ospedale “G. Salvini “ USSL 32-20020 Garbagnate Milanese MILANO SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  10. III REPORT - DATI 2003 : CENTRI PARTECIPANTI • Dr. MIELE Franco -Clinica S. Carlo-20037 Paderno Dugnano MILANO • Dr. MONACA Vincenzo -Azienda Ospedaliera V.E. Ferrarotto S. Bambino Catania-95100 CATANIA • Dr. MORETTI Vincenzo -Ospedale Civile di Teramo - 64100 - TERAMO • Dr. NOVALI Claudio -Ospedale Santa Croce-12100 CUNEO • Dr. PACCHIONI Roberto -Azienda Ospedaliera Carlo Poma-46100 MANTOVA • Dr. PALOMBO Domenico -Ospedale Mauriziano Umberto I-10128 TORINO (Attualmente Ospedale S. Martino – Genova) • Dr. PANE Gianfranco -Ospedale dei Pellegrini Vecchio-Pigna Secca NAPOLI • Dr. PARONI Giovanni -Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza”-71013 S. Giovanni Rotondo FOGGIA • Dr. PATRONE Pietro -Ospedale Santa Corona-17027 Pietra Ligure SAVONA • Dr. PEDRINI Luciano -Ospedale Maggiore “C.A.Pizzardi”-40133 BOLOGNA • Dr. PEINETTI Flavio -Ospedale Regionale della Valle d’Aosta-11100 AOSTA (Attualmente Clinica Eporediese– Ivrea) • Dr. PIAZZALUNGA Giorgio -Istituto Clinico Mater Domini - Chirurgia Arteriosa ed Endovascolare 21100 - VARESE • Dr. PISACRETA Massimo -U.O.S. di Chirurgia Vascolare, Ospedale "L.Sacco" MILANO • Prof. PISTOLESE G. Raimondo -Policlinico Tor Vergata - Dip. Di Chirurgia-00133 ROMA • Prof. PRATESI Carlo -Univ. Degli Studi di Firenze-51039 FIRENZE • Dr. PUTTINI Maurizio -Ospedale Niguarda-20062 MILANO • Prof. RAMPOLDI Vincenzo -Istituto Policlinico San Donato Università di Milano - Div. Di Chir. Vascolare MILANO • Prof. REGINA Guido -Osp. Policlinico Consorziale-70124 BARI • Dr. RUOTOLO Carlo -Azienda Ospedaliera "A. Cardarelli" - U.O. di Chir. Vascolare NAPOLI • Prof. SALCUNI Pierfranco -Univ. degli Studi di Parma-43100 PARMA • Dr. SARCINA Antonio -Casa di Cura “Poliambulanza”-25124 BRESCIA • Prof. SETACCI Carlo -Università di Siena-53100 SIENA • Dr. SIRONI Giuliano -Osp. Gaetano Pini-20122 MILANO • Prof. SNIDER Francesco -Univ. Cattolica Pol. Gemelli-00133 ROMA • Prof. SPARTERA Carlo -Univ. degli Studi dell’Aquila-00199 L’AQUILA • Dr. SPIGONARDO Francesco -Ospedale SS. Annunziata-55122 CHIETI • Dr. TALARICO Francesco -Ospedale Sant’Elia-93100 CALTANISSETTA • Dr. TOMASSO Silvano -Azienda Ospedaliera "A. Cardarelli"-86100 CAMPOBASSO • Dr. TORI Antonio -Azienda Ospedaliera 3-21050 Busto Arsizio VARESE • Dr. UDINI Marco -Azienda Ospedaliera “E. Morelli”-23039 Sondalo SONDRIO • Dr. VENOSI Salvatore -Ospedale Nuovo Regina Margherita-00153 ROMA • Prof. VIACAVA Alessandro -Univ. di Genova-16132 GENOVA SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  11. III REPORT - DATI 2003 • Quest'anno la "brochure" edita a stampa, contiene i dati generali e di interesse "divulgativo" per meglio far conoscere l'attività della Chirurgia Vascolare Italiana, anche ai non specialisti del settore. • La massa importante di dati e la loro elaborazione, è presentata in versione informatica su "CD" di facilissima consultazione. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  12. III REPORT - DATI 2003: CD ALLEGATO AL REPORT COLLEGAMENTI IPERTESTUALI ED ESPLORAZIONE A MENU’ SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  13. III REPORT - DATI 2003: CD ALLEGATO AL REPORT VISUALIZZAZIONE DEI DATI IN FORMATO HTML SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  14. REGISTRO ITALIANO DELLE ATTIVITA’ ASSISTENZIALI – SICVE SICVEREG ANALISI STATISTICO-EPIDEMIOLOGICHE DATI 2003 III REPORT - DATI 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  15. III REPORT - DATI 2003: ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI Morbi-mortalità: TSA, AOAI ed AAA • Nei casi trattati per patologie dei TSA la morbi-mortalità maggiore globale appare dell’1.2%; quella ischemica (complicanze vascolari ischemiche tardive – ictus entro i 30gg post-operatori e mortalità) è risultata pari allo 0,6%ela sola mortalità allo 0,2%. • Nel casi trattati per AOAI, la percentuale di complicanze maggiori è risultata, invece, pari al 3,5% e la mortalità all’ 1,3%. • Negli interventi eseguiti per AAA, infine, la percentuale di complicanze maggiori è risultata pari al 3,2% e la mortalità al 6%. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  16. III REPORT - DATI 2003: ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI Selezione per Patologie TSA Frequenza % % cumulata TEA CAROTIDEA E SUTURA CON PATCH 1418 34,1 34,1 TEA CAROTIDEA CON SUTURA DIRETTA 1246 30,0 64,1 TEA PER EVERSIONE CON REIMPIANTO ICA 1139 27,4 91,5 PTA E STENTING (CON SIST. DI PROTEZ. CEREBRALE) 141 3,4 94,9 PTA E STENTING (SENZA SIST. DI PROTEZ. CEREBRALE) 51 1,2 96,1 PTA E STENT 32 ,8 96,9 BY-PASS CCA-ICA 28 ,7 97,6 ANGIOPLASTICA TRANSLUMINALE INTRAOPERATORIA E STENT 18 ,4 98,0 EXERESI 17 ,4 98,4 RESEZIONE ED INNESTO CCA - ICA 16 ,4 98,8 BY-PASS SUCCLAVIO - CAROTIDEO 9 ,2 99,0 REIMPIANTO CAROTIDEO PER KINKING 9 ,2 99,3 PATCH CAROTIDEO (SENZA TEA) 5 ,1 99,4 LEGATURA ICA 4 ,1 99,5 SUTURA COLLETTO 4 ,1 99,6 BY-PASS AORTO-CAROTIDEO 3 ,1 99,6 EXERESI DI TUMORE GLOMICO 3 ,1 99,7 PTA ISOLATA 3 ,1 99,8 ANGIOPLASTICA TRANSLUMINALE INTRAOPERATORIA ISOLATA 2 ,0 99,8 RESEZIONE ED ANASTOMOSI CCA 2 ,0 99,9 RIMOZIONE DI TUMORE GLOMICO 2 ,0 99,9 ARTERIORRAFIA 1 ,0 100,0 REIMPIANTO SUCCLAVIO-CAROTIDEO 1 ,0 100,0 REIMPIANTO VERTEBRALE IN CAROTIDE 1 ,0 100,0 Totale 4155 100,0 I trattamenti endovascolari classificati per la patologia dei TSA sono stati 247, pari al 5.9% di tutti gli interventi eseguiti per la patologia dei tronchi sovraortici (4155). SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  17. III REPORT - DATI 2003: ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI Frequenze Filtrate sulle Patologie Venose • Femmina:4836 (68,7 %) • Maschio:2199 (31,3%) • Totale:7035 (100,0%) Il sesso prevalente è quello femminile: 68,7%. Le fasce d’età comprese fra 50 e 69 anni rappresentano il 48.4% dell’intero campione. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  18. III REPORT - DATI 2003: ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI Frequenze Filtrate sulle Patologie Venose: 7035casi. COMPLICANZE • N. % % cumulata • NO COMPLICANZE7007 99,6 99,6 • DEISCENZA FERITA10 ,1 99,7 • EMORRAGIA ESTERNA/INTERNA (EMATOMA ECC..)5 ,1 99,8 • RACCOLTA DI LIQUIDO NON INFETTO NELLA FERITA 5 ,1 99,9 • DOLORE FERITA3 ,0 99,9 • CARDIOLOGICA 1 ,0 99,9 • COMPLICANZA POLMONARE (ESCLUSO TEP) 1 ,0 100,0 • INFEZIONE DELLA FERITA 1 ,0 100,0 • LESIONI LINFATICA 1 ,0 100,0 • RISULTATI EMODINAMICI NON SODDISFACENTI 1 ,0 100,0 • Totale 7035 100,0 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  19. III REPORT - DATI 2003 • Il cambiamento di quest’anno, non è solo dettato da motivi pratici, ma vuole essere il segnale di una diversificazione importante, dell'utilizzo del Registro: usare anche a fini "politici"i dati più significativi e di interesse generale. • In altri termini fare in modo che i Politici, gli Amministratori ed il Grande Pubblicoconoscano i dati dell'attività a livello nazionale della Chirurgia Vascolare ed il ruolo assolutamente rilevante che questo gioca nel panorama della salute. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  20. III REPORT - DATI 2003 • Un utile strumento di conoscenza, dunque, anche per chi fa informazione e programmazione che potrà e dovrà far riferimento ai dati della Chirurgia Vascolare Ufficiale Italiana. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  21. III REPORT - DATI 2003 • Certo, un'idea ambiziosa, dietro la quale c'è da una parte la scommessa fondamentale di essere noi Chirurghi Vascolari gli artefici della nostra Specialità, ma dall'altra una raccolta di dati precisa, seria e circostanziata che ci pone tra i protagonisti in Europa per questo Registro, come testimonia l'esperienza di Vascunet, l'Associazione Europea dei Registri Vascolari. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  22. VASCUNET GRUPPO COLLABORATIVO DEI REGISTRI NAZIONALI EUROPEI Coordinatore: Martin Bijörk (SWED VASC) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  23. Guardando in casa d’altri….. • Swed Vasc • Nor Kar • Dan Vasc • NZ Vascular Registry • Registro Nazionale Spagnolo • UK Vascular Registry SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  24. Guardando in casa d’altri….. • UK Vascular Registry: solo il 40% dei Centri invia i dati. • Dan Vasc: i fattori di rischio e le complicanze sono completi in meno del 40% dei dati. • Nor Kar: la mortalità globale per AAA è il 9,8%; la mortalità dell’NPR è invece 12,1%. • Registro Spagnolo: dati inviati da 52 Centri (es. collezionate 1500 CEA + 100 CAAS; dati inviati su supporto cartaceo riservatamente al notaio della Società. • NZ Vasc Reg: la morbi-mortalità per TSA è del 3.6%; nel National data base è del 4,5%. • Swed Vasc: 58 pz. validati per risultati a 30 gg; 57 report completi; solo il 50% delle classificazioni compilate correttamente; l’errore più frequente: reintervento entro i 30 gg non riportato. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  25. III REPORT - DATI 2003 • E' vero, pur orgogliosi come noi tutti dobbiamo essere del lavoro comune e dei risultati del Registro, • ogni trionfalismo sarebbe fuori luogo. • I problemi da affrontare sono ancora importanti, anche se comuni alla più parte dei pur pochi Registri funzionanti in Europa e fra i quali il nostro rappresenta senza dubbio quello più avanzato per le Nazioni con una popolazione che superi i 40 - 50 milioni di abitanti. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  26. III REPORT - DATI 2003 • In primo luogo dobbiamo aumentare la partecipazione dei Centri che inviano i dati (attualmente 60 Centri); ciò ci spinge a chiedere con ancora maggiore forza la partecipazione a questo che è un diritto - dovere, vista anche l'importanza del suo utilizzo per la crescita della nostra Specialità. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  27. III REPORT - DATI 2003 • Secondariamente, va affrontato il problema della validazione dei dati: la volontà chiaramente espressa dalla SICVE, si concretizzerà, speriamo già nel corso del prossimo anno, in un programma di validazione con una verifica, a campione e per singole procedure, della completezza dei dati inviati, oppure mediante confronto con i dati amministrativi. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  28. IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE Il trial prospettico randomizzato non è il solo strumento efficace della EBM (Evidence Based Medicine): importanza del Registro validato. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  29. IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE • VALIDAZIONE PER SINGOLA PROCEDURA. • Due sistemi di validazione: • v/s Registro dati Amministrativi Sanitari indipendenti; • v/s Coorti sorteggiate di Casi. La validazione è fondamentale per poter trarre conclusioni dai dati ed usarli “politicamente”. “Examination of selected patients records is a feasible method for Registry validation”. Martin Bijörk (Swed Vasc) a Vascunet – Innsbruk 2004 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  30. IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE: METODOLOGIA • Identificazione dal “Master File” di un campione random per singola patologia. • Richiesta dei records originali (cartelle) dopo decriptaggio del codice. • Verifica dell’esattezza dei dati. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  31. IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE: METODOLOGIA Ad es. nello SWED VASC: • 58 pz. validati per risultati a 30 gg; • 57 report completi; • solo il 50% delle classificazioni compilatecorrettamente; • l’errore più frequente:reintervento entro i 30gg non riportato! SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  32. IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE C’è spazio per migliorare! SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  33. IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE: ULTERIORI SVILUPPI • AUDIT e PEER REVIEW • Coinvolgimento di tutti i Centri per campionature statisticamente valide • Strumento delicato: • deve aiutare a crescere; • evitare strumentalizzazioni delle Amministrazioni. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  34. IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE • Mortality depends on case-mix • Chris Gis….. • Case-mix adjusted risk models • Crude mortality figures • Case-mix adjusted risk figures SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  35. III REPORT - DATI 2003 • L'ulteriore importante novità che questa edizione del Registro porta con sé, è l'elaborazione in termini di stratificazione dei fattori di rischio e dunque la possibilità di prevedere un rischio di complicanze atteso in rapporto ai fattori di rischio stessi: strumento utilissimo per confrontare i risultati della nostra attività quotidiana con previsioni stratificate di risultato, il tutto elaborato a partire dai dati reali della popolazione trattata nel nostro Paese. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  36. III REPORT - DATI 2003 • Concludo, con l'annuncio di un ulteriore passo avanti che potrà giocare un ruolo fondamentale per lo sviluppo ulteriore del nostro Registro. • Dall'ottobre 2004 sarà possibile inviare i dati anche con lo strumento che dovrà diventare dal 2005 la via preferenziale, se non unica, di invio dei dati, quella informatica utilizzando il Portale Web, che a molti di Voi è stato presentato e che sarà da quella data regolarmente in funzione. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  37. REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG PROSPETTIVE FUTURE SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  38. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  39. PROSPETTIVE FUTURE • Individuazione del paziente mediante un identificativo personale/episodio (codice criptato ricavato dal C.F. e/o codice sanitario) • - Auditing e controllo qualità/dati • - Follow-up clinico • Creazione di un portale o sito web per l’immissione e la elaborazione in “tempo reale” dei dati (con l’ausilio di sponsors?) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  40. Vantaggi di un portale o sito web • Controllo dei dati e valutazione statisticain tempo reale • Necessità di hardware meno avanzato e costoso • Possibilità di inserimento e consultazione dei dati ovunque ci si trovi • Costi contenuti • Possibilità di virtual meetings o forum SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  41. PROSPETTIVE FUTURE SICVEREG @ WEB SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  42. Sicurezza di accesso SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  43. Bacheche condivise e riservate SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  44. Ambiente semplice SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  45. Vocabolari centralizzati (con funzione didattica) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  46. Conteggi e statistiche on-line SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  47. Accesso semplificato alle cartelle SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  48. Data–entry veloce e guidato SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  49. CONCLUSIONI • Se correttamente compilato il REGISTRO rappresenta uno strumento essenziale che in futuro potrà essere utilizzato come ausilio di verifica della qualità della Chirurgia Vascolare Nazionale Italiana • Consentirà un interscambio di dati con altri Registri Europei permettendo di realizzare una fotografia fedele dell’attività chirurgica in Europa SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

  50. CONCLUSIONI • Pur trattandosi di uno strumento perfettibile, il REGISTRO potrà comunque darci un quadro preciso dell’attività chirurgica vascolare e dei risultati immediati • Il REGISTRO permetterà di essere partners attivi dello Stato e delle Regioni nella programmazione e valutazione della Chirurgia Vascolare Nazionale Italiana SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG