aspetti della riabilitazione pre e post operatoria e prevenzione di gonartrosi e coxartrosi n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Aspetti della Riabilitazione pre- e post-operatoria e prevenzione di Gonartrosi e Coxartrosi. PowerPoint Presentation
Download Presentation
Aspetti della Riabilitazione pre- e post-operatoria e prevenzione di Gonartrosi e Coxartrosi.

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 26

Aspetti della Riabilitazione pre- e post-operatoria e prevenzione di Gonartrosi e Coxartrosi. - PowerPoint PPT Presentation


  • 171 Views
  • Uploaded on

Aspetti della Riabilitazione pre- e post-operatoria e prevenzione di Gonartrosi e Coxartrosi. Ft. Andrea Lauri, Servizio di Rieducazione Funzionale e D egenza Riabilitativa, Ospedale di Leno (Bs). Il Progetto Riabilitativo Individuale (P.R.I.). P.R.I. / Programma Riabilitativo.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Aspetti della Riabilitazione pre- e post-operatoria e prevenzione di Gonartrosi e Coxartrosi.' - marinel


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
aspetti della riabilitazione pre e post operatoria e prevenzione di gonartrosi e coxartrosi
Aspetti della Riabilitazione pre- e post-operatoria e prevenzione di Gonartrosi e Coxartrosi.

Ft. Andrea Lauri, Servizio di Rieducazione Funzionale e Degenza Riabilitativa, Ospedale di Leno (Bs).

p r i programma riabilitativo
P.R.I. / Programma Riabilitativo

Equipecomposta da Medico, Fisioterapista, Logopedista, Infermiere.

  • Ideato in base agli obbiettivi concordati col Fisiatra responsabile, il Progetto Riabilitativo Individuale viene intrapreso anche dall’Equipe Riabilitativa, nella quale il Fisioterapista si occupa della Rieducazione Funzionale.
  • Il Fisioterapista esegue una valutazione della dinamica motoria e applica le tecniche più opportune al singolo caso, organizzandole metodicamente.
  • In questo modo agisce incisivamente sul sistema anatomo-fisiologico che preroga l’atto

motorio.

Quindi programma ed esegue terapie riabilitative volte al recupero di una funzione, facendo riferimento a Protocolli di trattamento e utilizzando strategie, per la risoluzione delle disabilità.

Ad esempio, stiramento capsulare, rinforzo muscolare, controllo propriocettivo del movimento, adozione di ausili.

il protocollo di riabilitazione post intervento ha due obbiettivi principali
Il Protocollo di Riabilitazione post-intervento ha due obbiettivi principali.

Efficienza articolare

Efficienza muscolare

complicanze della fase post operatoria
Complicanze della fase post-operatoria

Essenzialmente circolatorie:

  • Edemi organizzati
  • Ipotrofie muscolari
  • Stati flogistici persistenti
  • Dolorabilità
  • Trombosi Venosa Profonda
  • Allettamento prolungato
  • Rigidità capsulo-legamentose
  • Riduzione della libertà di movimento passivo articolare
verticalizzazione graduale in tempi brevi
Verticalizzazione graduale in tempi brevi

Appena le condizioni generali lo consentono (due o tre giorni dopo l’intervento), in Reparto di Ortopedia

cammino assistito ed indipendenza personale
Cammino assistito ed indipendenza personale

Entro pochi giorni dall’intervento, in scarico quasi completo sulle braccia

la dimissione dal ricovero in h
La dimissione dal ricovero in H

Direttamente dal Reparto di Ortopedia

Dalla Degenza Riabilitativa

  • Spesso necessario accedere al Servizio per Pazienti non ricoverati ed aprire un P.R.I. (½ ora quotidiana, a seconda del Progetto).
  • A volte è indispensabile l’ attivazione del Servizio Fisioterapico Domiciliare
  • P.R.I. post.-intervento chiuso.
  • Il Paziente ha raggiunto generalmente il massimo delle proprie possibilità di Recupero Funzionale, cioè gli obbiettivi del P.R.I., altrimenti passa ad usufruire del Servizio per Pazienti esterni.
la fase pre operatoria
La fase pre-operatoria

Fase precedente l’intervento.

Migliorare trofismo muscolare, elasticizzare le articolazioni, evitare i sovraccarichi articolari e le flogosi.

Fase preventiva.

IDRO-KINESITERAPIA

RIEDUCAZIONE POSTURALE

Migliorare la dinamica articolare

Analisi delle Anomalie Posturali paradismorfiche

slide12

Prevenzione di cox-gonartrosi e rispettivo trattamento specialistico

Disequilibri della struttura

Disequilibri del movimento

  • Dismorfismi = Anomalie Posturali Strutturate, statiche.
  • Esiti di fratture articolari con alterazioni dei rapporti articolari fisiologici
  • Morfologia ossea anomala

Intervento del Medico-Ortopedico

  • Paradismorfismi = Anomalie Posturali Dinamiche, modificabili.
  • Atteggiamenti del rachide
  • Contratture e
  • Disequilibri muscolari

Intervento del Fisoterapista

slide13
Qual’è la relazione tra le Anomalie Posturali del rachide e l’Artrosi di Epifisi prossimale e distale di femore.
la funzione dinamica del complesso articolare lombo pelvi femorale
La Funzione Dinamica del complesso articolare lombo-pelvi-femorale
  • Il complesso articolare distribuisce le forze vettoriali della dinamica corporea su varie articolazioni, organizzandosi in un fisiologicomeccanismo ammortizzante il peso del corpo in risposta allo spostamento sul piano frontale (da una gamba all’altra).

Sollecitazioni vettoriali asimmetriche in fase di carico dinamico

Statica Equilibrata

slide15

La struttura lombo–pelvica è sottoposta a forze vettoriali asimmetriche derivanti dal carico monopodalico, che associate allo spostamento rettilineo generano una risultante vettoriale.

Questa risultante fisica è evidenziata e fisiologicamente compensata da una piccola rotazione assiale delle parti più adatte del rachide (le vertebre libere dal vincolo toracico).

Queste forze fisiche vettoriali, moltiplicate dal peso del corpo, vengono normalmente assorbite in gran parte dai dischi intervertebrali lombari, strutture in grado di assorbire le forze di rotazione assiale (spin) associate a compressione.

slide16

Precoce usura articolare

Ridotta possibilità di assorbire spin in compressione da parte del rachide

Eccessivo spin in compressione da compensare per il femore (non ha dischi adatti)

Supporto bio-dinamico dell’artrosi di femore =

Anomalia delle fisiologiche dinamiche articolari lombo-pelviche

slide17

Disfunzione della fisiologica dinamica articolare

Anomalie posturali

Errori propiocetttivi

Dolore muscolo-scheletrico

Artrosi

Stress Neuro/muscolare

Stress cartilagineo

contratturamuscolare da stiramento capsulare

Maggior coattazione articolare

Stress tendineo

Disfunzione neuro-muscolare

slide19

Una (altra) buona soluzione per uno specifico (ma frequente) quadro clinico di Anomalia Posturale paradismorfica,cheinclude anche il Diaframma ed il sistema meccanico della circolazione sottodiaframmatica.

diaframma e rachide lombare
Diaframma e Rachide Lombare

La cupola diaframmatica contribuisce a dinamizzare la circolazione ematica addominale, data l’intimità con gli Organi ematopoietici sui quali poggia.

slide21

Spin lombare ammortizzante dinamico

Mobilità Diaframmatica

Pompa diaframmatica (fegato, milza, reni) efficiente

Pompa muscoli striati scheletrici lombo-pelvici (tra cui psoas piriforme, ottturatori) efficiente

  • La Biodinamica sottodiaframmatica

Dinamica ematica sotto-diaframmatica

Tono+Peristalsi

Trofismo dei

muscoli lisci viscerali

Normale Funzionalità della meccanica muscolare Viscerale

possibile quadro clinico di anomalia posturale funzionale della bio dinamica sottodiaframmatica
Possibile quadro clinico di Anomalia Posturale Funzionale della Bio-dinamica sottodiaframmatica.

R. Lombare dolente

Contrattura paravertebrale

Postura articolare di L3 asimmetrica pur se dinamica

Brusco movimento

ECCO COME, nel momento in cui una fisiologica congestione degli organi ematopoietici,si sovrappone ad una scarsa mobilità diaframmatica,

una comune contrattura lombare sostenuta da un lieve atteggiamento posturale di compensazione vertebrale, potrebbe irrigidire il complesso dando così evoluzione ad un paradismorfismo clinicamente evidente.

Scarsa mobilità diaframmatica

Legami lombo-peritoneali

Congestione sottodiaframmatica

Disfunzione Circolatoria Meccanica, motivo di carenza di ossigenazione ai mm.lisci sottodiaframmatici.

Sindromi Viscerali Dis-cinetiche

analisi clinico posturale per la prevenzione di coxa e gonartrosi
Analisi Clinico-Posturale per la prevenzione di Coxa- e Gonartrosi.

Le Anomalie Posturali del Rachide caratterizzate da contratture paravertebrali, generano una eccessiva richiesta di rotazioni assiali in compressione (spin) al femore, che spiega la loro relazione diretta con l’usura articolare di due articolazioni prive di dischi adatti.

Quindi le rigidità lombari non affrontate con dovuta tempestività possono cronicizzare in paradismorfismi ed essere causa di Gonartosi e di Coxartrosi.

Il sostegno che il Rachide lombare offre al peritoneo e la dinamica delle Funzioni sottodiaframmatiche, hanno un peso spesso determinante nella Postura Anomala (con i muscoli scheletrici ).

Se vi fossero disfunzioni viscerali ad essa associate, si potrebbe delineare un preciso quadro clinico di disfunzione della dinamica parieto-viscerale lombare, oggi descritto.

slide24

Offrendo un soluzione manuale non farmacologica a 25 sintomatologie dolorose, un intervento fisioterapico manuale di Normalizzazione Viscerale,

in tre sedute metodicamente programmate da unprotocollo scientificoriproducibile di concezione Osteopatica,può incidere totalmente sull’ Anomalia Posturale Paradismorfica lombare con supporto visceralee dare soluzione a questo preciso quadro clinico,

privo di sub-strato organico

ma assai frequente tra i 25 e 35 anni,

spesso premonitore di Artrosi precoce di Femore.

slide25

La Direzione Sanitaria Lombarda con i Lea ci spinge ad essere incisivi e la terapia pre-operatoria delle protesi di anca e femore effettivamente non lo è così quanto la rieducazione funzionale specialistica.

La Riabilitazione post-operatoria di artroprotesi è assolutamente urgente ed indispensabile e comprovatamente molto efficace nel recupero funzionale.

slide26

Grazie per l’ Attenzione !!

Andrea Lauri , Fisioterapista, Spec. in Rèequilibratiòn Fònctionèlle Vìsceràle

Servizio di Rieducazione Funzionale e Degenza Riabilitativa, Ospedale di Leno