Adattamento - PowerPoint PPT Presentation

slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Adattamento PowerPoint Presentation
Download Presentation
Adattamento

play fullscreen
1 / 28
Adattamento
165 Views
Download Presentation
nhu
Download Presentation

Adattamento

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Cari ragazzi, mi chiamo Mister Ice e sono tornato da poco dal mio viaggio in Antartide. Ho scoperto tante cose interessanti, ma ho anche combinato qualche pasticcio…anzi, una volta ho rischiato proprio di non tornare! State a vedere... Adattamento in Antartide S.M.S. “E. Majorana”-ipertesto Classe III L-Mister Ice ClasseI G

  2. Mi andavo chiedendo cosa ci facesse un corvo in Antartide quando…. S.M.S. “E. Majorana”-ipertesto Classe III L-Mister Ice ClasseI G

  3. Aiut..! …improvvisamente il ghiaccio si è spezzato sotto il mio peso ed io sono finito in mare… Quanti errori ho fatto! Sono andato in giro da solo, mi sono vestito in modo poco adeguato e per di più mi sono distratto... S.M.S. “E. Majorana”-ipertesto Classe III L-Mister Ice ClasseI G

  4. …Allora mi sono messo a raccogliere tutti i dati che potessi ricavare dai miei giri e tutte le notizie fornitemi dai ricercatori . Ho incontrato…. S.M.S. “E. Majorana”-ipertesto Classe III L-Mister Ice ClasseI G

  5. …anche pinguini, oltre a tutti gli altri animali, ed ho studiato bene l’ambiente. Ed ecco : vi presento i risultati dei miei studi! S.M.S. “E. Majorana”-ipertesto Classe III L-Mister Ice ClasseI G

  6. Adattamento ambientale: la base Le regole da rispettare Adattamento Adattamento fisiologico …e glianimali? in Antartide S.M.S. “E. Majorana”-Classe III L-Mister Ice Classe I G

  7. L’Antartide è il più freddo dei continenti esistenti sulla terra ed anche l’ultimo ad essere stato scoperto dall’uomo a causa del grande isolamento che lo caratterizza. La Base Italiana viene raggiunta passando per la Nuova Zelanda che dista dall’Antartide circa 2500 Km. La Base è ubicata in una zona denominata ”Baia Terra Nova" (Mare di Ross, Terra Vittoria), e precisamente lungo la costa delle Northern Foothills, a Nord-Est del Gerlache Inlet. L’esatta posizione del sito, distante circa 400 km. dalla Base americana di Mc Murdo, è individuata dalle seguenti coordinate geografiche: Latitudine: 74° 41' 42" Sud; Longitudine: 164° 07' 23" Est. Baia Terranova

  8. BAIA DI TERRANOVA La Base si trova su una penisola orientata da Nord a Sud . L'area su cui sorgono gli edifici offre agevole accesso al mare (ghiacciato normalmente fino alla fine di Dicembre), sia dal versante Est che da quello ad Ovest. Nel versante ad Est è stato realizzato un molo per l'attracco di piccole imbarcazioni. Il collegamento tra il pack e la terraferma viene realizzato con una apposita strada modulare. Nel periodo da Ottobre a Dicembre, nella zona antistante la Tethis Bay, viene realizzata su ghiaccio marino la pista per l’atterraggio dell’aereo C-130 . Sul lato orientale della costa esistono due calette utilizzate una per la presa dell'acqua di mare e l'altra per lo scarico degli effluenti provenienti dall'impianto di depurazione.

  9. Pista d'atterraggio L'aereo fece il suo ingresso nelle zone polari verso la metà degli anni '20, con scopi esplorativi. Ora è utilizzato per il trasporto veloce di materiale e personale: può atterrare sfruttando la banchisa ghiacciata, dove la nave fa fatica ad arrivare per via del ghiaccio (metà ottobre a metà dicembre). Gli aerei in genere per l’ultima tratta verso l’Antartide usano le stesse località di partenza delle navi, con tempi di percorrenza di alcune ore. Problema principale per il mezzo aereo è l’autonomia, in particolare per chi parte da Hobart e da Città del Capo. Per questo le spedizioni scientifiche nazionali usano in questi casi aerei da trasporto di grande capacità e lunga autonomia, tipo Hercules C-130.

  10. LA BASE DI TERRANOVA Clicca qui per vedere l’oasi Ad una distanza di circa 500 m in linea d’aria dell’edificio principale, in una zona a circa 150 m s.l.m sorge l’edificio denominato OASI. La superficie coperta dai locali è pari a 170 mq ed è occupata da laboratori ed edifici. La sicurezza antincendio è garantita dalla presenza di un impianto comandato da una centralina automatica con segnale di allarme locale.

  11. Oasi

  12. Vista della base dal mare

  13. Edificio principale

  14. Il Pinguinattolo Nella baita Pinguinattolo, i ricercatori si riuniscono per festeggiare i nuovi arrivati , il Natale e mangiare pizze succulente!

  15. Il camino del Pinguinattolo

  16. Isolamento Gli edifici sono isolati dal terreno grazie ad una struttura in acciaio che crea una camera d’aria

  17. L'Ingresso All’ingresso si depositano tutti i materiali ingombranti, come zaini,giacconi, scarponi ed altro.

  18. GLI ALLOGGI Gli alloggi del personale sono allestiti in sedici moduli, ognuno dei quali è attrezzato con quattro letti, per una capacità totale di 64 persone.

  19. Docce e servizi Il locale docce uomini della zona notte occupa un modulo . La stanza è attrezzata con 6 posti doccia e 6 lavandini. Nella zona giorno troviamo un secondo modulo attrezzato con tre posti doccia, tre toilets e quattro lavandini. Al personale femminile è riservato un modulo attrezzato con tre posti doccia, tre toilets e sei lavandini. Tutti i locali suddetti sono serviti con acqua corrente calda e fredda. Sia le docce che i lavandini sono attrezzati con distributori di sapone liquido.

  20. IL BAR Il personale della Base, nei momenti di tempo libero, può usufruire di due ambienti costituiti da due moduli ISO 20 ciascuno. Una sala è attrezzata con la macchina del caffè, un distributore di bevande analcoliche, un distributore di gelati e un televisore con videoregistratore.

  21. LA SALA DI RICREAZIONE La seconda sala è arredata con alcuni divani, un tavolinetto, un televisore ed un videoregistratore.

  22. Tempo libero E’ importante ricreare degli ambienti confortevoli e che assomiglino il più possibile a quelli della vita di tutti i giorni. Ci sono persino le cabine telefoniche, anche se telefonare costa 18.000 lire al minuto!

  23. CUCINA Questo locale è composto da due moduli direttamente comunicanti tra loro. Tutte le attrezzature utilizzate per la cottura dei cibi sono elettriche. Un ulteriore modulo, adiacente al locale cucina ma accessibile dal corridoio, è opportunamente attrezzato per la raccolta e la pulizia delle stoviglie duranti i pasti. La dispensa è adiacente all’edificio principale della parte mensa-cucina. I sei moduli che la compongono, sono accessibili dal locale cucina attraverso una porta sul ballatoio.

  24. Mensa

  25. Lavanderia La lavanderia è situata in un modulo ISO 20 all’interno della zona giorno. Otto lavatrici ed otto asciugatrici costituiscono la attrezzatura a disposizione di tutto il personale della Base.

  26. Infermeria • L’infermeria occupa un doppio modulo ISO 20 nella parte zona notte. • E’ ben attrezzata per eseguire: • analisi radiografiche; • interventi chirurgici di emergenza. • Nel caso di diagnosi particolarmente complesse è possibile, mediante la telemedicina, richiedere il supporto delle strutture sanitarie italiane o di altri paesi.

  27. Impianto di dissalazione L’impianto serve per creare l’acqua potabile . Nella foto sottostante si vede la presa di tale impianto

  28. Impianto di depurazione Ad una distanza di circa 70 m dall’edificio principale, in zona Road Bay, sorge l’edificio che ospita l’impianto di depurazione . In un locale formato da 5 containers ISO 20 poggianti su plinti di sostegno è stato installato l’impianto di depurazione delle acque reflue prodotte dalla Base. Il locale è dotato di sistema antincendio con centralina automatica e manuale. Il segnale di allarme è locale.