master in comunicazione e giornalismo scientifico n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Master in comunicazione e giornalismo scientifico PowerPoint Presentation
Download Presentation
Master in comunicazione e giornalismo scientifico

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 38

Master in comunicazione e giornalismo scientifico - PowerPoint PPT Presentation


  • 118 Views
  • Uploaded on

Master in comunicazione e giornalismo scientifico. La ricerca bibliografica in rete di Ateneo Sistema Bibliotecario di Ateneo maggio 2002. Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova. Gli strumenti bibliografici elettronici il Catalogo.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Master in comunicazione e giornalismo scientifico' - purity


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
master in comunicazione e giornalismo scientifico
Master in comunicazione e giornalismo scientifico

La ricerca bibliografica in rete

di Ateneo

Sistema Bibliotecario di Ateneo

maggio 2002

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

gli strumenti bibliografici elettronici il catalogo
Gli strumenti bibliografici elettroniciil Catalogo

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

le riviste elettroniche science direct
Le riviste elettroniche:Science Direct

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

le riviste elettroniche science direct1
Le riviste elettroniche:Science Direct

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

sistema bibliotecario di ateneo la ricerca bibliografica in rete di ateneo

Master in comunicazione e giornalismo scientifico

Sistema Bibliotecario di AteneoLa ricerca bibliografica in rete di Ateneo

GLI STRUMENTI BIBLIOMETRICI

Elisabetta Marinoni

maggio 2002

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

letteratura scientifica 1996 2000
Letteratura scientifica: 1996-2000
  • Il numero dei periodici censiti da URLICH’S International Periodicals è passato da 165.000 titoli del 1996 a 210.000 del 2000 con un aumento del 27.3%.
  • Nel 1996 i periodici censiti da Medline erano 3.400, nel 2000 sono stati 4.300 con un incremento del 26.5%.
  • Nel 1996 i record bibliografici inseriti in Medline sono stati 300.000, nel 2000 sono stati 500.000 con un aumento del 66.7%.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

letteratura scientifica 1996 20001
Letteratura scientifica: 1996-2000
  • Nel 1996 la rivista Journal Biological Chemistry contava 33.878 pagine.
  • Nel 2000 la medesima rivista contava 41.530 pagine.
  • L’aumento registrato in questi cinque anni è stato di 7.652 pagine, pari al 22.6%.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

letteratura scientifica 1996 20002
Letteratura scientifica 1996-2000

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutare un articolo scientifico
Valutare un articolo scientifico
  • Valutazione qualitativa/soggettiva(analisi critica del testo)
  • Valutazione quantitativa/oggettiva (analisi della letteratura)

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione qualitativa soggettiva
Valutazione qualitativa/soggettiva

Griglia di analisi di un lavoro scientifico

1) Articolo

2) Autori e Rivista

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione qualitativa soggettiva1
Valutazione qualitativa/soggettiva

Griglia di analisi di un lavoro scientifico

Articolo

1) il tema della ricerca

2) l’approccio metodologico e sperimentale

3)  le conclusioni discusse dagli autori

4) l’importanza della ricerca svolta e l’apertura a successive ricerche

5) analisi formale dell’articolo

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione qualitativa soggettiva2
Valutazione qualitativa/soggettiva

Griglia di analisi di un lavoro scientifico

1) il tema della ricerca

  • qual è il soggetto dell’articolo?
  • qual è il problema affrontato?

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione qualitativa soggettiva3
Valutazione qualitativa/soggettiva

Griglia di analisi di un lavoro scientifico

2) l’approccio metodologico e sperimentale

  • qual è il l’approccio sperimentale?
  • I metodi sperimentali usati sono adeguati per rispondere al problema posto?
  • il materiale sperimentale è ben scelto?
  • le analisi statistiche sono esposte con chiarezza? sono corrette?

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione qualitativa soggettiva4
Valutazione qualitativa/soggettiva

Griglia di analisi di un lavoro scientifico

3) le conclusioni discusse dagli autori

  • le conclusioni sono giustificate?
  • gli autori hanno risposto al problema affrontato?

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione qualitativa soggettiva5
Valutazione qualitativa/soggettiva

Griglia di analisi di un lavoro scientifico

4)  l’importanza della ricerca svolta e l’apertura a successive ricerche

  • qual è l’impatto dell’articolo nell’ambito del problema affrontato?
  • quali sono le prospettive aperte da tale ricerca?

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione qualitativa soggettiva6
Valutazione qualitativa/soggettiva

Griglia di analisi di un lavoro scientifico

5)  analisi formale dell’articolo.

  • L’articolo nel suo insieme è ben strutturato?
  • Le figure sono appropriare, chiare e ben commentate?
  • Il riassunto è ben organizzato?
  • La bibliografia è aggiornata?

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione qualitativa soggettiva7
Valutazione qualitativa/soggettiva

Griglia di analisi di un lavoro scientifico

AUTORI E RIVISTA

  • chi sono gli autori?
  • qual è il loro ente di appartenenza?
  • qual è la rivista di pubblicazione?
  • a che pubblico si rivolge tale rivista?

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutare un articolo scientifico1
Valutare un articolo scientifico
  • Valutazione qualitativa/soggettiva(analisi critica del testo)
  • Valutazione quantitativa/oggettiva (analisi della letteratura)

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione quantitativa oggettiva
Valutazione quantitativa/oggettiva.

Bibliometria: metodi statistici applicati alla bibliografia.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione quantitativa oggettiva1
Valutazione quantitativa/oggettiva.

Gli strumenti tradizionali

Per valutare la qualità di una rivista scientifica

tradizionalmente si prendevano in esame:

1) Autorevolezza del comitato scientifico.

2) Presenza di referee qualificati.

3) Citazione nei più importanti repertori del settore.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

gli indici di citazione

Valutazione quantitativa/oggettiva.

.

Gli indici di citazione

Sono nati negli Stati Uniti alla fine dell’800 in campo giuridico.

Il sistema giuridico anglosassone si basa, diversamente da quello europeo, sulla produzione giurisprudenziale: i casi vanno risolti sulla base delle sentenze precedentemente emesse su casi analoghi.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

gli indici di citazione1

Valutazione quantitativa/oggettiva.

Gli indici di citazione

Lo Sheppard’s citator era uno strumento che consentiva di risalire a tutte le sentenze emesse nei diversi stati federali su casi analoghi.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

gli indici di citazione2

Valutazione quantitativa/oggettiva.

Gli indici di citazione

Dopo la seconda Guerra Mondiale partirono due importanti progetti di ricerca in campo biomedico basati sull’uso degli indici di citazione.

Questi progetti furono entrambi seguiti da Eugene Garfield.

Eugene Garfield è stato il fondatore di ISI.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

valutazione quantitativa oggettiva2
Valutazione quantitativa/oggettiva.

i prodotti bibliometrici di ISI

  • Science Citation Index

Consente di valutare l’impatto sulla letteratura scientifica di un autore o di un articolo.

  • Journal Citation Reports

Consente di valutare l’impatto di una determinata rivista sulla comunità scientifica.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

science citation index
Science Citation Index

È una banca dati prodotta dalla ISI (Institute for Scientific Information) negli anni ‘60.

È organizzata in tre sezioni:

  • Science Citation Index
  • Social Science Citation Index
  • Art and Humanities Citation Index

Dal 1999 è disponibile la versione Web (WOS)

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

science citation index1
Science Citation Index
  • Permette di costruire una bibliografia non solo retrospettiva come i tradizionali repertori, ma anche prospettiva: infatti partendo da un articolo noto, anche se pubblicato da molto tempo, è possibile ricostruire un percorso bibliografico che arriva sino ad oggi.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

science citation index2
Science Citation Index
  • Questo avviene attraverso la relazione che esiste tra articolo citante e articolo citato.
  • La relazione che viene instaurata consente di associare ad un articolo tutti quelli che trattano dello stesso argomento, anche se non si citano vicendevolmente, ma sulla base degli articoli che vengono citati da tutti.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

science citation index3
Science Citation Index
  • Questa banca dati è anche in grado di fornire indicatori che consentano di valutare l’impatto, sulla comunità scientifica, di articoli pubblicati su riviste qualificate attraverso il sistema di citazioni.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

science citation index4
Science Citation Index

Limiti

  • La banca dati segnala come rilevanti articoli che sono molto citati perché contestati.
  • Il numero delle citazioni di articoli comparsi su review è sempre molto alto indipendentemente dalla qualità dell’articolo.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

i prodotti bibliometrici di isi
i prodotti bibliometrici di ISI
  • Science Citation Index
  • Journal Citation Reports

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

journal citation reports
Journal Citation Reports

E’ un insieme di indicatori che consente di valutare l’importanza delle riviste in campo scientifico. Il più importante è:

  • Impact Factor : rapporto tra il numero di citazioni ricevute dagli articoli pubblicati su una determinata rivista nell’arco di due anni, ed il numero totale degli articoli pubblicati negli stessi anni sulla medesima rivista.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

journal citation reports1
Journal Citation Reports

Limiti

  • L’Impact Factor è sempre molto alto per le review

(es.: Annual Review in Microbiology).

  • L’Impact Factor è estremamente diverso tra le varie discipline: le comparazioni quindi possono essere fatte soltanto all’interno della medesima disciplina oppure utilizzando dei correttivi.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

impact factor e tipo di pubblicazione
Impact Factor e tipo di pubblicazione
  • Amin M., Mabe M. - Impact Factors: use and abuse. Perspectives in publishing, n. 1, Oct. 2000, 1-6.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

impact factor e tipo di pubblicazione1
Impact Factor e tipo di pubblicazione
  • Amin M., Mabe M. - Impact Factors: use and abuse. Perspectives in publishing, n. 1, Oct. 2000, 1-6.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

journal citation report
Journal Citation Report

Utilizzo in ambiente accademico

Tradizionalmente:

1) selezionare le riviste più prestigiose di una determinata disciplina sulle quali pubblicare articoli scientifici.

2) valutare la produzione scientifica dei candidati durante i concorsi.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

journal citation report1
Journal Citation Report

Utilizzo in ambiente accademico

Nuove tendenze:

1) valutare la produttività complessiva di una Facoltà o di un Ateneo.

2) comparare la produttività scientifica di un Ateneo rispetto agli altri.

3) definire la distribuzione delle risorse.

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

per saperne di pi
Per saperne di più
  • Figà Talamanca A. - L’ ”Impact Factor” nella valutazione della ricerca.

http://www.iue.it/LIB/SISSCO/attivita/sem-giu-2000-talamanca.html

  • Amin M., Mabe M. - Impact Factors: use and abuse. Perspectives in publishing, n. 1, Oct. 2000, 1-6. http://www.elsevier.com/homepage/about/ita/editors/perspectives1.pdf
  • Atkins H. - The ISI Web of Science - Links and electronic Journals. D-Lib Magazine, September 1999.

http://www.dlib.org/dlib/september99/atkins/09atkins.html

  • http://www.isinet.com/isi/products/index.html

Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Padova

slide38
Distorsioni, manipolazioni e pericoli

Il gruppo di riviste dell'universo è fatto soprattutto di riviste americane e comunque in lingua inglese. Molti americani citano solo americani, creando circuiti auto-sostenuti.

Molte riviste nuove o "eterodosse" non sono considerate nell'universo e quindi proprio i filoni più dinamici e innovativi sono i peggio valutati.

In tutte le discipline in cui vi è un lato strettamente accademico ed uno più applicativo (es. nell'industria, negli ospedali, ecc), riviste rivolte maggiormente al pubblico non accademico hanno sistematicamente fattori d'impatto più bassi, poiché il loro pubblico principale non pubblica articoli né quindi li cita.

Dal punto di vista della rivista, invece, la manipolazione del fattore di impatto è possibile (es. un editore può fare pressioni sugli autori affinché citino soprattutto gli articoli pubblicati in riviste dello stesso editore).

Il pericolo è che singoli scienziati siano giudicati bene o male per aver pubblicato in una certa rivista (con un fattore alto o basso, rispettivamente) quando in realtà le riviste pubblicano articoli di qualità molto eterogenea e solo un piccolo sottoinsieme degli articoli viene effettivamente citato.

L'impatto di Internet

Internet sta rendendo gratuitamente disponibile un gran numero di working papers senza riviste, o intere nuove riviste. Tale accessibilità, unita allo straordinario potere dei motori di ricerca, rende sempre più citati articoli posti in internet, che tendono a sfuggire all'universo monitorato ai fini del fattore d'impatto.