la camera arbitrale del piemonte strumenti di a d r al servizio delle imprese e dei professionisti n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
LA CAMERA ARBITRALE DEL PIEMONTE Strumenti di A.D.R. al servizio delle imprese e dei professionisti PowerPoint Presentation
Download Presentation
LA CAMERA ARBITRALE DEL PIEMONTE Strumenti di A.D.R. al servizio delle imprese e dei professionisti

Loading in 2 Seconds...

  share
play fullscreen
1 / 31
Download Presentation

LA CAMERA ARBITRALE DEL PIEMONTE Strumenti di A.D.R. al servizio delle imprese e dei professionisti - PowerPoint PPT Presentation

lucie
125 Views
Download Presentation

LA CAMERA ARBITRALE DEL PIEMONTE Strumenti di A.D.R. al servizio delle imprese e dei professionisti

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. LA CAMERA ARBITRALE DEL PIEMONTEStrumenti di A.D.R. al servizio delle imprese e dei professionisti

  2. La crisi della giustizia in Italia processi civili pendenti al 30/6/2007 (tribunali) tot. 3.035.227 durata media: • primo grado: 4 anni • appello: oltre 2 anni • cassazione: 3 anni

  3. ADR ADR = Alternative Dispute Resolution insieme degli strumenti di risoluzione delle controversie alternativi al procedimento giurisdizionale ordinario I più diffusi: arbitrato e mediazione/conciliazione

  4. L’arbitrato È un sistema di giustizia privata convenzionale regolato dal codice di procedura civile (artt. 806 ss.), fondato sull’accordo delle parti • I Vantaggi: • Tempi ridotti • Riservatezza • Controllo della procedura • Arbitri scelti dalle parti • Competenza specifica degli arbitri • Svantaggi: • Costi generalmente elevati • Richiede l’accordo preventivo delle parti (clausola/compromesso)

  5. Modelli di arbitrato • Arbitrato ad hoc • Arbitrato amministrato • Arbitrato istituzionale

  6. La clausola contiene la regola di nomina degli arbitri è gestito direttamente dagli arbitri i quali scandiscono i tempi della procedura in base al codice di procedura civile per l’arbitrato rituale: si applica il tariffario dell’ordinamento forense a prescindere dalla categoria di appartenenza degli arbitri È consigliabile prevedere ogni eventualità Arbitrato ad hoc Arbitrato amministrato • il procedimento si svolge sotto la supervisione e organizzazione di un’istituzione arbitrale • secondo un regolamento e con tariffe prestabilite • Gli arbitri sono nominati dalle parti o dall’istituzione • Controllo dell’indipendenza degli arbitri

  7. Esempio di clausola “ad hoc” • Le parti convengono di deferire qualsiasi controversia nascente dal presente contratto ad un collegio composto da … arbitri, nominati uno da ciascuna parte e il terzo d’accordo fra i primi due o, in mancanza, dal presidente dell’Ordine … /dal Presidente del Tribunale di …/ dal Presidente della Camera di commercio di … • Il Collegio arbitrale deciderà entro il termine di … giorni, secondo diritto/equità, in via rituale / irrituale/ quale amichevole compositore …. • La sede dell’arbitrato sarà in…

  8. Esempio di clausola per arbitrato amministrato • Qualsiasi controversia concernente il presente contratto sarà sottoposta ad arbitrato in conformità al Regolamento della Camera Arbitrale di …. • la controversia sarà decisa da un arbitro unico/da un collegio arbitrale che deciderà in via rituale/irrituale secondo diritto/equità.

  9. Clausola arbitrale raccomandata dalla Camera Arbitrale del Piemonte • Qualsiasi controversia concernente il presente contratto o comunque connessa allo stesso - comprese quelle relative alla sua interpretazione, validità, esecuzione e risoluzione - sarà sottoposta ad arbitrato rituale, secondo la procedura di arbitrato ordinario o di arbitrato rapido a seconda del valore, in conformità al Regolamento della Camera Arbitrale del Piemonte. • In caso di procedura ordinaria, la controversia sarà decisa da un arbitro unico o da un collegio arbitrale in conformità a tale Regolamento. • In caso di Arbitrato Rapido, l'arbitro sarà unico e deciderà in via rituale secondo equità.

  10. L’arbitrato amministrato • L’arbitrato è gestito da un’istituzione o ente pubblico o privato • I Vantaggi : • Regolamento di procedura: possibilità di monitorare tempi e fasi • Controllo dei costi: tariffario • Assistenza procedurale e logistica della Segreteria • Garanzie sulla neutralità e competenza specifica degli arbitri

  11. L’arbitrato istituzionale • Particolarecategoria di arbitrati amministrati gestiti un’Istituzione (Camera arbitrale) • es. Enti Pubblici, come le Camere di Commercio, che, svolgono questa funzione nel quadro dei propri compiti istituzionali e quindi nel perseguimento di un interesse di carattere generale • ruolo delle Camere riconosciuto come garanzia di serietà e terzietà; • attività svolta nell’ottica di servizio per le imprese e promozione della competitività del territorio.

  12. Cos’è una Camera arbitrale • Ente / organismo • Pubblico / privato • con una struttura amministrativa • propone un regolamento di procedura, un tariffario e delle clausole-tipo • cura un elenco di arbitri • amministra i procedimenti • fornisce servizi logistici

  13. Le Camere di commercio • Hanno tra i compiti istituzionali la tutela del mercato • Non si pongono in “concorrenza” con i giudici ma... • Svolgono questi compiti in un’ottica di servizio, con il contenimento dei costi e la celerità

  14. La Camera arbitrale del Piemonte • È l’unico caso di Camera arbitrale regionale • Partecipazione degli Ordini professionali di avvocati, dottori commercialisti e notai • Struttura a rete con sportelli locali.

  15. Arbitrato amministrato nella riforma c.p.c. : il nuovo art. 832 La riforma (d.lgs 40/2006) ha ufficializzato l’arbitrato amministrato: l’art. 832 c.p.c. prevede il rinvio a un regolamento arbitrale precostituito. Particolari specificazioni: • Le parti possono derogare nella clausola alle previsioni del regolamento, personalizzando la procedura. • Possono scegliere versioni precedenti del regolamento. • Garanzia di neutralità. • Permanenza della convenzione arbitrale (secondo la regolamentazione generale).

  16. L’accordo arbitrale Il rapporto tra la Camera Arbitrale e le parti sorge grazie alla convenzione arbitrale: -clausola o -compromesso Normalmente le Camere arbitrali suggeriscono clausole standard che richiamano per relationem il Regolamento

  17. Il ruolo della Segreteria La Segreteria centrale svolge le funzioni di amministrazione del procedimento indicate dal Regolamento. In particolare: • riceve la domanda di arbitrato, verificando la conformità dei requisiti; • riceve gli atti del procedimento verificandone la regolarità e li trasmette garantendo la piena applicazione del principio del contraddittorio; (continua…)

  18. (…continua) • assiste l'arbitro nell'organizzazione logistica del procedimento e nella verbalizzazione; • richiede alle parti il versamento del deposito cauzionale (calcolato secondo le Tariffe in vigore) e degli oneri amministrativi, se previsti; • fornisce consulenza e assistenza sulle clausole compromissorie e sui compromessi arbitrali

  19. Gli arbitri • non c’è un albo • competenza/professionalità/indipendenza • corsi di formazione • procedure di nomina: le parti/la Camera arbitrale/sistema delle preferenze

  20. Le procedure della Camera Arbitrale del Piemonte • Arbitrato ordinario • Arbitrato rapido • Conciliazione

  21. Conciliazione B2B e B2C La Camera Arbitrale del Piemonte gestisce a livello regionale le conciliazioni tra imprese e imprese (B2B) Le Camere di commercio aderenti alla Camera Arbitrale gestiscono a livello locale le conciliazioni tra imprese e consumatori (B2C)

  22. ARBITRATItipologia di controversie nel 2007

  23. Trend Procedimenti

  24. Trend procedure

  25. I costi - arbitrato rapido

  26. I costi - arbitrato ordinario

  27. I costi - conciliazione

  28. LA RETE Segreteria Centrale: presso la Camera di commercio di • Torino Sedi distaccate: presso le Camere di commercio di • Alessandria • Asti • Biella • Cuneo • Novara (new entry da marzo 2006) • Verbano Cusio Ossola • Vercelli

  29. I VANTAGGI DELLA RETE • la sicurezza di ricevere assistenza anche in loco • la possibilità di depositare le domandedi arbitrato anche presso le sedi distaccate (artt. 11 e 21 Regolamento) • la possibilità di fissare le udienze nel luogo più vicino alle parti ed ai professionisti che le assistono: l’art.6 Regolamento prevede che “gli arbitri possono fissare il luogo dell’udienza in luogo diverso” (da quello ove ha sede la Segreteria centrale), utilizzando a tal fine le strutture di tutte le CCIAA aderenti

  30. IL SITO INTERNET Indirizzo: www.pie.camcom.it Dal sito internet è possibile • scaricare le clausole, il regolamento ed i moduli • reperire informazioni utili.

  31. Contatti utili • Segreteria della Camera Arbitrale del Piemonte via S.Francesco da Paola 24 Tel. 011 5716960/1/2/4 Fax 011 5716965 E-mail cam.arbitrale@pie.camcom.it Sito web www.pie.camcom.it