caratteristiche principali plc siemens cpu 314c 2 dp n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Caratteristiche Principali PLC Siemens CPU 314C-2 DP PowerPoint Presentation
Download Presentation
Caratteristiche Principali PLC Siemens CPU 314C-2 DP

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 42

Caratteristiche Principali PLC Siemens CPU 314C-2 DP - PowerPoint PPT Presentation


  • 225 Views
  • Uploaded on

Caratteristiche Principali PLC Siemens CPU 314C-2 DP. Prodotti Siemens. Simatic 300 CPU 3xxx Simatic 400 CPU 4xxx Unico Ambiente di Programmazione Step7 V5.3. Simatic CPU 314C-2 DP. Argomenti Trattati Area Memoria Gestione dei Programmi Unità di I/O Function Block. Area di Memoria.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Caratteristiche Principali PLC Siemens CPU 314C-2 DP' - lexine


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
prodotti siemens
Prodotti Siemens
  • Simatic 300
    • CPU 3xxx
  • Simatic 400
    • CPU 4xxx
  • Unico Ambiente di Programmazione Step7 V5.3
simatic cpu 314c 2 dp
Simatic CPU 314C-2 DP
  • Argomenti Trattati
    • Area Memoria
    • Gestione dei Programmi
    • Unità di I/O
    • Function Block
area di memoria
Area di Memoria
  • Memoria di Caricamento
    • Micro Memory Card (64Kbyte)
    • Flash Memory
    • Mantenimento dati per 10 anni
    • Memorizza Blocchi di Codice e Dati Utente
    • Configurazione Hardware e area S.O.
  • Memoria di Sistema
  • Memoria di Lavoro
area di memoria1
Area di Memoria
  • Memoria di Caricamento
  • Memoria di Sistema
    • Aree Operandi Merker, Temporizzatori e Contatori
    • Immagini di Processo I/O
    • Dati Locali (temporanei)
  • Memoria di Lavoro
area di memoria2
Area di Memoria
  • Memoria di Caricamento
  • Memoria di Sistema
  • Memoria di Lavoro
    • Blocchi Codice e Blocchi Dati della porzione di programma da eseguire
    • Interagisce con la MMC (carico del codice e dei dati)
    • Memoria Lavoro=48 Kbyte
area memoria a ritenzione
Area Memoria a Ritenzione
  • Il Programma utente e i dati nella MMC sono sempre a ritenzione
  • Per i Merker, Temporizzatori e Contatori (Memoria di Sistema) l'utente stabilisce quali parti debbano essere a ritenzione
    • Es. M0.0-M15.0 sono a ritenzione
  • Buffer di diagnostica, indirizzo MPI/DP sono a ritenzione
caricamento programmi in mmc
Caricamento Programmi in MMC
  • Caricamento di un Programma Completo (tutti i blocchi)
    • Cancellazione del programma presente
  • Caricamento Parziale
    • Aggiornamento di uno o più blocchi
    • Aggiunta di uno o più blocchi
  • I Programmi memorizzati in una MMC possono essere caricati nel PC
gestione dei programmi
Gestione dei Programmi
  • Sistema Operativo
    • Gestione avviamento (warm, cold)
    • Aggiornamento immagine I/O
    • Richiamo programma utente
    • Gestione allarmi/errori/aree di memoria
    • Comunicazione con altri dispositivi
  • Programma Utente
gestione dei programmi1
Gestione dei Programmi
  • Sistema Operativo
  • Programma Utente
    • suddiviso in Blocchi:
      • Blocchi Organizzativi (OB)
      • Function Block (FB)
      • Funzioni (FC)
      • Function Block di Sistema (SFB)
      • Funzioni di Sistema (SFC)
      • Blocchi Dati di Istanza (DB), per gli FB o SFB
gestione dei programmi blocchi organizzativi ob
Gestione dei ProgrammiBlocchi Organizzativi (OB)
  • Comandano l'esecuzione dei blocchi di programma utente
    • Realizzano il task secondo IEC 1131-3
  • Sono contraddistinti da numeri e priorità
    • OB da 1(Low) a 28(High)
  • Dentro ogni OB viene scritto un programma (eventualmente con chiamate a SFB, SFC, FB, FC)
gestione dei programmi2

OB1

Gestione dei Programmi
  • Il S.O. viene eseguito in un loop
  • Richiama l'OB1 una volta per ciascun loop
gestione dei programmi3

OB1

Gestione dei Programmi
  • In ciascun ciclo il S.O.:
    • Aggiorna le uscite (IPU)
    • Legge gli ingressi (IPI)
    • Esegue l'OB1
    • Elabora dati di sistema
gestione dei programmi4
Gestione dei Programmi
  • E' possibile scrivere l'intero programma utente nell'OB1 (Programmazione Lineare)
  • Oppure è possibile scrivere il programma utente nell'OB1 in termini di chiamate a blocchi (Programmazione Procedurale)
gestione dei programmi5
Gestione dei Programmi
  • L'esecuzione ciclica può essere interrotta
  • Es. allarmi, errori o interrupt

OB x

OB y

gestione dei programmi6
Gestione dei Programmi
  • Tempo di Ciclo: variabile
  • E' possibile impostare un Watchdog (Stop CPU)
  • E' possibile limitare il Carico di Comunicazione
gestione dei programmi ob 10 allarme orologio
Gestione dei ProgrammiOB 10 Allarme Orologio
  • Priorità 2 (OB1 ha priorità 1)
  • Viene Parametrizzato:
    • Esecuzione: una volta, ogni minuto, ogni giorno, ogni settimana, ogni mese, etc.
    • Data di Avvio
    • Ora di Avvio
gestione dei programmi ob 20 allarme di ritardo
Gestione dei ProgrammiOB 20 Allarme di Ritardo
  • Priorità 3 (OB1 ha priorità 1)
  • Permette di eseguire con ritardo alcune parti del programma utente
  • Esiste una particolare funzione di sistema (SFC 32) attraverso cui è possibile settare il tempo di ritardo di esecuzione dell'OB 20 (che deve contenere il codice)
gestione dei programmi ob 35 schedulazione orologio
Gestione dei ProgrammiOB 35 Schedulazione Orologio
  • Priorità 12 (OB1 ha priorità 1)
  • Permette l'esecuzione periodica di una porzione di codice
  • Viene Parametrizzato:
    • Per default 100 ms
    • Nel caso di più processi ciclici (non nella CPU314C-2DP) è possibile impostare un offset (per evitare avviamento simultaneo)
gestione dei programmi ob 40 interrupt di processo
Gestione dei ProgrammiOB 40 Interrupt di Processo
  • Priorità 16 (OB1 ha priorità 1)
  • Il codice viene eseguito in reazione ad un segnale di Ingresso
  • E' necessario disporre di una unità di I/O che supporti l'interrupt di processo
  • Nell'unità di I/O vengono settati gli ingressi che determinano l'attivazione dell'OB40
gestione dei programmi ob 40 interrupt di processo1
Gestione dei ProgrammiOB 40 Interrupt di Processo
  • Nella configurazione hardware degli ingressi DIGITALI, selezionare:
    • gli ingressi che determinano l'interrupt di processo
    • Il fronte di salita o di discesa (anche entrambi)
    • Il ritardo di ingresso (stabilizzazione del segnale)
  • Creare l'OB40
  • Scrivere il codice entro l'OB40
  • Se si vogliono utilizzare gli ingressi, utilizzare le variabili locali L8.xx-L11.x
    • Ad esempio L11.x corrisponde a I124.x
gestione dei programmi ob 40 interrupt di processo2
Gestione dei ProgrammiOB 40 Interrupt di Processo
  • Questo codice permette di memorizzare gli ingressi I124.0, I124.1 e I 124.2 quando vi è un fronte di discesa o salita o entrambi (dipende dalla configurazione)
gestione dei programmi7
Gestione dei Programmi
  • Esistono degli OB che, se definiti, permettono di eseguire azioni in caso di eventi:
    • OB 82, Priorità 26: allarme diagnostica (es.cortocircuito unità di ingresso)
    • OB 85, Priorità 26: errore di esecuzione programma (es.OB non caricato)
    • OB 86, Priorità 26: guasto al telaio di montaggio
    • OB 87, Priorità 26: errore di comunicazione
    • OB 100, Warm Start
avviamento
Avviamento
  • Nella CPU 314C-2DP è consentito il solo Avviamento Warm (Nuovo Avviamento)
  • L'avviamento Warm diviene Cold, se non vi sono aree di memoria ritentive definite o utilizzate
  • La CPU esegue un avviamento a caldo:
    • Dopo RETE ON
    • Da Stop a RUN
  • OB 100 viene eseguito all'avviamento Warm (nessun limite sulla durata)
avviamento ob100
Avviamento: OB100
  • Può essere utilizzato per l'inizializzazione di variabili
  • Per i Merker si utilizza il comando SET
  • La sintassi è SET = variabile (nome o indirizzo). Ad esempio:

SET

= "home_robot"

= "home1"

= "home2"

unit di i o
Unità di I/O
  • 24 Ix.x digitali (124, 125 e 126)
    • E' possibile settare interrupt di processo e ritardo di ingresso (filtro)
  • 16 Qx.x digitali (124 e 125)
  • 5 ingressi analogici IW x (752-761)
    • 4 configurabili (tensione, corrente)
    • 1 configurabile come (termo-)resistenza
unit di i o1
Unità di I/O
  • 2 uscite analogiche QW x (752-755)
    • configurabili (tensione, corrente)
  • 4 canali di conteggio
    • Conteggio eventi
    • Conteggio in avanti o indietro
    • Frequenza massima di conteggio: 60 KHz
unit di i o2
Unità di I/O
  • Misura di frequenza
    • La CPU conta gli impulsi che arrivano entro un tempo di integrazione prestabilito
    • Tempo di integrazione impostabile tra 10 e 10.000 msec in passi di 1 msec
    • Il valore di frequenza misurato viene fornito dopo il tempo di integrazione
    • Frequenze misurabili: da 0 a 60 KHz
unit di i o3
Unità di I/O
  • Modulazione ampiezza di impulsi (PWM)
    • Viene emessa una sequenza di impulsi su una uscita digitale prescelta
    • L'utente sceglie: Tempo Ritardo di Inserzione, Durata impulso e Durata periodo

Ritardo di Inserzione

Durata Periodo

Durata Periodo

Durata Impulso

uscite analogiche esempi di programmazione
Uscite AnalogicheEsempi di Programmazione
  • Ogni uscita analogica viene codificata con un INT (16 bit)
    • -32768, .., +32767
  • QW n (ogni uscita è identificata da un numero)
  • Codifica in Tensione:
    • -10 V, .., +10V
    • 0,..,+10V
  • Codifica in Corrente:
    • -20mA, .., +20mA
    • 0,..,+20mA
    • 4,..,+20mA
ingressi analogici esempi di programmazione
Ingressi AnalogiciEsempi di Programmazione
  • Ogni ingresso analogico viene codificata con un INT (16 bit)
    • -32768, .., +32767
  • IW n (ogni uscita è identificata da un numero)
  • Codifica in Tensione:
    • -10 V, .., +10V
    • 0,..,+10V
  • Codifica in Corrente:
    • -20mA, .., +20mA
    • 0,..,+20mA
    • 4,..,+20mA
  • Ingresso per lettura di temperatura
function block
Function Block
  • Sono importantissimi per semplificare il codice e per renderlo riutilizzabile
  • Essenzialmente la creazione consiste nella definizione di un Blocco Funzionale e di un Blocco Dati per ogni istanza
  • Per ciascun Blocco Funzionale si possono definire i parametri formali e le variabili:
    • IN, OUT, IN_OUT, STAT, TEMP
    • Vengono richiamati premettendo il simbolo #
function block8
Function Block
  • Uso memoria statica: