scrivere efficacemente un articolo una tesina una tesi o un rapporto di ricerca maura di mauro n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Scrivere efficacemente un articolo, una tesina, una tesi o un rapporto di ricerca Maura Di Mauro PowerPoint Presentation
Download Presentation
Scrivere efficacemente un articolo, una tesina, una tesi o un rapporto di ricerca Maura Di Mauro

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 23

Scrivere efficacemente un articolo, una tesina, una tesi o un rapporto di ricerca Maura Di Mauro - PowerPoint PPT Presentation


  • 278 Views
  • Uploaded on

Scrivere efficacemente un articolo, una tesina, una tesi o un rapporto di ricerca Maura Di Mauro. A che scopo scrivere?. “ Scrivere ” è la condizione di sviluppo di una disciplina (testi, articoli, manuali, saggi, …).

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Scrivere efficacemente un articolo, una tesina, una tesi o un rapporto di ricerca Maura Di Mauro' - mendel


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
scrivere efficacemente un articolo una tesina una tesi o un rapporto di ricerca maura di mauro
Scrivere efficacementeun articolo, una tesina, una tesi o un rapporto di ricercaMaura Di Mauro

MDM - SICURB

a che scopo scrivere
A che scopo scrivere?

“Scrivere” è la condizione di sviluppo di una

disciplina (testi, articoli, manuali, saggi, …)

  • Per trasmettere, divulgare, diffondereconoscenze, discipline, credenze, rappresentazioni, ideologie
  • Per comunicare, esporre, informare, tradurre, interpretare, familiarizzare, socializzare, documentare, persuadere … rispetto a concetti, teorie, idee …
  • Per mantenere viva la tensione morale verso alcuni problemi sociali

MDM - SICURB

a che scopo scrivere1
A che scopo scrivere?
  • Per soddisfare un bisogno di riconoscimento individuale (ruolo, posizione sociale,…) o di appartenenza a gruppi
  • Per curiosità, per il piacere di chiedersi “perché”, “come”
  • Scrivere una tesina, una tesi, un articolo, un rapporto di ricerca può essere un’occasione per imparare a organizzare del materiale e a coordinare le idee, e per imparare a costruire una ricerca

MDM - SICURB

prima di mettersi a scrivere
Prima di mettersi a scrivere

Prima di iniziare a scrivere è bene porsi

alcune domande:

  • a che scopo?
  • a chi?  GENERAZIONE
  • che cosa dire?
  • in che ordine?  PIANIFICAZIONE
  • con quale stile?

MDM - SICURB

a chi scrivere
A chi scrivere?
  • Scrivere è un esercizio di comunicazione … presume l’esistenza di un pubblico
  • Chi è il destinatario o il lettore del proprio testo scritto?
  • il proprio docente, il proprio relatore
  • studiosi di settori affini, specialisti
  • un ampio pubblico, non specialisti
  • …..
  • un conformista, un anticonformista
  • un giovane, un anziano
  • un sofisticato, un semplice
  • …..

MDM - SICURB

a chi scrivere1
A chi scrivere?
  • Cosa richiede o desidera il mio lettore?
  • Fatti, opinioni
  • Consigli, istruzioni, sostegno
  • Comprendere, interessarsi, saperne di più
  • Colmare, risolvere dubbi
  • Soddisfare curiosità
  • Scegliere, agire
  • …..

MDM - SICURB

che cosa dire
Che cosa dire?
  • La scelta dell’argomento
    • Cosa voglio mettere a fuoco?
    • Qual è il problema o la domanda che mi pongo?
    • Cosa invece voglio lasciare sullo sfondo perché fornisca una panoramica in cui inserire l’argomento principale?
  • Più si restringe il campo, più si va sul

sicuro e meglio si lavora!

MDM - SICURB

che cosa dire1
Che cosa dire?
  • Per generare idee su “che cosa scrivere” occorre utilizzare
    • il pensiero laterale
    • il pensiero verticale
  • Strumenti utili
    • 6 cappelli per pensare
    • la mappa concettuale

MDM - SICURB

la mappa concettuale e de bono
La mappa concettuale [E. De Bono]

analizzare

un problema

pianificare

mettere in

ordine le

idee

sintetizzare

favorire la

memoria

Strumento

per

facilitare la scrittura

la rappresentazione

grafica

Studiare, leggere

è uno

Funzionamento

cognitivo

guidare una

relazione

la ricerca

creativa

Mappa

concettuale

riferito al

è un

didattico

modello di

rappresentazione

della conoscenza

presenta

vantaggi

perché è

efficace

riferito alla

facile

Struttura della

conoscenza

personale

MDM - SICURB

che cosa dire2
Che cosa dire?

Come trasformare un soggetto o un tema di attualità

in un tema scientifico?

  • Porsi un quesito a cui rispondere attraverso un’ indagine – ricerca empirica
  • La modalità di argomentare dovrà seguire la logica del ragionamento e del metodo scientifico, ovvero:
    • Identificare e delimitare la natura e l’ampiezza del quesito (spaziale, temporale, statistico,..), del problema e dell’interesse, che deve essere riconoscibile e definito;
    • Dire cose che non sono state già dette, oppure rivedere in un’ottica diversa cose che sono già state dette;
    • Essere utile agli altri;

MDM - SICURB

l argomentazione scientifica
L’argomentazione scientifica
  • Scegliere e definire una prospettiva ed un modello teorico di riferimento (scuole, indirizzi di pensiero, linee di ricerca) in modo critico
  • Definire il disegno di ricerca, elaborare il progetto e scrittura

MDM - SICURB

la raccolta delle informazioni
La raccolta delle informazioni
  • E’ necessario interpellare alcune fonti
    • letteratura sul tema, materiale scritto
    • dati primari o secondari che diventeranno

successivamente testi scritti

  • La ricerca in biblioteca e la ricerca online
    • Con una bibliografia o per farsi una bibliografia
      • autori, testi, articoli, tesi, atti,… che trattano l’argomento
      • analisi teorica, dei preesistenti concetti, dei punti di vista e delle ideologie
      • analisi dei precedenti studi empirici e speriementali

MDM - SICURB

la raccolta delle informazioni1
La raccolta delle informazioni
  • www.unimib.it
  • scholar.google.it
  • …..
  • La consultazione dei cataloghi informatizzati
  • La possibilità di interpellare banche dati
  • La ricerca sul campo
    • raccolta e analisi di dati quanti-qualitativi
      • dati statistici, trascrizioni di interviste, documentazioni audio-visive,…
    • esperimenti

Anche gli esperimenti vanno inquadrati in una

discussione della letteratura scientifica precedente

        • Come sono state fatte ricerche analoghe?
  • www.istat.it
  • ADPSS-Sociodata
  • Osservatori
  • …..

MDM - SICURB

la raccolta delle informazioni2
La raccolta delle informazioni
  • Per accedere alle diverse tipologie di fonti e informazioni è necessario sapere:
  • Dove sono reperibili?
  • Sono facilmente accessibili?
  • Sono in grado di maneggiarle?

MDM - SICURB

in che ordine
In che ordine?
  • Una volta raccolte le diverse tipologie di informazioni, vanno selezionate ed ordinate secondo la rilevanza e l’ordine gerarchico
  • L’indice è un’ipotesi di lavoro
    • Aiuta a stabile qual è il focus e come strutturare la logica del proprio testo
      • storica - cronologica
      • teorica - panoramica
      • induttiva da alcune prove

alla proposta di una teoria

      • deduttiva proposta della teoria

e delle sue possibili applicazioni

tramite esempi concreti

  • TITOLO – SOTTOTITOLO
    • ( la domanda)
    • 1. Introduzione
    • 2. Capitoli
    • 2.1. Sottocapitoli
    • 2.1.1. Paragrafi

MDM - SICURB

in che ordine1
In che ordine?
  • Spiegare e definire tutti i termini usati come categorie chiave del discorso
  • Dal problema principale allo sviluppo del problema
  • Dal generale al particolare o dal particolare al generale
  • Inserire statistiche, dati, tabelle, immagini, disegni, rappresentazioni grafiche a supporto o da commentare

MDM - SICURB

in che ordine2
In che ordine?
  • Abstract
    • Sunto del contenuto e delle conclusioni
  • Conclusioni
    • Ribadire lo scopo, sintetizzare, rafforzare l’argomento chiave
  • Note e citazioni bibliografiche
    • Autore, fonte, data di pubblicazione
  • Appendici
    • Tabelle, diagrammi, dati statistici, documenti

MDM - SICURB

la fase di scrittura vera e propria
La fase di scrittura vera e propria
  • Caratteristiche della comunicazione scritta
    • Non esiste la comunicazione non verbale (voce, mimica, gesti, sguardo, postura,…) …
    • … Ma anche scrivendo si comunica un messaggio di contenuto (quello che dico) ed un messaggio di relazione (quello che penso di me e del lettore)
    • Il significato è affidato alle parole, alla sintassi, allo stile, all’editing del testo
    • Non esiste il feedback immediato
    • La responsabilità di farsi capire è maggiore in chi scrive rispetto a chi legge

MDM - SICURB

la fase di scrittura vera e propria1
La fase di scrittura vera e propria
  • Non iniziare esclusivamente dal primo capitolo o dall’introduzione … ma scrivere tutto ciò che passa per la testa, almeno in prima stesura
  • Definire sempre un termine quando viene introdotto per la prima volta e collegarlo con altre osservazioni e con altre teorie
  • Favorire la comprensione dei fenomeni attraverso la comparazione interculturale
  • Evitare personalizzazioni il discorso scientifico segue le regole di un atto sociale
  • Separare i giudizi di fatto dai giudizi di valore

MDM - SICURB

attenzione a
Attenzione a …
  • Evitare generalizzazioni, credenze ingenue, interpretazioni “intuitive” e “profane”, preconcetti e stereotipi, spiegazioni del senso comune
  • Mettere in relazione i comportamenti osservati con i contesti e i sistemi di regole (es. l’individuo con il sistema sociale)
  • Evitare le pseudospiegazioni e le spiegazioni tautologiche
  • Evitare le distorsioni sistematiche (bias o euristiche)
      • della disponibilità e della correlazione illusoria
      • della rappresentatività
      • dell’ancoraggio

MDM - SICURB

con quale stile
Con quale stile?
  • Evitare uno stile informale
  • Meglio l’utilizzo della prima forma singolare“io penso che …” o della forma impersonale“si può ritenere che … si può concludere che … L’articolo precedentemente citato …”
  • Essere chiari e precisi
  • Evitare puntini di sospensione e punti esclamativi
  • Andare spesso a capo

MDM - SICURB

attenzione a1
Attenzione a …
  • Tenere sempre a mente il proprio scopo/obiettivo durante la stesura del testo … se dal titolo non è chiaro specificarlo nell’introduzione
  • Se il percorso è complicato e richiede molte “tappe”, è utile anticiparlo al lettore e ricapitolare ad ogni passo ciò che è stato fatto e cosa si sta per fare per arrivare alla meta … il lettore va coinvolto e accompagnato
  • Ritocchi e revisione finale del testo

MDM - SICURB