dsa e lingue straniere n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
DSA e lingue straniere PowerPoint Presentation
Download Presentation
DSA e lingue straniere

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 71

DSA e lingue straniere - PowerPoint PPT Presentation


  • 116 Views
  • Uploaded on

DSA e lingue straniere. Riferimento alle linee guida Esemplificazione di tecniche e strategie Esame di materiali. Le linee guida raccomandano: .

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'DSA e lingue straniere' - lynna


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide2

Riferimento alle linee guida

  • Esemplificazione di tecniche e strategie
  • Esame di materiali
slide3

Le linee guida raccomandano:

i docenti di lingue straniere terranno conto, nelle prestazioni attese e nelle modalità di insegnamento, del principio secondo il quale le lingue meno trasparenti sono più difficili da apprendere per alunni con DSA

Quali sono le difficoltà di un dsa con le lingue straniere?

slide4

QUALI PRESTAZIONI possiamo attenderci

  • Che cosa un dislessico nonpotrà fare:
  • usare agevolmente il dizionario
  • memorizzare
      • lessico
      • irregolarità grammaticali
      • regole da enunciare
  • - leggere in maniera fluida, …
slide8

CHE COSA POTRÀ FARE

  • apprendere ciò che non conosce attraverso ciò che conosce
  • usare schemi di supporto e mappe
  • ascoltare e comprendere attraverso la lettura fatta da altri
  • usare mediatori e strategie suggerite dal docente o personali
  • mettere in atto processi individualmente costruiti
slide9

QUALI MODALITÀ DI INSEGNAMENTO

In classe:

- uso della L2

- routine: chiarire le procedure e ripeterle

  • - frequenti e cicliche ripetizioni in itinere (chain work)
  • uso sistematico della stessa terminologia
  • introduzione di un elemento nuovo alla volta
  • - accessibilità dei testi di studio
slide10

Attenersi al testo e predisporre verifiche con il lessico proposto

Cercare di far apprendere le phrases non solo il singolo vocabolo

Non pretendere l’esposizione ragionata delle regole grammaticali

Simulare preventivamente la verifica, strutturata sulla base degli esercizi svolti in classe

Utilizzare il cooperative learning, il pair-work e il group-work

slide11

Compiti a casa

comunicare gli obiettivi

monitorare costantemente il percorso di apprendimento

concordare strategie comuni

far migliorare il metodo

slide13

Difficoltà del dislessico:

percepire, produrre ed usare i suoni imparati (orale)

  • esercizi di discriminazione (riconoscimento)
  • imitazione dei suoni (acquisire abitudini articolatorie)
  • riconoscere la distribuzione dei suoni nella catena parlata (importanza della memoria)
slide15

interferenza della grafia sulla produzione fonica

Tipologie di interferenza fonica nelle LS:

Ipodifferenziazione

Iperdifferenziazione

Reinterpretazioni

Sostituzioni

slide16

Conseguenze dei deficit fonologici

Il riconoscimento e la lettura delle parole sono meno automatici

la lettura è lenta e scarsamente fluente

comprensione superficiale scritta e orale

articolazione di alcuni suoni

riflessione metalinguistica: analisi fonologica (d. fonologica) e analisi visiva (d. superficiale)

slide18

Sopperire a tempi di lettura dell’alunno DSA più lunghi consegnando il testo scritto qualche giorno prima della lezione: l’alunno può concentrarsi a casa sulla decodifica superficiale, poi lavorare in classe sulla comprensione dei contenuti

slide19

Uso dei realia,

Uso delle flash cards

Uso di mediatori: mappe,

slide21

le TIC

i testi reperibili in rete

in classe: lim

videoproiettore

registratore o mp3

dizionario elettronico

slide22

lettura ad alta voce fatta da docente o da compagni,

schemi,

riassunti,

mappe

tavole delle regole grammaticali, tabelle dei verbi.

slide23

Uso di mappe per:

aiutare la comprensione

fissare concetti e parole chiave

guidare nell’esposizione orale e nella produzione scritta

slide24

maggior tempo a disposizione

porre quesiti dal posto per monitorare gli apprendimenti

slide25

Approccio visivo e uditivo: uso di colori e forme in grammatica

Accessibilità grafica dei materiali: contrasto, immagini, spaziatura, qualità, font, …

Accessibilità semantica

Didattica laboratoriale

slide26

per la lettura, gli alunni e gli studenti con DSA possono usufruire di audio-libri e di sintesi vocale con i programmi associati.

La sintesi vocale può essere utilizzata sia in corso d’anno che in sede di esame di Stato

slide27

COMPENSAZIONE PER LE DIFFICOLTÀ NELLA LETTURA

sintesi vocale

Facilitoffice con voci nelle lingue straniere

audio-libri

slide28

Strumenti da gestire anche autonomamente

Registrazione di una lettura fatta da altri (un tutor, un compagno, l’insegnante

Lezione svolta con la lim

Testi elettronici da ascoltare con la sintesi vocale: possibilità di reperire libri interi su liberliber

Ricerca V. Hugo

slide30

Per la scrittura, è possibile l’impiego di strumenti compensativi come il computer con correttore automatico e con dizionario digitale.

Anche tali strumenti compensativi possono essere impiegati in corso d’anno e in sede di esame di Stato.

slide31

COMPENSAZIONE

PER LE DIFFICOLTÀ NELLA SCRITTURA

Computer con correttore automatico

Dizionario digitale: molti ne esistono in rete

Da creare anche con Facilitoffice o con altri programmi che permettono la riproduzione vocale della definizione e della pronuncia dei termini

slide34

http://oxfordparavia.it

http://www.wordreference.com/it

slide35

Nella produzione scritta:

  • iniziare con un orale dialogato in cui l’insegnante trascrive;
  • fornire un testo di riferimento: un piano, un testo a buchi, una frase tipo
  • utilizzare un lettore vocale per stimolare il lavoro.
slide37

I compiti e i tempi di esecuzione

http://www.cndp.fr/bienlire/02-atelier/document/ble41.pdf

slide38

Che cosa evitare

lettura ad alta voce

presa di appunti

ricopiatura testi / appunti altrui

dettati

domande di difficile interpretazione (LAVORARE MOLTO SULLE CONSEGNE).

slide39

Misure da adottare

Testi ridotti per quantità di pagine

Fornire un esempio e non il termine grammaticale, spesso recepito non correttamente.

Tipologie di esercizi di sicuro insuccesso: traduzione, trasformazione di frasi, applicazione meccanica della semplice struttura grammaticale.

Qualcuno suggerisce: evitare tecniche come cloze e abbinamenti, segmentare le attività, apprendimento cooperativo, uso di strumenti di supporto

slide40

Tempi aggiuntivi

Riduzione del carico di lavoro

slide41

Ridurre carico di lavoro

evitare di far copiare dalla lavagna

evitare la richiesta di memorizzare liste di vocaboli

privilegiare la possibilità di attingere a strumenti che l’insegnante può aiutare a costruire, anche digitali

slide42

Se si lavora con la lim, fornire il file della lezione esportato in una versione leggibile su qualunque computer

non sarà necessario prendere appunti

slide43

Il supporto scritto deve essere comunque presente

utile all’apprendimento anche orale delle lingue straniere, soprattutto in età adolescenziale.

slide44

Le mappe come supporto scritto

hanno lo scopo di ridurre – memorizzare – aiutare a studiare

possono essere di aiuto nel ripassare (in previsione di test scritti o orali)

favoriscono un’esposizione fluente

sono in grado di rappresentare una traccia di un testo.

slide45

UNA DEFINIZIONE DI MAPPE CONCETTUALI

rappresentazione grafica di concetti

espressi in forma sintetica parole-concetti

all’interno di una forma geometrica nodi

collegati tra loro da linee frecce

che esplicitano la relazione attraverso parole- legame

slide46

Meta cognizione: riflettere su cosa si sta facendo, come e perché, costruire collaborativamente mappe

slide48

adattare pagine dei testi lavorando sull’accessibilità, sia dal punto di vista dell’editing sia dal punto di vista semantico

slide52

VALUTAZIONE

Quadro Comune Europeo di Riferimento, capitolo 4.4, Attività e Strategie di comunicazione linguistica

slide53

lingua (conoscenza della lingua, sviluppo delle abilità linguistiche)= conoscere le grammatiche e le regole formali

competenza comunicativa (cfr. anche QCER): usare la lingua come strumento d’azione; usare la lingua ed i linguaggi non verbali che sono culturalmente determinati.

separare la comprensione dalla produzione

slide54

Dispensa dalla valutazione nelle prove scritte

in caso di disturbo grave e previa verifica della presenza delle condizioni previste all’Art. 6, comma 5 del D.M. 12 luglio 2011) in corso d’anno; in sede di esame di Stato, prevedere una prova orale sostitutiva di quella scritta, i cui contenuti e le cui modalità sono stabiliti dalla Commissione d’esame sulla base della documentazione fornita dai Consigli di Classe.

slide55

CHE COSA VALUTARE

Comprensione (orale o scritta)

Valorizzare la capacità di cogliere il senso generale del messaggio

slide56

se viene proposta una prova di valutazione che include la comprensione di testi scritti, è opportuno adottare alcuni accorgimenti,

sia in ordine alla presentazione del brano da comprendere,

sia in ordine agli esercizi da scegliere per la verifica

slide57

divisione del brano in sequenze

semplificazione del brano;

parole chiave,

guida alla mappa mentale,

esercizi vero-falso, matching, abbinamento frasi-traduzione, …; produzione guidata (traccia, buchi, scelta fra proposte di completamento

slide58

Produzione

Dare più rilievo all’efficacia comunicativa, ossia alla capacità di farsi comprendere in modo chiaro, anche se non del tutto corretto grammaticalmente

slide59

Nell’esecuzione della verifica:

permettere l’uso del pc

accettare risposte concise e prevedere eventuale verifica orale a compenso

slide60

consegne in L1

scelta accurata della tipologia di esercizi

ridurre il numero di esercizi o accordare più tempo

preferire verifiche strutturate piuttosto che domande aperte

slide61

utilizzare verifiche orali per le parti di programma che lo consentono (per le competenze appropriate)

supportare l’allievo in difficoltà per la compromissione della memoria a breve termine e della sequenzialità 

slide62

Valutazione

in fase di correzione degli elaborati, tener conto dell’influenza del disturbo su specifiche tipologie di errore (trascrizione, ortografia, sintassi, grafismo) e orientare la valutazione su competenze più ampie e generali, come raccomandato dalla l.170/2010;

slide63

valutare contenuto e non la forma

  • considerare le conoscenze e non le carenze
  • modificare la percentuale soglia di sufficienza
  • accettare una interpretazione/traduzione del testo a senso
  • scrittura con relativa esattezza fonetica ma non necessariamente ortografica
slide64

Verifiche

test orali e scritti senza spostare le date e senza sovrapporre più prove nella stessa giornata

suddividere il programma in più segmenti

no alle verifiche a sorpresa

slide65

Evitare l’approccio punitivo e non rinforzante; abituare all’autocorrezione ed all’autovalutazione

  • lavorare sugli errori, ragionando su di essi con l’alunno
slide66

Uso del metodo TPR = Total Physical Response, non lo studio mnemonico e non l’esposizione della grammatica.

slide67

Approfondimento

- dei caratteri culturali e sociali del popolo che parla la lingua studiata

- degli aspetti letterari

Applicare gli strumenti compensativi e dispensativi impiegati per le altre materie

slide68

Testi letterari in lingua straniera: assumono importanza minore per l’alunno DSA : (considerare la gravità del disturbo) nella scuola secondaria:

Possibili difficoltà di memorizzazione: meglio potenziare il lessico ad alta frequenza (piuttosto che parole rare, o di registro colto, come quelle presenti nei testi letterari).

slide70

Dizionari online

SITO PER LA RICERCA GENERALE; REPERTORIO DI DIZIONARI http://www.lexicool.com/index.asp?IL=2

http://francais.babylon.com/systems/affiliates/landing/download.php

http://dictionnaire.reverso.net in tutte le lingue; con possibilità di pronuncia, immagini, definizioni alternative

FRANCESE

http://atilf.atilf.fr/dendien/scripts/tlfiv5/showp.exe?91;s=2740722150;p=combi.htm Dizionario Trésor de la langue française (monolingue) ; permette di lavorare sulla definizione, evidenziandone la struttura, gli esempi, le date, …

http://www.larousse.com/it/dizionari/italiano-francese con pronuncia, coniugazione dei verbi, …; permette di fare anche la ricerca alfabetica

http://dizionari.corriere.it/dizionario_francese/Francese/N/nouille.shtml Zanichelli; possibile ricerca solo per singole parole

INGLESE

http://oxfordparavia.it

http://www.wordreference.com/it ; offre anche la possibilità di abbinare immagini alle parole

slide71

Siti consultati:

http://www.slideshare.net/dislessia/lingue-straniere-e-dislessia-emilia-romagna-daloiso slides Daloiso

http://www.slideshare.net/dislessia/novara-fantoni-lingue-straniere formazione ITIS Novara

slideshare; contiene molte informazioni ed esempi di prove di verifica per inglese.

http://www.slideshare.net/ICCast/vademecum-dislessia

http://www.slideshare.net/dislessia/a-scuola-di-dislessia-alta-formazione-emilia-romagna-ghidoni

http://www.embeddyslexia.eu/home-it sito di un progetto; può fornire indicazioni utili, non specificamente sull’apprendimento delle lingue straniere

http://www.aiditalia.org/upload/vademecumpdf_1.pdf vademecum DSA; qualche indicazione sulle lingue straniere; alle pag. 26-27, paragrafi dedicati a “cosa fare” e “cosa non fare” con un alunno dsa

http://www.aiditalia.org/upload/libretto_dsa.pdf libretto dell’insegnante, molto ricco di suggerimenti e con un efficace inquadramento generale del problema

http://www.educalire.net/LecCommentlire.htm un sito molto ricco di testi in francese.

http://www.retescuole14-15.it/materiali_dislessia/studio_lingua_straniera.pdf

http://www.treccani.it/scuola/maturita/materiale_didattico/lingue_straniere/daloiso.htmlarticolo che prende in considerazione i realia; sullo stesso argomento: Italiano LinguaDue, n. 2. 2010. E. Guidi, Guarda e impara... Un nuovo approccio all’uso di supporti audiovisivi in classe. Riflessioni ed esempi.

Testo della legge 170

Linee guida, DM 12 luglio 2011

Allegato al documento Consensus Conference