slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Senegal: La valigia del narratore PowerPoint Presentation
Download Presentation
Senegal: La valigia del narratore

Loading in 2 Seconds...

  share
play fullscreen
1 / 24
Download Presentation

Senegal: La valigia del narratore - PowerPoint PPT Presentation

odin
110 Views
Download Presentation

Senegal: La valigia del narratore

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Senegal: La valigia del narratore

  2. Quest’anno, insieme ad altre classi del plesso di Isola Sacra, abbiamo partecipato al progetto di intercultura: “La scuola incontra il mondo”. Ogni classe ha scelto un percorso, la nostra classe e la III A hanno scelto: IL SENEGAL: LA VALIGIA DEL NARRATORE, che ha per mediatore Ibrahima Camara e con il quale abbiamo intrapreso il viaggio verso la sua Africa! Questi, qui di seguito, i pensieri e i disegni di noi bambini della II A, riguardo al percorso intrapreso con Ibrahima.

  3. Ibrahima ci ha insegnato tante cose, ma quella più importante è stata quando ha detto che in Africa ed altri paesi c’è poca acqua. Quindi dovremmo sprecare poca acqua, perché vale più dell’oro. Alessia Classe II A

  4. Con Irahima abbiamo visto un film: Kirikù e la strega Karabà. Ibrahima lo abbiamo conosciuto quest’anno, io l’ho trovato molto divertente. Lui vuole bene a tutti. Roberta

  5. Cari bambini del Senegal, io vorrei che uno di voi fosse mio fratello, perché gli darei una mano e gli porterei un po’ da mangiare. Massimo

  6. Quest’anno abbiamo conosciuto Ibrahima Camara, viene dal Senegal e ci insegna come si vive in Africa. Lui è un maestro e ci ha detto che ha insegnato in tante scuole del Senegal. Ci ha parlato di un cappello africano che ha la forma di una casa. Ci ha detto anche, che in Africa non hanno l’acqua per dissetarsi e hanno poco da mangiare. Edoardo

  7. Insieme a Ibrahima Camara abbiamo visto un film: “Kirikù e la strega Karabà” che ci ha insegnato che non bisogna sprecare le cose, ma soprattutto non bisogna sprecare l’acqua. LEILA

  8. Ibrahima ci ha mostrato un cappello africano che rappresenta la casa. Io vorrei che voi bambini del Senegal veniste qua in Italia, così ci possiamo conoscere meglio e possiamo giocare tutti insieme. Io vorrei insegnavi altri giochi. Ilenia

  9. Io sono Claudio, un bambino della II A, mi sono fatto un nuovo amico, si chiama Ibrahima Camara, viene dal Senegal. Con Ibrahima mi sono divertito ed ho imparato tante cose. Abbiamo visto la cassetta di Kirikù, un bambino intelligente che si fa tante domande, ha salvato i suoi amici, ha riportato l’acqua e la pace nel suo paese.

  10. Io vorrei giocare tanto con voi, bambini del Senegal e insegnarvi l’italiano che non conoscete. Matteo Di Nicola

  11. Cari bambini vi scrivo da Roma. Mi chiamo Ilaria ed ho 7 anni e mezzo. Io vorrei iniziare un’amicizia con voi. Ciao bambini del Senegal. Il disegno è dedicato al vostro simpatico maestro Camara

  12. Io mi chiamo Flavio e sono un bambino della scuola di Isola Sacra. Quest’anno abbiamo conosciuto un amico che si chiama Ibrahima Camara, viene dal Senegal e ci parla molto dell’Africa, la sua terra, dove spesso torna. Dopo averlo conosciuto anche io amo l’Africa, anche se non ci sono mai stato.

  13. Quando Ibrahima Camara è venuto nella nostra scuola, ci ha insegnato tante cose e ci ha fatto vedere anche un cappello che rappresenta la nostra casa, cioè il mondo. Giorgia

  14. Questo cappello che ho disegnato, rappresenta la casa di tutti. Ci ripara dal sole e dalla pioggia, così almeno stiamo al sicuro e quindi lo dobbiamo curare. Consuelo

  15. Quest’anno mi sono fatto un nuovo amico che si chiama Ibrahima. Lui ci ha mostrato un cappello che rappresenta la nostra casa, cioè il mondo. Questa è la nostra casa che ci ripara dai pericoli. Giuseppe

  16. Ibrahima che viene dal Senegal, ci insegna come si vive in Africa. Ci ha parlato di un cappello africano e ci ha detto che rappresenta la nostra casa e ci ha detto anche che in Africa non hanno l’acqua per dissetarsi e poco da mangiare. Luca Questo cappello rappresenta la casa di tutti.

  17. Mi chiamo Giada, frequento la classe II A ed ho 7 anni e mezzo. Quest’anno ci avevano accennato che avremmo conosciuto un mediatore africano ed ora che l’ho conosciuto sono felice. Si chiama Camara Ibrahima. Lui ci ha dato la possibilità di scrivere ai bambini di un villaggio del Senegal. Poi ci ha insegnato tante altre cose e tra queste, ci ha fatto vedere il film di Kirikù, molto interessante, perché ci ha aiutato a capire l’importanza di non sprecare l’acqua, soprattutto per certi paesi dove non c’è.

  18. Ibrahima mi è piaciuto molto perché ci ha detto tante cose ed io mi ricorderò sempre di lui. Matteo Di Girolamo

  19. Cari bambini del Senegal, io vorrei stare insieme a voi per conoscervi e imparare un po’ di parole della vostra lingua e anche conoscere i vostri giochi e giocare con voi. Alessio

  20. Cari bambini del Senegal, mi chiamo Alessandro, ho 7 anni e frequento la seconda elementare della scuola di Isola sacra. Il disegno a fianco rappresenta la casa di tutti noi uomini, come ci ha raccontato Ibrahima. Ciao a tutti.

  21. Quest’anno abbiamo conosciuto un nuovo amico Ibrahima che è molto simpatico, con lui abbiamo visto il film Kirikù e la strega Karabà. Sara

  22. Ciao, io mi chiamo Matteo e ho 7 anni e vi voglio salutare bambini del Senegal. Io ho giocato tanto con il vostro maestro Ibrahima e vorrei fare con lui ancora tanti giochi, ma per quest’anno è finita così, speriamo l’anno prossimo, ciao! Questa nella foto è la mia piccola scuola

  23. Cari bambini del Senegal, il vostro maestro Camara è un mio amico, noi insieme ci divertiamo tanto. Lui è molto simpatico e sarà sempre mio amico. Ciao a tutti voi e scriveteci. Valentina

  24. Da questa breve esperienza abbiamo imparato che: LA PACE E LA FRATELLANZA TRA I POPOLI NEL MONDO E’ MOLTO IMPORTANTE