slide1 l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
I BATTERI DEL TERRENO Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali PowerPoint Presentation
Download Presentation
I BATTERI DEL TERRENO Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 21

I BATTERI DEL TERRENO Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali - PowerPoint PPT Presentation


  • 189 Views
  • Uploaded on

Ins. Rongo Maria Domenica Classe V E - 2° Circolo Didattico di Putignano (BA) a.s. 2006-07. I BATTERI DEL TERRENO Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali. Classificazione in base alla forma. Cosa c’è in un pugno di terreno?.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'I BATTERI DEL TERRENO Piano ISS Insegnare Scienze Sperimentali' - lareina


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Ins. Rongo Maria Domenica

Classe V E - 2° Circolo Didattico di Putignano (BA)

a.s. 2006-07

I BATTERI DEL TERRENO

Piano ISS

Insegnare Scienze Sperimentali

Classificazione in base alla forma

slide2

Cosa c’è in un pugno di terreno?

  • Abbiamo osservato attentamente un pugno di terreno e abbiamo individuato:
  • rametti secchi
  • sassolini
  • piccole ghiande
  • foglioline
  • semi
  • piccolissimi insetti bianchi
  • e … cos’altro?
slide3

Abbiamo ipotizzato che nel terreno ci sia qualcos’altro che non riusciamo a vedere ad occhio nudo perché microscopico.

Per verificare abbiamo fatto un piccolo esperimento

  • Abbiamo usato:
  • un barattolo pieno d’acqua
  • un barattolo vuoto
  • un po’ di terreno di bosco
  • un cucchiaino
  • un bastoncino (cotton fioc)
  • un colino
  • alcune piastre sterili già preparate con terreno di coltura (AGAR).
slide4

ESPERIMENTO

Innanzitutto abbiamo messo la terra nel barattolo pieno d’acqua e abbiamo mescolato col cucchiaino per alcuni minuti. Dopodiché abbiamo filtrato più volte l’acqua.

slide5

ESPERIMENTO

Quindi abbiamo intinto la punta di un bastoncino di cotton fioc nell’acqua filtrata.

Abbiamo aperto una piastra contenente l’agar e in fretta abbiamo tracciato dei segni sul terreno di coltura, poi velocemente abbiamo chiuso la piastra.

slide6

ESPERIMENTO

Osservazione dopo un giorno

Le colonie di batteri, rappresentate da palline trasparenti, hanno ricoperto l’intera superficie dei segni che avevamo tracciato sul terreno di coltura all’interno delle piastre.

Conclusione: Nel terreno vivono anche i batteri.

slide7

OSSERVAZIONE AL MICROSCOPIO

  • Con il microscopio collegato ad un videoproiettore abbiamo osservato alcuni vetrini:
  • lembi di foglie in decomposizione
  • acari del suolo
  • batteri del terreno
slide11

MA COSA SONO I BATTERI?

Ci siamo documentati e abbiamo scoperto che…

I batteri, o procarioti, sono gli organismi più piccoli e semplici presenti nella maggior parte degli ambienti naturali: in un solo cucchiaio di terreno, per esempio, si possono trovare fino a 10.000 miliardi di batteri.

Infatti gran parte delle cellule batteriche ha un diametro compreso tra 0,2 e 10 micron.

Un micron equivale a un millesimo di millimetro: una fila ordinata di mille batteri misurerebbe solo un millimetro.

slide12

Sono organismi unicellulari, ovvero sono costituiti da una sola cellula. Non hanno il nucleo, ma contengono il DNA.Vivono isolati o in colonie e si riproducono per scissione binaria: in appena 3 ore da un solo batterio si originano 512 batteri.

ORGANISMI MICROSCOPICI

slide13

CLASSIFICAZIONE IN BASE ALLA LORO FORMA

Clicca sulle immagini

  • La forma dei batteri può essere:
  • sferica (cocchi)
  • cilindrica (bacilli)
  • a virgola (vibrioni)
  • a spirale (spirilli).
slide14

COCCHI

  • I cocchi (dal termine greco che significa bacche) hanno una forma sferica;
  • Si presentano:
  • a coppie, o diplococchi
  • a gruppi di quattro o otto, detti tetradi o sarcine
  • catene simili a perle, chiamati streptococchi
  • gruppi simili ad grappoli d'uva, o stafilococchi
slide15

I procarioti a forma di bastoncino vengono chiamati bacilli. Di solito i bacilli si presentano come cellule separate, ma a volte si riuniscono in coppie (diplobacilli) oppure in catene (streptobacilli).

BACILLI

slide16

Altri batteri hanno una forma ricurva oppure di tozza spirale.I primi vengono definiti vibrioni, mentre i secondi sono chiamati spirilli.Infine, i batteri che si presentano sottoforma di una spirale lunga e flessibile sono detti spirochete.

VIBRIONI E SPIRILLI

slide17

CLASSIFICAZIONE IN BASE ALLA LORO FORMA

Dopo l’osservazione diretta e le ricerche in Internet abbiamo realizzato con il Das delle piastre che rappresentano le diverse forme dei batteri.

slide18

COCCHI

DIPLOCOCCHI

COCCHI

STAFILOCOCCHI

STREPTOCOCCHI

slide19

BACILLI

BACILLI

BATTERI

slide20

SPIRILLI

VIBRIONI E SPIRILLI

VIBRIONI

SPIROCHETE

slide21

Esperienza realizzata dagli alunni della classe quinta sez. E del 2° Circolo didattico di Putignano (BA) a cura dell’ins. Rongo Maria Domenica