seminario etica metaetica etica applicata l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Seminario Etica, metaetica, etica applicata PowerPoint Presentation
Download Presentation
Seminario Etica, metaetica, etica applicata

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 9

Seminario Etica, metaetica, etica applicata - PowerPoint PPT Presentation


  • 185 Views
  • Uploaded on

Seminario Etica, metaetica, etica applicata. 27 novembre 2009 La psicologia morale di Iris Murdoch. natura dell’attività morale idea di oggettività in etica Cambiamento morale: metafora della visione (riorientamento; ascesa) lettura della dicotomia fatto/valore. IRIS MURDOCH (1919-1999).

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

Seminario Etica, metaetica, etica applicata


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
seminario etica metaetica etica applicata

SeminarioEtica, metaetica, etica applicata

27 novembre 2009

La psicologia morale di Iris Murdoch

slide2

natura dell’attività morale

  • idea di oggettività in etica
  • Cambiamento morale: metafora della visione (riorientamento; ascesa)
  • lettura della dicotomia fatto/valore

IRIS MURDOCH (1919-1999)

slide3
Dimensione storica dell’attività morale

Ciò che qualifica

l’agente morale

come individuo è

il cambiamento,

l’evoluzione

il suo “essere soggetto

di una storia personale

che continua”

  • Natura storica della persona:
  • “unità narrativa” (non sequela di atti discreti).

Caratterizzazione in senso storico-evolutivo dell’individuo.

Conseguenza: modello dinamico

dell’attività morale – the fabric of being*.

slide4
Polemica con il non-cognitivismo:

Ciò che non è

esternamente osservabile

(= che non si traduce in comportamenti)

non viene preso in considerazione

  • è comportamentista
  • esclude la dimensione interiore, il “monologo interiore” (interior monologue)*:

“non ci sono agenti, ma sequenze di atti discreti della volontà”

  • l’approccio analitico/non-cognitivista è semplicistico:

non dà conto delle attività morali autonome dell’azione – la “scomparsa della mente”.

slide5

La mente è il luogo ove si esplica la vita morale dell’individuo.

L’oggettività (meglio: la conquista dell’oggettività) è frutto di un

processo mentale:

oggettività come fenomeno che “riguarda la mente”.

  • Murdoch: dall’azione alla mente.
  • Che cos’è l’oggettività?

Conquista progressiva (storicità, autoriflessività)

all’insegna del trinomio:

1) riorientamento/ascesa; 2) cambiamento morale;

3) metafora della visione.

3 esempi di riorientamento e cambiamento morale
3 esempi di riorientamentoe cambiamento morale

L’esperienza estetica:

il volo del falco

Il rispetto dell’alterità

in quanto altro da sè

(“virtù morale per eccellenza”):

la studentessa e

la lingua straniera.

L’esercizio continuo

di sforzi d’attenzione:

suocera e nuora.

progresso morale non tramite conformazione a regole

universali (es. imperativo categorico), ma come risultato di

“atti [mentali], particolari e continui, di attenzione”.

slide7
L’attività morale è spiegata per mezzo della metafora della visione (cfr. Visione e scelta in ambito morale)
  • Il mito della caverna (Platone, Repubblica, libro VII)

Murdoch: “il pellegrino morale emerge dalla caverna,

e arriva a vedere il sole soltanto alla fine di una

lunga ricerca che implica un

RIORIENTAMENTO (i prigionieri devono voltarsi)

e un’ASCESA”.

n b la metafora della visione allude alla dimensione interiore personale e idiosincratica
N.B. la metafora della visione alludealla dimensione interiore,personale e idiosincratica.

e

ciò non è in contraddizione con la tensione all’oggettività

(ma visione non ottimistica del disaccordo morale).

murdoch non esiste una dicotomia ontologica fatto valore
Murdoch: non esiste una dicotomia ontologica fatto/valore
  • Contro la dicotomia fatto/valore (caposaldo del non-cognitivismo) Murdoch sostiene:
  • il mondo include valori (il valore è nel fatto)
  • “descrivere” è un’attività valutativa; “valutare” è un’attività cognitiva;
  • doppio ancoraggio dei concetti etici: sia al mondo, sia alla nostra sensibilità → no dicotomia ontologica fatto/valore:
  • è solo un tipo di atteggiamento morale,
  • non è un errore filosofico confondere fatto e valore (“fatto e valore si confondono in modo completamente innocuo”).